La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI. Servizio prevenzione nei luoghi di lavoro ASL Principali attività svolte dal servizio: indagini sanitarie attività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI. Servizio prevenzione nei luoghi di lavoro ASL Principali attività svolte dal servizio: indagini sanitarie attività"— Transcript della presentazione:

1 PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI

2 Servizio prevenzione nei luoghi di lavoro ASL Principali attività svolte dal servizio: indagini sanitarie attività di ricerca e di studio formazione ed educazione alla salute dei lavoratori assistenza alle aziende presso i propri uffici vigilanza e controllo …………………… Medici del lavoro Biologi Tecnici della prevenzione Infermieri Amministrativi è il Servizio della ASL che si occupa di protezione di lavoratori

3 RISCHI PRESENTI NEL COMPARTO AGRICOLO

4 Valutazione del rischio

5 MISURE DI PREVENZIONE Misure tese alla riduzione, fino allimpedimento del verificarsi di un evento dannoso

6 MISURE DI PROTEZIONE MISURE TESE ALLA RIDUZIONE DELLENTITÀ DELLE CONSEGUENZE DERIVANTI DALLEVENTO

7 In presenza di lavoratori dipendenti Il datore di lavoro è obbligato a: 1.Valutare i rischi per la salute 2.Adottare misure di prevenzione 3.Sottoporre il lavoratore a visite mediche I datori di lavoro sono responsabili della salute e sicurezza dei propri lavoratori La valutazione del rischio è un sistema che garantisce la prevenzione di tutti i lavoratori indipendentemente dagli obblighi normativi

8 TOSSICITA cronicaacuta è rappresentato principalmente dai PRODOTTI FITOANITARI RISCHIO CHIMICO in agricoltura

9 OBIETTIVO DI SALUTE COME? ELIMINAZIONE O RIDUZIONE DEL RISCHIO

10 PERCORSO DI ANALISI PER LA SCELTA DEI DPI RISCHIORESIDUO ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI ELIMINAZIONE DEL RISCHIO AZIONI DI RIDUZIONE DEL RISCHIO BONIFICA AMBIENTALE ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NESSUN DPI USO DEI DPI

11 RAZIONALIZZAZIONE DELLA DIFESA CHIMICA: Lotta guidata Lotta integrata LOTTA BIOLOGICA SOSTITUZIONE DI PRODOTTI PERICOLOSI CON ALTRI MENO PERICOLOSI O NON CLASSIFICATI UTILIZZO MACCHINE CON CABINA PRESSURIZZATA MANUTENZIONE E TARATURA DELLE ATTREZZATURE NORME COMPORTAMENTALI formazione informazione addestramento UTILIZZO Di DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

12 UTILIZZO MACCHINE CON CABINA PRESSURIZZATA

13 MANUTENZIONE E TARATURA DELLE ATTREZZATURE Distribuzione del prodotto in maniera adeguata

14 COMPORTAMENTI CORRETTI SI

15 COMPORTAMENTI SCORRETTI

16 ? CHE NE PENSATE?

17 OGNI DPI DEVE ESSERE CORREDATO DI NOTA INFORMATIVA CONTENENTE Nome e indirizzo del fabbricante Le prestazioni ottenute agli esami tecnici effettuati per verificare i livelli e le classi di protezione Il significato della marchiatura Istruzioni di deposito, impiego, pulizia, manutenzione, revisione e disinfezione Gli accessori utilizzati con i DPI e le caratteristiche dei ricambi appropriati Le classi di protezione adeguate ai diversi livelli di rischio e i corrispondenti limiti di utilizzazione La data o i termini di scadenza del dpi o di alcuni dei loro componenti Il tipo di imballaggio appropriato per il trasporto del DPI REQUISITI INFORMATIVI

18 LETICHETTA

19

20 LA SCHEDA DI SICUREZZA Deve essere rilasciata al momento dellacquisto del PF Deve essere in lingua italiana Deve essere rilasciata lultimo aggiornamento della scheda

21 Sicurezza durante il lavoro agricolo Gli infortuni in agricoltura Attività agricola tra le più pericolose Alta frequenza degli infortuni Gravità degli stessi

22 CAUSA DI INFORTUNIO macchine materiali Animali e vegetali attrezzature Mezzi di sollevamento e trasporto Agenti materiali

23 TELAIO DI PROTEZIONE CONTRO IL RIBALMENTO DEL TRATTORE Ribaltamento senza telaio di protezione Ribaltamento con telaio di protezione Protezione del posto di guida

24 La cintura di sicurezza Protezione del posto di guida

25 Attenzione alla sicurezza ORGANI DI TRASMISSIONE DEL MOTO Tutti gli organi di trasmissione del moto (le pulegge, le cinghie, le catene) devono essere protette con carter, conformi ai requisiti previsti dalla legge. Il giunto cardanico (carri mix trainati) che ricevere coppia dalla trattrice deve essere completamente protetto da guaine in materiale plastico in grado di coprire le parti salienti del giunto compresi gli snodi esterni.

26 Attenzione alla sicurezza SISTEMI IDRAULICI I tubi idraulici flessibili devono resistere a pressioni di esercizio maggiori di quelle di servizio e devono essere ricoperti da guaine di protezione che in caso di rottura evitano la proiezione di liquidi in pressione. Sulla macchina deve essere presente un dispositivo per riporre i tubi una volta staccati dalla trattrice. tubi a pressione usurati e non protetti calze di protezione dei tubi idraulici

27 Tab. 2 - PITTOGRAMMI ADESIVI RELATIVI ALLA SICUREZZA COMUNI A TUTTE LE MACCHINE 1. ATTENZIONE - Leggere il manuale di istruzioni prima di effettuare qualsiasi intervento sulla macchina. 2. ATTENZIONE - Prima di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione o riparazione sulla macchina leggere il manuale di istruzioni, fermare il motore della trattrice ed estrarre la chiave di accensione.

28 Circolazione stradale Nel trasferimento delle macchine sulla rete viaria pubblica sono da tenere ben presenti le prescrizioni del codice della strada. IMPIEGO Nellimpiego degli attrezzi divengono essenziali le misure precedentemente indicate. A queste sono da aggiungere le seguenti cautele:

29 INFORMAZIONE - FORMAZIONE - ADDESTRAMENTO NORME COMPORTAMENTALI

30

31 GRAZIE PER LA PARTECIPAZIONE FINE


Scaricare ppt "PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI. Servizio prevenzione nei luoghi di lavoro ASL Principali attività svolte dal servizio: indagini sanitarie attività"

Presentazioni simili


Annunci Google