La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 - 20 marzo 2015 19 - 20 marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da: LA GESTIONE DI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 - 20 marzo 2015 19 - 20 marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da: LA GESTIONE DI."— Transcript della presentazione:

1 Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo marzo marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da: LA GESTIONE DI UNA RETE TRANVIARIA IN CONCESSIONE Ing. Filippo Martinelli Funzionario Tecnico - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità

2 Compiti ed impegni dei singoli partner: Durante la fase di gestione lo scopo comune dei partner pubblico e privato è fornire il servizio contrattualizzato mantenendo l’equilibrio previsto dal Piano Economico Finanziario. 2 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 ENTE PUBBLICOPRIVATI - Verifica del rispetto dei principi contrattuali - Impegno al mantenimento dell’equilibrio del Piano Economico Finanziario - Mantenimento di un adeguato grado di efficienza delle infrastrutture - Rispetto dei parametri previsti dal contratto Il Project Financing nel TPL la fase di gestione dell’opera Il vantaggio del Project Financing nella fase di gestione si basa su una corretta ripartizione dei rischi e delle responsabilità tra i vari di soggetti

3 3 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino Il ruolo dell’Ente Pubblico ENTE PUBBLICO Organizzazion e eventi Politiche tariffarie Altri Gestori TPL Politiche della mobilità Servizi di adduzione e accesso al servizio Altri servizi pubblici Dopo la messa in esercizio tutte le linee TPL nell’area sono state riorganizzate L’avvento delle nuove linee comporta di ristudiare tutta la mobilità cittadina In occasione di eventi (Capodanno, concerti, notte bianca) il servizio è prolungato L’Amministrazione si è impegnata per assicurare una tariffazione integrata tram-bus

4 Le particolarità del contratto fiorentino Il contratto di gestione della tramvia richiede una produzione chilometrica paria 1’269’069 km ed il rispetto di quattro indici di qualità: 4 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera Regolarità e puntualità Relazioni con la clientela Pulizia Info alla clientela OBIETTIVO

5 Le verifiche Il rispetto del contratto è assicurato dall’Amministrazione attraverso numerose verifiche che l’apposita struttura effettua quotidianamente. In particolare vengono svolte: 5 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera - Verifiche in linea per valutare il grado di pulizia e la qualità delle informazioni all’utenza - Verifiche in linea per valutare il funzionamento di tutti gli apparati rivolti all’utenza (emettitrici, obliteratrici) - Verifiche da remoto per valutare la produzione e la regolarità del servizio - Verifiche a bordo per verificare il numero effettivo dei saliti - Verifiche da remoto ed in linea per valutare il funzionamento degli impianti semaforici e le interazioni con la viabilità veicolare

6 6 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

7 7 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

8 8 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

9 9 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

10 Il database Le verifiche da remoto si basano sui dati registrati istantaneamente dal client e periodicamente scaricati ed elaborati attraverso un apposito database predisposto dai tecnici dell’Amministrazione. 10 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera In sintesi il funzionamento del database è: I dati vengono importati dal Client, formattati e ripuliti. Viene eseguita l'elaborazione ottenendo i seguenti risultati: REPORT CONTROLLO PERCORRENZE  media mensile e giornaliera dei tempi di percorrenza e sosta-inversione ai capolinea  media mensile della frequenza suddivisa per fasce orarie festivo-sabato-feriale  ore di servizio per ciascun tram  tram in servizio per fascia oraria  conteggio Km di servizio (in realizzazione) REPORT CONTROLLO TEMPI ATTRAVERSAMENTO IMPIANTI SEMAFORICI  percentuale giornaliera e mensile dei passaggi agli impianti semaforici con VERDE-GIALLO-ROSSO

11 11 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

12 12 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL: l’esempio fiorentino La fase di gestione dell’opera

13 Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo marzo marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da:  Grazie per la cortese attenzione  Ing. Filippo Martinelli Funzionario Tecnico - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità

14 Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo marzo marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da: LA GESTIONE DI UNA RETE TRANVIARIA IN CONCESSIONE Ing. Jean-Luc Laugaa Amministratore Delegato – Gest SpA

15 15 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Presente in in più di paesi continenti filiali nel mondo Francia Orlyval, Valenciennes Italia Firenze UK Manchester Marocco Casablanca Algeria Algeri, Oran, Constantine USA Washington, Tucson Cina Hong Kong e Shenyang FILIALI RATP DEV CHE GESTISCONO TRAMVIE Il Gruppo RATP nel mondo Un player globale

16 La strategia di un grande player I punti di forza di un operatore globale 16 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Formazione del personale locale Rete di collaborazione con aziende locali Investimenti a lungo termine Formazione e sviluppo di competenze locali Supporto per crescita professionale su specifiche tematiche tecniche da parte della sede centrale Best practice Benchmarking internazionale Rapporti di partnership con le principali aziende nazionali del settore (AnsaldoBreda e AnsaldoSts in primis). Collaborazioni con una rete di società di ingegneria locali, Università di Milano, Roma, Pisa e Firenze. Progetti internazionali di sviluppo delle best practice: INNOV&GO TRAMWAY BENCHMARK Solidità finanziaria Investimenti a lungo termine

