La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Teoria della deriva dei Continenti (Wegener, 1912) Studio della morfologia dei fondali oceanici (anni ‘50) Paleomagnetismo (anni ‘50) Studi sull’inversione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Teoria della deriva dei Continenti (Wegener, 1912) Studio della morfologia dei fondali oceanici (anni ‘50) Paleomagnetismo (anni ‘50) Studi sull’inversione."— Transcript della presentazione:

1

2 Teoria della deriva dei Continenti (Wegener, 1912) Studio della morfologia dei fondali oceanici (anni ‘50) Paleomagnetismo (anni ‘50) Studi sull’inversione di polarita’ e le bande di anomalie magnetiche (anni ‘60) Teoria di Hess (1962), Espansione fondali Studi sull’eta’ dei fondali oceanici (1968)

3 Teoria della tettonica a placche Ne’ padre, ne’ data precisa di nascita Serie di articoli alla fine degli anni ‘60 Teoria Globale

4 Orogenesi Origine ed evoluzione dei fondali oceanici Movimento orizzontale (ma non ‘deriva’) dei continenti Cicli di Wilson (di separazione e collisione continentale Fenomeni sismici Fenomeni vulcanici

5

6 Placche: porzioni di litosfera, ognuna incastrata nell’altra, come le tessere di un enorme puzzle

7 Si noti come gli epicentri dei terremoti siano localizzati lungo I bordi delle placche

8 Margini di placca Margini costruttivi o divergenti Margini distruttivi o convergenti Margini conservativi

9 Margini di placca II Ipocentri poco profondi (al massimo 70 Km) II Ipocentri profondi da 70 a 700 Km

10 Margini di placca

11 Margine convergente

12 Margine divergente

13 Margine conservativo

14

15 Composizione e dinamica Delle12 Placche principali

16 Velocita’ di Separazione Delle placche

17 Margini continentali Margini continentali passivi Margini continentali trasformi Margini continentali attivi

18 Margini continentali passivi Esempio Margini continentali a due lati dell’Atlantico Sono all’interno delle placche Assenza di fenomeni sismici e vulcanici Abbondante sedimentazione di detriti sulla piattaforma

19 Margini continentali trasformi I margini continentali trasformi sono caratterizzati dalla presenza di faglie Il passaggio continente-o. avviene piuttosto bruscamente Margini di questo tipo sono presenti al largo della California meridionale e vengono chiamati borderland

20 Margini continentali attivi Esempio: Coste occidentali del Sud America Intensi fenomeni sismici e vulcanici In prossimita’ di una fossa oceanica

21 Margini Continentali Passivi e Trasformi

22


Scaricare ppt "Teoria della deriva dei Continenti (Wegener, 1912) Studio della morfologia dei fondali oceanici (anni ‘50) Paleomagnetismo (anni ‘50) Studi sull’inversione."

Presentazioni simili


Annunci Google