La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Venti anni di vacanze italiane Isabella Corazziari, Mascia Di Torrice, Monica Perez

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Venti anni di vacanze italiane Isabella Corazziari, Mascia Di Torrice, Monica Perez"— Transcript della presentazione:

1 Venti anni di vacanze italiane Isabella Corazziari, Mascia Di Torrice, Monica Perez Qualità della vita in Italia: venti anni di studi attraverso l'indagine Multiscopo dell'Istat Roma, 28 gennaio 2015

2 Le indagini Istat sulla domanda turistica Indagini speciali abbinate alle rilevazioni sulle forze di lavoro 1993 Avvio dell’indagine annuale Multiscopo ‘Aspetti della vita quotidiana’ 1997 Avvio dell’indagine Multiscopo ‘Viaggi, vacanze e vita quotidiana’

3 Fino agli anni ’60 ⇒ turismo elitario (solo l’11,3% della popolazione effettuava vacanze), riservato a pochi e caratterizzato dalla fruizione di un’unica lunga vacanza estiva. Gli anni ‘70-’80 ⇒ turismo di massa (nel 1965 il 21% dei residenti fruiva di almeno un periodo di vacanza “lungo” di 4 e più notti, nel 1975 tale quota raggiungeva il 35,4%; nel 1985 il turismo coinvolgeva il 46% dei residenti) Dagli anni ‘90 ad oggi ⇒ turismo più diversificato rispetto alla scelta dei periodi, alla frequenza delle vacanze effettuate durante l’anno e alla durata dei soggiorni (la quota di turisti supera il 50% nel 2008) L’evoluzione del flusso per vacanza

4 Fino alla metà degli anni ’80: preferenza per il periodo estivo, permanenza media delle vacanze più lunghe molto elevata, pari a circa 3 settimane A partire dagli anni ’90: decremento della durata media delle vacanze, frammentazione delle vacanze nel corso dell’anno e crescita del numero di periodi di vacanza di breve durata. La durata media delle vacanze più lunghe è circa 2 settimane e le vacanze brevi sono circa la metà del complesso delle vacanze. Nell’ultimo decennio: la durata delle vacanze lunghe è pari a circa 11 notti, mentre l’ammontare complessivo delle vacanze è ripartito circa a metà tra le vacanze brevi e quelle lunghe. L’evoluzione del flusso per vacanza

5 Vacanze di quattro notti e più per principale mezzo di trasporto utilizzato. Anni 1965, 1968, 1972, 1975, 1978, 1982, 1985, (percentuali)

6 Il metodo: Analisi Fattoriale Dinamica Analisi fattoriale Dinamica (AFD) tecnica Multiway (R. Coppi e F. Zannella 1979; Corazziari 1993, 1999; Coppi, Blanco, Corazziari 1996, 1999) Dati classificati 3 modi (Tucker, 1966): unità x variabili x occasioni, dove le variabili sono quantitative, e le occasioni sono tempi di rilevazione Matrice cubica o array X={xijt, i=1,...,I indice modo unità, j=1,...,J indice modo variabile, t=1,...,T indice modo tempi} Prima fonte di variabilità: dinamica temporale di ogni variabile in media rispetto alle unità Seconda fonte di variabilità: relazioni strutturali tra unità e variabili, in media rispetto ai tempi Terza fonte di variabilità: dinamica differenziale delle unità: specifica dinamica temporale delle unità (interazione tra unità e tempi), al netto delle interazioni variabili-tempi e unità-variabili

7 Unità: Tipologia di viaggio per vacanza: motivo x destinazione Svago/non indica; Visita a parenti o amici; Motivi religiosi; Motivi di salute; Nord Italia; Centro Italia; Mezzogiorno; Estero Variabili: frequenze relative di ogni tipologia di viaggio per trimestre ripartizione di origine (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud/Isole) tipologia comunale età ( 65) sesso mezzo (aereo, nave, treno, auto, Pullman/altro) tipo di alloggio (albergo/struttura collettiva; alloggio privato) organizzazione viaggio (diretta; agenzia; nessuna; intranet) durata (1-3 gg; 4-7gg; 8-14gg; 15-21gg; >21) Tempi: Dati composizionali: (freq. rel. delle modalità): vettori vincolati a somma costante=9 (# vars) Trattamento dati: trasformazione centred log-ratio (Aitchison 1983; M.Gallo 2011; Tsagris MT, Preston S, Wood ATA 2011) [risultati simili se effettuati su dati non trasformati]

