La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TARI La Legge di Stabilità per l’anno 2014, ha introdotto il nuovo tributo denominato Tari che sostituisce dal 1 gennaio 2014 il precedente tributo denominato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TARI La Legge di Stabilità per l’anno 2014, ha introdotto il nuovo tributo denominato Tari che sostituisce dal 1 gennaio 2014 il precedente tributo denominato."— Transcript della presentazione:

1 TARI La Legge di Stabilità per l’anno 2014, ha introdotto il nuovo tributo denominato Tari che sostituisce dal 1 gennaio 2014 il precedente tributo denominato TARES. La disciplina della TARI ricalca sostanzialmente la normativa della TARES ed i suoi principi cardine sono i seguenti: il tributo è dovuto da tutti i soggetti che possiedono e detengono a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative e le aree condominiali non occupate in via esclusiva; il comune deve assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio, ad esclusione dei costi relativi ai rifiuti speciali al cui smaltimento provvedono a proprie spese i relativi produttori comprovandone l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente; la tariffa deve essere commisurata tenendo conto dei criteri determinati con il regolamento di cui al D.P.R. 158/1999 in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio. Sulla base delle predette disposizioni, con deliberazione n. 57 del la Giunta Comunale ha stabilito di procedere alla riscossione della TARI per l’anno 2014 in n. 3 rate di cui n. 2 in acconto e l'ultima a saldo, scadenti, rispettivamente, il 31 luglio 2014, il 30 settembre 2014 ed il 29 novembre 2014, mediante invio di un “avviso di pagamento” come di seguito specificato: Per eventuali ulteriori informazioni e/o richiesta di rettifica in ordine al nuovo tributo potranno essere richieste informazioni con le seguenti modalità: al numero (interno 4) via all'indirizzo direttamente presso l’Ufficio Tributi nei normali orari di apertura al pubblico 1^ Rata o unica soluzione 31 LUGLIO 2^ Rata 30 SETTEMBRE Saldo 29 NOVEMBRE Luglio e Settembre - ACCONTO : l'importo dovuto suddiviso in due rate di pari ammontare, determinato applicando 8/12 della tassa dovuta secondo le tariffe dell’anno precedente. Al predetto importo va applicato il tributo provinciale (Tefa); Novembre - SALDO : l'importo è pari alla Tari dovuta per l'anno 2014 al netto degli importi richiesti per gli acconti. Al predetto importo va applicato il tributo provinciale (Tefa).

2 Tariffa di riferimento per le utenze domestiche Tariffa utenza domesticamq KA appl Coeff di adattamento per superficie (per attribuzione parte fissa) Num uten Esclusi immobili accessori KB appl Coeff proporzionale di produttività (per attribuzione parte variabile) Tariffa fissa Tariffa variabile 1.1 USO DOMESTICO-UN COMPONENTE ,910,84496,800,600, , USO DOMESTICO-DUE COMPONENTI ,150, ,071,400, , USO DOMESTICO-TRE COMPONENTI ,571,08329,821,800, , USO DOMESTICO- QUATTRO COMPONENTI ,421,16227,382,200, , USO DOMESTICO-CINQUE COMPONENTI ,811,2458,952,900, , USO DOMESTICO-SEI O PIU` COMPONENTI 2.179,271,3013,983,400, , TARIFFE UTENZE DOMESTICHE Le tariffe sono riportate nella tabella sottostante. Si evidenzia che per quanto riguarda il coefficiente proporzionale di produttività Kb si è ritenuto di applicare il Kb minimo previsto per legge. TARIFFE UTENZE NON DOMESTICHE Le tariffe sono riportate nella tabella sottostante. Si evidenzia che per le seguenti categorie evidenziate in giallo si è ritenuto di applicare il coefficiente Kc e Kd minimo. Con la deroga prevista dal D.L. 16/2014 convertito in Legge, si è provveduto inoltre ad applicare un’ulteriore riduzione dei coefficienti Kc e Kd del 30% (massimo consentito 50%) alle categorie evidenziate in giallo e che erano state maggiormente penalizzate con l’applicazione della Tares. Tariffa di riferimento per le utenze non domestiche Tariffa utenza non domesticamq KC appl - Coeff potenziale di produzione (per attribuzione parte fissa) KD appl - Coeff di produzione kg/m anno (per attribuzione parte variabile) Tariffa fissa Tariffa variabile 2.1MUSEI,BIBLIOTECHE,SCUOLE,ASSOCIAZIONI, LUOGHI DI CULTO2.427,000,514,200, , ESPOSIZIONI,AUTOSALONI326,000,433,550, , ALBERGHI CON RISTORAZIONE1.211,001,3310,932, , ALBERGHI SENZA RISTORAZIONE595,000,917,491, , UFFICI,AGENZIE,STUDI PROFESSIONALI1.500,001,139,301, , BANCHE ED ISTITUTI DI CREDITO398,000,584,780, , NEGOZI ABBIGLIAMENTO,CALZATURE,LIBRERIA, CARTOLERIA512,001,119,121, , EDICOLA,FARMACIA,TABACCAIO,PLURILICENZE310,001,5212,452, , ATTIVITA` ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE(FALEGNAME,IDRA2.570,461,048,501, , CARROZZERIA,AUTOFFICINA,ELETTRAUTO178,001,169,481, , ATTIVITA` INDUSTRIALI CON CAPANNONI DI PRODUZIONE4.463,000,917,501, , RISTORANTI,TRATTORIE,OSTERIE,PIZZERIE2.043,003,3927,775, , BAR,CAFFE`,PASTICCERIA407,242,5520,874, , SUPERMERCATO,PANE E PASTA,MACELLERIA,SALUMI E FORMAGGI 419,002,3819,553, , ORTOFRUTTA,PESCHERIE,FIORI E PIANTE94,004,2434,806, ,082001


Scaricare ppt "TARI La Legge di Stabilità per l’anno 2014, ha introdotto il nuovo tributo denominato Tari che sostituisce dal 1 gennaio 2014 il precedente tributo denominato."

Presentazioni simili


Annunci Google