La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UFFICIO XII –Ufficio scolastico di Verona ORIENTARSI ALLA SCELTA

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UFFICIO XII –Ufficio scolastico di Verona ORIENTARSI ALLA SCELTA"— Transcript della presentazione:

1 UFFICIO XII –Ufficio scolastico di Verona ORIENTARSI ALLA SCELTA
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO XII –Ufficio scolastico di Verona Istruzione ORIENTARSI ALLA SCELTA Incontro per i genitori degli studenti della scuola secondaria di primo grado Verona, 7-8 novembre 2014

2 DECIDERE NON È SEMPLICE
La scelta Scegliere significa decidere quale delle alternative che ci si presentano sia per noi la più favorevole. DECIDERE NON È SEMPLICE

3 Il processo decisionale
Il processo di decision making richiede: la definizione dell’obiettivo la raccolta delle informazioni l’individuazione delle alternative possibili la valutazione degli effetti della possibile decisione

4 Per scegliere la scuola ‘giusta’
è necessario informarsi sui percorsi offerti dal territorio; conoscere le caratteristiche delle scuole superiori interrogarsi sulle proprie caratteristiche personali, sui propri interessi e punti di forza confrontarsi con i requisiti di ogni percorso e con le nuove situazioni da affrontare ma anche Valutare le opportunità offerte dal mondo del lavoro per effettuare scelte convenienti Conoscsre il mercato del lavoro

5 I percorsi dopo il diploma del 1^ grado
Istruzione Liceale Istruzione tecnica Istruzione professionale Istruzione e Formazione Professionale (IeFP)

6 Le competenze chiave Imparare a imparare Comunicare nella madrelingua Comunicare nelle lingue straniere Competenze di base in matematica, scienze e tecnologia Competenza digitale Spirito di inziativa e intraprendenza Consapevolezza ed espressione culturale Competenze sociali e civiche Raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio 18 dicembre 2006

7 Istruzione e Formazione professionale
Struttura Percorsi Qualifica professionale Durata triennale Diploma professionale Durata quadriennale CFP IPS * Riferimento normativo alla nuova situazione nella regione veneto

8 Percorsi regionali L'istruzione e formazione professionale è di
competenza regionale I percorsi di Istruzione e Formazione professionale per l‘acquisizione di una qualifica triennale sono realizzati da strutture formative accreditate dalla Regione Veneto Istituti Professionali Statali Legge regionale 9 agosto 2002, n. 19  Istituzione dell’elenco degli organismi accreditati - accertamento di specifici requisiti per garantire standard di qualità dei soggetti attuatori nel sistema di formazione professionale, è istituito presso la Giunta regionale l’elenco regionale degli organismi di formazione accreditati.  Tra i requisiti la rappresentatività socio-economica o professionale e la interrelazione con il territorio nonché la rete di collaborazioni attivate, eventuale certificazione di qualità

9 Con i corsi di IeFP… Assolvimento dell’Obbligo di istruzione
Opportunità di inserimento nel mondo del lavoro con Qualifica Triennale Diploma quadriennale Possibilità di proseguire il percorso di studi dopo il conseguimento della Qualifica Triennale o del Diploma quadriennale Dall’anno scolastico 2010/2011, è entrata in vigore la riforma complessiva del secondo ciclo di istruzione e formazione, che si articola in percorsi di istruzione di durata quinquennale (licei, istituti tecnici, istituti professionali) e percorsi di istruzione e formazione professionale, di competenza regionale. Ora si può, al termine del 1° ciclo,assolvere l’obbligo di istruzione ed esercitare il diritto-dovere all’istruzione e alla formazione sia nei percorsi di istruzione quinquennale, sia nei percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali (IeFP).  Le qualifiche e i diplomi professionali, di competenza regionale, sono riconosciuti e spendibili a livello nazionale e comunitario, in quanto compresi in un apposito Repertorio nazionale, condiviso tra Stato e Regioni con Accordi del 27 luglio 2011 e del 19 gennaio A partire dai 15 anni di età, si può conseguire una qualifica professionale anche attraverso l’apprendistato di 1° livello (D.Lgs. 167/2011 art. 3), così come regolato dall’Accordo in Conferenza Stato Regioni del 15 marzo 2012. 

