La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE DEI RISCHI CORSO ASPP/RSPP MODULO A. 2 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Cosa si intende per valutazione dei rischi Linsieme di tutte le operazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE DEI RISCHI CORSO ASPP/RSPP MODULO A. 2 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Cosa si intende per valutazione dei rischi Linsieme di tutte le operazioni."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE DEI RISCHI CORSO ASPP/RSPP MODULO A

2 2 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Cosa si intende per valutazione dei rischi Linsieme di tutte le operazioni conoscitive e operative che devono essere attuate per ottenere una STIMA DEL RISCHIO DI ESPOSIZIONE ai fattori di pericolo per la salute e sicurezza dei lavoratori in relazione allo svolgimento delle lavorazioni

3 3 Obiettivo della VALUTAZIONE DEI RISCHI CONSENTIRE al DATORE di LAVORO di PRENDERE i PROVVEDIMENTI NECESSARI per SALVAGUARDARE la SICUREZZA e la SALUTE dei LAVORATORI Obiettivo della VALUTAZIONE DEI RISCHI CONSENTIRE al DATORE di LAVORO di PRENDERE i PROVVEDIMENTI NECESSARI per SALVAGUARDARE la SICUREZZA e la SALUTE dei LAVORATORI LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

4 4 PER RAGGIUNGERE TALE OBIETTIVO BISOGNA: identificare le sorgenti di rischio presenti nel ciclo lavorativo individuare i conseguenti potenziali rischi di esposizione in relazione allo svolgimento delle lavorazioni Stimare lentità dei rischi di esposizione LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

5 5 identificazione delle sorgenti di rischio descrizione del ciclo lavorativo Finalità delle lavorazioni Finalità delle lavorazioni (informazioni sul processo tecnologico, macchine, impianti, sostanze impiegate e prodotte) Raccolta info Raccolta info (pulizie, manutenzioni, trattamento e smaltimento rifiuti, eventuali lavorazioni concomitanti) Destinazione ambiente di lavoro Destinazione ambiente di lavoro (reparto, laboratorio…) Caratteristiche strutturali dellambiente di lavoro Caratteristiche strutturali dellambiente di lavoro N. di lavoratori addetti alla lavorazione N. di lavoratori addetti alla lavorazione Info specifiche rilasciate dalla sorveglianza sanitaria Info specifiche rilasciate dalla sorveglianza sanitaria LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

6 6 individuazione dei rischi Il rischio rilevato costituisce un rischio per lattività? Analisi delle modalità operative Analisi delle modalità operative (manuale, automatica, strumentale) o delloperazione (a ciclo chiuso, segregato, protetto) Entità delle lavorazioni Entità delle lavorazioni (tempi e materiali impiegati nellarco della giornata lavorativa) Organizzazione dellattività Organizzazione dellattività (tempi di permanenza nellambiente di lavoro, lavorazioni contemporanee) Presenza di misure di sicurezza Presenza di misure di sicurezza e/o di sistemi di prevenzione previsti per lo svolgimento delle lavorazioni LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

7 7 stima dei rischi di esposizione Stima del rischio ai fattori di pericolo residui Verifica del rispetto alle norme di sicurezza Verifica del rispetto alle norme di sicurezza macchine, impianti Verifica dellaccettabilità delle condizioni di lavoro Verifica dellaccettabilità delle condizioni di lavoro (in relazione alle modalità operative, ai tempi di esposizione) Verifica delle condizioni di sicurezza ed igiene Verifica delle condizioni di sicurezza ed igiene (acquisizione di certificazioni, documentazioni esistenti in azienda) Misura dei parametri di rischio Misura dei parametri di rischio (quantificazione dei parametri di rischio per poterli confrontare con i parametri di riferimento) LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

8 8 risultati Il processo di valutazione Assenza di rischio di esposizione non sussistono problemi per lo svolgimento delle lavorazioni Assenza di rischio di esposizione non sussistono problemi per lo svolgimento delle lavorazioni Presenza di esposizione controllata entro i limiti di accettabilità previsti dalle norme la situazione deve essere mantenuta sotto controllo Presenza di esposizione controllata entro i limiti di accettabilità previsti dalle norme la situazione deve essere mantenuta sotto controllo Presenza di un rischio di esposizione, si dovranno attuare misure di prevenzione e protezione Presenza di un rischio di esposizione, si dovranno attuare misure di prevenzione e protezione LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