8 Quando: In aumento i viaggi nel quarto trimestre, costanti quelli nei mesi estivi, in diminuzione quelli nella prima metà dell’anno Da dove: Diminuiscono i viaggi di persone che vivono in comuni centro di aree metropolitane, nel Nord-Ovest e Sud-Isole Chi: Aumentano i viaggi di persone 45-64enni, costanti per gli over-65, in diminuzione tra i 15 e i 24 anni e in misura minore tra i anni; non ci sono variazioni temporali significative per uomini e donne Mezzo: Sono diminuiti i viaggi fatti in treno, in leggero aumento quelli fatti per nave Alloggio: In aumento i viaggi in albergo o altre strutture collettive, in lieve diminuzione i viaggi in strutture private (in affitto, a titolo gratuito…) Durata: In aumento i viaggi brevi (meno di 4 gg); in diminuzione quelli con durata superiore alla settimana, soprattutto quelli tra i 15 e i 21gg Organizzazione: In netto aumento i viaggi organizzati tramite internet a scapito di tutti gli altri tipi di organizzazione, soprattutto quelli tramite agenzia Risultati: regressione dei centri

9 2 Risultati: analisi fattoriale matrice somma delle matrici di variabilità dei centri e dei valori durata>21 (-0.71) durata15-21 (-0.68) Nave (-0.58) alloggi privati (-0.54) Aereo (-0.53) sesso1M (-0.37) Nave (0.49) prnessuna (0.48) eta<15 (0.47) daCentro (0.38) alloggi privati (0.32) durata1-3 (0.88) durata4-7 (0.82) Pullman (0.79) albergo-altrecoll (0.54) Auto (0.45) Oltre50000abitanti (0.42) prdiretta-nonsa (0.39) sesso2F (0.37) eta65+ (0.34) Aereo (-0.77) eta45-64 (-0.51) eta65+ (-0.42) ab (-0.35) albergo-altrecoll (-0.32)

10 Risultati: analisi fattoriale matrice somma delle matrici di variabilità dei centri e dei valori Aereo (-0.77) eta45-64 (-0.51) eta65+ (-0.42) ab (-0.35) albergo-altrecoll (-0.32) durata>21 (-0.71) durata15-21 (-0.68) Nave (-0.58) alloggi privati (-0.54) Aereo (-0.53) sesso1M (-0.37) durata1-3 (0.88) durata4-7 (0.82) Pullman (0.79) albergo-altrecoll (0.54) Auto (0.45) Oltre50000abitanti (0.42) prdiretta-nonsa (0.39) sesso2F (0.37) eta65+ (0.34) durata8-14 (0.55) Nave (0.49) pragenzia (0.47) trim3 (0.36) albergo-altrecoll (0.34) Auto (-0.58) trim1 (-0.34) alloggi privati (-0.34) durata15-21 (-0.33) eta<15 (-0.3) prnessuna (-0.3)

11 2 Risultati: analisi fattoriale matrice somma delle matrici di variabilità dei centri e dei valori Nave (0.49) prnessuna (0.48) eta<15 (0.47) daCentro (0.38) alloggi privati (0.32) Aereo (-0.77) eta45-64 (-0.51) eta65+ (-0.42) ab (-0.35) albergo-altrecoll (-0.32) durata8-14 (0.55) Nave (0.49) pragenzia (0.47) trim3 (0.36) albergo-altrecoll (0.34) Auto (-0.58) trim1 (-0.34) alloggi privati (-0.34)

12 2 Risultati: analisi fattoriale matrice : traiettorie unità

13 2

14 Risultati: analisi fattoriale matrice traiettorie unità

15 2 Risultati: analisi fattoriale matrice : traiettorie unità

16 Tra il 1998 e il 2013 le dinamiche evolutive non evidenziano particolari cambiamenti nelle modalità di viaggio degli italiani, piuttosto un rafforzamento di quelle che sono le caratteristiche identificative di ciascuna tipologia Significa che il turismo italiano è entrato nella fase matura del suo ciclo di vita? Quali dinamiche si osserverebbero se si considerassero le tipologie di viaggio rispetto all’area di provenienza del viaggiatore anziché rispetto alla destinazione? Quali sono le determinanti sociali, culturali ed economiche associate alle diverse tipologie di viaggio? Il lavoro continua… Conclusioni


Scaricare ppt "Venti anni di vacanze italiane Isabella Corazziari, Mascia Di Torrice, Monica Perez"

Presentazioni simili


Annunci Google