La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LAVORO MINORILE Sfruttamento e Schiavitù Beatrice e Federica (Pag 74-75-76)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LAVORO MINORILE Sfruttamento e Schiavitù Beatrice e Federica (Pag 74-75-76)"— Transcript della presentazione:

1 LAVORO MINORILE Sfruttamento e Schiavitù Beatrice e Federica (Pag )

2 Sono circa 218 milioni i bambini obbligati a lavorare. Il 70% nellagricoltura. Lavori difficili da quantificare sono: 1. Domestico 2. Fabbriche 3. Cantieri 4. Miniere 5. Lavori di strada Causa: Povertà Bambini costretti al lavoro

3 Ancora tratta degli schiavi Soprattutto India per: 1. Piantagioni 1. prostituzione 2. Cantieri 2. lavoro in piantagioni 3. Miniere 4. Laboratori tessili 5. Industria tappeti 6. Commercio al minuto Lavoro in nero o subappalto multinazionali Vittoria criminalità organizzata Africa e Asia

4 NellEst europeo molti bambini non possono andare a scuola quindi sono destinati al lavoro o alla prostituzione o alle adozioni illegali. Pure in Italia ci sono bambini tra i 7 e i 14, soprattutto nei settori di 1. Ristorazioni 2. Agricoltura 3. Artigianato 4. Commercio

5 sono i bambini soldato. Cause: 1. protezione della famiglia 2. desiderio di vendetta 3. povertà 4. analfabetismo 5. indottrinamento religioso 40% Bambine usate come sguattere, in battaglia e per soddisfare i desideri sessuali dei soldati Bambini Soldato

6 1. Economia 2. Governi 3. Multinazionali 4. Istituzioni finanziarie internazionali Responsabili

7 Chi non va a scuola è costretto al lavoro. Importanti istruzione primaria e secondaria che conciliano istruzione e lavoro. Però non ci sono edifici, insegnanti e politiche di sostegno a famiglie Analfabetismo e Lavoro

8 Il nuovo sulle spalle dei Giganti; 2010/2011; Cristina Tincati, Moreno dellAcqua edizione Mondadori

9 Chi è pro e chi è contro Federica

10 Napolitano Bersani vogliono concedere la cittadinanza a chi nasce in italia ius soli

11 Il parlamento padano (Bossi) afferma che i politici non si interessano alla crisi ma danno la cittadinanza agli immigrati.

12 -Il colle anticipa la mossa del Parlamento Padano 23 Novembre 2011 Corriere della sera

13

14 La concessione del passaporto si basa su un criterio rigido basato sul sangue invece che sul luogo di nascita (ius soli). Secondo stime esisterebbero almeno 100 milioni di discendenti italiani sparsi per il mondo

15 Il criterio dello Ius sanguinis pone pochi limiti al recupero di cittadinanza e alla conquista del nostro passaporto. Dal 1992 ad oggi la Trafila è stata percorsa con successo da almeno un milione e mezzo di persone.

16 Negli anni scorsi si sono levate voci nel mondo politico a favore di correzioni alla normativa. La magistratura si è occupata di recente anche di casi di truffa vere e proprie.

17 Mirko Cristiano pag. da 80 a 83

18 Smentita di unesplosione demografica Aumento della popolazione in America Latina e in Asia Si pensa che nei prossimi anni la popolazione aumenterà in Africa e diminuirà in Europa

19 Regime tradizionale regime moderno Transizione demografica Regime tradizionale: alta mortalità e natalità Regime moderno: bassa mortalità e natalità (crescita 0) Fase 1 Fase 2 (incremento popolazione)

20 Equilibrio demografico Denatalità e invecchiamento della popolazione (papy boom)

21 Gli indicatori statistici più utilizzati sono: Tasso di natalità Tasso di fecondità Tasso di mortalità Tasso di mortalità infantile Saldo naturale Speranza di vita alla nascita Densità Tasso di popolazione urbana

22 Luogo con più alta crescita demografica Luogo da cui è iniziato il popolamento della terra Due teorie MULTIREGIONALISTA MONOCENTRISTA

23 Grafico 1: la crescita della popolazione è differente nel modo. Europa Occidentale e Orientale: crescita bassa o nulla America e zona Pacifica: crescita leggermente maggiore Africa: crescita considerevole Medio oriente: crescita notevole Grafico 2: Italia: popolazione concentrata tra i anni Giappone: popolazione concentrata tra i anni Nigeria: popolazione concentrata tra 0-4 anni Grafico 3: sono molte le famiglie di cui i figli costituiscono la ricchezza principale

