La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL. R.D. ITALIA 2 R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA srl R.D. Italia opera quale ESCLUSIVISTA autorizzato della TOMRA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL. R.D. ITALIA 2 R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA srl R.D. Italia opera quale ESCLUSIVISTA autorizzato della TOMRA."— Transcript della presentazione:

1 R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL

2 R.D. ITALIA 2 R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA srl R.D. Italia opera quale ESCLUSIVISTA autorizzato della TOMRA ASA per lItalia di sistemi tecnologici innovativi per il miglioramento della qualità ambientale. TOMRA ASA è una società norvegese, leader a livello mondiale da più di 50 anni, che produce soluzioni tecnologiche che incentivano la raccolta differenziata. RD ITALIA si rivolge sia ad Enti Pubblici quali COMUNI che hanno come obiettivo quello di offrire servizi ai cittadini che ad AZIENDE PRIVATE come SUPERMERCATI e centri commerciali che fanno della soddisfazione del proprio cliente un MUST!. Lobiettivo è quello di favorire l inserimento sul mercato nazionale di macchinari automatizzati studiati e realizzati per la raccolta differenziata e progettati per incrementare del 30-40% il volume del materiale raccolto rispetto ai tradizionali sistemi di raccolta coinvolgendo in prima persona CITTADINI e CLIENTI.

3 R.D. ITALIA 3

4 4 IL VALORE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA Nellattuale scenario, dove la produzione di rifiuti è costantemente in crescita e la cui gestione comporta sempre più un costo in termini ambientali ed economici, la nuova sensibilità e l'evoluzione normativa stanno ponendo in grande rilievo le politiche di prevenzione e minimizzazione della produzione dei rifiuti sia presso le pubbliche amministrazioni sia in diversi settori dellindustria e del commercio. Lobiettivo è quello di promuovere azioni che, attraverso una più spinta raccolta differenziata, portino al recupero dei rifiuti minimizzandone la quantità destinata allo smaltimento e massimizzandone il recupero di materia. Infatti, il Parlamento Europeo, nel giugno 2008, ha emanato una direttiva -P6 TA PROV (2008)0282- che impone il ricorso a regimi di raccolta differenziata entro il 2015 per aumentare di almeno il 50% il riutilizzo e il riciclaggio di carta, metalli, plastica e vetro entro il In forza alla direttiva, secondo il principio chi inquina paga, i costi della gestione dei rifiuti devono essere sostenuti dal produttore iniziale o dai detentori. Gli stati europei possono decidere che i costi della gestione dei rifiuti siano sostenuti parzialmente o interamente dal produttore del prodotto causa dei rifiuti e che i distributori di tale prodotto possano contribuire alla copertura di tali costi.

5 R.D. ITALIA 5 RECUPERO: I RIFIUTI COME RISORSA In Italia la materia è regolata dal Testo Unico sullAmbiente D.Lgs. 152/2006, che assegna un ruolo centrale alla Gestione Integrata dei Rifiuti, il rifiuto deve, quindi, essere gestito in modo da conseguire obiettivi di riciclaggio e di recupero e, ridurre il flusso dei rifiuti avviati allo smaltimento. Per i rifiuti urbani la gestione integrata richiede: - la realizzazione di obiettivi minimi di raccolta differenziata e di riciclaggio; - la produzione e l'utilizzo di combustibile da rifiuto. Le strategie del RIUSO e del RECUPERO, in definitiva, si concentrano su due azioni: - ottimizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti urbani che dovranno risultare efficaci sotto il profilo tecnico, economico e ambientale. - sviluppo del mercato del riuso e del recupero dei rifiuti.

6 R.D. ITALIA 6 L ECONOMIA DEL RICICLO Attraverso il recupero e il riciclo dei materiali, leconomia del riciclo contribuisce in maniera sostanziale alla eco-efficienza generale del sistema, determinando significativi risparmi energetici e di materie prime e consentendo apprezzabili riduzioni di emissioni, sia nella produzione che nello smaltimento. In un momento in cui il risparmio di energia e la riduzione dei gas effetto serra sono argomento di discussione a livello globale, basti pensare che limpiego di materia prima seconda in sostituzione di materia prima vergine consente risparmi energetici che vanno dal 95%, nel caso di utilizzo di alluminio secondario, ad un 50% nel caso di impiego di plastica riciclata, e che gli 8 milioni di tonnellate di imballaggi recuperati in Italia nel 2006, hanno contribuito a ridurre di circa 5 milioni di tonnellate lemissione annua di CO2.

