La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBIETTIVI LA PROVA DI TRAZIONE Fornire le conoscenze fondamentali per l'individuazione delle proprietà dei materiali metallici, al fine di consentirne.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBIETTIVI LA PROVA DI TRAZIONE Fornire le conoscenze fondamentali per l'individuazione delle proprietà dei materiali metallici, al fine di consentirne."— Transcript della presentazione:

1 OBIETTIVI LA PROVA DI TRAZIONE Fornire le conoscenze fondamentali per l'individuazione delle proprietà dei materiali metallici, al fine di consentirne la scelta ottimale in base alle caratteristiche meccaniche richieste ed alle condizioni di esercizio. Le conoscenze acquisite trovano applicazione nella scelta dei materiale più adatti ai diversi impieghi.

2 ACCIAIO: lega costituita fondamentalmente da ferro e carbonio, nella quale la percentuale di questo secondo elemento è inferiore al 2.06%. elevata resistenza a trazione elevata resistenza compressione buona resistenza discreta colabilità ottima lavorabilità ottima saldabilità PROPRIETÀ Massa volumica: 7870 kg/mc Punto di fusione: 1300 ÷ 1500 °C Resistenza a trazione: 400 ÷ 800 N/mm² Resistenza a compressione: 200 ÷ 3500 N/mm² Durezza Brinnel: 250 ÷ 270 HSB Colore: grigio chiaro Massa volumica: 7870 kg/mc Punto di fusione: 1300 ÷ 1500 °C Resistenza a trazione: 400 ÷ 800 N/mm² Resistenza a compressione: 200 ÷ 3500 N/mm² Durezza Brinnel: 250 ÷ 270 HSB Colore: grigio chiaro CARTA DIDENTITÀ

3 CLASSIFICAZIONE DEGLI ACCIAI (UNI /1) ACCIAI semplicispecialibassolegati Acciai semplici: contengono unicamente ferro e carbonio, oltre a modeste percentuali di impurità. Acciai speciali: oltre al ferro e al carbonio contengono altri elementi alliganti, anche in percentuale elevate, (acciai inossidabili). Acciai bassolegati: contengono vari elementi di lega, in percentuale inferiore al 5%.

4 PROVE SUI MATERIALI Vengono eseguite, in laboratori appositamente attrezzati, al fine di conoscere le proprietà dei materiali e poterle quantificare esprimendole attraverso valori caratteristici. Provetta o Provino Pezzo sottoposto a prova solitamente prelevato da campioni del materiale in esame, dimensionato e sagomato rispettando precise convenzioni, in relazione al tipo di prova.

5 UNIFICAZIONE DELE PROVE Le prove sui materiali devono essere eseguite secondo metodi di e procedimenti che ne garantiscano i caratteri di: Il rispetto di tali norme garantisce la validità della prova e dei suoi risultati e ne facilita la comunicazione. ATTENDIBILITÀ CONFRONTABILITÀ RIPETIBILITÀ

6 PROVE MECCANICHE DISTRUTTIVE NON DISTRUTTIVE Resistenza a: trazione trazione compressione flessione resilienza Durezza Quelle effettuate mediante: controlli radiografici ultrasuoni correnti indotte liquidi penetranti

7 valutare il comportamento del materiale soggetto a sforzo monoassiale di trazione PROVA DI TRAZIONE UNI EN (1992) UNI EN (1993) UNI EN (1996) UNI EN (1996) UNI EN (1993) Carico al limite dell elasticità Carico di snervamento Carico di rottura Allungamento totale SCOPO NORME PARAMETRI FORNITI

8 PROVA DI TRAZIONE La prova misura il valore della resistenza meccanica del materiale alla trazione, ossia il carico unitario che determina la rottura di una provetta del materiale in esame.

9 RESISTENZA A TRAZIONE E COMPRESSIONE Calcestruzzo si rompe per un piccolo sforzo di trazione Metallo mantiene la stessa resistenza

10 Lt

11 PROVE DI RESISTENZA A TRAZIONE (UNI 10002) Macchina universale per la prova di trazione oleodinamica con strumentazione analogica motore quadro di comando manometro rullo per il grafico provetta basamento barra mobile

12

13

14

15

16 LA MACCHINA DI PROVA: Serraggio del provino Elementi per il fissaggio del provino alla macchina. La geometria ti tali elementi garantisce lassialità del carico sul provino. Collocazione del provino sulla macchina.

17 PROVA DI RESISTENZA A TRAZIONE (UNI 10002) Provetta dacciaio al momento della rottura ganasce della macchina di trazione provetta al momento del collasso

18 PROVE DI RESISTENZA A TRAZIONE (UNI 10002) Diagramma carichi-allungamenti CARICHI ALLUNGAMENTI B C E D F Elasticità Proporzionale Elasto-plasticità Plasticità A 1.Fase di elasticità e proporzionalità 2.Fase di elasticità 3.Fase elasto-plastica 4.Fase plastica 5.Fase di rottura F lp F le F si F ss FmFm FuFu F lp = carico al lmite diproporzionalità F le = carico limite elastico F ss = carico di snervamento superiore F si = carico di snervamento inferiore F m = carico massimo o carico di rottura F u = carico ultimo Elasticità 5 Rottura Snervamento

19 Sforzo Deformazione SFORZI E DEFORMAZIONI Si utilizzano i carichi unitari R [N/mm 2 ] e gli allungamenti unitari [adimensionale], dove:

20 Diagramma carichi-allungamenti di materiali diversi ALLUNGAMENTI CARICHI


Scaricare ppt "OBIETTIVI LA PROVA DI TRAZIONE Fornire le conoscenze fondamentali per l'individuazione delle proprietà dei materiali metallici, al fine di consentirne."

Presentazioni simili


Annunci Google