La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESERCITO ROMANO Simulazione di attacco militare della Legio XIIII Gemina Martia Victrix, Biskupin, Polonia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESERCITO ROMANO Simulazione di attacco militare della Legio XIIII Gemina Martia Victrix, Biskupin, Polonia."— Transcript della presentazione:

1 ESERCITO ROMANO Simulazione di attacco militare della Legio XIIII Gemina Martia Victrix, Biskupin, Polonia

2 Età romulea Contingenti: una legio (legione da lěgere=scegliere) Modello: falange greca Scaglioni: fanti e cavalieri Reclutamento: dalle tre tribù gentilizie (Ramnes Tities Luceres) Effettivi: 1000 pedites e 100 equites per tribù per un totale di 3000 fanti e 300 cavalieri. Schieramento: fanti su tre file - cavalieri ai lati Comandante: rex Ufficiali - Fanti: tribuni - Cavalieri: tribuni celerum

3 Età serviana contingenti: una legione Modello: falange greca Scaglioni: fanti e cavalieri Reclutamento: dalle classi censitarie (centurie) mobilitabili: pedites (170 centurie) equites (180 decurie) Schieramento: fanti su tre file - cavalieri ai lati Comandanti: - Fanti: tribuni -Cavalieri: tribuni celerum

4 Armamento della I classe Documenti archeologici a partire dal XI-X sec. a.C. (I periodo della civiltà laziale) Roma, Museo nazionale romano da Via Tuscolana, loc. Quadrato Corredo miniaturizzato di armi: spada, lancia, doppio scudo, schinieri

5 Alta repubblica 509 a.C. - Guerre Sannitiche (I metà III sec. a.C.) Contingenti: due legioni Scaglioni: fanti e cavalieri Reclutamento: dalle classi censitarie (centurie) Effettivi: ogni legione pedites 300 equites Comandanti: consoli Ufficiali - Fanti: tribuni -Cavalieri: tribuni celerum

6 Modello oplitico (falange greca) 3000 uomini su 6 righe di profondità 1.Principes: formavano la prima linea (ma solo in origine) da cui il nome, mantenuto successivamente 2.Hastati: armati di lunga lancia (hasta) 3.Triarii: la terza linea formata da veterani più robusti ed esperti Schieramento

7 Media repubblica Dopo le guerre sannitiche (II metà III sec. a.C.) Contingenti: due legioni Unità tattica: manipolo (due centurie) Scaglioni: fanti e cavalieri Reclutamento: dalle classi censitarie (centurie) Effettivi: ogni legione pedites 300 equites Comandanti: consoli Ufficiali: -Fanti: tribuni e centurioni (due per manipolo prior e posterior) -Il centurio primus pilus, il centurio prior del primo manipolo dei Triarii, è il più alto in grado

8 Legione manipolare Primus pilus Modello: romano

9 La guerra annibalica e le riforme di Scipione Napoli, Museo Archeologico Nazionale Da Ercolano, Villa dei Papiri

10 Introduzione della COORTE

11 Cohors (da chors cfr. gr. chortos =recinto) reparto più serrato e numeroso del manipolo (1 coorte=3 manipoli) Ogni coorte è composta da circa 600 uomini Ogni legione è composta da 10 coorti per un totale di circa 6000 uomini Abolizione dei velites e delle truppe leggere I soldati della prima fila tornano ad essere dotati di lunghe lance da urto. le truppe erano addestrate a passare, se necessario, da uno schieramento di tipo manipolare ad uno coortale e viceversa.

12 Struttura 10 coorti: circa 5000/6000 uomini 1 coorte = 3 manipoli: circa 500/600 uomini 1 manipolo = 2 centurie: circa 175 uomini

13 Comandi 6 Tribuni militum a capo della legione (1 laticlavio = senatore; 5 angusticlavii = equestri) 1 praefectus equitum a capo della cavalleria equestre 60 centurioni: uno per centuria (prior e posterior)

14 Organizzazione militare Polibio, VI Lungo excursus sullorganizzazione militare presso i romani Lesposizione più completa e organica pervenuta

15 19 Scelta dei tribuni 20 arruolamento dei fanti 21 giuramento armamento 24 nomina dei centurioni 25 organizzazione della cavalleria (arruolamento e armatura) 26 raduno

16 27 accampamento (la divisione in quartieri e la disposizione generale lo rendono simile a una città) 28 tende (numero e disposizione) alloggi dei cavalieri alleati 33 giuramento: i soldati si impegnano a non rubare nulla… a consegnare ai tribuni tutto ciò che trovano. Due manipoli sorvegliano lo spiazzo dinanzi ai tende dei tribuni ( principia), lo scopano e lo annaffiano… 34 parola dordine

17 35-36 turni di guardia 37 Punizioni 38 Decimazione 39 dona militaria, paga e approvvigionamenti (orzo, frumento, vestiti e armi) 40 partenza dal campo

18 La riforma di Gaio Mario ( a.C.) Esercito di volontari equipaggiamento e rifornimento a carico dello stato abolita la coscrizione per censo (tutti, compresi i nullatenenti (capite censi), possono arruolarsi L'età minima stabilita a 17 anni. Alla fine della ferma assegnazioni di terre nelle colonie. Attaccamento delle truppe al loro comandante

