La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo di ricerca: Pietro Antonio Valentino (coordinatore), Fabio Bacchini, Alfredo Valeri, Marco Vani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo di ricerca: Pietro Antonio Valentino (coordinatore), Fabio Bacchini, Alfredo Valeri, Marco Vani."— Transcript della presentazione:

1 Gruppo di ricerca: Pietro Antonio Valentino (coordinatore), Fabio Bacchini, Alfredo Valeri, Marco Vani

2 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Le imprese e gli addetti dell’Industria culturale e creativa (ICC) (ANNO 2011) fonte Istat – ASIA Unità Locali ImpreseAddetti Dimensione media val. ass.comp.val. ass.comp. Editoria, TV e cinema , ,3 4,2 Design, web, pubblicità e PR , ,0 1,9 Attività studi di architettura , ,6 1,1 Arti visive , ,7 1,4 Beni culturali 856 0, ,1 Totale ICC , ,0 1,9 Totale (esclusi studi architettura) Totale ITALIA ,9 Incid. ICC/Totale ITALIA 4,3 2,1

3 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Gli addetti di Imprese private, Istituzioni e Non profit nell’ICC (anno 2011) Add. Imprese private Add. Non Profit Add. Istituzioni Add. Totale Add. Non profit, istituzioni su Totale Add. (%) Editoria, TV e cinema ,1 Design, web, pubblicità e PR ,1 Attività studi di architettura ,4 Arti visive ,7 Beni culturali ,1 Totale ICC ,6 Fonte: Istat – ASIA Unità Locali; 9°Censimento generale industria e servizi

4 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro La struttura del settore culturale: Variaz. e Comp. imprese per classe di attività dell’ICC Fonte: Istat – ASIA Unità Locali Imprese Addetti  val.ass.   2011/ / / / / / / /2008 Editoria, TV e cinema ,3-5, ,6-9,3 Design, web, pubblicità e PR ,3-1, ,5-4,1 Attività studi di architettura ,7-6, ,4-7,6 Arti visive ,5-13, ,2-26,2 Beni culturali ,2-8, ,0-1,3 Totale ICC ,1-6, ,1-9,8 Totale ITALIA ,5-3, ,4-7,2

5 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Gli addetti nei macro-settori dell’economia: variazioni annue fonte Istat – ASIA Unità Locali

6 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Variazioni Addetti per alcune Classi dell’ICC Fonte: Istat – ASIA Unità Locali; 9°Censimento generale industria e servizi EDITORIA, TV E CINEMA Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi -19,2-29,7 Edizione di riviste e periodici -18,9-25,6 DESIGN, WEB, PUBBLICITA' E PR Attività di design specializzate 2,029,3 Agenzie pubblicitarie -4,0-6,0 ARTI VISIVE Rappresentazioni artistiche -22,6-33,3 Creazioni artistiche e letterarie -19,4-21,8 BENI CULTURALI Attività di musei 10,9-20,9 ARCHITETTI Attività degli studi di architettura -9,4-7,6

7 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Addetti ICC provincia/ICC Italia Rank 2011 Posizioni guadagnate o perse rispetto 2009 Addetti ICC provincia/totale addetti provincia Rank 2011 Posizioni guadagnate o perse rispetto al 2009 Milano 1020 Roma 2010 Torino Bologna Napoli Firenze 65-2 Venezia 7184 Verona Padova Brescia Le prime 10 province nel 2011 per peso dell’ICC locale su quella nazionale, differenze con il 2009 Fonte: Istat – ASIA Unità Locali; 9°Censimento generale industria e servizi

8 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Gli addetti dell’ICC in Francia, Germania, Spagna, Italia e Regno Unito (Anno 2011 e confronto Anni ) Fonte Eurostat Addetti x 10 mila abitanti dimensione media imprese ICC Addetti ICC su totale Addetti variazione % Addetti 2011/2008 Italia 56,0 1,92,1-9,9 Spagna 79,1 2,33,0-17,0 Francia 90,7 3,13,49,4 Germania 94,1 4,13,06,7 Regno Unito 100,5 4,83,30,0

9 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro La composizione per classi dell’ICC in Francia, Germania, Spagna, Italia e Regno Unito (Anno 2011) Editoria, TV e cinema Design, web, PR Arti visiveBeni culturali Totale ICC Francia 46,5 40,8 11,4 1,4 100,0 Germania 39,8 42,1 14,1 4,0 100,0 Italia 35,9 49,5 11,8 2,8 100,0 Regno Unito 46,6 33,7 14,9 4,9 100,0 Spagna 36,2 46,4 13,6 3,8 100,0 Fonte Eurostat

10 L’arte di produrre Arte. Imprese italiane del design a lavoro Perché il Design supplisce a una ridotta spesa media in ricerca e sviluppo delle PMI; è positivamente integrato con il manifatturiero e specificamente con il made in Italy; ha mostrato una certa capacità di resistenza nella fase recessiva del ciclo economico; ha un peso non marginale nell’ICC italiana 43 mila circa gli addetti occupati nelle imprese specializzate; 69 mila circa (nostra stima) i designer in-house che operano nelle imprese dei settori del “bello e ben fatto”, nel settore dell’auto e in molti altri ancora; Se consideriamo, insieme gli addetti delle imprese del design, i designer in-house ed anche una parte, circa il 50%, degli architetti, si ha che nel 2011 i designer italiani raggiungevano la cifra di 149 mila unità. Dalle nostre stime risulta che le imprese italiane hanno investito nel 2011 circa 4 miliardi nelle attività del design contro i 3,5 miliardi circa di Germania e Regno Unito e 1,5 e 1,1 miliardi di Francia e Spagna rispettivamente La dimensione occupazionale e economica


Scaricare ppt "Gruppo di ricerca: Pietro Antonio Valentino (coordinatore), Fabio Bacchini, Alfredo Valeri, Marco Vani."

Presentazioni simili


Annunci Google