La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBBLIGO DI ISTRUZIONE OBBLIGO FORMATIVO 6-18 ANNI 6-16 ANNI Il diritto-dovere allistruzione e formazione ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBBLIGO DI ISTRUZIONE OBBLIGO FORMATIVO 6-18 ANNI 6-16 ANNI Il diritto-dovere allistruzione e formazione ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S."— Transcript della presentazione:

1 OBBLIGO DI ISTRUZIONE OBBLIGO FORMATIVO 6-18 ANNI 6-16 ANNI Il diritto-dovere allistruzione e formazione ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S © Elaborazione grafica a cura del CSC-Ravenna

2 L. 296/2006, c. 622: L'istruzione impartita per almeno dieci anni e' obbligatoria ed e' finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età. L'età per l'accesso al lavoro è conseguentemente elevata da quindici a sedici anni. Resta fermo il regime di gratuità …... OBBLIGO DI ISTRUZIONE ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

3 Art. 68, L. 144/1999: L'obbligo..(formativo)... si intende …… assolto col conseguimento di un diploma di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale (di durata almeno triennale). Come si assolvono OBBLIGO FORMATIVO ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

4 + OBBLIGO DI ISTRUZIONE OBBLIGO FORMATIVO 5 anni 3 anni 2 anni Primaria Secondaria I° grado 2 anni1 anno Sistema istruzione 2 anni 1 anno Sistema istruzione e formazione professionale Primo ciclo Secondo ciclo ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

5 Cosa prevede la riforma per il secondo ciclo Sistema di istruzione (secondaria di secondo grado) Sistema dellistruzione e formazione professionale ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S Diploma di istruzione secondaria di secondo grado Diploma di qualifica professionale di III° livello europeo

6 LICEI ISTITUTI TECNICI ISTITUTI PROFES SIONALI I.I.S. se sono istituzioni scolastiche miste SISTEMA ISTRUZIONE ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

7 IL PERCORSO di ISTRUZIONE DURATA SCANSIONE INTERNA 5 ANNI ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

8 ORARIO ANNUALE I LICEI ISTITUTI TECNICI ISTITUTI PROFESSIONALI Artistico Linguistico, Scientifico, Scienze Umane Classico Primo biennio Secondo biennio- quinto anno 32

9 Lidentità formativa dei nuovi ordini di studio I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze coerenti con le capacità e le scelte personali e adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, allinserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro. I Licei ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

10 Lidentità degli istituti tecnici si caratterizza per una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dellUnione europea, costruita attraverso lo studio, lapprofondimento e lapplicazione di linguaggi e metodologie di carattere generale e specifico ed è espressa da un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali per lo sviluppo economico e produttivo del Paese, con lobiettivo di far acquisire agli studenti, in relazione allesercizio di professioni tecniche, i saperi e le competenze necessari per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, per laccesso alluniversità e allistruzione e formazione tecnica superiore. I Tecnici ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

11 Lidentità degli istituti professionali si caratterizza per una solida base di istruzione generale e tecnico-professionale, che consente agli studenti di sviluppare, in una dimensione operativa, i saperi e le competenze necessari per rispondere alle esigenze formative del settore produttivo di riferimento, considerato nella sua dimensione sistemica. I Professionali ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

12 I nuovi Licei sono articolati in INDIRIZZI (sono 6) e, al loro interno, in OPZIONI e ARTICOLAZIONI I nuovi Professionali sono articolati in SETTORI (sono 2) e INDIRIZZI (sono 6) I nuovi Tecnici sono articolati in SETTORI (sono 2) e INDIRIZZI (sono 11), con possibilità di sceglier, al loro interno, tra diverse ARTICOLAZIONI ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

13 I LICEI ARTISTICO, con articolazioni:arti figurative architettura e ambiente design audiovisivo e multimediale grafica scenografia CLASSICO LINGUISTICO MUSICALE E COREUTICO SCIENTIFICO (con opzione Scienze applicate) SCIENZE UMANE (con opzione Economico-sociale)

14 ISTITUTI TECNICI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 2 Settori

15 2 INDIRIZZI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING, con articolazioni: - Relazioni internazionali per il Marketing - Sistemi informativi aziendali TURISMO SETTORE ECONOMICO ISTITUTI TECNICI

16 1.MECCANICA, MECCATRONICA, ENERGIA, con articolazioni: - Meccanica e meccatronica; - Energia 2.TRASPORTI E LOGISTICA, con articolazioni: - Costruzione del mezzo; - Conduzione del mezzo; - Logistica 3.ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA, con articolazioni: - Elettronica; - Elettrotecnica; - Automazione SETTORE TECNOLOGICO ISTITUTI TECNICI 9 INDIRIZZI 4.INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI, con articolazioni: - Informatica; - Telecomunicazioni