17 Il Project Financing costituisce un modello per il finanziamento e la realizzazione di opere pubbliche in una situazione di scarsità di fondi pubblici e di profondo gap infrastrutturale. 17 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 ENTE PUBBLICOPRIVATI - Oneri relativi al finanziamento dell’opera - Focus su aspetti regolatori (qualità del servizio, modalità di erogazione, livelli tariffari, etc.) Il Project Financing non è solo uno strumento per limitare le risorse finanziarie, ma anche per migliorare la qualità del servizio al pubblico - Focus su livello di efficienza dell’opera - Certezza delle risorse Il Project Financing nel TPL I vantaggi

18 18 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 ENTE PUBBLICOPRIVATI - Tempi di approvazione dei progetti, lungaggini burocratiche e autorizzative - Varianti in corso d’opera e ritardi di altre opere con ripercussioni sul progetto - Debolezza finanziaria di alcuni soci - Tempi per reperimento delle risorse (due diligence, asseverazione, etc.) In Italia il Project Financing è stato criticato per una serie di ritardi che hanno spesso determinato l’incremento dei costi di realizzazione dell’opera. Il Project Financing nel TPL La fase di progettazione e realizzazione dell’opera I risultati sono talvolta insoddisfacenti in termini di ritardi e di necessità di rifinanziamento dell’opera

19 Finanziariamente parlando: « Durante la fase di gestione si generano i flussi di cassa necessari a rimborsare i finanziamenti contratti per la realizzazione dell’opera» 19 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 ENTE PUBBLICOPRIVATI - Eliminazione della commistione Controllore-Controllato - Polo di coordinamento della mobilità (RISCHIO DELLA DOMANDA) - Focus sui livelli di efficienza dell’opera (RISCHIO DI GESTIONE) - Focus su livello di efficacia dell’opera (RISCHIO DELLA DOMANDA) Il Project Financing nel TPL La fase di gestione dell’opera Il vantaggio del Project Financing nella fase di gestione si basa su una corretta ripartizione dei rischi e delle responsabilità tra i vari di soggetti

20 20 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL Il ruolo dell’Ente Pubblico ENTE PUBBLICO Organizzazion e eventi Politiche tariffarie Altri Gestori TPL Politiche della mobilità Servizi di adduzione e accesso al servizio Altri servizi pubblici

21 21 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Il Project Financing nel TPL Il ruolo del Gestore Passeggeri Km Manutenzione

22 22 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 La tranvia di Firenze Rischio domanda: i passeggeri trasportati PEF iniziale = 10,7 milioni di passeggeri

23 23 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 La tranvia di Firenze Rischio domanda: la qualità percepita dai passeggeri I risultati dell’indagine di customer satisfaction premiano in particolare i fattori legati all’erogazione del servizio (regolarità, frequenza, comfort, etc.) e ai mezzi e al personale (sicurezza, pulizia veicoli e banchine, etc.)

24 24 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 La tranvia di Firenze Rischio domanda: la qualità esercita ai passeggeri Regolarità e puntualità Relazioni con la clientela Pulizia Info alla clientela OBIETTIVO

25 25 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 La tranvia di Firenze Rischio di gestione

26 26 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 La tranvia di Firenze Rischio di gestione: le percorrenze realizzate Perdite di esercizio dovute a guasti sulla flotta Perdite di esercizio dovute a guasti agli impianti di linea Percorrenze annue realizzate mila km1.226 mila km1.216 mila km1.237 mila km

27 27 6° CONVEGNO NAZIONALE SISTEMA TRAM - “Non solo Tram: I sistemi a via guidata per il trasporto Pubblico Locale” Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 – 20 marzo 2015 Manutenzione ordinaria Possibilità per il Gestore di pianificare sul lungo termine le migliori politiche di manutenzione: Investimenti in impianti ed attrezzature; Investimenti in formazione del personale  internalizzazione delle attività; Pianificazione delle manutenzioni cicliche e dei rinnovi dei beni; Gestione dell’obsolescenza; Allocazione delle risorse La manutenzione dei beni Risorse certe e programmazione Il Project Financing assicura risorse certe per la manutenzione dei beni, sia in termini di manutenzione corrente, sia di manutenzione straordinaria. Manutenzione straordinaria Nessun investimento aggiuntivo per l’Ente Pubblico per tutta la durata del Project Financing

28 Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo marzo marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da:  Grazie per la cortese attenzione  Ing. Jean-Luc Laugaa- Amministratore Delegato– GEST SpA


Scaricare ppt "Roma – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo 19 - 20 marzo 2015 19 - 20 marzo 2015 Coordinato da: Organizzato da: LA GESTIONE DI."

Presentazioni simili


Annunci Google