La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola secondaria di primo grado M. G. Agnesi di Casatenovo La scuola che vorrei Insegnanti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola secondaria di primo grado M. G. Agnesi di Casatenovo La scuola che vorrei Insegnanti."— Transcript della presentazione:

1 Scuola secondaria di primo grado M. G. Agnesi di Casatenovo La scuola che vorrei Insegnanti

2 Idee e suggerimenti Creare una scuola a misura d’uomo Creare una scuola ecologica, ecosostenibile Creare una scuola dove i ragazzi, gli insegnanti e il personale ATA si sentano bene, fatta con materiali intelligenti, naturali, attraenti, che accolgano più che respingere Prendere ad esempio modelli architettonici innovativi (nord Europa) Rifarsi agli studi psicologici su architettura e apprendimento Ridurre il cemento e aumentare il vetro Cercare di evitare le linee squadrate Favorire il più possibile l’illuminazione naturale

3 Ecosostenibilità Coibentazione a regola d’arte che permetta di risparmiare più che spendere Scuola energeticamente passiva, utilizzando energie alternative come solare fotovoltaico, solare termico e geotermico Serramenti altamente performanti e vetri in grado di garantire una perfetta tenuta al freddo e al caldo, con un impianto di climatizzazione meccanica che permetta di avere sempre un clima ideale e sotto controllo

4 Ingresso Atrio della scuola accogliente, che colpisca chi entra per la sua bellezza (arricchito per esempio da mosaici o da un grande quadro), perché il bello e l’arte educano e ingentiliscono gli animi e favoriscono l’apprendimento. Le opere d’arte e le sculture dovrebbero essere messe anche in altre aree della scuola

5 Aule Aule grandi Ogni aula con una porta che dà sull’esterno per permettere una veloce e adeguata evacuazione Le pareti dell’aula non per forza squadrate, ma con angoli arrotondati. Si potrebbe superare la concezione di classi rettangolari e ipotizzare classi trapezoidali (come in alcune scuole steineriane), pareti mobili (come in Finlandia) o arrotondate Le pareti delle aule colorate con tinte tenui e diverse e già predisposte per attaccare innumerevoli cartelloni alle pareti All’interno dell’aula uno spazio per riporre materiali di ogni allievo, dell’insegnante e della classe Un piccolo lavandino e un kit di pulizia in ogni aula

6 Finestre Frangisole che permettano di sfruttare la luce solare quando necessita ma di poterla anche controllare Finestre fatte in modo che si possa cambiare spesso l’aria, per esempio con delle aperture in alto, per non far congelare chi è seduto in prossimità delle stesse. Scuola fatta pensando a chi deve studiare e lavorare, con tanta luce ma con la possibilità di oscurare facilmente le vetrate con delle tapparelle regolate elettronicamente

7 Struttura Una scuola senza corridoi (o con ampi corridoi), con uno spazio centrale (una specie di piazza) da poter utilizzare come salone polivalente per raduni di tutti gli allievi, canti o feste della scuola. Sarebbe utile che la luce fosse naturale, proveniente dalla struttura a vetro dell'atrio o del tetto. Scale ampie Spazi ampi per l'intervallo al coperto Si potrebbe ipotizzare un piano o un settore per classi, area insegnanti e area amministrazione e un piano o un settore per l’area laboratoriale

8 Laboratori Una scuola piena di laboratori, con aule che si possono attrezzare in modo polifunzionale Aula di lingue educazione artistica e tecnologia ben attrezzate Aula di informatica ampia, luminosa con postazioni computer a semicerchio in modo tale che l’insegnante possa controllare l’operato di tutti gli studenti Aula di musica insonorizzata e autonoma, attrezzata con diversi strumenti musicali e Lim Una biblioteca funzionante, luminosa, moderna, digitale e attrezzata con tavolini, sedie e poltroncine per leggere, dotata di postazione internet per collegamento alla biblioteca comunale Aule più piccole per gli interventi e i lavoro in piccolo gruppo (recupero / approfondimento/ D.A) Aula con pavimento in parquet per il laboratorio teatrale, per fare attività tranquille, come leggere o fare Life Skills Training, magari con dei cuscinoni, o dove comunque ci si possa anche sdraiare. Spazi per i ragazzi per potersi trovare e lasciarsi andare alle loro emozioni Spazi o aule fruibili da alunni diversamente abili

9 Accoglienza e spettacolo Una scuola con un auditorium sfruttabile dall’intera popolazione per spettacoli, convegni e manifestazioni Un’aula magna per i collegi unitari, conferenze, incontri, con un’ampia capienza, una buona visuale e audio adeguato (a forma semicircolare, come i teatri)

10 Area insegnanti Aula insegnanti ampia, luminosa, dotata di più postazioni computer e armadietti capienti Spazi relax per insegnanti Un’aula per i collegi docenti per favorire le discussioni

11 Area genitori Ampia area per il ricevimento genitori, suddivisa in più spazi separati per garantire la privacy e una sala di attesa attrezzata con posti a sedere Area segreteria Due sportelli separati per ricevere insegnanti e genitori

12 Sport Una grande palestra multifunzione con campi regolari e spalti a gradoni per ospitare tutti gli allievi della scuola, durante gare studentesche Una palestra più piccola dove poter lavorare in piccoli gruppi o per poter svolgere attività come le Life Skill training

13 Salute Una scuola senza nessun tipo di barriera architettonica Una scuola con dei bagni accoglienti e dei wc autopulenti Mensa Mensa attrezzata e accogliente, insonorizzata, per poter mangiare in un clima rilassato, senza l’inquinamento acustico Aula mensa self service, più educativo anche per gli alunni che non vengono serviti e che sparecchiano Arredi Banchi di diverse forme. In Finlandia viene utilizzato il banco pentagonale perché favorisce la collaborazione tra gli allievi, con appendi-borsa per mantenere ordine

14 Esterno Tanti luoghi in cui poter conversare e lavorare insieme, anche esterni con la possibilità di piccole postazioni lavorative alimentate da pannelli solari Tante zone verdi accessibili, un grosso cortile per fare l’intervallo (non in asfalto) e panchine per sedersi Zone destinate a orti e serre “scolastiche” dove si possa lavorare la terra e imparare le lezioni dei nostri contadini Nell’area esterna uno spazio dove poter portare una classe per fare lezione en plein aire, in mezzo al prato, vicino ad alberi, predisponendo per esempio una panca-gradone di cemento a forma semicircolare dove gli allievi di una classe si possano sedere per ascoltare l’insegnante Pista di atletica con campi di calcetto e basket per fare allenamenti e campionati

15 Polifunzionalità Una scuola che si possa utilizzare anche alla sera, che si possa aprire in ogni momento alla gente Una scuola che si possa utilizzare anche in estate come centro di accoglienza e di aggregazione Parcheggi e viabilità Ampio parcheggio interno per i docenti e personale della scuola Ampio parcheggio esterno per i pullman e per i genitori


Scaricare ppt "Scuola secondaria di primo grado M. G. Agnesi di Casatenovo La scuola che vorrei Insegnanti."

Presentazioni simili


Annunci Google