9 9 Metodologia della Valutazione dei Rischi Le tre leggi Non esistono norme fisse riguardo alle modalità di realizzazione della valutazione dei rischi La valutazione deve comunque tener conto di tutti i rischi degni di nota Per ogni rischio che si valuta occorre anzitutto chiedersi se non sia possibile eliminarlo completamente LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

10 10 CRITERI DI RIFERIMENTO CUI ATTENERSI PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Le leggi Le norme di buona tecnica e gli standards scientifici Le linee guida I PRINCIPI GERARCHICI della prevenzione dei rischi LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

11 11 prevenzione Principi gerarchici della prevenzione Evitare Evitare Sostituire Sostituire Controllare Controllare Privilegiare Privilegiare Adeguarsi Adeguarsi Garantire Garantire LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

12 12 quali rischi devono essere oggetto di valutazione? è Quelli derivanti dallattività lavorativa è Non solo quelli legati in modo diretto al ciclo produttivo è Che siano tali da avere riflessi significativi sullo stato di salute e sicurezza del lavoratore è Che siano ragionevolmente prevedibili e in quanto tale prevenibili LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

13 13 Con quali strumenti si effettua la VALUTAZIONE? Se necessari, dati di letteratura Osservazione diretta Analisi degli infortuni, dei near accidents, delle malattie professionali Analisi della documentazione Acquisizione, se necessaria, di ulteriori informazioni Analisi dei compiti e dellemansioni Analisi delle procedure operative Recupero dellesperienza, del vissuto, dei pareri dei lavoratori Se necessari, campionamenti e rilevazioni ambientali. LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

14 14 identificazionedei pericoli il punto di partenza di ogni valutazione dei rischi è lidentificazione dei pericoli Si ottiene mediante: dati di letteratura, se necessaria, consultazione dei lavoratori, esame sistematico di tutte le fasi e gli aspetti dellattività lavorativa LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

15 15 allidentificazione dei pericoli e delle situazioni pericolose segue lidentificazione delle persone esposte e la stima dei rischi in termini di infortuni lievi di modesta entità gravi mortali in termini di mal. professionali improbabili possibili probabili inevitabili (con il mantenimento dellesposizione) e quindi la decisione sulle misure/cautele da adottare per ridurre i rischi, e le loro conseguenze, con criteri di priorità /opzioni LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

16 16 Cosa si deve mettere in rilievo a conclusione di una valutazione? I rischi sono controllati o no in modo adeguato Se non lo sono: H le priorità da affrontare, H le opzioni previste per ridurre il rischio I provvedimenti possibili per migliorare ulteriormente i livelli di protezione LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

17 17 PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI ALLA VALUTAZIONE ¶ Prevenzione misure tecniche, igieniche, comportamentali, organizzative Ë Informazione ¸ Formazione Í sistematica Gestione continua e LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

18 18 VALUTAZIONE dei RISCHI esempio di possibile approccio pratico alla VALUTAZIONE dei RISCHI Modello desunto dal documento: Orientamenti CEE riguardo alla valutazione dei rischi sul lavoro LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

19 identificareidentificare fase analitica valutarevalutare identificareidentificare i pericoli le situazioni pericolose le persone esposte i loro modelli di esposizione rischi provvedimenti già in atto porre in atto le misure e valutarne l'efficacia porre in atto le misure e valutarne l'efficacia i provvedimenti sono adeguati? i provvedimenti sono adeguati? obiettivoraggiunto si no definire le priorità e le relative misure di controllo definire le priorità e le relative misure di controllo studiare la possibilità di eliminare o ridurre i rischi fase operativa definizione programma valutazione definizione criterio di orientamento (reparto, mansione, ecc.) raccolta informazioni necessarie fase preliminare fonte: Docum. CEE modificato LA VALUTAZIONE DEI RISCHI


Scaricare ppt "VALUTAZIONE DEI RISCHI CORSO ASPP/RSPP MODULO A. 2 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Cosa si intende per valutazione dei rischi Linsieme di tutte le operazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google