La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I bambini della classe quarta della Scuola Primaria di Colonnetta- Castiglione del Lago raccontano in breve un soggiorno indimenticabile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I bambini della classe quarta della Scuola Primaria di Colonnetta- Castiglione del Lago raccontano in breve un soggiorno indimenticabile."— Transcript della presentazione:

1 I bambini della classe quarta della Scuola Primaria di Colonnetta- Castiglione del Lago raccontano in breve un soggiorno indimenticabile

2 Monte Cucco fa parte dellAppennino Umbro- Marchigiano, si trova al confine delle due regioni, ma tuttavia è totalmente in Umbria in provincia di Perugia. Castiglione del Lago

3 Alle 9,30 siamo a Costacciaro … … ma il Monte Cucco non si fa vedere e non si farà vedere nemmeno in seguito, starà per tre giorni avvolto nella nebbia.

4 Arriviamo al Borgo didattico con bagagli colmi di indumenti pesanti, perché il tempo non è certo dei migliori: fa freddo e piove. Ci vengono assegnate le camere. Per prima cosa dobbiamo rifarci il letto da soli. Qualcuno è un po impensierito …

5 Dopo la visione di un filmato ci mettiamo in marcia verso la madre dei faggi. Il tempo non è per niente bello, ma le neve ci entusiasma ugualmente. Non resistiamo si comincia subito con le palle di neve. Ognuno di noi per ricordare lescursione nel carnet de voyage si è più o meno rappresentato così

6

7 L'albero rosso 1908 L'albero grigio 1912 Proviamo come lartista a passare da immagini di tipo figurativo… federica valentina m.

8 Melo in fiore 1912 n. 3 (Alberi) Composizione n. 3 (Alberi) 1913 … ad immagini sempre più semplificate, essenziali e astratte, usando colori primari, non colori, linee e forme. valentina c. federico

9 "Tra due liti dItalia surgon sassi, e non molto distanti a la tua patria, tanto che troni assai suonan più bassi, e fanno un gibbo che si chiama Catria, di sotto al quale è consecrato un ermo, che suole esser disposto a sola latria". Dante- Paradiso- Canto XXI Una tradizione costante e molto antica vuole che anche il Sommo Poeta Dante Alighieri sia stato ospite nel 1318 di questo monastero che cantò nella Divina Commedia per il silenzio che vi regnava.

10 OVVERO PROCESSO DI SOLUZIONE OPERATO DALLACQUA IN ROCCE CALCARE e CHE DETERMINA PARTICOLARI FORME DI EROSIONE SUPERFICIALE come nel caso DELLE GOLE E DELLE FORRE E SOTTERRANEA come nel caso DELLE GROTTE Gola di FrasassiForra di Rio FreddoGrotta della Beata Vergine

11

12 Molte montagne hanno una struttura calcarea. Si tratta di paesaggi carsici superficiali, i cui rilievi di rocce biancastre sono ricoperti da scarsa vegetazione. Le rocce calcaree sono molto fratturate: ciò consente allacqua di penetrare subito nel sottosuolo. Lanidride carbonica contenuta nellacqua dissolve piano piano il calcare e si formano doline più o meno ampie, sul cui fondo cè linghiottitoio, come nel Carso (da cui il termine carsismo) in Friuli Venezia Giulia. Oppure questacqua con disciolto il calcare filtra nel sottosuolo e dove incontra delle cavità dà origine ad un paesaggio di carsismo sotterraneo con grotte e gallerie, che si trovano allinterno della montagna carsica. Lacqua gocciolando lentamente allinterno delle grotte deposita il calcare formando stalattiti in alto e stalagmiti in basso. Quando stalattite e stalagmite si uniscono formano le colonne. Il processo è lentissimo occorrono decine di anni per formare un centimetro di stalattite o di stalagmite. Lacqua goccia lentamente lascia depositare il carbonato di calcio e si formano le concrezioni (stalattiti e stalagmiti) Carsismo sotterraneo Paesaggio carsico

13 Con sale e colla abbiam provato a riprodurre stalattiti e stalagmiti

14 Si raggiunge unaltezza di circa 1000 metri per cercare fossili. Questo è Costacciaro visto dallalto, ma ad un tratto anche il paese scompare avvolto dalla nebbia. Il tempo proprio non ci assiste!

15 Si passa sotto il paese di Pascelupo, presso la casa il Sasso si gira a destra e si comincia il percorso Pascelupo e sullo sfondo il Monte Cucco In lontananza fra la nebbia si scorge

16 Luca spiega: Questa sorgente è una delle maggiori sorgenti carsiche dellAppennino Umbro-Marchigiano.Essa alimenta gli acquedotti di Perugia, Costacciaro, Sigillo con oltre 3 milioni di metri cubi di acqua allanno e serve più di duecentomila abitanti. Essa raccoglie le acque di un vasto bacino di acque sotterranee conservando anche per mesi le acque meteoriche. Al ritorno dalla nostra escursione al Rio Freddo, ci fermiamo per una sosta : siamo alla SORGENTE DI SCIRCA.

17

18 Si riparte un po a malincuore, ma con tante cose da raccontare … "Un paese di pianura, per quanto sia bello, non lo fu mai ai miei occhi. Ho bisogno di torrenti, di rocce, di pini selvatici, di boschi neri, di montagne, di cammini dirupati ardui da salire e da discendere, di precipizi d'intorno che mi infondano molta paura" Jean-Jacques Rosseau


Scaricare ppt "I bambini della classe quarta della Scuola Primaria di Colonnetta- Castiglione del Lago raccontano in breve un soggiorno indimenticabile."

Presentazioni simili


Annunci Google