La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale."— Transcript della presentazione:

1 CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano, 27 - ROMA Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori

2 proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni (art. 2 D.Lgs 81/08)

3 Probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione (art. 2 D.Lgs 81/08)

4 Riepilogo: individuare i pericoli; valutare i rischi associati ai pericoli individuati; identificare tutte le persone che possono essere esposte a pericoli e gli ambienti di lavoro interessati; controllare se i provvedimenti adottati risultano adeguati; stabilire un elenco di priorità; garantire che i provvedimenti adottati consentano un reale miglioramento del livello di protezione dei lavoratori.

5 Rischi per la sicurezza: strutture; macchine; impianti elettrici; incendi, esplosioni; sostanze pericolose.

6 Rischi per la salute: agenti chimici; agenti biologici; agenti fisici; MMC (Movimentazione Manuale Carichi) – VDT (videoterminali)

7 Rischi per la salute e la sicurezza (rischi di tipo trasversale-organizzativo): organizzazione del lavoro; fattori ergonomici; condizioni di lavoro difficili.

8 Sono quelli responsabili del potenziale verificarsi di incidenti o infortuni e quindi del potenziale verificarsi di danni o menomazioni fisiche subite dal lavoratore, in conseguenza di un impatto fisico-traumatico di diversa natura.

9 Carenze strutturali; carenza sicurezza macchine/apparecchiature; carenza sicurezza elettrica; incendio e/o esplosione; manipolazione sostanze/preparati pericolosi.

10 Sono quelli responsabili della potenziale compromissione dellequilibrio biologico del lavoratore addetto ad operazioni o lavorazioni che comportano lemissione di fattori ambientali di rischio di natura chimica, fisica e biologica.

11 Agenti chimici: sostanze irritanti, corrosive, tossiche; agenti fisici: rumore, vibrazioni, radiazioni, microclima; agenti biologici: ingestione, contatto, inalazione.

12 Sono individuabili allinterno del rapporto tra il soggetto e lorganizzazione del lavoro in cui è inserito.

13 Organizzazione del lavoro; fattori ergonomici; fattori psicologici; condizioni di lavoro difficili.

14 Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori FINE Contenuti e testi aggiornati a Giugno 2013 e tratti da: Conti, C., Laganà, E., Marincioni,M., L'ora di sicurezza: introduzione e finalità del D.lgs 81/08, Kit multimediale per le scuole secondarie superiori, ISFOL, 2010.


Scaricare ppt "CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google