La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LIBRIVANGELIATTI DEGLI APOSTOL I LETTEREAPOCALI SSE CHI, QUANDO DOVE Daniele L. Simone G. Jose C.Roberta O. Andrea B. COSAGloria F.Michela Z. Vittoria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LIBRIVANGELIATTI DEGLI APOSTOL I LETTEREAPOCALI SSE CHI, QUANDO DOVE Daniele L. Simone G. Jose C.Roberta O. Andrea B. COSAGloria F.Michela Z. Vittoria."— Transcript della presentazione:

1 LIBRIVANGELIATTI DEGLI APOSTOL I LETTEREAPOCALI SSE CHI, QUANDO DOVE Daniele L. Simone G. Jose C.Roberta O. Andrea B. COSAGloria F.Michela Z. Vittoria S. Aisha Q. SCHEMAFabio C.Stefano O. Federico P. Giada R. Lavoro di gruppo sfogliando le Bibbie e cercando soprattutto nelle introduzioni le informazioni richieste

2 I quattro evangeli trattano l argomento principale, che è Gesù come colui che porta a compimento la storia d Israele ; invece Marco parla di Gesù come uomo sensibile, un guaritore e predicatore ; Luca parla dello svolgimento delle attività di Gesù invece Giovanni è il più originale dando importanza a Gesù in Galilea.

3 Il testo di Marco non possiede un organizzazione letteraria molto chiara : di conseguenza è possibile schematizzarlo anche in maniere diverse.

4 1 Battesimo e tentazione di Gesù 2 Vino nuovo in otri nuovi 3 Di sabato Gesù guarisce i malati 4 Parabola del seminatore 5 Gesù scaccia i demòni 6 Rifiuto degli abitanti di Nàzaret 7 Contrasto fra comandamenti di Dio e tradizioni umane 8 Seconda moltiplicazione dei pani e dei pesci 9 Secondo annuncio della morte e della risurrezione 10 Gesù benedice i bambini 11 Gesù entra come un re 12 Parabola dei contadini omicidi 13 Splendore e rovina del tempio 14 A Betània: gesto profetico di una donna 15 Lo consegnò perché fosse crocifisso 16 Il sepolcro vuoto Capitolo 10 Gli presentavano dei bambini perch é li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. 14 Ges ù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: « Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. 15 In verit à io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrer à in esso ». 16 E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.

5 È tipico di questo vangelo aver disposto con ordine il materiale raccolto, ad esempio l insegnamento di Gesù è presentato in 5 o 6 grandi raccolte. Come in Luca le pagine iniziali raccontano alcuni episodi della sua infanzia.

6 Capitolo 1: le origini di Gesù Capitolo 2: la fuga in Egitto Capitolo 3: battesimo di Gesù Capitolo 4: Gesù predica e guarisce Capitolo 5: le beatitudini Capitolo 6: la preghiera Capitolo 7: non giudicare Capitolo 8: Gesù guarisce un lebbroso Capitolo 9: chiamata di Matteo Capitolo 10: missione dei dodici Capitolo 11: severo giudizio di Gesù Capitolo 12: Gesù servo del Signore Capitolo 13: parabola del seminatore Capitolo 14: Gesù cammina sulle acque Capitolo 15: nuova polemica dei farisei Capitolo 16: primo annuncio della morte e della resurrezione Capitolo 17: Gesù guarisce un epilettico Capitolo 18: preghiera comunitaria Capitolo 19: matrimonio e verginità Capitolo 20: parabola dei lavoratori della giornata Capitolo 21: entusiasmo della folla Capitolo 22: parabola del banchetto di nozze Capitolo 23: Gesù contro scribi e farisei Capitolo 24: la venuta del Figlio delluomo Capitolo 25: parabola dei dieci vergini Capitolo 26: congiura dei capi contro Gesù Capitolo 27: il suicido di Giuda Capitolo 28: il sepolcro vuoto… Gesù cammina sulle acque Subito dopo costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull'altra riva, finché non avesse congedato la folla. 23 Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo. 24 La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. 25 Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. 26 Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. 27 Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». 28 Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». 29 Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. 30 Ma, vedendo che il vento era forte, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». 31 E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». 32 Appena saliti sulla barca, il vento cessò. 33 Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a lui, dicendo: «Davvero tu sei Figlio di Dio!».

7 Introduzione e dedica - Giovanni e Gesù - Nascita e infanzia - Giovanni il battezzatore - Battesimo e tentazioni - Gesù in Galilea - Viaggio - Gesù a Gerusalemme - Passione – Morte – Risurrezione – Apparizioni - Ascensione

8 1. Annuncio della nascita di Giovanni il Battista 2. Battesimo di Gesù 3. Tentazioni di Gesù 4. La missione di Pietro 5. Gesù sceglie i dodici apostoli 6. La fede del centurione 7. Le donne che seguono Gesù 8. Missione dei dodici apostoli 9. Gesù insegna a pregare 10. Parabola dei servi che vegliano 11. Condanna di Erode e lamento su Gerusalemme 12. Umiltà e generosità 13. Parabola della pecora smarrita 14. Non potete servire Dio e la ricchezza 15. Fede e umiltà 16. Gesù e i bambini 17. Ingresso di Gesù in Gerusalemme 18. L'autorità di Gesù 19. Gesù annuncia distruzioni e persecuzioni 20. Allora Satana entrò in Giuda 21. Gesù davanti a Pilato 22. Ultima cena 23. Morte di Gesù 24. Risurrezione e ascensione 3. Mentre tutto il popolo veniva battezzato e Ges ù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si apr ì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: « Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento ».

