La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LINGUISTICA GENERALE Analisi della conversazione (AC) Dr. Ilenia Perna Università degli Studi del Molise Facoltà di Scienze Umane.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LINGUISTICA GENERALE Analisi della conversazione (AC) Dr. Ilenia Perna Università degli Studi del Molise Facoltà di Scienze Umane."— Transcript della presentazione:

1 LINGUISTICA GENERALE Analisi della conversazione (AC) Dr. Ilenia Perna Università degli Studi del Molise Facoltà di Scienze Umane e Sociali Corso di laurea in Scienze della Comunicazione

2 Testo desame (parte monografica) Giolo FELE Lanalisi della conversazione Il Mulino, 2007

3 Cominciamo dalle parole... Indirizzo di studi a metà tra sociologia, sociolinguistica e pragmatica (ma che si avvale anche dei contributi della psicologia sociale), che con metodologie perlopiù induttive mira a indagare lorganizzazione interna della conversazione, intesa come forma naturale e basilare dellinterazione umana A NALISI DELLA C ONVERSAZIONE

4 Ma cosa si intende per conversazione ? Che cosa sono le produzioni verbali ? 4

5 Analisi della Conversazione: i presupposti teorici Interazionismo simbolico (Blumer, 1937; 1969; Mead, 1934, Goffman, 1959) Corrente della psicologia sociale e della sociologia statunitense che studia linterazione tra soggetti sulla base dei significati che, attraverso linterazione, essi assegnano agli oggetti e allo stesso interlocutore Etnometodologia (Garfinkel, 1967) - Studio delle regole di base che disciplinano i rapporti quotidiani tra le persone (N. Smelser) - Ramo della microsociologia che studia i processi del ragionamento pratico, le manifestazioni ricorrenti e tangibili del senso comune, i metodi che gli individui elaborano e mettono in atto per realizzare i compiti più minuti e banali, anche se svolgono un lavoro specifico" (L. Gallino) Definizione Discipline affini: sociolinguistica, sociologia del linguaggio, pragmatica, psicologia sociale Metodologia: qualitativa, studio sul campo, registrazioni di conversazioni reali, trascrizione del parlato

6 Analisi della Conversazione: quando e come nasce Quando: inizio anni 60, studi di H.Sacks, E.Schegloff, G. Jefferson presso lUCLA Harvey Sacks ( ) Emanuel Schegloff (1937- ) Gail Jefferson ( )

7 Analisi della Conversazione: quando e come nasce Center for the Scientific Study of Suicide Come: Harvey Sacks, nel 1964, comincia ad esaminare, in maniera sistematica, un corpus di telefonate registrate dal Center for the Scientific Study of Suicide di Los Angeles Harvey Sacks ( )

8 8 Il presupposto dellAC Norme istituzionalizzate Ruoli formali e stabiliti

9 Analisi della Conversazione: riepilogando...

10 Fare analisi della conversazione (cap. VI) 10 UN PO DI REGOLE… 1. Disporre di audio e videoregistrazioni 2. Focalizzare lattenzione su interazioni naturali e reali 3.Minimizzare lintrusività ontologica degli strumenti di registrazione 4. Saper gestire il paradosso dellosservatore 5. Scegliere consapevolmente il sistema di trascrizione 6. Individuare una strategia di analisi dei risultati

11 Il sistema di trascrizione 11 = Enunciati simultanei: il fenomeno si verifica quando due turni di parlanti diversi sono tra loro legati senza alcuna interruzione [ Enunciati sovrapposti: il fenomeno si verifica quando due o più turni di parlanti diversi si sovrappongono; il simbolo viene inserito nel punto esatto in cui si verifica il fenomeno (0.4) Intervallo tra enunciati: vengono indicati tra parentesi tonde i secondi di intervallo tra un enuciato e un altro ::: Allungamenti del suono: i due punti indicano un allungamento della vocale o della consonante; più il suono viene allungato, più i due punti vengono aggiunti, /. / ?/ Intonazione: la virgola indica unintonazione continua, il punto unintonazione discendente, il punto interrogativo unintonazione ascendente ________ Enfasi: la sottolineatura indica forme di enfasi () Enunciati non chiari: si inseriscono tra parentesi tonde tutte quelle componenti incomprensibili o non udibili - Interruzione: il trattino indica uninterruzione del parlato