7 R.D. ITALIA 7 OBIETTIVI FUTURI Riduzione della produzione, raccolta differenziata e recupero sono i pilastri per una corretta ed avanzata politica dei rifiuti per una migliore tutela ambientale e per lo sviluppo sostenibile. la raccolta differenziataè ancora molto disomogenea sul territorio Tuttavia la raccolta differenziata che è alla base delle attività di recupero e riciclo, è ancora molto disomogenea sul territorio e una parte del Paese è ancora al di sotto della percentuale media nazionale che è attualmente pari al 25%. Bisogna dunque far decollare la raccolta differenziata nelle regioni in ritardo e sviluppare in modo omogeneo la raccolta differenziata su tutto il territorio nazionale al fine di raggiungere lobiettivo del 65% stabilito dal Testo Unico sullAmbiente e dalle direttive europee per il Bisogna allinearsi agli elevati livelli di raccolta differenziata che il resto dell Europa ha già raggiunto grazie ad una politica d azione mirata al miglioramento dell efficienza del sistema di gestione dei rifiuti urbani.

8 R.D. ITALIA 8 PUNTI DI RACCOLTA CONSUMATORI PUNTI VENDITA RICICLAGGIO PRODUTTORI DI BIBITE GESTIONE DATI E LOGISTICA PRODUZIONE CONTENITORI TRASPORTO MATERIALE PROCESSO DI LAVORAZIONE SISTEMA DI RICICLAGGIO

9 R.D. ITALIA 9 UNO Ideale per attività promozionali. LE NOSTRE SOLUZIONI T- 83 HCp Per GRANDI PERFORMANCE! T- 63 HCp IL CLASSICO! T- 53 HCp Piccolo ingombro, Grande risultato!

10 R.D. ITALIA 10 SCHEDA TECNICA MODELLO UNO Soluzione adatta per differenziarsi dalla concorrenza! Seleziona e rilascia lincentivo in tempo reale. Sistema di svuotamento rapido ed intuitivo. Raccoglie fino a: 140 lattine e 200 bottiglie in PET. MISURE: H: 183 L: 80 P: 60 Ideale per le attività promozionali!

11 R.D. ITALIA 11 SCHEDA TECNICA MODELLO BASE T-53 HCp MISURE: A: 190 L: 76 P: 104 Soluzione completa ed efficiente per incentivare la raccolta differenziata. Seleziona, Compatta e rilascia lincentivo in tempo reale. Buone capacità di stoccaggio e grazie alla compattazione riduce le operazioni di logistica Raccoglie fino a: lattine 200 bottiglie in PET. Piccolo ingombro, grande risultato!

12 R.D. ITALIA 12 SCHEDA TECNICA MODELLO BASE T-63 HCp - Dispositivo automatico per spazi interni con volume di raccolta medio ( circa unità al mese) -Realizzato per accettare due tipologie di materiali, PET ( bottiglie in plastica ) e lattine in alluminio. Raccoglie fino a: lattine e 350 bottiglie in PET. MISURE: H: 1,90 L: 1,370 P: 1,04 Posizionamento Ideale: SCUOLE SUPERMERCATI

13 R.D. ITALIA 13 SCHEDA TECNICA MODELLO BASE T-83 HCp - Dispositivo automatico per spazi interni con volume di raccolta alto ( circa unità al mese) -Realizzato per accettare elevati volumi di materiale. Lettura codice a barre e di formato. Fino a 42 contenitori al minuto. Raccoglie fino a: lattine e bottiglie in PET. Posizionamento Ideale: Centri Commerciali MISURE: H: 1,83 L: 1,88 P: 1,42

