La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Sindacato Pensionati Italiani – dipartimento previdenza e mercato del lavoro degli anziani La carta acquisti Tra annunci e realtà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Sindacato Pensionati Italiani – dipartimento previdenza e mercato del lavoro degli anziani La carta acquisti Tra annunci e realtà"— Transcript della presentazione:

1 1 Sindacato Pensionati Italiani – dipartimento previdenza e mercato del lavoro degli anziani La carta acquisti Tra annunci e realtà

2 2 Che cosè È una carta anonima pre-pagata concessa a cittadini che versano in particolari condizioni di disagio per lacquisto di beni e servizi. Limporto annuo massimo accreditabile è di 480, ripartito in sei bimestri con inizio dal primo di gennaio. La carta è finanziata attraverso un fondo costituito presso il Ministero dellEconomia alimentato da risorse pubbliche e donazioni di soggetti privati. I privati, allatto della donazione, possono vincolare lutilizzo dei contributi a specifici fini. Laccredito bimestrale è subordinato alla verifica della sussistenza delle risorse necessarie. In assenza di queste limporto può essere rideterminato fino alla sospensione del beneficio.

3 La campagna del governo È annunciata una campagna di informazione per i prossimi giorni (mesi?) per: Raggiungere la più ampia platea di beneficiari Stimolare le donazioni da parte di privati Limitare lo stigma sociale di coloro che si trovano in condizioni di bisogno

4 Prima considerazione Non si tratta di un diritto esigibile, sia pure a determinate condizioni. È una misura condizionata dalle risorse disponibili, accertate prima di ogni ricarica bimestrale. I privati possono destinare le loro risorse a specifici fini. Non è previdenza, non è assistenza. È beneficenza.

5 5 Ne parlano da giugno, arriverà a Natale? Dichiarazione di Tremonti Ieri abbiamo fatto vedere il prototipo al presidente del consiglio. Partirà da dicembre e sarà retroattiva di due mesi. Darà accesso alla tariffa sociale enel. Gli accordi con le categorie e le catene di distribuzione stanno per essere conclusi anche per ottenere sconti (5%). Nelle realtà dove erano stati raggiunti accordi più favorevoli si rischia di andare indietro.

6 6 Il D.L. 112/2008 art. 81, c. 32: In considerazione delle straordinarie tensioni cui sono sottoposti i prezzi dei generi alimentari e il costo delle bollette energetiche, nonché il costo per la fornitura di gas da privati, al fine di soccorrere le fasce deboli di popolazione in stato di particolare bisogno e su domanda di queste, è concessa ai residenti di cittadinanza italiana che versano in condizione di maggior disagio economico, individuati ai sensi del comma 33, una carta acquisti finalizzata allacquisto di tali beni e servizi, con onere a carico dello Stato. C. 34: Ai fini dellattuazione dei commi 32 e 33, che in ogni caso deve essere conseguita entro il 30 settembre 2008, ecc.

7 7 Criteri e vincoli a)letà dei cittadini, dei trattamenti pensionistici e di altre forme di sussidi e trasferimenti già ricevuti dallo Stato, della situazione economica del nucleo familiare, dei redditi conseguiti, nonché di eventuali ulteriori elementi atti a escludere soggetti non in stato di effettivo bisogno; b) lammontare del beneficio unitario; c) le modalità e i limiti di utilizzo del Fondo di cui al comma 29 e di fruizione del beneficio di cui al comma 32. d) le risorse disponibili.

8 8 Le risorse Il Fondo è alimentato: 1.dalle somme riscosse in eccesso dagli agenti della riscossione. 2.dalle somme conseguenti al recupero dellaiuto di Stato dichiarato incompatibile dalla decisione C(2008)869 def. dell11 marzo 2008 della Commissione. 3.dalle somme versate dalle cooperative a mutualità prevalente. 4.con trasferimenti dal bilancio dello Stato (cera una volta la robin-tax). 5.con versamenti a titolo spontaneo e solidale effettuati da chiunque, ivi inclusi in particolare le società e gli enti che operano nel comparto energetico.

9 9 Le ultime sul finanziamento (dai giornali) Risorse provenienti dai fondi dormienti. Entrata prevista di 2 miliardi, rispetto ai 10 stimati, da destinare anche ai risparmiatori traditi, agli obbligazionisti e soci Alitalia, ai precari della pubblica amministrazione, alle medaglie donore per i deportati, alla ricerca scientifica (per ora). 480 milioni di euro recuperati dalle Poste, cui erano stati devoluti per errore nel 2005, non tutti destinati a finanziare la carta. Donazioni dei privati.