10 Caratteristiche dell’offerta formativa IeFP
Personalizzazione dei percorsi Competenze professionali e culturali Sostegno alla motivazione Dimensione operativa e laboratoriale Tutor formativo Supporto linguistico per allievi stranieri Stage aziendale obbligatorio

11 Caratteristiche dell’offerta formativa IeFP
AREA COMPETENZE DI BASE Lingua Italiana - Lingua Straniera- Religione-Etica, Storia-Diritto, Matematica, Scienze Integrate (Fisica), Informatica, Educazione Fisica Discipline specifiche della professionalità Laboratori Accompagnamento al Lavoro AREA COMPETENZE PROFESSIONALI Ore di lezione in aula (quantificare )

12 voglia di entrare nel mondo del lavoro abbastanza velocemente
Per frequentare con successo i Corsi di Istruzione e Formazione Professionale bisogna avere … voglia di entrare nel mondo del lavoro abbastanza velocemente stile di apprendimento attraverso l’esperienza pratica disponibilità alla specializzazione finalizzata ad uno specifico ruolo lavorativo interessi per l’ambito di lavoro tecnico-operativo

13 I corsi IeFP a Verona Ambito turistico alberghiero Operatore della ristorazione indirizzi: preparazione pasti, servizi di sala bar, Operatore ai servizi di promozione e accoglienza indirizzi: servizi al turismo Ambito commerciale Operatore Amministrativo Segretariale indirizzi: contabilità e paghe segreteria Operatore ai servizi di vendita Ambito elettrico meccanico tecnico Operatore meccanico indirizzi: Operatore alle macchine utensili a controllo numerico; Operatore meccanico di sistemi Operatore saldocarpentiere Operatore elettrico indirizzi: Installatore e manutentore di impianti elettrici civili e industriali; Installatore e manutentore di impianti elettrici di automazione; Impiantista elettrico con competenze termoidrauliche e nel risparmio energetico. Operatore all’autoriparazione indirizzi: riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore riparazioni di carrozzeria Operatore elettronico Operatore di impianti termoidraulici

14 I corsi IeFP a Verona Ambito artigianale pratico
Operatore dell’abbigliamento Operatore delle lavorazioni artistiche indirizzo: materiali lapidei Ambito agroambientale Operatore agricolo indirizzi: coltivazioni arboree, erbacee, ortofloristiche Allevamento animali domestici Ambito grafico Operatore grafico indirizzi: multimedia stampa e allestimento Progettista grafico Prestampa Ambito estetico Operatore del benessere indirizzi: estetista acconciatore Ambito edile Operatore edile

15 Istituti Professionali
Istruzione Licei 1^biennio 2^biennio 5^ anno Istituti tecnici Istituti Professionali il secondo biennio è articolato in singole annualità per facilitare i passaggi tra diversi sistemi di istruzione e formazione

16 Gli Istituti professionali
Nel Regolamento dell’istruzione professionale si legge : “L’identità degli istituti professionali si caratterizza per una solida base di istruzione generale e tecnico- professionale, che consente agli studenti di sviluppare, in una dimensione operativa, i saperi e le competenze necessari per rispondere alle esigenze formative del settore produttivo di riferimento, considerato nella sua dimensione sistemica”.

17 Caratteristiche dell’Istruzione professionale
SOLIDA BASE DI ISTRUZIONE GENERALE per acquisire la cultura del settore produttivo di riferimento ISTRUZIONE TECNICO-PROFESSIONALE I LABORATORI E LE TECNOLOGIE APPLICATE ASSUMONO UN RUOLO CENTRALE NELLA DIDATTICA Comunicazione e cultura Collaborazione con esperti lavoro competenze specialistiche centralità dei laboratori stage, tirocini e alternanza scuola-lavoro per apprendere in contesti operativi soprattutto nel secondo biennio e nel quinto anno Possibile collaborazione con esperti esterni per arricchire l’offerta formativa e sviluppare competenze specialistiche Stage e alternanza scuola lavoro

18 Il Diploma di Istruzione Professionale
Dopo cinque anni si consegue un diploma di istruzione professionale che permette Rapido inserimento nel mondo del lavoro L’accesso all’università L'accesso all’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore o ai percorsi di ITS

19 Istituto professionale: per chi…..
Frequenterà con successo un istituto professionale lo studente che ha: Attitudine per l’approfondimento teorico di materie tecnologico-scientifiche Capacità di studio individuale Interesse per l’analisi e la soluzione concreta dei problemi Interesse per l’aggiornamento sulle innovazioni tecnologiche

20 Settori, indirizzi, articolazioni, opzioni
Settore dei servizi (4 indirizzi) Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale OPZIONE: Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio Servizi socio-sanitari (indirizzo generale): Articolazioni: Odontotecnico Ottico