14 R.D. ITALIA 14 GREEN MARKETING applicato ai macchinari NUOVO STRUMENTO PUBBLICITARIO BASATO SULLINTERATTIVITA e IL GREEN MARKETING ALLARGA GLI STRUMENTI DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE integrando o sostituendo quelli ormai saturi RAGGIUNGE TUTTE LE FASCE DI CLIENTELA (giovani, adulti, anziani, DONNE e UOMINI) DETERMINA UN EFFETTO DI RICONOSCIMENTO DEL MARCHIO CREA UNA CATENA VIRTUOSA PER TUTTE LE PARTI COINVOLTE COINVOLGE I CLIENTI IN MANIERA INTERATTIVA

15 R.D. ITALIA 15 COCA COLA GERMANIA ha progettato il case per linstallazione in ambienti esterni RETRO

16 R.D. ITALIA 16 MODELLI DA IMITARE IN EUROPA TESCO: UNA REALTA D OLTREMANICA L Europa tutta ha già sperimentato l efficacia che queste macchine producono in termini di effetti sulla raccolta differenziata ed in particolare modo di partecipazione della collettività cittadina a partecipare al riciclo e al recupero dei materiali. La catena leader nel Regno Unito della grande distribuzione La catena leader nel Regno Unito della grande distribuzione, la TESCO, ha iniziato nel 2004 ad installare le macchine per la raccolta differenziata all interno dei suoi ipermercati presenti sul territorio nazionale, favorendo ancor di più in tal modo la fidelizzazione del cliente e contribuendo ad incrementare gli indici di riciclo in tutto il Regno Unito, meritandosi così facendo il premio 2006 come miglior azienda per il riciclaggio. I° CENTRO DI RACCOLTA DI 18 METRI. EQUIVALE AD 80 CAMPANE!

17 R.D. ITALIA 17 NELLA VICINA GERMANIA : ALDI SUD catena Tedesca di supermarket ed ipermercati ALDI è una catena Tedesca di supermarket ed ipermercati che riveste un ruolo di leader nel settore della distribuzione alimentare grazie ai più di punti vendita in tutto il mondo. La ALDI ha installato, in meno di un anno, in meno di un anno, all interno dei suoi negozi presenti in Germania macchine del modello T-83 Hcp, a dimostrazione che: i clienti incentivati allutilizzo delle macchine sono indotti a spendere presso i punti vendita che ne sono dotati.

18 R.D. ITALIA 18 …. E IN ITALIA? Perché non seguire il modello di Tesco e Aldi Sud? Perché non cogliere i vantaggi che questi due colossi della grande distribuzione hanno intelligentemente saputo sfruttare? R.D. Italia crede che anche in Italia tutto questo può diventare possibile e si propone, in qualità di rivenditore esclusivo autorizzato, di dotare supermercati, ipermercati e centri commerciali di questa tecnologia intelligente in grado di offrire un servizio di pubblica utilità che si pone come obiettivo quello di trasformare in risorsa i beni consumati.

19 R.D. ITALIA 19 R.D. ITALIA GUARDA AL FUTURO ! Agli albori del terzo millennio l Italia non può e non deve rimanere indietro ma anzi deve guardare avanti e puntare su soluzioni innovative e avanguardiste sulla scia dell esperienza Europea. Infatti gli altri paesi Europei hanno già ampiamente raggiunto altissimi livelli di riciclaggio dei materiali perché hanno colto anzitempo i vantaggi e i benefici che possono essere prodotti dall impiego di macchine tecnologicamente avanzate, e del cui ingresso sul mercato italiano la R.D. Italia vuole farsi fautrice. Per perseguire il suo scopo, la R.D. Italia ha bisogno di coinvolgere Enti Pubblici e Privati che vogliano accettare la sfida di farsi promotori della diffusione di una cultura a tutela dell ambiente e che colgano anche il ritorno in termini economici, sociali e culturali che ne verrà.

