La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Umanesimo e Rinascimento. Periodizzazione Comunemente oggi per periodo Rinascimentale si intende il periodo compreso tra la metà o la fine del Trecento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Umanesimo e Rinascimento. Periodizzazione Comunemente oggi per periodo Rinascimentale si intende il periodo compreso tra la metà o la fine del Trecento."— Transcript della presentazione:

1 Umanesimo e Rinascimento

2 Periodizzazione Comunemente oggi per periodo Rinascimentale si intende il periodo compreso tra la metà o la fine del Trecento (XIV sec.) e tutto il Cinquecento (XVI sec.), fino alle soglie della Guerra dei Trentanni ( ).

3 Situazione politica Tramonto istituzioni universali dellImpero e del Papato Monarchie centralizzate in Europa (Francia, Spagna, Inghilterra) Stati regionali in Italia e frammentazione politica (Milano, Venezia, Firenze, Stato della Chiesa, Regno di Napoli). L Italia, facile preda di conquista, cadrà in gran parte sotto il dominio spagnolo ed inizierà un lungo periodo di decadenza

4 Situazione socio-economica Civiltà urbana (fiorisce prima in Italia centrale e settentrionale, poi in Europa) Economia aperta in contrapposizione alleconomia chiusa del Medioevo Sviluppo economico mercantile e monetario ad opera di un ceto borghese attivo ed industrioso Nuova aristocrazia urbana commerciale e finanziaria (non più militare e cavalleresca come nel Medioevo)

5 Umanesimo e Rinascimento Mentre un tempo si tendeva a identificare lUmanesimo con la cultura del 400 e a separarlo nettamente dal Rinascimento che si situava nel 500, oggi si tende a considerare lUmanesimo come uno degli aspetti più caratteristici del più vasto movimento di pensiero, politico, culturale, sociale ed economico che è, appunto, il Rinascimento. San Girolamo, di Antonello da Messina, rappresenta lideale umanistico dello studioso

6 UMANESIMO HUMANITAS RINASCIMENTO RINASCITA Si fonda sul valore della cultura e della centralità delluomo nella natura e nel cosmo Rinascita degli studi, delle arti, del vivere civile

7 Origine del termine Il termine generico "rinascita" venne usato da Giorgio Vasari nel suo trattato Vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino à tempi nostri per indicare un ciclo, da lui individuato, che partendo da Giotto e affermandosi con Masaccio, Donatello e Brunelleschi si liberava dalle forme greco-bizantine per tornare a quelle romano-latine, culminando nella figura di Michelangelo, capace di superare gli antichi stessi.

8 Il rinnovamento culturale e scientifico iniziò negli ultimi decenni del XIV secolo e nei primi del XV secolo a Firenze e affondava le radici nella riscoperta dei classici, iniziata già nel Trecento da Francesco Petrarca e altri eruditi. Nelle loro opere l'uomo iniziò ad essere l'argomento centrale accanto a Dio (il Canzoniere di Petrarca e il Decameron di Boccaccio ne sono un chiaro esempio).

9 Geografia dellumanesimo Venezia: Stampa, pittura, Biblioteca Marciana Ferrara: letteratura cavalleresca Firenze: brigata laurenziana, Accademia platonica Urbino : città in forma di palazzo Roma: Biblioteca Vaticana, rinascita monumentale Napoli: rinascita artistica e poetica sostenuta dagli Aragonesi

10 Lorenzo il Magnifico

11 La definizione 1855: lo storico francese Jules Michelet, parla per la prima volta di una renaissance (= rinascita) delle arti e dellindividuo. 1860: Jacob Burchardt ne illustra le caratteristiche in La civiltà del Rinascimento in Italia. Consapevolezza di una rottura rispetto al passato

12 Altra interpretazione Konrad Burdach, Dal Medioevo alla Riforma (1893) Continuità tra Medioevo e Rinascimento Il Rinascimento (e la Riforma) rispondono allansia di rinnovamento propria del Medioevo

13 Caratteri del Rinascimento Antropocentrismo Scoperta mondo classico Erudizione e filologia Scoperta delluomo Scoperta della natura Arti, scienze e tecniche Lorenzo Valla

14 Il concetto di humanitas mette in rilievo il valore degli studi letterari e della formazione delluomo attraverso il sapere. Alla valenza culturale si affianca la valenza morale elaborazione del tema della dignità delluomo

15 Il mondo classico Medioevo –allegoria –tensione alla realtà divina Rinascimento –confronto con leticità classica –contemplazione delluniverso –apprezzamento della natura –apprezzamento della vita

16 CLASSIS CLASSICU(M) CLASSICO cittadini appartenenti alla prima classe, che godono di una superiorità economica di primordine, eccellente modello da imitare

17 Classicismo Si scoprono nelle biblioteche e negli archivi i codici antichi, si torna a studiare il greco, anche per linflusso dei dotti bizantini venuti in Italia. La cultura greco-latina appare tutta rivolta ai valori terreni della vita. Nei testi classici e negli autori antichi gli uomini del Rinascimento ritrovano valori come: - la partecipazione attiva alla società e alla politica - gli interrogativi sulluomo e sulla natura.

