La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I disturbi specifici dell’apprendimento Definizione, tipologia, normativa, strumenti compensativi 12 aprile 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I disturbi specifici dell’apprendimento Definizione, tipologia, normativa, strumenti compensativi 12 aprile 2011."— Transcript della presentazione:

1 I disturbi specifici dell’apprendimento Definizione, tipologia, normativa, strumenti compensativi 12 aprile 2011

2 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. Dislessia Disgrafia Disortografia Discalculia

3 Dislessia un disturbo specifico che si manifesta con una difficoltà nell'imparare a leggere, in particolare nella decifrazione dei segni linguistici, ovvero nella correttezza e nella rapidità della lettura

4 Disgrafia un disturbo specifico di scrittura che si manifesta in difficoltà nella realizzazione grafica

5 Disortografia un disturbo specifico di scrittura che si manifesta in difficoltà nei processi linguistici di transcodifica

6 Discalculia un disturbo specifico che si manifesta con una difficoltà negli automatismi del calcolo e dell'elaborazione dei numeri

7 Finalità a.garantire il diritto all'istruzione; b.favorire il successo scolastico, anche attraverso misure didattiche di supporto, garantire una formazione adeguata e promuovere lo sviluppo delle potenzialità; c.ridurre i disagi relazionali ed emozionali; d.adottare forme di verifica e di valutazione adeguate alle necessità formative degli studenti; e.preparare gli insegnanti e sensibilizzare i genitori nei confronti delle problematiche legate ai DSA; f.favorire la diagnosi precoce e percorsi didattici riabilitativi; g.incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante il percorso di istruzione e di formazione; h.assicurare eguali opportunità di sviluppo delle capacità in ambito sociale e professionale.

8 Le finalità riorganizzate Macro-finalità: garantire il diritto all'istruzione assicurare eguali opportunità di sviluppo delle capacità in ambito sociale e professionale

9 Le finalità riorganizzate Finalità specifiche: favorire il successo scolastico, anche attraverso misure didattiche di supporto, garantire una formazione adeguata e promuovere lo sviluppo delle potenzialità ridurre i disagi relazionali ed emozionali

10 Le finalità riorganizzate Finalità strumentali: adottare forme di verifica e di valutazione adeguate alle necessità formative degli studenti preparare gli insegnanti e sensibilizzare i genitori nei confronti delle problematiche legate ai DSA favorire la diagnosi precoce e percorsi didattici riabilitativi incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante il percorso di istruzione e di formazione

11 Disagi relazionali ed emozionali Frustrazione Ansia Rabbia Disistima Depressione

12 Diagnosi Chi la effettua? Come la si legge e la si utilizza? Quando una diagnosi è utile alla scuola?

13 Forme di verifica… PDP: piano didattico personalizzato: Quando si prepara Chi lo deve preparare Come si prepara Chi lo firma

14 Esempio di PDP

15 Esempio di PDP: anagrafica Cognome e nome: Luogo e data di nascita: Classe: Diagnosi specialistica: redatta in data __________, dalla Dr.ssa___________, presso______ (riportare la diagnosi sintetica)

16 Esempio di PDP: dalla diagnosi DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO DELLE ABILITA' STRUMENTALI (da diagnosi) LETTURA (velocità, correttezza, comprensione) _____________________________________________________ SCRITTURA (tipologia di errori, grafia, produzione; testi: ideazione, stesura, revisione) _____________________________________________________ CALCOLO _________________________ ________________________

17 Esempio di PDP: il comportamento CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI (da osservazione in classe) _______________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ ___

18 Esempio di PDP: processo di apprendimento CAPACITA' DI MEMORIZZARE PROCEDURE OPERATIVE NELLE DISCIPLINE TECNICO - PRATICHE ____________________________________________________ _ CAPACITA' DI IMMAGAZZINARE E RECUPERARE INFORMAZIONI ____________________________________________________ _ CAPACITA' DI ORGANIZZARE LE INFORMAZIONI ____________________________________________________ _

