La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Introduzione alla lingua giapponese 日本語入門 にほんごにゅうもん.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Introduzione alla lingua giapponese 日本語入門 にほんごにゅうもん."— Transcript della presentazione:

1 Introduzione alla lingua giapponese 日本語入門 にほんごにゅうもん

2 Ripasso

3 Prop. FINALE con verbi di moto I verbi con cui si può usare questo costrutto sono: V-B2 + ni + V di moto 行く ikuandare い 来る kuruvenire く 帰る kaeruritornare かえ 出る deruuscire で 出かける dekakeru uscire で 入る hairuentrare はい 寄る yorupassare da よ 回る mawarugirare まわ N + ni + V di moto 戻る modorutornare もど

4 NODA La forma noda/nodesu si usa in finale di frase quando: Il parlante spiega oppure richiede una spiegazione su una informazione condivisa con l’ascoltatore. Il parlante parla di qualcosa emotivamente, come se fosse di comune interesse tra lui e l’ascoltatore. Il parlante vuole accertare se sia vero ciò che ha immaginato o giudicato dal contesto.

5 Uchi e Soto se stesso uchi soto Il parlante effettua una distinzione figurata: I propri familiari, amici, associati qualcuno con cui ci si identifica / schiera tutti gli altri, estranei, esterni alla cerchia Questa dicotomia influenza alcune forme grammaticali.

6 Dare e ricevere agerudare kureru yaru sashiageru kudasaru itadaku ricevere morau Quali le differenze?

7 Dare Il verbo ‘dare’ si traduce in modo diverso a seconda di chi inizia l’azione. Se il soggetto che dà è il parlante o qualcuno del suo gruppo uchi allora si usa: ageru yaru sashiageruquando il destinatario è considerato superiore quando il destinatario è circa pari quando il destinatario è considerato inferiore

8 Dare Esempi: 私は良子に花を上げました。 Watashi wa Yoshiko ni hana wo agemashita. Ho dato a Yoshiko dei fiori. わたし こはな よし あ 私は先生に本を差し上げました。 Watashi wa sensei ni hon wo sashiagemashita. Ho dato all’insegnante un libro. わたし せいほん せん あさ sotouchi

9 Dare Esempi: 妹は猫にミルクをやった。 Imōto wa neko ni miruku wo yatta. Mia sorella ha dato al gatto del latte. いもうと ねこ 父はとなりの人にパイナップルを上げた。 Chichi wa tonari no hito ni painappuru wo ageta. Mio padre ha dato ad un vicino un ananas. ちち ひとあ sotouchi

10 Dare Se il soggetto che dà fa parte del gruppo soto (esterni, estranei) allora si usa: kudasaru kureru forma cortese forma piana 鈴木さんは私に酒をくれた。 Suzuki-san wa watashi ni sake wo kureta. Il sig. Suzuki mi ha dato del sake. すず わたし き さけ

11 Dare Esempi: 鈴木さんは私にタバコを一本くれました。 Suzuki-san wa watashi ni tabako wo ippon kuremashita. Il sig. Suzuki mi ha dato una sigaretta. すず わたし 先生は息子に本を下さいました。 Sensei wa musuko ni hon wo kudasaimashita. L’insegnante ha dato a mio figlio un libro. せん ほん sotouchi き いっぽん せい むすこ くだ

12 Ricevere ricevere Si usa il verbo morau oppure l’equivalente forma umile itadaku se il donatore è percepito come superiore. Si intende sempre io (o qualcuno in uchi) ricevo da altri (uchi o soto) Le forme italiane «A riceve da me» si rendono con la perifrasi «io do ad A»

13 Ricevere Esempi: 私は鈴木さんにタバコをもらった。 Watashi wa Suzuki-san ni tabako wo moratta. Ho ricevuto dal sig. Suzuki delle sigarette. すず わたし き 社長から写真をいただきました。 Shachō kara shashin wo itadakimashita. Ho ricevuto dal presidente (della ditta) una fotografia. しゃ ちょうしゃ しん

14 Ricevere Esempi: Il complemento di origine si traduce con ni o kara. Nel caso non si riceva da una persona, ma da una organizzazione (ditta, istituto, etc) si preferisce kara. 会社から野球の切符を二枚もらった。 Kaisha kara yakyū no kippu wo nimai moratta. Ho ricevuto dalla ditta due biglietti per il baseball. かい きっぷ しゃ きゅうや にまい

15 Dare e ricevere azioni Esempio: 母は着物をぬってくれました。 Haha wa kimono wo nutte kuremashita. (Lett: mia madre mi ha dato il suo confezionare un kimono) はは きもの In tutte quelle espressioni dove A fa qualcosa a favore di B si usa il verbo di azione in forma -te seguito dai verbi già visti, con le stesse differenze di uso. Mia madre mi ha confezionato un kimono.

16 Dare e ricevere azioni Esempi: 先生から彼に話していただいた。 Sensei kara kare ni hanashite itadaita. (Lett: Ho ricevuto dal maestro il suo parlare a lui) せん かれ Il maestro gliene ha parlato (per me). せいはな Pur se possibile grammaticalmente, è meglio evitare la forma V-te sashiageru perché suona «Le faccio il favore di…» e quindi può risultare impertinente.

17 Dare e ricevere azioni Esempi: ここにお名前を書いて下さいませんか。 Koko ni o-namae wo kaite kudasaimasen ka? まえ Non mi farebbe la cortesia di scrivere qui il suo nome? かくだな 料理を作って上げます。 Ryōri wo tsukutte agemasu. Ti faccio da mangiare. つくありょうり

18 Dare e ricevere azioni Esempi: 朝六時に起こして上げます。 Asa rokuji ni okoshite agemasu. あさ Ti sveglio domattina alle 6. おじ 先生に日本語を教えて頂きます。 Sensei ni nihongo wo oshiete itadakimasu. Mi faccio insegnare il giapponese dal maestro. おしいただせんに ろく あ ほんごせい

19


Scaricare ppt "Introduzione alla lingua giapponese 日本語入門 にほんごにゅうもん."

Presentazioni simili


Annunci Google