La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 di Prof. Enrico Sorano Torino, 20 novembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 di Prof. Enrico Sorano Torino, 20 novembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 1 di Prof. Enrico Sorano Torino, 20 novembre 2008

2 2 A diversi Paesi corrispondono diversi modelli di sistema sanitario, a seconda delle caratteristiche istituzionali, demografiche e socio economiche, che differiscono tra loro per le modalità di finanziamento, organizzazione ed erogazione dei servizi e delle prestazioni sanitarie Il sistema sanitario è parte integrale, influenza e viene influenzato dal contesto generale del Paese di riferimento.

3 3 I meccanismi scelti per la raccolta dei fondi necessari per il finanziamento delle attività sanitarie e le modalità impiegate per lallocazione delle risorse ai diversi servizi a seconda delle realtà territoriali influenzano efficacia efficienza equità del sistema sanitario

4 4 Le evidenze presentano mostrano come il Servizio Sanitario Nazionale, almeno negli ultimi 15 anni, abbia registrato costanti disavanzi.

5 5 Spesa pubblica: sostenuta interamente dal S.S.N. Spesa privata: rappresentata dagli acquisti di beni e servizi fatti dalle famiglie direttamente sul mercato La spesa sanitaria può essere distinta in: In Italia la spesa sanitaria pubblica (dati 2007) ammonta a circa 102,2 miliardi di euro ed assorbe il 6,7% del Pil.

6 6 La dinamica della spesa sanitaria pubblica nei prossima anni sarà conseguenza delle reciproche interazioni che si verranno a determinare fra due componenti: la prima di tipo demografico, collegata al numero ed alla struttura per sesso e per età della popolazione la seconda di tipo economico, imputabile ad una propensione verso una crescita della spesa sanitaria complessiva più che proporzionale rispetto alla crescita del Pil.

7 7 Levoluzione della spesa sanitaria è influenzata anche da ulteriori componenti: le scoperte scientifiche e le evoluzioni tecnologiche, che impattano sullefficacia e sui costi delle prestazioni sanitarie; le politiche di contenimento; le scelte in tema di organizzazione delle modalità di fornitura di servizi sanitari

8 8 Il sistema di rendicontazione delle Aziende Sanitarie va predisposto anche per meglio verificare la spesa sanitaria sotto un profilo qualitativo e quantitativo Il sistema di rendicontazione

9 9 Prevede la costituzione di aziende sanitarie pubbliche (ASL ed ASO) con personalità giuridica, autonomia organizzativa, gestionale, amministrativa, patrimoniale e contabile.

10 10 Predispone lo schema di bilancio delle Aziende sanitarie e delle Aziende ospedaliere definendo la struttura dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico

11 11 le Asl e le A.O. definiscono in appositi Regolamenti di contabilità i criteri e le modalità in base ai quali devono essere registrati tutti i fatti aventi rilevanza economica e contabile

12 12 a tali fini la Giunta Regionale determina criteri e modalità uniformi per la tenuta della contabilità generale ed analitica per lo svolgimento delle attività di controllo gestionale

13 13 Si stabiliscono le linee guida per il regolamento di amministrazione e contabilità per le Aziende Sanitarie della Regione Piemonte

14 14 Definiscono i modelli di rilevazione economici del Sistema Informativo Sanitario e la rilevazione trimestrale dei costi e dei ricavi delle Aziende Sanitarie

15 15 Introduce gli schemi di bilancio delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere

16 16 Riguarda i nuovi modelli di rilevazione del Conto Economico e dello Stato Patrimoniale delle Aziende Sanitarie e le nuove linee guida per la loro compilazione

17 17 Le spese sono determinate nel rispetto dei costi standard associati ai livelli essenziali delle prestazioni fissati dalla legge statale, da erogarsi in condizioni di efficienza e di appropriatezza su tutto il territorio nazionale

18 18 le spese sostenute dalle Regioni per erogare i L.E.A. verranno determinate nel rispetto dei costi standard e non più prendendo come riferimento la spesa storica

19 19 E previsto che vengano stabiliti criteri generali in base ai quali le regioni adotteranno il proprio sistema tariffario e che le tariffe massime saranno assunte come riferimento per la valutazione della congruità delle risorse a carico del Servizio Sanitario Nazionale Le Regioni riceverebbero risorse commisurate ad un livello di efficienza pre-determinato (e non corrispondente alla spesa fino a quel momento sostenuta)

20 20 Principali priorità ladozione e linterpretazione condivisa di principi contabili identificazione di un sistema di controllo interno

21 21 Adozione ed interpretazione condivisa di principi contabili Per rilevare correttamente le informazioni provenienti dagli eventi gestionali Per consolidare in modo omogeneo i dati in sede di bilancio di ogni singola azienda sanitaria

22 22 Identificazione di un sistema di controllo interno Identificazione di un sistema di controllo interno Per la migliore verifica dellefficacia e dellefficienza delle attività sanitarie

23 23 Prospettive auspicabili introduzione di una normativa sulla reportistica condivisa e standarizzata preservare autonomia e specificità delle aziende sanitarie, ma allo stesso tempo promuovere i criteri gestionali per il miglior consolidamento dei dati

24 24 Prospettive auspicabili Redazione dei bilanci delle aziende sanitarie Rilevazione e misurazione delle attività gestionali Definizione dei costi standard


Scaricare ppt "1 di Prof. Enrico Sorano Torino, 20 novembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google