La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’aspetto politico dell’Argentina e breve storia sullo Stato È una Repubblica federale presidenziale divisa in 23 province: - autonomia politica di ciascuna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’aspetto politico dell’Argentina e breve storia sullo Stato È una Repubblica federale presidenziale divisa in 23 province: - autonomia politica di ciascuna."— Transcript della presentazione:

1 L’aspetto politico dell’Argentina e breve storia sullo Stato È una Repubblica federale presidenziale divisa in 23 province: - autonomia politica di ciascuna provincia (dotata di una sua Costituzione); -Ogni quattro anni si elegge il Presidente della Repubblica che è anche capo del Governo; - Buenos Aires è la capitale e città autonoma

2 Il percorso storico - Dominazione spagnola dal XVI al XIX secolo. - Nel 1816 l’Argentina ottiene l’indipendenza. - A cavallo tra Ottocento e Novecento il Paese è interessato da un intenso fenomeno di immigrazione di europei, soprattutto italiani, che si insediano nelle zone più interne. È un consistente afflusso di manodopera che, insieme agli investimenti economici, permette una prima fase dello sviluppo economico argentino -Dopo l’indipendenza affronta però un lungo periodo di instabilità politica e si instaurano dei regimi dittatoriali, guidati soprattutto da militari.

3 I regimi dittatoriali frenano lo sviluppo -Nel XX secolo si instaurano una serie di governi militari, insediati spesso con la forza e non con libere elezioni; -seguono colpi di Stato e rivolte popolari -in questo periodo di disordini politici, nel 1946 è eletto Presidente della Repubblica J.D.Peron che non riuscendo a ottenere un necessario appoggio per le sue decisioni politiche ed economiche è esautorato dall’ennesimo colpo di stato (1955).

4 La situazione interna dell’Argentina è sempre più compromessa -I governi che seguirono furono sempre insediati con la forza e instaurarono dei regimi dittatoriali sempre più sanguinosi -In particolare nel 1976, il generale Vileda organizzò un colpo di stato e instaurò una dittatura che negava qualsiasi forma di opposizione. -La repressione degli oppositori fu cruenta.

5 La tragedia dei desaparecidos -Tra il 1976 e il 1983 si alternarono tre dittature militari (dopo Vileda ci furono altri due dittatori) che continuarono la linea terroristica del predecessore. -In questi cinque anni, trentamila persone, soprattutto ragazzi e ragazze, furono incarcerate, torturate, uccise o fatte sparire (da qui la parola ‘desaparecidos’, scomparsi). -Dopo questi eventi, il termine prende a indicare gli oppositori politici fatti sparire senza lasciare alcuna traccia.

6 La reazione del Paese - Alla fine del 1983 i militari argentini abbandonarono il potere e furono indette delle elezioni democratiche. - I crimini commessi dai militari durante la dittatura non furono però puniti e con una legge (abrogata solo nel 2005) furono considerati estinti tutti i delitti commessi durante la dittatura, decretando di fatto l’impunità dei dittatori e dei loro collaboratori. - I familiari però dei desaparecidos non possono dimenticare.

7 Le madri di Plaza de Mayo -L’associazione Madres de Plaza de Mayo nacque in seguito alla scomparsa di migliaia di oppositori politici e di loro parenti. -Le ‘madri’ dei desaparecidos si riunirono per la prima volta il 30 aprile 1977 a Buenos Aires, davanti al palazzo presidenziale. Chiedevano notizie dei propri cari scomparsi. -Simbolo della loro protesta pacifica era un un fazzoletto bianco annodato in testa, che in origine era il primo pannolino utilizzato per fasciare i loro figli scomparsi. -Tre delle fondatrici furono arrestate e scomparvero a loro volta. -Ancora oggi continuano la loro denuncia, la loro protesta e la volontà di ricordare e si riuniscono ogni giovedì pomeriggio.

8

9

10 MOTHERS OF THE DISAPPEARED (U2) Midnight, our sons and daughters Were cut down and taken from us Hear their heartbeat We hear their heartbeat In the wind We hear their laughter In the rain We see their tears Hear their heartbeat We hear their heartbeat Night hangs like a prisoner Stretched over black and blue Hear their heartbeat We hear their heartbeat In the trees Our sons stand naked Through the walls Our daughters cry See their tears in the rainfall MADRI DEGLI SCOMPARSI Mezzanotte, i nostri figli e figlie Furono abbattuti e presi a noi Sentiamo il battito del loro cuore Noi sentiamo il battito del loro cuore Nel vento Sentiamo la loro risata Nella pioggia Vediamo le loro lacrime Sentiamo il battito del loro cuore Noi sentiamo il battito del loro cuore La notte è sospesa come un prigioniero Distesa tra il nero ed il blu Sentiamo il battito del loro cuore Noi sentiamo il battito del loro cuore Negli alberi I nostri figli stanno nudi in piedi Attraverso i muri Le nostre figlie piangono Vediamo le loro lacrime nella pioggia che cade

11 THEY DANCE ALONE - BALLANO DA SOLE (Sting) Perché queste donne stanno ballando da sole? Perché hanno questa tristezza negli occhi? Chi sono questi soldati con la faccia immobile come pietra? Non posso vedere quel che disprezzano, stanno ballando con gli scomparsi stanno ballando coi morti ballano con gli invisibili e il loro tormento è indicibile Stanno ballando coi loro padri stanno ballando coi loro figli stanno ballando coi loro mariti e ballano da sole, ballano da sole È la sola forma di protesta loro permessa ho visto i loro volti silenziosi gridare a voce altissima se potessero dire queste parole, scomparirebbero anch'esse un'altra donna sul banco di tortura, cos'altro possono fare? Stanno ballando con gli scomparsi stanno ballando coi morti ballano con gli invisibili e il loro tormento è indicibile Stanno ballando coi loro padri stanno ballando coi loro figli stanno ballando coi loro mariti e ballano da sole, ballano da sole

12 Un giorno balleremo sulle loro tombe un giorno canteremo la nostra libertà un giorno rideremo di gioia e balleremo un giorno balleremo sulle loro tombe un giorno canteremo la nostra libertà un giorno rideremo di gioia e balleremo Ellas danzan con los desaparecidos Ellas danzan con los muertos Ellas danzan con amores invisibles Ellas danzan con silenciosa angustia Danzan con sus padres Danzan con sus hijos Danzan con sus esposos Ellas danzan solas Danzan solas

13 Olà señor Pinochet hai seminato un seme amaro è il denaro straniero che ti sostiene ma un giorno i soldi finiranno niente più paghe per i tuoi aguzzini niente più somme stanziate per le tue armi e pensa a tua madre che balla col suo figlio invisibile Stanno ballando con gli scomparsi stanno ballando coi morti ballano con gli invisibili e il loro tormento è indicibile Stanno ballando coi loro padri stanno ballando coi loro figli stanno ballando coi loro mariti e ballano da sole, ballano da sole.

14

15

16


Scaricare ppt "L’aspetto politico dell’Argentina e breve storia sullo Stato È una Repubblica federale presidenziale divisa in 23 province: - autonomia politica di ciascuna."

Presentazioni simili


Annunci Google