10 Le risorse secondo Tremonti milioni per il 2008 dal D.L. 112/ milioni di donazioni previste da soggetti privati (200 Eni, 50 Enel) milioni dal D.L. 155/08, in sede di conversione alla Camera milioni dal disegno di legge 1195, allesame del Senato Si tratta di circa 800 milioni di risorse pubbliche. Con poco più di tale cifra nel 2007 è stata erogata la 14esima a circa tre milioni di pensionati

11 Seconda considerazione La carta acquisti non nasce da una carenza di risorse. Si tratta di una scelta politica che prefigura lidea di welfare di questo governo. È coerente con il libro verde di Sacconi.

12 Il testo del decreto ministeriale definizioni 1.Trattamenti: tutti i trattamenti forniti da enti previdenziali, anche se fiscalmente non imponibili; 2.Soggetto incapiente: soggetto che possiede un reddito complessivo avente un imposta lorda che, diminuita delle detrazioni è pari a zero o non supera 10,33 euro. 3.Il reddito di riferimento: è quello percepito nel secondo periodo di imposta antecedente la domanda o la verifica del diritto. 4.Bimestre: ciascun bimestre solare, con inizio dal primo di gennaio. 12

13 13 Il testo del decreto Le amministrazioni coinvolte: 1.Amministrazione responsabile: ministero delleconomia. Emana direttive, gestisce il c/c di tesoreria, effettua o dispone controlli, comunica ai pensionati linvio della carta. 2.Soggetto attuatore: inps. Predispone lo schema di domanda, individua le modalità di accertamento e verifica periodica dei requisiti, dispone gli accrediti, la misura degli accrediti, la eventuale sospensione o annullamento della carta. 3.Gestore del servizio: poste italiane. Riceve le domande e le trasmette allinps, produce emette e distribuisce la carta, esegue gli accrediti periodici, disattiva la carta su richiesta inps.

14 14 I beneficiari Cittadini italiani residenti in possesso contemporaneamente dei seguenti requisiti: 1. Età non inferiore a 65 anni; 2. Soggetto incapiente; 3. Non godere di trattamenti, oppure godere di trattamenti, compresi redditi propri, non superiori a 6000 euro (8000 con età pari o superiore a 70 anni) *. 4. I redditi propri da considerare sono quelli rilevanti ai fini dellammontare dei trattamenti. 5. Avere un ISEE inferiore a 6000 euro *. * 6000 e 8000 escludono dal diritto

15 15 I beneficiari Non essere singolarmente o, se coniugato, insieme al coniuge: 1.Intestatario di più di una utenza elettrica 2.Intestatario di utenze elettriche non domestiche 3.Intestatario di più di una utenza del gas 4.Proprietario di più di un autoveicolo 5.Proprietario, con quota superiore al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo. 6.Proprietario, con quota superiore al 10%, di immobili che non sono ad uso abitativo o di categoria C7 7.Titolare di un patrimonio mobiliare, come rilevato da ISEE, non superiore a euro.

16 16 I beneficiari Gli stessi requisiti si applicano agli esercenti la patria potestà o ai soggetti affidatari di minori di età inferiore a tre anni ( due utenze gas, due automobili, una utenza elettrica non domestica).

17 17 I beneficiari La mancanza di uno solo dei requisiti fa venire meno il diritto. In termine tecnico, secondo la definizione che ne da il decreto, incapiente è il titolare di reddito assoggettabile ad IRPEF con imposta pari a zero o non superiore a 10,33 euro. I titolari di sole prestazioni assistenziali, stando al testo del decreto, non sono incapienti e quindi dovrebbero essere esclusi. Su questo punto lInps ammette che è necessario un chiarimento. Il requisito di una sola utenza elettrica domestica potrà rivelarsi una norma capestro (es. casa in campagna).

18 I beneficiari Secondo quanto si apprende dai giornali il numero dei possibili beneficiari si aggira su persone. Le lettere saranno inviate a persone. Il numero esatto dei beneficiari si saprà alla fine. Probabilmente saranno meno di

19 19 LISEE Indica la situazione economica di ciascuno dei componenti il nucleo familiare secondo una scala di equivalenza e sulla base del: 1.Reddito del nucleo familiare: tutti i redditi assoggettabili ad irpef 2.Patrimonio immobiliare: si considera il valore dellimmobile ai fini ICI al netto di della franchigia di ,69 3.Patrimonio mobiliare: titoli di stato, conti correnti, azioni, ecc. con la franchigia di ,57. 4.La certificazione ISEE ha un anno di validità.

20 20 La scala di equivalenza Numero componentiparametro 11 21,57 32,04 42,46 52,85 Maggiorazioni : 0,35 per ogni ulteriore componente 0,2 in caso di figli minori 0,5 per ogni componente con handicap permanente o invalidità superiore al 66% 0,2 per nuclei familiari con minori in cui entrambi i genitori lavorano

21 21 LISEE e i trattamenti previdenziali Di seguito alcuni esempi di applicazione dellISEE.

22 22 ISEE ISEE La teoria: 1.reddito di coppia : 1,57 = reddito di coppia * : 1,57 = * comprensivo del valore della casa di abitazione, superiore alla franchigia, ai fini ici euro è il reddito massimo di coppia nel caso di abitazione in affitto ( ).