20 R.D. ITALIA 20 DIAMO QUALCHE DATO … la discarica e ancora il sistema di smaltimento piu adottato UnItalia spaccata a meta fra Nord e Sud, ancora indietro sulla raccolta differenziata, tranne casi di eccellenza, e che continua inesorabilmente ad aumentare la sua produzione di rifiuti urbani anno dopo anno. E la discarica e ancora il sistema di smaltimento piu adottato. Il nostro Paese, in particolare, raggiunge una media del 24,3% nella raccolta differenziata; non è riuscito quindi a centrare gli obiettivi stabiliti negli ultimi anni 35% nel 2003, 40% nel 2007, 45% nel ed è lontanissimo da quello del 65% fissato per il 31/12/2012. Per quanto riguarda la classifica delle citta metropolitane, invece, secondo il rapporto Apat – Agenzia Protezione Ambiente-, Padova, Torino e Prato superano il 35%, la provincia di Treviso tocca anche il 70% mentre Napoli raggiunge poco più del 12%! Nelle regioni e province d'Italia dove è stato attivato un sistema di gestione integrata Nelle regioni e province d'Italia dove è stato attivato un sistema di gestione integrata -- che prevede raccolta differenziata e indifferenziata, biostabilizazione, produzione di CDR, compostaggio e incenerimento -- si è potuti arrivare a una diminuzione dell'uso della discarica per i rifiuti urbani (-3% in media da 2003 a 2005).

21 R.D. ITALIA 21 DIAMO QUALCHE DATO … I materiali post consumo r accolti con tecniche che ne garantiscono la qualità richiesta dal mercato del riciclo, sono pagati dalle aziende che li utilizzano nei loro cicli produttivi, a cifre molto interessanti. 500,00 per una tonnellata di alluminio, 150,00 per una tonnellata di polietilene. E, ovviamente, tutto quello che è riciclato non deve essere smaltito e sommando il conseguente risparmio con il guadagno derivante dalla vendita dei materiali raccolti in modo differenziato si scopre che la raccolta differenziata di qualità e il riciclaggio costano meno della raccolta indifferenziata e della termovalorizzazione.

22 R.D. ITALIA 22 CLIENTI TOP AZIENDE PRIVATE: INCENTIVO: OGNI CONTENITORE VALE 0,03 DI CARBURANTE IN OMAGGIO PER OGNI LITRO DI BENZINA

23 R.D. ITALIA 23 CLIENTI TOP AZIENDE PRIVATE: INCENTIVO: OGNI CONTENITORE VALE 0,01 DI SCONTO SULLA SPESA! INCENTIVO: OGNI CONTENITORE VALE 0,01 DI SCONTO SULLA SPESA!

24 R.D. ITALIA 24 CLIENTI TOP AZIENDE PRIVATE: INCENTIVO: OGNI CONTENITORE VALE 0,01 DI SCONTO SULLA SPESA!

25 R.D. ITALIA 25 CLIENTI TOP LA CONSULTA PROVINCIALE DEGLI STUDENTI DI NAPOLI HA SCELTO 3 LICEI PRESTIGIOSI DELLA PROVINCIA IN CUI HA INSTALLATO MACCHINARI RD ITALIA. LICEO UMBERTO I di NAPOLI; LICEO ALBERTI di NAPOLI; LICEO SEVERI di CASTELLAMARE. NELLAMBITO DEL PROGETTO ECOETICA IL CUI PRINCIPIO è: DIFFONDERE UNA CULTURA DI DIFESA AMBIENTALE TRA GLI STUDENTI, con il SUPPORTO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI, &

26 R.D. ITALIA 26 4 BUONI MOTIVI PER INSTALLARE I NOSTRI DISPOSITIVI Obiettivo: INSERIMENTO DISPOSITIVI AUTOMATICI RD ITALIA Sistema di incentivo: Raccolta punti Raccolta punti da poter utilizzare per gli acquisti SCONTI da poter utilizzare per gli acquisti OMAGGI. OMAGGI. Aumento clientela/vendite Fidelizzazione clientela già acquisita Diffusione del marchio e consolidamento dellimmagine VANTAGGI: Rivendita spazi pubblicitari presenti sulle macchine

27 Via Santa Lucia, Napoli P. IVA Info e contatti: N. Verde Emai Sito R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL


Scaricare ppt "R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL. R.D. ITALIA 2 R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA srl R.D. Italia opera quale ESCLUSIVISTA autorizzato della TOMRA."

Presentazioni simili


Annunci Google