La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei."— Transcript della presentazione:

1 Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei rischi Procedure comportamentali in fase di allestimento e in caso di incidente Dr.ssa Matilde Pasquantonio Farmacia – I.F.O. Roma,16 maggio 2006

2 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3)Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

3

4 Cognome xxxxxxx Nome xxxxxxx Numero cartella clinica/letto__________________ Data di nascita 10/10/1900 Numero SSN o CF ASL* RM H Sesso F x M (dati obbligatori in caso di chemioterapia ambulatoriale) Ciclo n.1 Altezza 168 Peso 50 BSA(mq) 1.5 Check ☺ Diagnosi: K Pancreas Protocollo: gemcitabina settimanale_____ Check ☺ Istituti Fisioterapici Ospitalieri Unità Satellite Centralizzata Medicinali Antiblastici Scheda per la prescrizione della terapia Reparto DHB Codice CDC Paziente in accesso: ڤ Ricovero x Day hospital ڤ Ambulatorio Mod.27 bis Urgenza ڤ Sperimentazione approvata da CE ; protocollo_______________numero random._______id paziente

5 Principio attivoDosaggio mg/mqDosaggio pz (mg) Giorni somm. Data inizio Terapia antiemetica: 1- Gemcitabina /10 Modalità di somm.ne: 2- Modalità di somm.ne: 3-

6 Data e firma: conferma terapia (è necessario apporre la sigla a fianco di ciascuna data) N.cicloInizio cicloSomm.ni succ. 1 28/10/ timbro e firma del medico che inizia il trattamento:_________________ Note e firma del farmacista: NºNº

7 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3) Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

8 Ruolo del farmacista Prima che gli operatori possano procedere all ’ allestimento, il farmacista verifica: 1.L ’ esatta compilazione della richiesta; 2.Evidenzia accanto ad ogni principio attivo, i ml di farmaco in soluzione corrispondenti ai mg richiesti; 3.Controlla che il solvente e/o diluente richiesti siano compatibili; 4.Controlla che i mg prescritti rientrino nei limiti di dosaggio standard;

9 Ruolo del farmacista 5. Contatta il medico prescrittore in caso di non conformit à della prescrizione 6.verifica la correttezza della via di somministrazione; 7.Vidima l ’ effettuato controllo della richiesta; 8.Inserisce i dati, relativi alla prescrizione, nel data base; 9.Procede alla stampa delle etichette della giornata di lavoro

10

11

12

13 MedicoAusiliareFarmacistaI.P Inizio Compila Ricetta Mod.”27” Modulo 27 bis Fax 5415 Consegna Unità Centralizzata E Fotocopia documento Valutazione Ricetta mod.”27” mod.”27 bis” Conferma Si/No NoSi Preparazione

14 MedicoAusiliareFarmacistaI.PDirigente Servizio Gestione documentazione, registrazione non conformità comunicazione delle non conformità mensilmente agli interessati Verifica non conformità e azioni correttive Verifica non conformità e azioni correttive Verifica non conformità e azioni correttive Verifica semestrale obbiettivi qualità Copia verbale Isp 0601 Copia verbale Isp 0601 Verbale Isp 0601 Copia verbale Isp 0601 Modulo Verifica Isp 0601

15 Modulo NC0601 Modulo NC0601 di rilevazione non conformità della procedura codice__0601_______ Data della rilevazione:___________________________________________________ Segnalatore della NON conformità:_________________________________________ Non conformità rilevate: _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ Firma del Segnalatore ________________________

16 Verbale ISP0601 Verbale ISP0601 di verifica della procedura codice___0601____ Data della verifica:____________________________________ Motivo della verifica:__________________________________ Responsabile della verifica:_____________________________ Non conformità rilevate: ___________________________________________________ Firma del verificatore _______________________ Data prevista di riverifica in caso di NON conformità_________ Firma del verificatore Firma responsabile del S.F Firma direttore Sanitario ___________________ _______________________ ____________________

17 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3)Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

18 Norme Igieniche e Comportamentali

19 Vietato cosmetici Vietato fumare Vietato chewing gum Vietato bere Vietato conservare cibi Vietato mangiare Norme Igieniche e Comportamentali

20 Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 1 Togliersi orologi, anelli, bracciali e liberare le braccia fin sopra l’altezza dei gomiti Indossare i D.P.I. previsti per la preparazione dei farmaci ad eccezione dei guanti e del camice 1 2 Azionare il rubinetto del lavabo ed effettuare il lavaggio chirurgico delle mani con acqua calda e sapone disinfettante 3 Ripetere due volte il lavaggio comprendendo anche polsi ed avambracci. Asciugarsi con gli asciugamani monouso in TNT. 4

