La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Web per gli storici Tirocinio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche 29 maggio 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Web per gli storici Tirocinio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche 29 maggio 2009."— Transcript della presentazione:

1 Web per gli storici Tirocinio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche 29 maggio 2009

2 Il programma di oggi Imparare a valutare le informazioni che il Web ci fornisce Prendere contatto con alcuni dei siti Web utili per lapprofondimento degli studi storici

3 Tipologia delle fonti informative nel web-1 Versione elettroniche di periodici, libri e altri testi a stampa fornite dagli editori Testi pubblicati solo in versione digitale da parte delleditore Biblioteche digitali: testi digitali messi a disposizione da enti non editoriali. Possono essere copie di testi cartacei esenti da copyright oppure opere nate in formato elettronico Editoria personale: democratica e senza filtri tra autore e lettore

4 Tipologia delle fonti informative nel web-2 Software, immagini, filmati, suoni. Free o a pagamento Legislazione Banche dati commerciali Siti web aziendali e di enti pubblici Pubblicità Persone: contattabili tramite home page personale, etc.

5 Strumenti per la ricerca di informazioni nel Web Motori di ricerca Indici Web per argomento Virtual Reference Desk Indici Web specializzati Meta-indici Web Portali Altre tipologie

6 I motori di ricerca I motori di ricerca sono strumenti che ci consentono, grazie ad appositi programmi chiamati spider o robot di spazzolare la rete alla ricerca di informazioni, che possono includere oltre che pagine web, video, immagini, news, etc. Di solito i risultati ottenuti non sono tutti pertinenti (rumore). Data la consistenza delle pagine web che vengono introdotte ogni giorno, è impossibile lintervento umano per individuare il contenuto semantico delle informazioni.

7 Esempi di motori di ricerca Alcuni esempi : Google Yahoo Windows Live search MSN search Ask … e il nuovo Wolfram Alpha( motore di ricerca intelligente!?)

8 I motori di ricerca Nei motori come nelle banche dati e negli opac valgono le regole dellinformation retrieval: insieme di tecniche per recuperare linformazione elettronica operatori booleani, operatori relazionali operatori di prossimità

9 Criteri usati dai motori Il criterio maggiormente utilizzato è la rilevanza (relevance ranking) che cela un mix sconosciuto di criteri statistici con cui si ottengono i risultati I motori per effettuare la ricerca prendono in considerazione i metadati (etichette) che vengono applicate quando si crea una pagina web

10 I criteri del relevance ranking-1 Frequenza: numero delle volte in cui la parola digitata nella ricerca compare nella pagina web Densità: rapporto tra la frequenza e il totale delle parole contenute nella pagina Rarità: rapporto inverso fra il numero di occorrenze del termine usato per la ricerca nel database del motore e il totale delle parole contenute nello stesso database Compresenza: presenza nella pagina di uno o più dei termini richiesti o tutti. Spesso loperatore di default è AND e la ricerca privilegia la frase esatta Prossimità: Presenza di uno o più termini ricercati nella medesima frase o nelle vicinanze

11 I criteri del relevance ranking-2 Posizione: presenza dei termini in particolari sezioni delle pagina: vengono considerati maggiormente i tag Title, Keyword, Description Priorità: ordine in cui sono stati digitati i termini di ricerca Provenienza: pagine provenienti dallo stesso sito sono presentate di seguito, anche lIP del Computer che si sta usando può influnzare il ranking età e aggiornamento: a parità di requisiti si privilegiano le pagine più aggiornate e che mantengono da più tempo lo stesso indirizzo URL Popolarità: numero dei link in entrata da altre pagine e numero delle selezioni di quella pagina effettuate dagli utenti Tariffazione: Posizione di rilievo a pagamento?

12 I metadati I più diffusi sono: Autore: indica lautore della pagina, Webmaster Copyright Generator: indica il software usato per crearla Robot: indica ai software di ricerca dei motori se e come tener conto della pagina Title: il più importante, tra soggetto e titolo uniforme, include le parole più significative per trovare la pagina Description: breve descrizione dellabstract della pagina Keyword: parole chiavi ulteriori ritenute significative per lautore

13 INDICI WEB PER ARGOMENTO o Directory Sono costruite dalluomo, che seleziona le pagine web, le divide per argomenti ed effettua talvolta una valutazione. Effetti positivi: diminuisce il rumore, più qualità nei risultati Effetti negativi: non viene sondato lintero web, si potrebbero perdere delle informazioni