24 Grafico 4: le nazioni con una media di vita molto bassa, hanno delle basse qualità di vita e sono spesso soggette a molte guerre LItalia ha una media di vita di 82 anni Grafico 5: attualmente gli abitanti della terra si aggirano sui 7 miliardi La crescita è iniziata nella metà 900 con la rivoluzione industriale

25 Articolo: Se la terra scoppia; START ; ottobre 2011 Libro: C. Tincati-M. DellAcqua ; Il nuovo sulle spalle dei giganti-geografia del presente edizione Bruno Mondadori 2011

26 Giovanni e Matteo da pag. 92 a 95 del libro di testo

27 Migrazioni Nel MondoIn Italia Napolitano e il nodo Immigrati Quando i migranti eravamo noi

28 Napolitano afferma che è cittadino chi nasce in Italia. Daccordo sono il Centro Sinistra e il Terzo Polo Bersani:parla dei problemi degli Immigrati di seconda generazione Contro sono la Lega e il PDL Lega: pronta per barricate PDL : rischio di caduta Governo Monti

29 Tra l 800 e il 900 espatriarono milioni di immigrati italiani verso le Americhe Questo era un fenomeno diffuso su scala mondiale Migranti provenienti dal meridione. Contribuirono allo sviluppo economico dell America

30 I flussi migratori attuali sono Imponenti: 213milioni di individui emigrano. Profughi: che emigrano a causa di guerre, catastrofi naturali o disordini interni Rifugiati : profughi che hanno ottenuto l asilo politico e quindi non possono essere espulsi dai paesi accoglienti Clandestini: immigrati illegalmente in paesi. Spesso questo fenomeno è organizzato da mafia

31 Tra gli immigranti circa 100 milioni sono donne cioè 47.8 del tot. Mete: Si dirigono verso i paesi avanzati Sono domestiche, badanti, cameriere, addette alle pulizie ma si trovano anche nello spettacolo e negli ospedali Motivazione: Limitazione libertà Condizioni di svantaggio Necessità: Prendersi cura della famiglia

32 Da Sulle spalle dei giganti -Geografia del presente di Tincati e Dell Acqua. Da il corriere della sera del 23 novembre

33 La Condizione delle Donne Luca

34 Condizione femminile e indicatori di civiltà Per stabilire il grado di sviluppo di una civiltà: Dati economici Dati sociali Sviluppo femminile Diritti riconosciuti a donne Nel mondo subalternità femminile e potenza maschile

35 Le donne in famiglia In nucleo sociale originario condizione della donna è critica Nascere femmina rischioso Aborto Infanticidio Malattie e Denutrizione Violenza domestica (abusate fisicamente o psicologicamente da padri, mariti, fratelli) Fatica nellaffermare la propria personalità

36 Le donne nella scuola e nel lavoro Occidente Tasso di scolarizzazione = o > di quello maschile Mondiale Donne= 2/3 della popolazione analfabeta 40% forza lavoro mondiale=donne Solo il 60-70% hanno un lavoro retribuito Reddito femminile=2/3 reddito maschile Maggior parte delle donne sono occupate nelleconomia informale, lavoro precario e lavoro a tempo parziale

37 Dati in Occidente: Più donne disoccupate Carriera maschile migliore di quella femminile Retribuzioni femminili minori di quelle maschili MA differenze tra uomini e donne in netta diminuzione

38 Le donne nelle imprese e nella politica In questi settori lotta per la parità lenta e difficile Imprese Solo 3-12% incarichi di direzione femminili Politica Presenza femminile minoritaria Per fermare questo ritardo culturale Quote rose=percentuale fissa della rappresentanza politica assegnata alle donne

39 Bibliografia & Sitografia Libro: il nuovoSulle spalle dei giganti (Cristina Tincali, Moreno DellAcqua); editore: Bruno Mondadori ed ew=article&id=59:aziende-e-pari- opportunita&catid=36:argomenti&Itemid=62 ew=article&id=59:aziende-e-pari- opportunita&catid=36:argomenti&Itemid=62 condanna html condanna html donne1.jpg donne1.jpg lavoro.jpg lavoro.jpg content/uploads/2011/03/donne_al_lavoro.jpg content/uploads/2011/03/donne_al_lavoro.jpg


Scaricare ppt "LAVORO MINORILE Sfruttamento e Schiavitù Beatrice e Federica (Pag 74-75-76)"

Presentazioni simili


Annunci Google