La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parete cellulare (morfologia) Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica. Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parete cellulare (morfologia) Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica. Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica."— Transcript della presentazione:

1 Parete cellulare (morfologia) Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica. Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica.

2 Parete M: mureina; OM: membrana esterna; PM: membrana citoplasmatica; P: spazio periplasmico; W: parete di peptidoglicano.

3 Rappresentazione schematica della parete dei batteri Gram positivi e negativi

4 Parete cellulare (composizione chimica e funzione) È composta da acidi teicoici e peptidoglicano (Gram+). Peptidoglicano e membrana esterna costituita da lipopolisaccaridi, lipidi e proteine (Gram ). È composta da acidi teicoici e peptidoglicano (Gram+). Peptidoglicano e membrana esterna costituita da lipopolisaccaridi, lipidi e proteine (Gram ). Possiede una struttura rigida che conferisce una forma alla cellula e la protegge dai fattori esterni. Possiede una struttura rigida che conferisce una forma alla cellula e la protegge dai fattori esterni.

5 Parete cellulare (caratteristiche generali) Struttura rigida che conferisce alla cellula la sua forma. Struttura rigida che conferisce alla cellula la sua forma. Strato uniforme denso e spesso (da 100 a 800Å). Strato uniforme denso e spesso (da 100 a 800Å). Costituisce una parte notevole del peso secco della cellula (10-40%). Costituisce una parte notevole del peso secco della cellula (10-40%). È essenziale allaccrescimento ed alla divisione cellulare. È essenziale allaccrescimento ed alla divisione cellulare.

6 Parete cellulare (caratteristiche generali) Si visualizza al microscopio mediante colorazioni specifiche. Si visualizza al microscopio mediante colorazioni specifiche. Protezione da danni di tipo meccanico ed osmotico. Protezione da danni di tipo meccanico ed osmotico. Dalla parete dipendono molte caratteristiche tassonomiche dei batteri: la forma, la suddivisione in Gram-positivi e Gram-negativi, la specificità antigenica. Dalla parete dipendono molte caratteristiche tassonomiche dei batteri: la forma, la suddivisione in Gram-positivi e Gram-negativi, la specificità antigenica.

7 Struttura del peptidoglicano La parte rigida di una cellula batterica è una struttura polimerica chiamata mureina, peptidoglicano o mucoproteina. La parte rigida di una cellula batterica è una struttura polimerica chiamata mureina, peptidoglicano o mucoproteina. I peptidoglicani sono polimeri molto grandi, formati da tre tipi di unità costitutive: acetiglucosammina (AGA), acido acetil muramico (AMA) ed un peptide costituito da 4 o 5 aminoacidi. I peptidoglicani sono polimeri molto grandi, formati da tre tipi di unità costitutive: acetiglucosammina (AGA), acido acetil muramico (AMA) ed un peptide costituito da 4 o 5 aminoacidi.

8 Costituenti principali del peptidoglicano

9 Struttura del peptidoglicano

10 Struttura del peptidoglicano, della cellulosa e della chitina

11 Legame diretto tra catene peptidiche del peptidoglicano

12 Legame interpeptidico realizzato tramite un ponte di pentaglicine

13 Composizione delle subunità del peptidoglicano

14 SPE (Sostanze Polimeriche Extracellulari) Sono di varie dimensioni ed associate a numerose specie batteriche: capsula e limo. Sono di varie dimensioni ed associate a numerose specie batteriche: capsula e limo. Capsula: struttura rigida tenacemente aderente allinvolucro cellulare. Capsula: struttura rigida tenacemente aderente allinvolucro cellulare. Limo: massa amorfa viscosa che circonda la cellula. Limo: massa amorfa viscosa che circonda la cellula.

15 SPE (Sostanze Polimeriche Extracellulari) Struttura: omopolimeri o eteropolimeri di monosaccaridi, come esosi, acido uronico ed aminozuccheri. Struttura: omopolimeri o eteropolimeri di monosaccaridi, come esosi, acido uronico ed aminozuccheri. Funzioni: aderenza, protezione e virulenza. Funzioni: aderenza, protezione e virulenza.

16 Capsula (morfologia) Rappresenta la terza struttura protettiva della cellula batterica. Rappresenta la terza struttura protettiva della cellula batterica.

17 Capsula (composizione chimica e funzione) Possiede una struttura polisaccaridica. Nel B.anthraci è formata da un peptide dellacido D-glutamico. Possiede una struttura polisaccaridica. Nel B.anthraci è formata da un peptide dellacido D-glutamico. Nelle specie patogene è un fattore di virulenza in quanto protegge la cellula dalla fagocitosi. Nelle specie patogene è un fattore di virulenza in quanto protegge la cellula dalla fagocitosi.

18 Capsula (caratteri generali) Sostanza viscosa che forma uno strato di rivestimento o involucro intorno alla cellula. Sostanza viscosa che forma uno strato di rivestimento o involucro intorno alla cellula. Struttura amorfa gelatinosa che presenta notevole variabilità in spessore. Struttura amorfa gelatinosa che presenta notevole variabilità in spessore.

19 Capsula (caratteri generali) Materiale escreto dalla cellula che per la sua viscosità non si allontana dalla cellula stessa, costituendo un rivestimento protettivo. Materiale escreto dalla cellula che per la sua viscosità non si allontana dalla cellula stessa, costituendo un rivestimento protettivo. È costituita prevalentemente da polisaccaridi, come destrano, destrina, levano e cellulosa, e spesso da acidi uronici. È costituita prevalentemente da polisaccaridi, come destrano, destrina, levano e cellulosa, e spesso da acidi uronici.

20 Capsula in Klebsiella pneumoniae


Scaricare ppt "Parete cellulare (morfologia) Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica. Rappresenta lesoscheletro della cellula batterica."

Presentazioni simili


Annunci Google