La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le forme di governo: il regime presidenziale Prof. