La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE NOVITA SUL PROCESSO DI STERILIZZAZIONE A VAPORE NELLE STRUTTURE SANITARIE E SOCIO - SANITARIE Reggio Emilia, 20 Ottobre 2009 Il medico competente, quali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE NOVITA SUL PROCESSO DI STERILIZZAZIONE A VAPORE NELLE STRUTTURE SANITARIE E SOCIO - SANITARIE Reggio Emilia, 20 Ottobre 2009 Il medico competente, quali."— Transcript della presentazione:

1 LE NOVITA SUL PROCESSO DI STERILIZZAZIONE A VAPORE NELLE STRUTTURE SANITARIE E SOCIO - SANITARIE Reggio Emilia, 20 Ottobre 2009 Il medico competente, quali scelte ?? Il medico competente, quali scelte ?? Marco Migliorini Medico Competente/Autorizzato Azienda USL di Bologna

2 La sorveglianza sanitaria La sorveglianza sanitaria comprende l'insieme dei controlli sanitari sui lavoratori esposti a rischi professionali (art. 41 D. L.gs. 81/2008 e succ. mod. ) comprende l'insieme dei controlli sanitari sui lavoratori esposti a rischi professionali (art. 41 D. L.gs. 81/2008 e succ. mod. ) Fondamentale per la determinazione degli accertamenti clinico - strumentali (protocollo sanitario) la conoscenza del rischio professionale specifico (valutazione del rischio)

3 La Sorveglianza Sanitaria e la valutazione del rischio Valutazione del rischio come presupposto per tutte le azioni preventive e quindi anche della sorveglianza sanitaria Valutazione del rischio come presupposto per tutte le azioni preventive e quindi anche della sorveglianza sanitaria D.Lgs.81/2008 e succ. mod. D.Lgs.81/2008 e succ. mod. Indicazioni fornite dalla Commissione Consultiva di cui allart.6 D.Lgs 81/2008 Indicazioni fornite dalla Commissione Consultiva di cui allart.6 D.Lgs 81/2008

4 La Sorveglianza Sanitaria (art. 41 D. L.gs. 81/2008 e succ. mod.) La visita medica ( preventiva, periodica, a richiesta del lavoratore, cambio mansione, cessazione rapporto di lavoro nei casi previsti, alla ripresa del lavoro dopo assenza superiore a 60 giorni continuativi per motivi di salute ) La visita medica ( preventiva, periodica, a richiesta del lavoratore, cambio mansione, cessazione rapporto di lavoro nei casi previsti, alla ripresa del lavoro dopo assenza superiore a 60 giorni continuativi per motivi di salute ) comprende esami clinici, biologici e indagini diagnostiche mirati al rischio e ritenuti necessari dal medico competente comprende esami clinici, biologici e indagini diagnostiche mirati al rischio e ritenuti necessari dal medico competente

5 La Sorveglianza Sanitaria e l'obbligatorietà delle visite mediche Le visite mediche preventive e periodiche sono obbligatorie per : Le visite mediche preventive e periodiche sono obbligatorie per : lavoratori che sono addetti alle lavorazioni che espongono ai rischi indicati dalla normativa lavoratori che sono addetti alle lavorazioni che espongono ai rischi indicati dalla normativa

6 e succ. mod D.Lgs 81/2008 e succ. mod. Art Il medico competente. Il medico competente collabora con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla : valutazione dei rischi predisposizione e attuazione delle misure per la tutela della salute e dell'integrità psico-fisica dei lavoratori.

7 La sorveglianza sanitaria (art. 2 lettera m - D. L.gs. 81/2008 e succ. mod ) La sorveglianza sanitaria (art. 2 lettera m - D. L.gs. 81/2008 e succ. mod. ) Insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione allambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento della attività lavorativa Insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione allambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento della attività lavorativa La sorveglianza sanitaria non è finalizzata a valutare lefficienza lavorativa

8 e succ. mod D.Lgs 81/2008 e succ. mod. Art Il medico competente. IL medico competente: programma ed effettua la sorveglianza sanitaria di cui allart. 41. esprime i giudizi di idoneità alla mansione specifica al lavoro di cui allart. 41- comma 6 (possibilità di ricorso art.41 – comma 9)

9 e succ. mod D. Lgs 81/2008 e succ. mod. Art Il medico competente. Giudizi relativi alla mansione specifica : Idoneità Idoneità parziale, temporanea o permanente con prescrizioni o limitazioni Inidoneità temporanea Inidoneità permanente

10 e succ. mod D.Lgs 81/2008 e succ. mod. Art. 18. comma 1 lettera c Obblighi del datore di lavoro e del dirigente nell'affidare i compiti ai lavoratori, deve tenere conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e alla sicurezza

11 e succ. mod D.Lgs 81/2008 e succ. mod. Art. 42. – Provvedimenti in caso di inidoneità alla mansione specifica Il datore di lavoro ……….. attua le misure Il datore di lavoro ……….. attua le misure indicate dal medico competente e qualora le indicate dal medico competente e qualora le stesse prevedano una inidoneità alla mansione stesse prevedano una inidoneità alla mansione specifica adibisce il lavoratore, ove possibile, specifica adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni equivalenti o, in difetto, a mansioni a mansioni equivalenti o, in difetto, a mansioni inferiori garantendo il trattamento corrispondente inferiori garantendo il trattamento corrispondente alle mansioni di provenienza. alle mansioni di provenienza.