19 Esempio di PDP: accorgimenti non sarà mai richiesta la lettura ad alta voce né la scrittura alla lavagna il docente scriverà alla lavagna in stampatello maiuscolo non si solleciterà lo studente a prendere appunti e sarà consentito l'uso di un registratore o di un Pc non si pretenderà lo studio mnemonico si concorderanno le interrogazioni, evitando sovrapposizioni nello stesso giorno i compiti per casa saranno assegnati in misura ridotta

20 Esempio di PDP: verifiche durante le prove di verifica saranno concessi tempi dilatati o si presenterà una minor quantità di materiale lo studente potrà utilizzare strumenti compensativi relativi alle diverse discipline (calcolatrice per matematica; vocabolario in formato digitale per lingua straniera e latino; tavole riassuntive di coniugazioni verbali o tipologie morfologiche; tabelle con formule e formulari per matematica e le materie scientifiche;)

21 Esempio di PDP: verifiche non si terrà conto degli errori di ortografia (neppure nella lingua straniera) e comunque si attribuirà maggior rilevanza al contenuto che alla forma non si terrà conto degli errori di calcolo per lingua straniera e lingua antica si attribuirà un peso maggiore all'orale che allo scritto

22 Esempio di PDP: strategie elaborazione di schemi, mappe concettuali e appunti da utilizzarsi anche durante le interrogazioni fruizione di romanzi in formato audio lettura ad alta voce da parte dell'insegnante in classe di testi complessi (letterari, poetici, scientifici) lettura da parte dell'insegnante del testo della verifica uso di fotocoie ingrandite dei testi delle verifiche

23 Esempio di PDP: strumenti libri in formato digitale strumenti digitali di lettura e scrittura (sintesi vocale, videoscrittura con correttore ortografico) calcolatrice tabelle, formulari, glossari ecc.

24 Esame di Stato Nota MIUR /03/2005 ripresa da comunicazioni seguenti: Non è possibile dispensare gli alunni dalle prove scritte di lingua straniera, ma è necessario compensare le oggettive difficoltà degli studenti mediante assegnazione di tempi adeguati per l'espletamento delle prove e procedere in valutazioni più attente ai contenuti che alla forma. Le prove scritte in lingua straniera o antica verranno compensate dalle corrispondenti prove orali Inoltre "Le Commissioni terranno in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive sia in sede di predisposizione della terza prova scritta che in sede di valutazione delle altre due prove".

25 Esame di Stato O. M. n. 44/2010 Prot. n. 3446: L'articolo 12 - DIARIO DELLE OPERAZIONI E DELLE PROVE - specifica la necessità di tener conto, da parte della Commissione d'esame, delle situazioni soggettive dei candidati con DSA. Questo implica che la terza prova scritta venga appositamente predisposta per tali studenti, compresi l'eventuale allungamento dei tempi e l'utilizzo di strumenti informatici. Sempre nell’art.12 si legge che la valutazione delle prime due prove terrà conto della situazione degli studenti con DSA.

26 Esame di Stato La Commissione – anche sulla base di quanto previsto dall’articolo 10 del D.P.R. 22/6/2009, n.122 e di eventuali elementi forniti dal Consiglio di classe - terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati affetti da disturbi specifici di apprendimento(DSA), sia in sede di svolgimento delle prove scritte che, in particolare, di predisposizione della terza prova scritta, prevedendo la possibilità di riservare,comunque, alle stesse tempi più lunghi di quelli ordinari. Al candidato potrà essere consentita la utilizzazione di apparecchiature e strumenti informatici nel caso in cui siano stati impiegati per le verifiche in corso d’anno. (art. 12 c. 7)

27 Esame di Stato Art. 13 c. 5: Nella seduta preliminare la Commissione deve valutare “eventuale documentazione relativa ai candidati affetti da DSA”, cioè anche il PDP


Scaricare ppt "I disturbi specifici dell’apprendimento Definizione, tipologia, normativa, strumenti compensativi 12 aprile 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google