La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano, 27 - ROMA Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori

2 Valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nellambito dellorganizzazione in cui prestano la propria attività.

3 Servizio di Prevenzione e Protezione Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione e Medico competente Lavoratori Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza DATORE DI LAVORO

4 La valutazione dei rischi consiste: nellindividuazione dei pericoli presenti in azienda e nella valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e per la salute dei lavoratori compresi quelli esposti a rischi particolari.

5 La valutazione dei rischi consiste: nellindicazione delle misure di prevenzione e protezione per eliminare o ridurre i rischi individuati; nellindicazione del programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza.

6 La valutazione dei rischi deve riguardare tutti i rischi per la salute e sicurezza, compresi quelli particolari, tra cui: i rischi collegati allo Stress lavoro-correlato; i rischi riguardanti lavoratrici in stato di gravidanza; i rischi connessi alle differenze di genere, età, provenienza.

7 1. Definire il programma della valutazione rischi. 2. Valutazione della struttura. 3. Raccogliere informazioni. 4. Identificare i pericoli. 5. Identificare gli esposti. 6. Identificare i modelli di esposizione. (segue...)

8 7. Misure di prevenzione in atto. 8. Misura quali/quantitativa dei rischi. 9. Elaborazione documento. 10. Controllo efficacia misure. 11. Monitoraggio nel tempo. 12. Verifica dei cambiamenti.

9 Le norme Gli standard Letteratura scientifica Criterio proposto dal datore di lavoro NORME 1 – EVITARE DI FARE QUESTO 2 – NON FARE NEANCHE 3 – NO NEMMENO QUESTO 4 – NON CI PROVARE NORME 1 – EVITARE DI FARE QUESTO 2 – NON FARE NEANCHE 3 – NO NEMMENO QUESTO 4 – NON CI PROVARE

10 Assenza di rischio esposizione o ben al di sotto di valori di accettabilità. Verifica della stabilità delle condizioni sul posto di lavoro e del processo operativo.

11 Presenza di rischio esposizione entro i limiti di accettabilità. Controllo periodico.

12 Presenza di rischio esposizione. Interventi di prevenzione e protezione per rimozione delle cause. Effettuare di nuovo la Valutazione Rischi per misurare lefficacia delle misure attuate.

13 Relazione sulla valutazione di tutti i rischi; indicazione delle misure di prevenzione e protezione attuate; programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo. (segue)

14 Individuazione delle procedure per lattuazione delle misure da realizzare; indicazione del Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione, del rappresentante dei lavoratori e del medico competente; individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi e che richiedono unadeguata formazione e uno specifico addestramento.

15 Il contenuto del documento deve rispettare le indicazioni previste dalle specifiche norme sulla valutazione dei rischi contenute nei titoli del decreto.

16 La valutazione dei rischi deve essere rielaborata: in occasione di modifiche al processo produttivo significative per salute e sicurezza dei lavoratori; in relazione al grado di evoluzione della tecnica, della prevenzione e protezione; a seguito di infortuni significativi; quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenziano la necessità. AGGIORNAMENTO DELLE MISURE DI PREVENZIONE

17 Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori FINE Contenuti e testi aggiornati a Giugno 2013 e tratti da: Conti, C., Laganà, E., Marincioni,M., L'ora di sicurezza: introduzione e finalità del D.lgs 81/08, Kit multimediale per le scuole secondarie superiori, ISFOL, 2010.


Scaricare ppt "VALUTAZIONE DEI RISCHI Colombo CONTI Ermanno LAGANA Mara MARINCIONI 10 - 11 Giugno 2013 LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Sala del Consiglio Nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google