9 Già dalla distribuzione delle parti è possibile cogliere qualche aspetto della particolare prospettiva di Giovanni.

10 1. I primi discepoli. 2. Gesù scaccia i venditori dal tempio. 3. Il Padre ama il figlio. 4. In Galilea, guarigione di un bambino. 5. A Gerusalemme, guarigione di un paralitico. 6. Il pane della vita. 7. Il mio tempo non è ancora venuto. 8. Gesù perdona una donna adultera.. 9. Gesù guarisce un uomo cieco dalla nascita. 10. Gesù si dichiara figlio di Dio. 11. Gesù risuscita Lazzaro. 12. Ingresso di Gesù a Gerusalemme. 13. Gesù lava i piedi ai discepoli. 14. Gesù promette lo Spirito Santo. 15. Amatevi gli uni gli altri. 16. La vostra tristezza si cambierà in gioia. 17. Preghiera di Gesù al Padre per i discepoli e per i futuri credenti. 18. Gesù tradito e arrestato. 19. Crocifissione di Gesù. 20. Il sepolcro vuoto. 21. Gesù risorto e i discepoli. 19) Essi presero Gesù 17 ed egli, portando la croce, si avviò verso il luogo detto del Cranio, in ebraico Gòlgota, 18 dove lo crocifissero e con lui altri due, uno da una parte e uno dall'altra, e Gesù in mezzo. 19 Pilato compose anche l'iscrizione e la fece porre sulla croce; vi era scritto: «Gesù il Nazareno, il re dei Giudei». 20 Molti Giudei lessero questa iscrizione, perché il luogo dove Gesù fu crocifisso era vicino alla città; era scritta in ebraico, in latino e in greco. 21 I capi dei sacerdoti dei Giudei dissero allora a Pilato: «Non scrivere: «Il re dei Giudei», ma: «Costui ha detto: Io sono il re dei Giudei»». 22 Rispose Pilato: «Quel che ho scritto, ho scritto». 23 I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti, ne fecero quattro parti - una per ciascun soldato - e la tunica. Ma quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d'un pezzo da cima a fondo. 24 Perciò dissero tra loro: «Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca». Così si compiva la Scrittura, che dice: Si sono divisi tra loro le mie vesti e sulla mia tunica hanno gettato la sorte. E i soldati fecero così.

11 Gesù è nato a Betlemme nel 1 a.C Le due narrazioni di Matteo e Luca differiscono invece riguardo alle motivazioni per cui Gesù sarebbe nato Betlemme a, agli annunci dell'angelo e alle ragioni per cui la famiglia si recò a Nazaret dopo la nascita. Le differenze tra le due narrazioni sono così rilevanti, che gli studiosi ritengono che queste siano uno degli indizi della redazione indipendente dei due vangeli

12

13 Lautore è lo stesso che ha scritto il terzo Vangelo cioè Luca e lha scritto nel 66 d.C.

14 Narra la storia della Chiesa primitiva. Dall ascensione di Gesù al cielo fino alla prigionia dell apostolo Paolo a Roma. Gli atti documentano la diffusione del messaggio che da Gerusalemme e dalla Giudea,la Siria,lAsia minore e la Grecia,giunge fino a Roma il centro del Mondo.

15 I capitoli dalluno al dodici parlano di Pietro e della comunità di Gerusalemme, Palestina e Siria.Dal tredici al ventotto è dedicato quasi esclusivamente allattività missionaria di Paolo ai suoi viaggi.

16 Autore: è lapostolo Paolo. Periodo: 57 d.C Caratteristiche principali:al tempo di Paolo i cristiani appartengono a livelli bassi. La fede cristiana a volte è immatura. Queste lettere contengono riflessioni ampie e sistematiche di Paolo.

17

18 Periodo:60 d.c Nella lettera ai Galati lapostolo si impegna a difendere la purezza del Vangelo.

19 Periodo:70 d.c. Nella lettera agli Efesini Paolo risponde alle esigenze dei suoi lettori : presentare un discorso cristiano. Nella lettera ai Filippesi lapostolo manifesta grande affetto che cè tra l apostolo e i cristiani.

20 Autore: Giovanni Apostolo Luogo: Chiese dell Asia Minore Periodo: Fine del I secolo d.C.

21 Questo libro narra della rilevazione che Gesù Cristo ha ricevuto da Dio, per far conoscere ai suoi servitori quel che fra breve deve accadere. Alle sette Chiese che si trovano nellAsia Minore, Giovanni augura grazia e Pace da parte di Dio. Titoli: Per una Chiesa senza amore Il libro che nessuno può aprire Per una Chiesa che si vanta I servi di Dio segnati a fronte Il piccolo libro I due testimoni Il giudizio definitivo Lagnello

22 Inoltre narra di una serie di visioni Drammatiche La rivelazione di saggezze nascoste avviene attraverso una visione o un sogno. L'introduzione degli angeli come portatori della rivelazione è una caratteristica ricorrente. Dio non parla in prima persona, ma dà le sue istruzioni a mezzo di messaggeri celesti, che agiscono come guide per il veggente.


Scaricare ppt "LIBRIVANGELIATTI DEGLI APOSTOL I LETTEREAPOCALI SSE CHI, QUANDO DOVE Daniele L. Simone G. Jose C.Roberta O. Andrea B. COSAGloria F.Michela Z. Vittoria."

Presentazioni simili


Annunci Google