17 5.GRAFICA E COMUNICAZIONE 6. CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE, con articolazioni: - Chimica e materiali; - Biotecnologie ambientali; - Biotecnologie sanitarie 7.SISTEMA MODA, con articolazioni: - Tessile, abbigliamento e moda; - Calzature e moda 8.AGRARIA E AGROINDUSTRIA, con articolazioni: - Produzioni e trasformazioni; - Gestione dellambiente e del territorio; - Viticoltura ed enologia 9.COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO, con articolazioni: - Geotecnico ISTITUTI TECNICI Seguono indirizzi settore Tecnologico

18 ISTITUTI PROFESSIONALI SETTORE SERVIZI SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO 2 Settori

19 4 INDIRIZZI 1.SERVIZI PER LAGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE 2.SERVIZI SOCIO-SANITARI, con articolazioni: - Arti ausiliarie delle professioni sanitarie; - Odontotecnico; - Arti ausiliarie delle professioni sanitarie; - Ottico 3.SERVIZI PER LENOGASTRONOMIA E LOSPITALITA ALBERGHIERA, con articolazioni: - Enogastronomia; - Servizi di sala e di vendita; - Accoglienza turistica 4. SERVIZI COMMERCIALI ISTITUTI PROFESSIONALI SETTORE SERVIZI

20 SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO ISTITUTI PROFESSIONALI 2 INDIRIZZI 1.PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI, con articolazione: - Industria; - Artigianato 2.MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA

21 SISTEMA DELLISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E costituito dalle qualifiche nazionali triennali individuate dalla Conferenza Stato-Regioni. Ogni Regione sceglie di dare attuazione ai percorsi di qualifica nazionale che ritiene più idonei per il proprio sviluppo economico, sociale e culturale. LEmilia-Romagna ha scelto 23 qualifiche corrispondenti alle 21 nazionali. La Provincia di Ravenna, allinterno delle 23 qualifiche regionali, ne ha individuato 15. ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S

22 LA NOVITA SUSSIDIARIETA TRA ISTRUZIONE PROFESSIONALE E ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

23 ISTITUTI PROFESSIONALI DI STATO ED ENTI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE REGIONALE LAVORANO INSIEME PER REALIZZARE PERCORSI UNITARI CHE CONSENTANO AGLI ALLIEVI IL CONSEGUIMENTO DI QUALIFCHE PROFESSIONALI TRIENNALI AVENTI VALENZA NAZIONALE ED EUROPEA LA NOVITA

24 Cosa significa? Che fino ad ora cerano qualifiche statali (degli istituti professionali) e qualifiche regionali (degli enti di formazione professionale), le prime a valenza nazionale le seconde a valenza regionale. Ora ci sono solo qualifiche nazionali conseguibili sia a scuola (istituti professionali di Stato) sia nella formazione professionale (enti della formazione professionale regionale)

25 Gli istituti professionali di Stato e gli enti della formazione professionale regionale progettano insieme percorsi triennali unitari che permettono sia di adempiere allobbligo di istruzione sia di conseguire una qualifica professionale Come funziona?

26 Come si attua? Il primo anno del triennio si svolge presso gli Istituti Professionali, sulla base di unintegrazione operativa tra le istituzioni scolastiche e gli enti della formazione professionale che sviluppa una forte strategia antidispersione finalizzata a: RIMOTIVARE RAFFORZARE LE COMPETENZE DI BASE ORIENTARE RIORIENTARE

27 Come si attua? Dopo il primo anno si prosegue: a) negli istituti professionali secondo lordinamento , con la possibilità di acquisire un titolo di qualifica professionale alla fine del terzo anno. Il percorso che si compie è progettato congiuntamente con lente partner della formazione professionale regionale. b) oppure presso un ente accreditato della formazione professionale regionale fino al raggiungimento della qualifica al terzo anno. Anche in questo caso il percorso è unitario e di organico raccordo tra istruzione e formazione professionale.

28 Come si attua? In entrambi i casi: - lesame di qualifica è condotto da una commissione nominata secondo quanto stabilito dalla regione; - le competenze da certificare sono quelle previste dal DM 139/2007; - la certificazione avviene secondo quanto stabilito dal DM 9/2010

29 Sussidiarietà tra Istruzione e Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) Università / Istruz. Tecnica Superiore /Lavoro Terza media Sistema Istruzione Sistema Istruzione e Formazione Professionale STATO REGIONE Diploma statale Qualifica regionale (III Liv. EQF) Unitarietà offerta formativa assicurata dalla progettazione congiunta del triennio Possibilità di accesso allUniversità mediante anno integrativo


Scaricare ppt "OBBLIGO DI ISTRUZIONE OBBLIGO FORMATIVO 6-18 ANNI 6-16 ANNI Il diritto-dovere allistruzione e formazione ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DOPO LA TERZA MEDIA A.S."

Presentazioni simili


Annunci Google