21 Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 1 Indossare il camice. Calzare i guanti in lattice monouso. Spegnere la lampada U.V. Aprire il vano lavoro della cappa Accendere la cappa e lasciarla in funzione per min prima di iniziare il lavoro 56 Decontaminare accuratamente l’interno della cappa (piano di lavoro e pareti) con garze imbevute con alcool etilico 70° Il materiale da porre sotto cappa deve essere pulito e decontaminato con una garza imbevuta di alcool prima di essere posto sul piano di lavoro 7

22 Introdurre sotto cappa il contenitore rigido a chiusura ermetica per la raccolta dei rifiuti contaminati acuminati e non, garze ed alcool etilico a 70°. Sistemare sotto cappa tutto il materiale occorrente per ogni singola terapia Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 1 8 Posizionare il foglio di lavoro esternamente alla cappa in modo ben visibile rispetto al preparatore Togliersi i guanti monouso in lattice ed eliminarli nell’idoneo contenitore 9

23 Indossare i guanti idonei per la preparazione dei farmaci citostatici dopo aver effettuato il lavaggio delle mani con sapone disinfettante. I guanti idonei per la preparazione vanno sostituiti almeno ogni 30 minuti Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 1 10 Sostituiti circa ogni 30 minuti I guanti dedicati all’allestimento devono possedere la marcatura CE E devono essere testati almeno a 4 o 5 farmaci antiblastici tra cui La ciclofosfamide, il cisplatino e la mostarda azotata poiché questi Oltrepassano la barriera di un guanto in lattice

24 Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 2 Comportamenti da seguire nei casi eccezionali di allontanamento dalla zona di preparazione Smaltire tutti i dispositivi indossati come potenzialmente contaminati, quindi nel contenitore esterno alla contrassegnato con la lettera R Entrare nei bagni comunicanti con la stanza di preparazione e procedere al lavaggio delle mani con sapone ed asciugarsi con gli asciugamani monouso in TNT. Uscire immediatamente dalla zona di preparazione.

25 Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 3 Comportamenti da seguire al termine della quotidiana attività lavorativa A cappa accesa, indossando i DPI, lavare il piano di lavoro della cappa con alcool etilico a 70° La decontaminazione deve essere effettuata procedendo dalla periferia verso il centro sul piano di lavoro e dall’alto verso il basso sulle pareti, cioè dalle zone meno contaminate a quelle più contaminate

26 Cronologia delle operazioni da effettuare accedendo al locale per l’attività di preparazione (flusso ALV001 – procedura vestizione e l’accesso alla zona di preparazione farmaci citostatici). Flusso 3 Comportamenti da seguire al termine della quotidiana attività lavorativa. Spegnere la cappa 20 minuti dopo la fine della pulizia. Chiudere il vano lavoro ed accendere la lampada UV.

27

28

29 Allestimento: manovre a rischio Apertura della fiala Estrazione dell ’ ago dal flaconcino o dalla fiala Trasferimento del farmaco dal flacone alla siringa e dalla siringa alla flebo o sacca Espulsione dell ’ aria dalla siringa per la lettura del volume di farmaco da prelevare

30 Verificare che sulla fiala non vi siano crepe e non sia rimasto liquido nella parte superiore Avvolgere il collo della fiala con garze sterili imbevute di alcool al 70% Procedere all ’ apertura della fiala effettuando il movimento in direzione opposta all ’ operatore, verso il fondo della cappa Non esercitare una pressione eccessiva che potrebbe causarne la rottura Allestimento: Procedure di sicurezza delle manovre a rischio Apertura delle fiale di farmaco

31

32 Proteggere il punto di inserzione dell ’ ago con garze sterili imbevute di alcool 70% Estrarre la siringa dal falcone con l ’ ago innestato creando una lieve pressione negativa (ridurre fuoriuscita di aerosol) Può essere utile l ’ uso di un dispositivo per il bilanciamento delle pressioni Allestimento: Procedure di sicurezza delle manovre a rischio Estrazione dell’ago dal falconcino o dalla fiala

33

34 Non riempire mai le siringhe oltre i ¾ del loro volume, utilizzare attacchi tipo Luer-Lock Introdurre l ’ ago con precauzione perforando il tappo dei flaconcini in posizione centrale (previa pulizia con garze imbevute di alcool); evitare di inclinare l ’ ago (foro di dimensioni elevate Introdurre la quantit à minima di solvente dirigendolo sulle pareti del flaconcino Scambiare continuamente volumi di liquido con uguali volumi di aria per bilanciare le pressioni Allestimento: Procedure di sicurezza delle manovre a rischio Trasferimento del farmaco

