La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MILLENIUM SUMMIT Nel Settembre 2000, i 189 Stati delle Nazioni Unite (NU) hanno valutato la situazione di squilibrio mondiale e si sono impegnati a eliminare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MILLENIUM SUMMIT Nel Settembre 2000, i 189 Stati delle Nazioni Unite (NU) hanno valutato la situazione di squilibrio mondiale e si sono impegnati a eliminare."— Transcript della presentazione:

1 MILLENIUM SUMMIT Nel Settembre 2000, i 189 Stati delle Nazioni Unite (NU) hanno valutato la situazione di squilibrio mondiale e si sono impegnati a eliminare la povertà e a sostenere lo sviluppo. Nella Millennium Declaration sono delineati 8 obiettivi per lo sviluppo (Millennium Development Goals), da raggiungere entro il 2015

2 GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO DEL MILLENNIO (MDGs) 1. Sradicare la povertà estrema e la fame 2. Raggiungere listruzione primaria universale 3. Promuovere luguaglianza di genere e lempowerment delle donne 4. Ridurre la mortalità infantile 5. Migliorare la salute materna 6. Combattere HIV/AIDS, malaria e altre malattie 7. Garantire la sostenibilità ambientale 8. Sviluppare una partnership globale per lo sviluppo

3 Sradicare povertà estrema e fame a) Dimezzare la percentuale di popolazione il cui reddito è minore di 1$ al giorno La povertà estrema è diminuita nellinsieme dei PVS, grazie alla crescita economica di Cina e India, ma la situazione è peggiorata nei paesi in transizione e in Africa Sub Sahariana. Secondo le stime attuali lobiettivo sarà raggiunto a livello globale, ma non da tutti i paesi b) Dimezzare la percentuale di popolazione che soffre la fame La percentuale di popolazione che soffre la fame è in diminuzione in quasi tutti i PVS (tranne in Asia meridionale).

4 Raggiungere listruzione primaria universale Garantire che i bambini di tutto il mondo completino il ciclo di istruzione primaria Tra il 1990 e il 2000 la situazione è migliorata in tutti i PVS e attualmente in Asia, Africa settentrionale e America Latina almeno il 90% dei bambini sono iscritti allistruzione di base. In Africa Sub Sahariana, più di 1/3 dei bambini non hanno ancora accesso allistruzione primaria Il mondo sta andando nella giusta direzione, ma i progressi sono troppo lenti e lobiettivo sarà raggiunto a livello mondiale nel 2025 e 40 paesi non raggiungeranno lobiettivo prima del 2040.

5 Promuovere luguaglianza di genere e lempowerment delle donne UGUAGLIANZA DI GENERE: istruzione, lavoro, controllo delle risorse e rappresentazione nella vita pubblica e politica. ISTRUZIONE: i paesi che presentavano i maggiori divari nelleducazione primaria hanno fatto progressi, ma in Asia meridionale e Africa Sub Sahariana permangono delle disparità, che aumentano per listruzione secondaria LAVORO: le donne hanno minore accesso a lavoro retribuito e regolare POLITICA: la quota di seggi in parlamento è aumentata in maniera stabile negli anni Novanta ed è raddoppiata in Africa Sub Sahariana. Attualmente le donne occupano il 16% dei seggi a livello mondiale

6 Ridurre la mortalità infantile Ridurre di 2/3 il tasso di mortalità dei < di 5 anni Fonte: UNDP 2005

7 Migliorare la salute materna Ridurre di 3/4 il tasso di mortalità materna Fonte: UN 2005

8 Combattere HIV/AIDS, malaria e altre malattie Attualmente 40 milioni di persone vivono con lHIV. In alcuni paesi dellAfrica Sub Sahariana, più di 1/4 della popolazione adulta è sieropositiva a) Fermare e cominciare a contrastare la diffusione dellHIV/AIDS b) Fermare e cominciare a contrastare la diffusione della malaria e delle altre patologie principali La malaria colpisce 500 milioni di persone lanno in molti dei paesi più poveri al mondo e causa 1 milione di morti lanno (il 90% in Africa Sub sahariana) La tubercolosi è tornata ad essere una malattia di gravità mondiale e causa quasi 2 milioni di morti lanno

9 Garantire la sostenibilità ambientale a) Integrare i principi dello sviluppo sostenibile nelle politiche e nei programmi nazionali e contrastare la perdita di risorse naturali Principi inseriti in politiche e strategie, ma no progressi nel contrastare la perdita di risorse naturali b) Dimezzare la percentuale di persone prive di accesso a acqua potabile e a servizi igienici adeguati Miglioramenti, ma per raggiungere lobiettivo servono maggiori investimenti in servizi c) Raggiungere significativi miglioramenti nella vita delle persone che vivono nelle baraccopoli Alcuni paesi hanno dimostrato che è possibile migliorare le condizioni di vita di chi vive nelle baracche

10 Sviluppare una partnership globale per lo sviluppo a) Sviluppare un sistema comm. e finanziario aperto, regolamentato, prevedibile e non discriminatorio Rimangono tariffe su beni strategicamente importanti e sussidi ai produttori agricoli del Nord b)Affrontare i bisogni specifici dei paesi meno sviluppati, dei paesi privi di accesso al mare e delle piccole isole I 50 paesi meno sviluppati ricevono 1/3 del flusso di aiuti. Stanno aumentando anche gli aiuti per i paesi geograficamente isolati c)Affrontare il problema del debito nei PVS con misure nazionali e internazionali che lo rendano sostenibile nel lungo periodo Il debito continua ad essere un ostacolo allo sviluppo

11 Sviluppare una partnership globale per lo sviluppo d)Sviluppare e implementare - in collaborazione con i PVS - strategie per un lavoro produttivo e decoroso per i giovani Metà dei disoccupati al mondo sono giovani con meno di 24 anni. Questo causa problemi economici e di sicurezza e)Fornire accesso a farmaci essenziali nei PVS in collaborazione con le industrie farmaceutiche Progressi nellaumentare la disponibilità di farmaci essenziali nei PVS. Accordi tra istituzioni internazionali, governi e industrie farmaceutiche per ridurre i prezzi dei trattamenti antiretrovirali f)Rendere disponibili i benefici delle nuove tecnologie (informatiche e delle comunicazioni) Accesso molto diffuso, ma permangono disparità interne

12 IN SINTESI 50 paesi (900 milioni di persone)stanno peggiorando in almeno uno dei MDGs. 24 di questi paesi sono in Africa Sub Sahariana Altri 65 paesi (1,2 miliardi di persone) registrano miglioramenti lenti e raggiungeranno almeno un MDG con 25 anni di ritardo.

13 E QUINDI? I MDGs possono essere raggiunti nel 2015, ma solo se tutti i soggetti coinvolti accelerano e aumentano le proprie azioni ora (Kofi Annan)


Scaricare ppt "MILLENIUM SUMMIT Nel Settembre 2000, i 189 Stati delle Nazioni Unite (NU) hanno valutato la situazione di squilibrio mondiale e si sono impegnati a eliminare."

Presentazioni simili


Annunci Google