21 Settori, indirizzi, articolazioni, opzioni
Settore dei servizi (4 indirizzi) c) Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (indirizzo generale): Articolazioni: Enogastronomia OPZIONE: prodotti dolciari artigianali e industriali Accoglienza turistica Servizi di sala e di vendita d) Servizi commerciali

22 Settori, indirizzi, articolazioni, opzioni
Settore industria e artigianato (2 indirizzi) a) Produzioni industriali e artigianali: Articolazioni: Industria Artigianato OPZIONE: Produzioni tessili-sartoriali b) Manutenzione e assistenza tecnica OPZIONI: Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili Manutenzione dei mezzi di trasporto

23 ISTITUTI TECNICI acquisire una solida base culturale scientifica e tecnologica correlata sia al mondo del lavoro che all’università

24 Caratteristiche dell’istruzione tecnica
Forte integrazione tra conoscenze teoriche e applicative spendibili in ampi contesti di studio, professionali e di lavoro Abilità cognitive per affrontare il problem solving in ambiti caratterizzati da innovazione continua Didattica laboratoriale come strumento metodologico Stage e alternanza scuola-lavoro per apprendere in contesti operativi Possibile collaborazione con esperti esterni per arricchire l’offerta formativa e sviluppare competenze specialistiche

25 Chi frequenta un istituto tecnico deve avere:
attitudine per l’ approfondimento teorico di materie tecnologico-scientifiche; capacità di studio individuale interesse per l’analisi e la soluzione concreta dei problemi; interesse per l’aggiornamento sulle innovazioni tecnologiche “simpatia” per le materie scientifiche interesse per la progettazione

26 Settori, indirizzi, articolazioni

27 IL SETTORE ECONOMICO Istituti tecnici - settore economico:
Amministrazione finanza e marketing - articolazione: relazioni internazionali per il marketing /sistemi informativi aziendali Turismo Approfondisce tematiche relative ai macrofenomeni economico-aziendali, normativa civilistica e fiscale, sistemi aziendali (previsione, organizzazione e controllo gestione). Nota bene: l’articolazione si sceglie nel triennio.

28 IL SETTORE TECNOLOGICO
meccanica/ meccatronica*, energia; trasporti e logistica** (articolazioni: costruzione, conduzione, logistica); elettronica ed elettrotecnica (articolazioni: elettronica, elettrotecnica, automazione) informatica e telecomunicazioni; grafica e comunicazione; chimica, materiali e biotecnologie (articolazioni: chimica e materiali, biotecnologie ambientali, biotecnologie sanitarie); *è la scienza che studia il modo di far interagire tre discipline, quali la meccanica, l'elettronica, e l'informatica al fine di automatizzare i sistemi di produzione semplificando il lavoro umano.  I principali campi di applicazione sono la robotica e l'automazione industriale ** l'insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell'azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita"

29 Il settore tecnologico
sistema moda (articolazioni: tessile abbigliamento e moda, calzature e moda); agraria, agroalimentare, agroindustria (articolazioni: produzioni e trasformazioni, gestione ambiente e territorio, viticoltura/enologia); costruzioni, ambiente e territorio -indirizzo generale (articolazioni: geotecnico). Si caratterizza per la cultura tecnico-scientifica e tecnologica rivolta a innovare continuamente i prodotti ed i processi di progettazione, produzione e organizzazione.

30 I Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi… Da Profilo culturale, educativo e professionale

31 Caratteristiche dell’istruzione liceale
Percorsi con finalità formativa in cui sono fondamentale l’aspetto culturale preponderante lo studio teorico imprescindibili impegno e motivazione

32 Il lavoro scolastico al liceo
studio delle discipline in una prospettiva sistematica, storica e critica; pratica dei metodi di indagine propri dei vari ambiti disciplinari; esercizio di lettura, analisi, traduzione di testi diversi; pratica dell’argomentazione e del confronto; cura di una modalità espositiva scritta ed orale corretta, pertinente, efficace e personale;

33 I percorsi liceali Liceo artistico con indirizzi: - Arti figurative
- Architettura e ambiente - Audiovisivo e multimediale - Design - Grafica - Scenografia

34 I percorsi liceali Liceo classico Liceo linguistico Liceo scientifico
Liceo scientifico – opzione scienze applicate Liceo scientifico con indirizzo sportivo Liceo musicale e coreutico Liceo delle scienze umane Liceo delle scienze umane – opzione economico-sociale

35 I percorsi liceali Ogni percorso si differenzia per:
specificità delle singole discipline; numero di ore settimanali dedicate a ciascuna disciplina; obiettivi specifici di ogni disciplina