35 Richiamare eventuali residui di liquido presenti nell ’ ago Posizionare delle garze sterili imbevute di alcool all ’ estremit à dell ’ ago Allestimento: Procedure di sicurezza delle manovre a rischio Espulsione dell’aria dalla siringa

36

37 Allestimento: Farmaco ricostituito Introdotto in sacca o in flebo Somministrato in bolo Introdotto in pompe elastomeriche o infusori portatili posizionare tappino di chiusura luer-lock riempire il deflussore di sol. fisiologica o glucosata

38 Prima di far uscire sacche o siringhe dalla cappa è importante passarle con garze sterili imbevute con alcool al 70% per eliminare il più possibile eventuali contaminanti

39 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3) Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

40

41 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3) Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

42 Confezionamento e trasporto dei farmaci Il farmaco viene Etichettato ed identificato Posizionato in contenitori a tenuta recanti Le indicazioni di rischio Posizionato in contenitori a tenuta recanti Le indicazioni di rischio Consegnato alle diverse Unità operative richiedenti Consegnato alle diverse Unità operative richiedenti

43 Operativit à dell ’ Unit à Centralizzata 1)Ricezione richiesta 2)Controllo richiesta 3) Allestimento 4)Etichettatura 5)Distribuzione 6)Smaltimento

44 SmaltimentoSmaltimento 1.Aghi, 2.Taglienti 3. ed eventuali rimanenze di farmaco da eliminare devono essere riposti negli appositi contenitori rigidi per taglienti posti sotto cappa, e successivamente smaltiti nell’alipack 1.Aghi, 2.Taglienti 3. ed eventuali rimanenze di farmaco da eliminare devono essere riposti negli appositi contenitori rigidi per taglienti posti sotto cappa, e successivamente smaltiti nell’alipack 1.Siringhe, 2. Flaconcini, 3.Sacche di farmaco vuoti, 4.Guanti usati per la manipolazione 5. Telino assorbente devono essere posti sempre sotto cappa nell’alibox e poi smaltiti nell’alipack (R.S.O.) 1.Siringhe, 2. Flaconcini, 3.Sacche di farmaco vuoti, 4.Guanti usati per la manipolazione 5. Telino assorbente devono essere posti sempre sotto cappa nell’alibox e poi smaltiti nell’alipack (R.S.O.) Tutti i dispositivi di protezione personale (camice, cuffia, respiratore, calzari) devono essere riposti nell’alipack Tutti i dispositivi di protezione personale (camice, cuffia, respiratore, calzari) devono essere riposti nell’alipack

45 Il contenitore introdotto nella cabina biologica andrà riempito Fino a ¾ della sua capienza al fine di prevenire incidenti. La sua chiusura deve avvenire con apposito coperchio di sicurezza e successivamente Introdotto nel contenitore più grande Il contenitore introdotto nella cabina biologica andrà riempito Fino a ¾ della sua capienza al fine di prevenire incidenti. La sua chiusura deve avvenire con apposito coperchio di sicurezza e successivamente Introdotto nel contenitore più grande Il confezionamento finale del contenitore da 60 l prevede Una prima chiusura a strangolo del sacco interno con cravatta plastica E la successiva chiusura del contenitore Il confezionamento finale del contenitore da 60 l prevede Una prima chiusura a strangolo del sacco interno con cravatta plastica E la successiva chiusura del contenitore Sui contenitori così confezionati andrà trascritto,nella zona superiore Già predisposta,il nome della struttura, il reparto di appartenenza E la data di chiusura Sui contenitori così confezionati andrà trascritto,nella zona superiore Già predisposta,il nome della struttura, il reparto di appartenenza E la data di chiusura Al termine delle operazioni descritte i contenitori chiusi, Vengono depositati temporaneamente in un’area dedicata Allo scopo, per essere successivamente trasportati in un magazzino Destinato a deposito, in atteso del definitivo presso tale area di deposito Dovrà avvenire in sicurezza (con l’ausilio di un carrello Al termine delle operazioni descritte i contenitori chiusi, Vengono depositati temporaneamente in un’area dedicata Allo scopo, per essere successivamente trasportati in un magazzino Destinato a deposito, in atteso del definitivo presso tale area di deposito Dovrà avvenire in sicurezza (con l’ausilio di un carrello SmaltimentoSmaltimento