19 Lesercito imperiale Legiones Esercito legionario stanziale e reclutato su base volontaria Durata della ferma: prima 16 poi 20 anni di servizio attivo Soldo (225 denari allanno) e praemia militiae (3000 denari) Indennità: Foraggio per i cavalli Clavarium (per i chiodi delle scarpe) Calciarium (per le scarpe)

20 Legioni in età imperiale Riduzione degli effettivi: 28 legioni dopo Varo 25 legioni in tutto (Durante le guerre civili le legioni erano arrivate a più di 60)

21 Accampamento

22 Insegne legionarie Denario di Cn. Nerius, L. Lentulus, Claudius Marcellus (49 a.C.) D/ NERI Q VRB Testa di Saturno con erpice. V/ L. LENT C. MARC, sotto CO S aquila legionaria tra uno stendardo di h(astati) a sin., e uno standardo di p(rincipes), a dex.

23 AQUILA: simboleggiava l'intera legione; VEXILLA: 10 bandiere per 10 coorti; SIGNA: 60 bandiere minori per le 60 centurie, 10 bandiere minori per le 10 turmae. Le bandiere servivano a trasmettere degli ordini sul campo di battaglia Il signifer portava il signum e indicava ai fanti il cammino da seguire nella marcia e in battaglia Il vexillarius portava il vexillum e indicava la direzione ai cavalieri

24

25

26 Insegne legionarie

27 CIL XIV 2523 = ILS 2662 da Grottaferrata / Tusculum M(arco) Pompeio M(arci) f(ilio) Ani(ensi) Aspro / |(centurioni) leg(ionis) XV Apollinar(is) | (centurioni) coh(ortis) III pr(aetoriae) / primo p(ilo) leg(ionis) III Cyren(aicae) praef(ecto) castr(orum) / leg(ionis) XX Victr(icis) / Atimetus lib(ertus) pullarius / fecit et sibi et / M(arco) Pompeio M(arci) f(ilio) / Col(lina) Aspro / filio suo et / M(arco) Pompeio M(arci) f(ilio) Col(lina) / Aspro filio minori / et Cinciae / Saturninae / uxori suae

28 Strumenti legionari TUBA (tromba dritta) Era usata per dare il segnale della partenza dal campo e in battaglia il momento dell'assalto o quello della ritirata. CORNU (una tuba ricurva e rinforzata da una barra metallica) Veniva suonato in battaglia per i portatori di signa. BUCCINA (tuba piu' corta e leggermente arcuata). Roma, Colonna Traiana

29 Dona militaria

30

31

32 Auxilia effettivi quasi pari a quelli delle legioni Reclutamento: tra i peregrini (stranieri) servizio obbligatorio Durata della ferma da 20 a 25 anni Alla fine della ferma ottengono la cittadinanza romana Diploma militare

33 Diploma di Ursario

34 CIL X, 7891 = CIL XVI, 9 = AE 1983, Ser(vius) Galba Imperator Caesar Aug(ustus) ponti(fex) / max(imus) tribunicia potestat(e) co(n)s(ul) desig(natus) II / veteranis qui militaverunt in legione / I Adiutrice honestam missionem et / civitatem dedit ipsis liberis posteris/que eorum et conubium cum uxori/bus quas tunc habuissent cum est ci/vitas iis data aut siqui caelibes essent cum iis quas postea duxissent dum taxat singuli singulas ante / diem XI K(alendas) Ianuar(ias) // C(aio) Bellico Natale P(ublio) Cornelio Scipione / Asiatico co(n)s(ulibus) / tab(ula) II pag(ina) V loc(us) XVIII / Ursari Tornalis f(ilii) Sard(onis) // descriptum et recognitum ex tabula / aenea quae fixa est Romae in Capitolio / ad ara(m) gentis Iuliae latere dextro // Ser(vius) Galba Imperator Caesar Aug(ustus) pon(tifex ) / max(imus) trib(unicia) {pot} potestat(e) co(n)s(ul) desig(natus) II / veteranis qui militaverunt in legione I / Adiutrice honestam missionem et civi/tatem dedit quorum nomina subscripta / sunt ipsis liberis posterisque eorum / et conubium cum uxoribus quas tunc / habuissent cum est civitas iis data / aut siqui caelibes essent cum iis quas postea duxissent dumtaxat / singuli singulas ante diem XI K(alendas) Ianuar(ias) // C(aio) Bellico Natale P(ublio) Cornelio Scipione Asiatic(o) co(n)s(ulibus) / tab(ula) II pag(ina) V loc(us) XVIII / Ursari Tornalis f(ilii) Sard(onis) // descriptum et recognitum ex tabula / aenea quae fixa est Romae in Capitolio / ad ara(m) gentis Iuliae latere dextro // D(ecimi) Alari Pontificalis Caralitani / M(arci) Slavi Putiolani Caralitani / C(ai) Iuli Enecionis Sulcitani / L(uci) Graeci[n]i Felicis Caralitani / C(ai) Herenni Fausti Caralitani / C(ai) Caisi Victoris Caralitani / M(arci) Aemili Ca[p]itonis ve[t(erani)] leg(ionis) I / [Ad]iut[r]ic(is) / C(ai) Oclati [M]acri Caralitani / L(uci) Valeri Hermae Caralitani