12 Principali rischi presenti nelle centrali di sterilizzazione a vapore Movimentazione manuale dei carichi Movimentazione manuale dei carichi Rischio chimico Rischio chimico Infortunio con rischio biologico Infortunio con rischio biologico

13 Infortunio con rischio biologico Dispositivi di Protezione Individuale Dispositivi di Protezione Individuale Informazione e Formazione Informazione e Formazione Procedure operative Procedure operative Procedure in caso di infortunio Procedure in caso di infortunio

14 Rischio chimico Sterilizzazione Sterilizzazione con utilizzo di Perosssido di Idrogeno.……effettuata con sistemi a circuito chiuso con utilizzo di Perosssido di Idrogeno.……effettuata con sistemi a circuito chiuso Lavaggio e decontaminazione di strumentazione Lavaggio e decontaminazione di strumentazione (generalmente già effettuata prima dell invio in centrale di sterilizzazione) (generalmente già effettuata prima dell invio in centrale di sterilizzazione) Dispositivi di Protezione Individuale Informazione e Formazione Procedure operative

15 Movimentazione manuale dei carichi PROBLEMA RILEVANTE !! PROBLEMA RILEVANTE !!

16 Movimentazione manuale dei carichi ( art. 167 D.Lgs 81/08 e succ. mod.) ….… operazioni di trasporto o di sostegno di un carico ad opera di uno o più lavoratori, comprese le azioni del sollevare, deporre, spingere, tirare, portare o spostare un carico, che, per le loro caratteristiche o in conseguenza delle condizioni ergonomiche sfavorevoli comportano rischi di patologie ………

17 Movimentazione manuale dei carichi PESO MEDIO CONTAINER Sala Operatoria Peso medio Peso massimo Peso minimo Generale13 Kg15 Kg9 Kg Ginecologica13,25 Kg15 Kg10 Kg Specialistica10.2 Kg 10,2 Kg Ortopedica13 Kg18 Kg7,2 Kg

18 Movimentazione manuale dei carichi Criticità : Peso del containeir Peso del containeir Presa del container Presa del container Sovraccarico dei carrelli per il trasporto Sovraccarico dei carrelli per il trasporto Manutenzione dei carrelli Manutenzione dei carrelli Sistemi di scorrimento sulle autoclavi Sistemi di scorrimento sulle autoclavi Interventi sullorganizzazione del lavoro Interventi sullorganizzazione del lavoro Acquisizione e manutenzione delle attrezzature Formazione Acquisizione e manutenzione delle attrezzature Formazione

19 Movimentazione manuale dei carichi Ricollocazione in Centrale di Sterilizzazione di personale con limitazioni alla mansione (spesso MMC) Ricollocazione in Centrale di Sterilizzazione di personale con limitazioni alla mansione (spesso MMC) Riduzione delle attività generalmente compatibili con le problematiche di limitazione allattività lavorativa Riduzione delle attività generalmente compatibili con le problematiche di limitazione allattività lavorativa Attività lavorativa articolata in diverse azioni che rende difficile evitare la MMC Attività lavorativa articolata in diverse azioni che rende difficile evitare la MMC

20 Il medico competente, quali scelte ?? Il medico competente con il giudizio di limitata idoneità pone i limiti entro i quali il lavoratore può svolgere la propria mansione. Il medico competente con il giudizio di limitata idoneità pone i limiti entro i quali il lavoratore può svolgere la propria mansione. Il MC non indica larea dove il lavoratore possa essere collocato ma esprime un giudizio sulla mansione svolta. Il MC non indica larea dove il lavoratore possa essere collocato ma esprime un giudizio sulla mansione svolta. Lo stesso lavoratore può essere considerato idoneo o non idoneo a seconda del luogo e delle modalità con cui espleta la mansione (specifica mansione!!)

21 Il medico competente, quali scelte ?? Il Datore di Lavoro ha il compito di individuare la realtà lavorativa nella quale vi siano le condizioni per il rispetto del giudizio di idoneità con prescrizioni o limitazioni. Il Datore di Lavoro ha il compito di individuare la realtà lavorativa nella quale vi siano le condizioni per il rispetto del giudizio di idoneità con prescrizioni o limitazioni. Il medico competente deve sicuramente collaborare con il Datore di Lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione, nel valutare la compatibilità della realtà lavorativa rispetto alla limitazione espressa. Il medico competente deve sicuramente collaborare con il Datore di Lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione, nel valutare la compatibilità della realtà lavorativa rispetto alla limitazione espressa.

22 e succ. mod. D.Lgs 81/2008 e succ. mod. Art. 18. comma 1 lettera c Obblighi del datore di lavoro e del dirigente nell'affidare i compiti ai lavoratori, deve tenere conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e alla sicurezza

23 Il medico competente, quali scelte ?? Non si tratta di scegliere ma di gestire assieme a tutti gli attori della prevenzione ( Datore di lavoro, Servizio di Prevenzione e Protezione e Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ), problematiche che incidono significativamente sullorganizzazione del lavoro. Non si tratta di scegliere ma di gestire assieme a tutti gli attori della prevenzione ( Datore di lavoro, Servizio di Prevenzione e Protezione e Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ), problematiche che incidono significativamente sullorganizzazione del lavoro.

24 GRAZIE PER LATTENZIONE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "LE NOVITA SUL PROCESSO DI STERILIZZAZIONE A VAPORE NELLE STRUTTURE SANITARIE E SOCIO - SANITARIE Reggio Emilia, 20 Ottobre 2009 Il medico competente, quali."

Presentazioni simili


Annunci Google