14 Indici Web per Argomento Italiani Google directory (Italia) Open directory Project Il Trovatore

15 Indici Web per argomento Internazionali Google directory Open directory project Yahoo! Directory

16 Google e i suoi progetti GOOGLE BOOK SEARCH: Progetto iniziato nel 2004 con la collaborazione di alcune tra le più importanti biblioteche statunitensi e britanniche per procedere alla digitalizzazione di diversi dei loro testi. Collabora con le Università di Harvard, del Michigan, Stanford, Oxford e la New York Public library

17 Google Scholar Motore dedicato alla ricerca del materiale accademico e scientifico, sia quello disponibile full text in rete che quello consultabile in una biblioteca o da distributori. Estrae da Google i lavori da lui considerati pertinenti. Non si conoscono i criteri utilizzati, nè la dimensione complessiva della base dati su cui opera.

18 Virtual Reference desk Ha molteplici nomi. Sono siti che raccolgono, ordinano e possono anche valutare le risorse disponibili in rete Possono essere : Specializzati: vertono su un argomento particolare generali Possono avere anche guide che aiutano ad effettuare la ricerca sul web

19 Esempi di virtual reference desk BUBL link Internet per gli Umanisti VRD specializzati

20 Indici web specializzati (Lase) Limited area search engines Sono a metà tra i motori di ricerca e le directories, applicano la ricerca per parola solo a dei siti dedicati ad una disciplina e raccolti da personale specializzato Es. Google Book search

21 META indici web Chiamati anche Metamotori permettono laccesso a un certo numero di indici, possono essere utili anche per valutare i risultati ottenuti dai vari indici. Possono essere distinti in: Meta indici puri Multi indici Indici di indici

22 Esempi di metaindici Recupera solo i primi risultati provenienti da ciascun motore Raggruppa i risultati in base alle parole contenute o ai siti di provenienza

23 Multi indici Permettono la ricerca su vari indici interrogabili uno per volta All in one iTools Search-22

24 Indici di indici Sono liste di link a indici, sono qualche volta commentati e arricchiti con tabelle, recensioni e confronti… questo sito offre una tabella comparativa tra i vari motori di ricerca

25 Portali Vorrebbero essere il sito a cui riferirsi e partire per la ricerca di informazioni e per altre attività, simili a directory però orientate ad attività quotidiane: Virgilio Libero Kataweb

26 Caratteristiche dellinformazione in Internet avvertenze-1 Fluidità esterna: nascono sempre nuove risorse e ne scompaiono altre, ci sono molti cambiamenti di indirizzi e di contenuti Fossilizzazione: link che non agganciano altre risorse o documenti superati da versioni più recenti che non sono segnalate Fluidità interna: accesso diretto a singole parti della risorsa, ignorando il contesto o sito di riferimento Detestualizzazione: alcune risorse sono lontane dalla definizione di testo tradizionale ma assomigliano a luogo di discussione

27 Caratteristiche dellinformazione in Internet avvertenze-2 Delocalizzazione: le risorse messe a disposizione dei propri utenti dalla biblioteche vengono messe a disposizione da un server remoto che puo in qualsiasi momento non renderle più disponibili o modificarle Disintermediazione: non esiste controllo di editori o comitati editoriali, grandi possibilità di aggiornamento e democrazia ma anche possibilità di trovare informazioni parziali o errate Omogeneizzazione: saper riconoscere unopera attinente e affidabile è più difficile che valutare il cartaceo

28 Come Valutare…. Aspetti utili alla valutazione delle risorse (anche cartacee): Numero di informazioni contenute Copertura dellargomento Indicazione di responsabilità intellettuale ed editoriale Data di pubblicazione Presenza di citazioni complete sulle fonti Chiarezza, leggibilità, accessibilità Rilevanza contenuto e appropriatezza rispetto ai propri interessi

29 Aspetti propri per la valutazione delle risorse digitali-1 Compatibilità con le attrezzature, velocità di collegamento, stabilità dei collegamenti e degli indirizzi, presenza di rinvii nel caso di cambiamenti indirizzi IP, indipendenza dal tipo di browser, software, hardware usato, uso di un dominio proprio Formato di visualizzazione testi, immagini, suoni Interfaccia amichevole che permetta di navigare senza perdersi

30 Aspetti propri per la valutazione delle risorse digitali-2 Esistenza manualistica per utilizzare al meglio le risorse Esistenza della possibilità di personalizzare i risultati ottenuti, importarli stamparli Data di creazione e aggiornamento dei siti Presenza di link che riconducano alla home page, e dei link in entrata ed uscita dalla risorsa: valuta lusabilità come metarisorsa e ne favorisce lidentificazione e anche lautorevolezza


Scaricare ppt "Web per gli storici Tirocinio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche 29 maggio 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google