35 Le tavolette riportano il testo della concessione di cittadinanza per sé e per i figli e relativa legalizzazione del matrimonio al milite sardo Ursario, della legione I Auditrix. Il documento, datato al 22 dicembre del 68 d. C., è di notevole importanza anche perché emesso sotto il regno di Galba, imperatore regnante per pochi mesi. nella faccia interna è inciso il provvedimento con il nome del beneficiario; in quella esterna i nomi dei 9 testimoni (7 cagliaritani, 1 sulcitano ed 1 veterano legionario).

36 Diploma militare C HELVI LEPIDI SALONITANI Q PETRONI MVSAEI IADESTINI L VALERI ACVTI SALONIT M NASSI PHOEBI SALONIT L PVBLICI GERMVLLI Q PVBLICI MACEDONIS NEDITANI Q PVBLICI CRESCENTIS. Napoli, Museo archeologico nazionale (da Ercolano)

37

38 CIL, X 1402 (7 marzo del 70 d.C.) Parte interna: IMP VESPASIANVS CAESAR AVGVST TRIBVNIC POTEST COS II VETERANIS QVI MILITAVERUNT IN LEG II ADIVTRICE PIA FIDELE QVI VICENA STIPENDIA AVT PLVRA MERVERANT ET SVNT DIMISSI HONESTA MISSIONE QVORUM NOMINA SVBSCRIPTA SVNT IPSIS LIBERIS POSTERISQVE EORVM CIVITATEM DEDIT ET CONVBIVM CVM VXORIBVS QVAS TVNC HABVISSENT [CV]M EST CIVITA[S] [I]IS DATA AVT SI QVI CAELIBES ESSEN[T] [CV]M IIS QVAS POSTEA DVXISSENT DVM TAXAT SINGVLI SINGVLAS A D NON MART IMP VESPASIANO CAESARE AVG II CAESARE AVG F VESPASIANO COS T I PAG V LOC XXXXVI NERVAE LAIDI F DESIDIATI DESCRIPTVM ET RECOGNITVM EX TABVLA AENEA QVAE FIXA EST IN CAPITOLIO IN PODIO ARAE GENTIS IVLIAE. Parte esterna: IMP VESPASIANVS CAESAR AVGVST TRIBVNIC POTEST COS II VETERANIS QVI MILITAVERUNT IN LEG II ADIVTRICE PIA FIDELE QVI VICENA STIPENDIA AVT PLVRA MERVERANT ET SVNT DIMISSI HONESTA [MISSI]ONE QVORUM NOMINA SVBSCRIP[TA] [SVNT] IPSIS LIBERIS POSTERISQV[E] [EOR]VM CIVITATEM DEDIT ET CONVBIVM [C]VM VXORIBVS QVAS TVNC HABVISSENT CVM EST CIVITAS IIS DATA AVT SI QVI CAELIBES ESSENT CVM IIS QVAS POSTEA DVXISSENT DVM TAXAT SINGVLI SINGVLAS A D NON MAR IMP VESPASIANO CAESARE AVG II CAESARE AVG F VESPASIANO T I PAG V LOC XXXXVI NERVAE LAIDI F DESIDIATI DESCRIPTVM ET RECOGNITVM EX TABVLA AENEA QVAE FIXA EST ROMAE IN CAPITOLIO IN PODIO ARAE GENTIS IVLIAE LATERE DEXTRO ANTE SIGNV LIB PATRIS

39 Limpero sotto Augusto

40

41

42 Britannia Fronte britannico e renano

43 Fronte danubiano

44 Fronte orientale Egitto 19. Legio XVI Flavia Firma, Satala Sadak, Turchia 20. Legio XII Fulminata, Melitene, Malatya Turchia 21. Legio VI Ferrata, Samosata, Šamšat, Turchia 22. Legio IV Scythica, Zeugma, Turchia 23. Legio III Gallica, Raphanaea, Siria 24. Legio X Fretensis, Aelia Capitolina Gerusalemme, Israele 25. Legio XXII Deioteriana e Legio III Cyrenaica, Nicopolis, Alessandria con vessillazioni a Coptos Qift e a Thebae Al Uksur

45 26. Legio III Augusta; Theveste (Tebessa, Algeria) 27. Legio VII Gemina; Legio (Léon, Spagna)

46 Saalburg

47

48 Castra Albana

49 Divisa e equipaggiamento del legionario

50 Legionari di oggi Lorica hamata Lorica segmentata

51

52 Centurione pluridecorato

53 Cavalleria ausiliaria

54 Parate


Scaricare ppt "ESERCITO ROMANO Simulazione di attacco militare della Legio XIIII Gemina Martia Victrix, Biskupin, Polonia."

Presentazioni simili


Annunci Google