36 Le discipline caratterizzanti
Artistico Discipline grafiche e pittoriche Discipline geometriche Discipline plastiche e scultoree Laboratorio artistico Classico Latino Greco Storia Filosofia Linguistico Lingua straniera 1 Lingua straniera 2 Lingua straniera 3 Scientifico Matematica Fisica Scienze Inglese Scienze applicate matematica fisica scienze informatica Inserire materie caratterizzanti del liceo sportivo

37 Le discipline caratterizzanti
Scienze umane Filosofia Diritto ed economia Economico sociale Lingua e cultura straniera Diritto ed economia politica Musicale Storia della musica Tecnologie musicali Teoria, analisi e composizione Interpretazione ed esecuzione Coreutico Storia della danza Laboratorio coreutico Laboratorio coreografico Sportivo Scienze motorie e sportive Discipline sportive Diritto ed economia dello sport

38 Qualunque percorso si scelga
Comporta imparare a imparare diventare autonomi nello studio organizzare e gestire tempi, spazi e materiali essere critici Richiede capacità di attenzione e di concentrazione capacità di affrontare fatica e difficoltà studio costante interesse per le varie discipline

39 Diversità dei percorsi
Con il liceo i traguardi di apprendimento si raggiungono attraverso lo studio di discipline formative e culturali/umanistiche e attraverso un approccio epistemologico alle discipline scientifiche Con i percorsi tecnico-professionali i traguardi si raggiungono attraverso lo studio di discipline culturali e di indirizzo con approccio operativo e applicativo

40 DOPO IL DIPLOMA: lo studio
IFTS percorsi brevi di 800/1000 ore per conseguire una specializzazione tecnica superiore (IFTS) per rispondere ai fabbisogni formativi del territorio ITS corsi biennali per conseguire il diploma di tecnico superiore nelle aree tecnologiche più avanzate presso gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) Università Corsi triennali per conseguire una laurea Corsi quinquennali a ciclo unico per conseguire una laurea magistrale Aggiungere elenco degli ITS nella zona Quarto anno IeFP con diploma professionale di tecnico

41 DOPO IL DIPLOMA: il lavoro

42

43 Le strade per il futuro Ed. 2014
Cambiare copertina

44 Cambiare schermata

45

46 La Scuola in chiaro

47

48 Clic Lavoro Veneto

49

50 https://www.almadiploma.it/

51

52 Le domande dei genitori
Se la scelta non si rivela adeguata, è possibile cambiare scuola passando da un liceo ad un altro o ad un istituto tecnico o professionale?

53 Passaggi all’interno del sistema di Istruzione
Studenti di classe prima Studenti di classe successiva alla prima Esami integrativi

54 Da Istruzione a Istruzione e Formazione professionale
Passaggi fra sistemi Da Istruzione a Istruzione e Formazione professionale Ex art.6 DPR 257/2000 recepito nella norma regionale DDR 656/2005 Commissione per la valutazione dei crediti Nulla osta

55 Le domande dei genitori
Liceo musicale: cosa fare se non si supera la prova di ammissione? In quali scuole è possibile per uno studente frequentare un anno scolastico all’estero? E con quali modalità?

56 Le domande dei genitori
I docenti della formazione professionale hanno gli stessi requisiti di quelli della scuola statale? Nei corsi IeFP che si svolgono in regime di sussidiarietà presso gli Istituti Professionali c’è limitazione dei posti disponibili come nei CFP? E i docenti che insegnano in questi corsi sono gli stessi dei percorsi di Istruzione professionale?

57 Le domande dei genitori
Come è articolato il liceo sportivo? Qual è la differenza tra liceo linguistico e Istituto tecnico nello studio delle lingue? Qual è la differenza tra Istituto tecnico e Istituto professionale? e quali prospettive lavorative offrono? Esiste il liceo europeo con indirizzo economico giuridico? E quali prospettive di lavoro offre?

58 Le domande dei genitori
Nell’ambito dell’Istruzione e formazione professionale quali sono i percorsi più adatti alle femmine? Per chi è interessato al disegno c’è qualche percorso in alternativa a quello del liceo artistico? Il liceo artistico prevede attività laboratoriali?

59 Le domande dei genitori
Quale percentuale di liceali supera il test per l’accesso al corso di laurea di Medicina e Chirurgia? Dove è possibile trovare questi dati? Qual è la differenza tra liceo scientifico e liceo delle scienze applicate?


Scaricare ppt "UFFICIO XII –Ufficio scolastico di Verona ORIENTARSI ALLA SCELTA"

Presentazioni simili


Annunci Google