46 Procedura di preparazione

47 Pulire la cappa e preparare il piano di lavoro La cappa funziona? Si/NO INFORMARE IL FARMACISTA NO SI INFERMIERE PROFESSIONALEFARMACISTA Inizio vedi Procedura operativa comportamentale Inizio vedi Procedura operativa comportamentale Necessita di ulteriori informazioni sull’allestimento? SI NO INFORMARE IL FARMACISTA Compila il foglio di lavoro e l’etichette Disinfettare tutti i flaconi e porre sotto cappa il materiale necessario per una diluizione

48 Disinfettare il tappo del flacone aggiungere il solvente secondo scheda Tecnica riassunte Nella tab.1 Il farmaco è liofilizzato? Aspirare la soluzione e diluirla nella flebo NO Ricalcola i ml da prelevare. Corrispondono a Quelli sull’etichetta SI Aggiorna tab.1 E rende disponibile La tab.1 presso le Cappe di lavoro Aggiorna tab.1 E rende disponibile La tab.1 presso le Cappe di lavoro Tab.1 Schede tecniche Schede tecniche Tiene la documentazione Relativa alle schede tecniche Tiene la documentazione Relativa alle schede tecniche INFORMARE IL FARMACISTA SI NO Prepararsi per la lavorazione

49 INFORMARE IL FARMACISTA La sol. È limpida? Ed è nel volume previsto? SI NO INFORMARE IL FARMACISTA Il farmaco è fotosensibile? Coprire il contenitore con foglio di alluminio SI NO I dati riportati In etichetta corrispondono a quelli presenti sulla prescrizione?

50 Etichettare la preparazione Disporre le buste Nel contenitore a tenuta ed avvisare Fine vedi Procedura operativa Per l’allontanamento dalla cappa Fine vedi Procedura operativa Per l’allontanamento dalla cappa

51

52 Procedure da applicare in caso di spandimento e Kit d’emergenza Rottura accidentale di flaconi o sacche contenenti farmaci antiblastici L’operatore: deve indossare tutti i mezzi di protezione personale: Camice Cuffia Occhiali con protezione laterale Respiratore FFP3SL Copri scarpe 2 paia di guanti

53 Paletta monouso per la raccolta dei vetri Telino assorbente Sacchetto di plastica per rifiuti speciali ospedalieri (sacco giallo) Contenitore rigido apposito per l’eliminazione di resti inquinanti e/o materiali di scarto Apposita soluzione detergente (ipoclorito di sodio) Flaconcino contenente polvere adsorbente Istruzioni operative

54 Procedura Procedura Indossare adeguati DPI Cercare di contenere l ’ inquinamento (delimitando l ’ area e impedendo che altre persone possano avvicinarsi) Operazione di pulizia: A.Nel caso in cui siano stati versati liquidi B.Nel caso in cui vi sia spandimento di polveri

55 A.Nel caso in cui siano stati versati dei liquidi 1.Aprire il flaconcino di polvere adsorbente 2.Versare la polvere sopra il liquido da eliminare( la polvere è in grado di legarsi ai liquidi trasformandoli velocemente in materiale gelatinoso) 3.Con l ’ apposita scopetta e paletta raccogliere i resti inquinanti e/o materiale di scarto e riporli nel contenitore rigido per rifiuti sanitari pericolosi 4.Chiudere il contenitore rigido con l ’ apposito coperchio

56 5. Inserire la paletta e scopetta nel sacco giallo per rifiuti ospedalieri 6. Pulire accuratamente la superficie contaminata versando la soluzione di ipoclorito di sodio e poi acqua ed asciugare con un telino assorbente 7. Toglier i DPI ed inserire il tutto nel sacco giallo per rifiuti ospedalieri 8. Chiudere bene il sacco giallo 9. Togliere gli occhiali e pulirli con ipoclorito di sodio 10. Togliere i guanti in lattice ed eliminarli

57 B.Nel caso in cui vi sia spargimento di polveri 1.Usare telino assorbente intriso di ipoclorito di sodio da adagiare sulle polveri inquinanti 2.Poi continuare dal punto 3

58 Conclusioni 1.La realizzazione della centralizzazione delle preparazioni dei farmaci citotossici 2.la formazione di un team specifico sono auspicabili in quanto rendono possibile l’attuazione di un percorso che ha quale scopo principale la sicurezza degli operatori e la qualità delle preparazioni


Scaricare ppt "Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei."

Presentazioni simili


Annunci Google