12 Un esempio di trascrizione… 12 TRASCRIZIONE Venerdì ore Data di trascrizione Ricercatore Ilenia Serena PernaDurata17 31 T10 Ricreazione Yan è seduto al proprio posto, accanto a lui cè la compagna Elisa, anche lei seduta. Lalunno cinese mangia la merenda (il solito panino con prosciutto cotto) mentre Elisa mangia lo yogurt. Linsegnante sta parlando con un alunno alla cattedra e Yan, mentre mangia il panino, li guarda con molta attenzione. Linsegnante si rivolge a Yan. 1InsÈ BUONO? 2InsYan è buono? 3InsYAN ? È BUONO (Lalunno, sentitosi chiamare con tono più alto, alza subito lo sguardo verso linsegnante e fa segno di sì con la testa) 4InsNON HO SENTITO ^ È BUONO? 5Yansì =(accompagna il suono della sillaba al cenno di testa) 6Ins= O:H::::::::: (Il bambino si alza per andare a buttare nel cestino il contenitore del succo di frutta: con una mano mantiene il panino, mentre laltra è sempre nella tasca del grembiule. Guarda la sua compagna Elisa che sta mangiando lo yogurt. La maestra se ne accorge) 7Ins? Yan ti piace lo yogurt 8Yan(fa segno di no con la testa) 9InsNO:::: 10Yan(fa segno di no con la testa in maniera ancora più convinta) (Gioacchino si avvicina al compagno con un gioco) 11Gioacchino? dopo vogliamo giocare (Yan prende subito il gioco e apre la scatola. Tutti, compreso Yan, continuano a mangiare la merenda. Elisa, che ha appena finito, apre il tabellone di gioco e lo pone sul banchetto dellamico Yan) [….]

13 I principi dellanalisi della conversazione 13

14 I principi dellanalisi della conversazione 14

15 Coppie adiacenti (adjacency pairs) Schegloff e Sacks, Sequenza di azioni conversazionali in cui il parlante A esprime unazione che proietta (rende pertinente, crea laspettativa) un 2° enunciato da parte del parlante B

16 Coppie adiacenti: alcuni esempi Saluto/salutoSaluto/saluto Offerta/Accettazione o rifiuto

17 Dalla coppia adiacente al concetto di preferenza 17 La 1° parte di una coppia è costruita in modo da rendere preferibile, come seconda parte, unalternativa ad unaltra possibile; Lalternativa preferita viene prodotta in modo diverso da quella dispreferita: questultima infatti è marcata da vari elementi di problematicità (es. pause, intercalari).

18 I quattro meccanismi fondamentali dellAC 18

19 Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) 19

20 Turn Construction Unit (TCU) - Turno di parola - Turn Construction Unit (TCU) - Turno di parola TCU come proposizione AÈ un grande calciatore Blui è davvero il più bravo di tutti 2. TCU come frase AChi è un grande calciatore? B lui, il più bravo di tutti 3. TCU come singola parola AÈ un grande calciatore B Davvero 4. TCU come comunicazione A È un grande calciatore non verbale B (fa cenno di sì con il capo) 1. TCU come proposizione AÈ un grande calciatore Blui è davvero il più bravo di tutti 2. TCU come frase AChi è un grande calciatore? B lui, il più bravo di tutti 3. TCU come singola parola AÈ un grande calciatore B Davvero 4. TCU come comunicazione A È un grande calciatore non verbale B (fa cenno di sì con il capo)

21 Turn Construction Unit (TCU) - Turno di parola - 21

22 Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) 22

23 Auto ed eteroselezione: alcuni esempi 23

24 Auto ed eteroselezione: alcuni esempi 24

25 Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) 25

26 Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) Il sistema della presa del turno (Turn - taking system) 26 P = parlante 1 S = parlante 2

