La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL RINASCIMENTO. GLI UOMINI E LARTE TRA IL XV E IL XVI SECOLO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL RINASCIMENTO. GLI UOMINI E LARTE TRA IL XV E IL XVI SECOLO."— Transcript della presentazione:

1 IL RINASCIMENTO

2 GLI UOMINI E LARTE TRA IL XV E IL XVI SECOLO

3 Il contesto storico del Rinascimento: Con il termine Rinascimento si indica il periodo corrispondente ai secoli XV e XVI CARATTERISTICHE GENERALI 1. Grande fioritura delle lettere e delle arti 2. Rinnovato atteggiamento delluomo nei confronti di se stesso 3. Valorizzazione delle capacità razionali e progettuali Questo sviluppo ha avuto come premessa il movimento di Pensiero chiamato UMANESIMO

4 UNA SOCIETA IN EVOLUZIONE Nel corso del 400, in Italia si registrano mutamenti significativi nel campo artistico e culturale. Nel corso del 400, in Italia si registrano mutamenti significativi nel campo artistico e culturale. In Italia, i Signori reggenti i vari stati regionali affidano agli uomini di arte e di lettere, gli UMANISTI, il compito di dare prestigio alla propria famiglia con le loro opere. In Italia, i Signori reggenti i vari stati regionali affidano agli uomini di arte e di lettere, gli UMANISTI, il compito di dare prestigio alla propria famiglia con le loro opere. Le residenze signorili divengono dei veri e propri centri di cultura dove letterati e artisti possono affermarsi e mettere a frutto al proprio ingegno. Le residenze signorili divengono dei veri e propri centri di cultura dove letterati e artisti possono affermarsi e mettere a frutto al proprio ingegno. In questo clima fervido nasce il RINASCIMENTO. In questo clima fervido nasce il RINASCIMENTO.

5 LUOMO RISCOPRE SE STESSO In questo contesto di rinascita dellarte, luomo acquisisce fiducia nei propri valori e nelle proprie capacità. In questo contesto di rinascita dellarte, luomo acquisisce fiducia nei propri valori e nelle proprie capacità. La ragione viene rivalutata come strumento di conoscenza del mondo. La ragione viene rivalutata come strumento di conoscenza del mondo. Linvenzione della stampa a caratteri mobili consente una rapida diffusione delle nuove idee e e del sapere degli antichi in tutta Europa. Linvenzione della stampa a caratteri mobili consente una rapida diffusione delle nuove idee e e del sapere degli antichi in tutta Europa. Gli umanisti studiano i testi e le opere dei greci e dei latini, gli artisti studiano le opere darte del mondo greco e romano. Gli umanisti studiano i testi e le opere dei greci e dei latini, gli artisti studiano le opere darte del mondo greco e romano.

6 LARTE IMITA LA REALTA Larte del Quattrocento si prefigge il compito di imitare la natura. Larte del Quattrocento si prefigge il compito di imitare la natura. Si studiano luomo, le sue proporzioni e i suoi movimenti. Si studiano luomo, le sue proporzioni e i suoi movimenti. Gli artisti studiano il mondo vegetale in modo scientifico: analizzano piante e fiori e li riproducono con grande perfezione. Gli artisti studiano il mondo vegetale in modo scientifico: analizzano piante e fiori e li riproducono con grande perfezione. Studiano i caratteri somatici dei personaggi e gli effetti di luce e ombra sugli oggetti. Studiano i caratteri somatici dei personaggi e gli effetti di luce e ombra sugli oggetti.

7 UN NUOVO MODO DI RAPPRESENTARE LO SPAZIO Gli artisti elaborano un modo per raffigurare la profondità dello spazio in modo geometricamente esatto: nasce la PROSPETTIVA

8 MASACCIO La Trinità (1428) Nellaffresco dipinto in S. M. Novella a Firenze, Masaccio ha realizzato lopera esemplare della nuova pittura rinascimentale, inserendo le figure in un rigoroso spazio geometrico, organizzato dalle regole della prospettiva centrale.

9 1. Larchitettura è di derivazione classica: un arco sostenuto da colonne corinzie introduce alla nicchia coperta da una volta a botte dentro la quale si trovano le figure sacre. 2. Larchitettura è rigorosamente tracciata mediante la prospettiva centrale. 3. Le figure del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo appaino legate in modo indissolubile ed eterno. Lettura dellopera:

10 La struttura formale dellaffresco 1. Al centro della rappresentazione si trovano le figure di Dio Padre che regge la croce del Cristo; tra di esse una colomba, simbolo dello Spirito santo. 2. In basso, fuori dallo spazio sacro, il pittore ha rappresentato il committente dellopera, il gonfaloniere Lenzi, raffigurato in ginocchio e in preghiera insieme alla moglie 3. Tutte le figure sembrano inscritte dentro una forma triangolare che conferisce unità alla composizione.

11 PARTICOLARE: LA TOMBA DI ADAMO In questo particolare osserviamo come laffresco sia diviso in due parti: la raffigurazione della Trinità e, in basso (nel particolare), la tomba di Adamo, il progenitore dellumanità. In questo particolare osserviamo come laffresco sia diviso in due parti: la raffigurazione della Trinità e, in basso (nel particolare), la tomba di Adamo, il progenitore dellumanità. Sulla tomba Masaccio scrive questa epigrafe: Io fui già quel che voi siete e quel chio son voi ancor sarete. Sulla tomba Masaccio scrive questa epigrafe: Io fui già quel che voi siete e quel chio son voi ancor sarete.

12 BOTTICELLI: LA PRIMAVERA

13 SANDRO BOTTICELLI LA PRIMAVERA (1478) CARATTERISTICHE TECNICHE: TECNICA ARTISTICA: Tempera su tavola MISURE: cm. 203x314 COLLOCAZIONE: Firenze, Galleria degli Uffizi.

14 La Primavera Lopera si legge da destra a sinistra Lopera si legge da destra a sinistra Il quadro rappresenterebbe il passaggio dallamore terreno allamore contemplativo, attraverso la mediazione di Venere che appare come il personaggio centrale della rappresentazione Il quadro rappresenterebbe il passaggio dallamore terreno allamore contemplativo, attraverso la mediazione di Venere che appare come il personaggio centrale della rappresentazione


Scaricare ppt "IL RINASCIMENTO. GLI UOMINI E LARTE TRA IL XV E IL XVI SECOLO."

Presentazioni simili


Annunci Google