18 Nuova visione della vita Medioevo –trascendente –teocentrico –universalista Rinascimento –immanentista –antropocentrico –individualista Concetto di uomo come microcosmo luomo è la sintesi vivente del Tutto e il centro del mondo.

19 Antropocentrismo Dal greco άνθρωπος, anthropos, "uomo", e κέντρον, kentron, "centro") è quel pensiero che tende a porre la specie umana al centro dell'Universo e, ad un livello più pratico, a considerarla superiore rispetto alle altre entità presenti sulla Terra quali gli animali e la loro natura, la natura in sé e la Terra stessa.

20 Antropocentrismo Scoperta delluomo e delle sue capacità creative: rinascita delle arti, delle humanae litterae, ma anche nuova considerazione dellindividualità (passaggio dalla morale comunitaria alla morale individuale). Luomo è creatore, il mondo il suo campo di possibilità

21 Uomo e natura Consapevolezza delle possibilità umane di conoscere e dominare la natura primo avvio alla moderna metodologia della scienza. Sapere è potere: luomo grazie alla conoscenza della natura e delle sue leggi estende il suo potere sul mondo. Leonardo, Studi arti superiori

22 Pico della Mirandola Marsilio Ficino Poggio Bracciolini

23 Antropocentrismo "Vetruvio architetto mette nella sua opera d'architettura che le misure dell'omo sono dalla natura distribuite in questo modo. Il centro del corpo umano è per natura lombelico; infatti, se si sdraia un uomo sul dorso,mani e piedi allargati, e si punta un compasso sul suo ombelico, si toccherà tangenzialmente, descrivendo un cerchio, lestremità delle dita delle sue mani e dei suoi piedi". E' così che Leonardo scriveva dell'opera che aveva appena realizzato (1490),luomo vitruviano. Il suo uomo si iscrive in modo perfetto, in piedi con le gambe e le braccia allargate, nelle figure geometriche considerate perfette: il cerchio e il quadrato.

24 Scienze naturali, tecniche e macchine Stampa a caratteri mobili (Gutenberg, 1447) Gli orologi mobili e gli astrolabi: la misurazione del tempo e dello spazio (laicizzazione del tempo) Le macchine (Leonardo)

25 L'astrolabio è uno strumento di navigazione tramite il quale è possibile localizzare o predire la posizione di corpi celesti come il Sole, la Luna, i pianeti e le stelle

26 Le macchine di Leonardo da Vinci

27 Accanto allo sviluppo della filosofia ( e della politica) si sviluppano notevolmente tutte le arti attraverso cui luomo trasforma, dominandola, la materia (imitando la natura): - dalla pittura (Botticelli, Masaccio, Piero della Francesca, Raffaello, Michelangelo); - alla scultura (Michelangelo); - allarchitettura (Brunelleschi); - alla musica Autoritratto del Masaccio

28 Botticelli

29 Santa Maria Novella, Firenze Il progetto fu realizzato fra il 1456 e il 1470, e costituisce un esempio delle migliori concezioni architettoniche del primo Rinascimento. Leon Battista Alberti

30 Profonde modificazioni nell architettura religiosa (passaggio dal gotico al rinascimento): Brunelleschi, L.B. Alberti. Mutamenti nellarchitettura urbana: nuovi palazzi, progettazione di città ideali (utopia), costruzione di città reali secondo schemi architettonici tendenti alla perfezione geometrica.

31 Veduta aerea di Palmanova (Ud), costruita su pianta stellare a nove punte nel 1593.

32 Filippo Brunelleschi Spedale degli Innocenti 1427, primo edificio classico della città

33 Filippo Brunelleschi - la cupola della cattedrale i monti intorno a Fiorenza paiono simili a lei Giorgio Vasari

34 Michelangelo Buonarroti (Arezzo Roma 1564) Mosè (1515) LAurora (particolare della Tomba di Lorenzo de'Medici, 1515) Schiavo morente ( )

35 Lintellettuale del Rinascimento Lintellettuale del Rinascimento è un laico, esponente in un primo momento della ricca borghesia cittadina che apprezza il bel parlare, leloquenza nello scriver, larte e la storia. In un secondo momento lestrazione sociale dellintellettuale sarà più varia e assumerà le caratteristiche di un vero e proprio professionista al servizio di ricchi mecenati.

36


Scaricare ppt "Umanesimo e Rinascimento. Periodizzazione Comunemente oggi per periodo Rinascimentale si intende il periodo compreso tra la metà o la fine del Trecento."

Presentazioni simili


Annunci Google