23 23 Coppia di coniugi di età tra 65 e 70 anni con reddito pari allassegno sociale * * È il reddito più basso che si ottiene combinando letà con i vari trattamenti Ipotizzabili sia di natura previdenziale che assistenziale. * È il reddito più basso che si ottiene combinando letà con i vari trattamenti Ipotizzabili sia di natura previdenziale che assistenziale.

24 24 Labitazione in affitto reddito di coppia: ( ) abitazione in affitto: 5000 patrimonio mobiliare: 0 reddito di coppia: ( ) abitazione in affitto: 5000 patrimonio mobiliare: 0

25 I trattamenti influenti Sono considerati tali tutti i trattamenti erogati da enti previdenziali anche se di natura assistenziale o risarcitoria, compresa la pensione di guerra.

26 26 Redditi esclusi tabella dei trattamenti

27 27 La procedura: la domanda La domanda predisposta dallinps deve essere presentata allufficio postale con la documentazione allegata, che: ne verifica la conformità (?) la trasmette allinps in via telematica consegna al richiedente una carta acquisti priva di copertura Le domande sono disponibili presso gli uffici postali

28 La procedura: la domanda In caso di impedimento, dietro delega, la carta può essere intestata ad una terza persona, che ne diventa titolare. Nulla si dice se limpedimento interviene successivamente al rilascio della carta.

29 29 La procedura: laccredito Linps, ricevute le domande: 1.verifica la compatibilità delle informazioni con i requisiti richiesti per il diritto 2.comunica alle poste la disponibilità da accreditare. Laccreditamento è effettuato nel bimestre successivo alla data della domanda in prima applicazione, per le domande pervenute entro il 31 dicembre, l accreditamento, dopo la verifica, comprende i mesi da ottobre a dicembre. laccreditamento del primo bimestre 2009, previa verifica della disponibilità delle risorse nel conto istituito presso il ministero delleconomia, può essere posposto al mese di febbraio 2009.

30 La procedura: laccredito Non è stata prevista alcuna tempestiva informazione al titolare della carta circa lesito del controllo effettuato dallInps. Per sapere se loperazione è andata a buon fine occorre provare e riprovare nei giorni successivi al rilascio della carta da parte dellufficio postale

31 31 La procedura: il beneficio Limporto massimo, su base annua, è di 480, ripartito in sei rate bimestrali. Limporto annuo può essere modificato per tenere conto delle risorse disponibili o dei vincoli posti dai privati per la destinazione dei propri contributi a specifici fini. La disponibilità concessa in un bimestre e non spesa, può essere utilizzata al massimo nei due bimestri successivi.

32 32 La procedura: il beneficio Nel caso di risorse disponibili, per lestensione del beneficio, con D. M., potranno essere rimodulati, in alternativa: 1.le soglie di reddito 2.il beneficio unitario annuo 3.le tipologie dei soggetti beneficiari Le nuove misure si applicano agli accrediti successivi alla pubblicazione del decreto.

33 33 La procedura: la rimodulazione In caso di insufficienza delle risorse disponibili, i limiti di reddito e gli altri requisiti per laccesso al beneficio saranno rimodulati fino al ristabilimento della compatibilità finanziaria.

34 34 La procedura: le modalità di fruizione La carta è utilizzabile esclusivamente negli esercizi commerciali convenzionati con il circuito mastercard che possiedono i codici merceologici previsti. Nelle zone in cui non è diffuso il pagamento elettronico, a domanda, la carta può essere sostituita da buoni acquisto.

35 I codici merceologici

36 Lo smarrimento In caso di smarrimento della carta: 1.Telefonare al numero verde per il blocco 2.Denunciare laccaduto allautorità giudiziaria o di pubblica sicurezza 3.Entro due giorni lavorativi confermare personalmente, per raccomandata o telefax, il blocco ad un ufficio postale, fornendo copia della denuncia. 4.Presso un ufficio postale abilitato è possibile richiedere una nuova carta.

37 Lannullamento Qualora, a seguito dei controlli, si dovesse verificare la mancanza dei requisiti la carta è annullata. LInps, al momento, esclude eventuali recuperi sulla pensione.

38 38 Le spese di gestione Alle spese si provvede nel limite dell1,5 % delle risorse affluite nel fondo Si tratta di 6 milioni di euro su un fondo stimato in 400 milioni beneficiari in meno.

39 Il costo di MasterCard Secondo Italia Oggi del 28/11 gli esercizi commerciali dovranno pagare una commissione del 1,2% sul volume degli acquisti. A pieno regime la commissione si dovrebbe aggirare su 7,5 milioni di euro


Scaricare ppt "1 Sindacato Pensionati Italiani – dipartimento previdenza e mercato del lavoro degli anziani La carta acquisti Tra annunci e realtà"

Presentazioni simili


Annunci Google