27 Il repair (Pratiche di riparazione) 27 Repair Fenomeno che consiste in mosse che servono a riparare la conversazione dopo che un evento problematico ne abbia minacciato landamento ordinario. Repair

28 Il repair (Pratiche di riparazione) 28 La riparazione è lo strumento fondamentale che i partecipanti ad una conversazione utilizzano per riportare gli eventi alla normalità quando qualcosa va storto nellinterazione riguardo alla propria o altrui comprensione degli eventi in corso (Fele, 2007:45) (Fele, 2007:45) La riparazione è lo strumento fondamentale che i partecipanti ad una conversazione utilizzano per riportare gli eventi alla normalità quando qualcosa va storto nellinterazione riguardo alla propria o altrui comprensione degli eventi in corso (Fele, 2007:45) (Fele, 2007:45)

29 Il repair (Pratiche di riparazione) 29 FONTE PROBLEMATICA (TROUBLE SOURCE ) FONTE PROBLEMATICA (TROUBLE SOURCE )

30 Il repair (Pratiche di riparazione) 30 FONTE PROBLEMATICA (TROUBLE SOURCE ) FONTE PROBLEMATICA (TROUBLE SOURCE )

31 Pratiche di riparazione: tipologie 31

32 Pratiche di riparazione: esempi 32

33 Pratiche di riparazione: esempi 33

34 Pratiche di riparazione 34

35 Lorganizzazione delle azioni nella conversazione (cap. 3) 35

36 La conversazione telefonica 36

37 La conversazione telefonica: apertura 37

38 Conversazioni telefoniche: le aperture Conversazioni telefoniche: le aperture 38 MosseEstratto A (informale) Estratto B (intimo) Estratto C (formale) Appello((trillo)) Risposta allappello + (nel brano C) autoidentificazione e saluto di A A pronto?A pronto:A Agorà buongiorno Identificazione di A da parte di B + saluto (nel brano C) B eh: fabio? A sì. B hOhB e:h buongiorno Identificazione di B da parte di A + saluto (nel brano A) B sono gino. A ciao gino= A e:h InteressamentiB =come va? A bene bene. Entrata nel meritoB.hh senti e:h volevo sapere (...) B allo:ra?B senta volevo sapere (...)

39 La conversazione telefonica 39

40 Le conversazioni speciali 40 Conversazioni speciali - Ambienti asimmetrici (es. una conversazione tra medico e paziente in uno studio) - Hanno luogo in un contesto istituzionale - Campo dindagine che emerge intorno agli anni 90 Conversazioni speciali - Ambienti asimmetrici (es. una conversazione tra medico e paziente in uno studio) - Hanno luogo in un contesto istituzionale - Campo dindagine che emerge intorno agli anni 90

41 Le conversazioni speciali 41 C ONVERSAZIONE SIMMETRICA C ONVERSAZIONE ASIMMETRICA UguaglianzaDisparità/Dominanza Negoziazione dei turniGestione dei turni Omogeneità dei turniDisuguaglianza dei turni Svolgimento libero con possibilità di turni sovrapponibili Istituzionalizzazione delle fasi conversazionali

42 42 La trasformazione dellidentità ordinaria

43 43 Il sistema di presa del turno nelle conversazioni speciali

44 44 Lattribuzione del turno di parola a scuola

45 45 Ristabilizzazione dellordine conversazionale a scuola

46 46 Ristrutturazione delle sequenze conversazionali: dalla coppia alla tripletta STRUTTURA CONVERSAZIONE SCOLASTICA 1. Linsegnante formula una domanda ad un alunno; 2. Lalunno risponde; 3. Linsegnante riprende il turno per fare una valutazione su quanto detto dallalunno. Conversazione ordinaria modello binario A-B, A-B Conversazione scolastica modello ternario A-B-A, A-B-A


Scaricare ppt "LINGUISTICA GENERALE Analisi della conversazione (AC) Dr. Ilenia Perna Università degli Studi del Molise Facoltà di Scienze Umane."

Presentazioni simili


Annunci Google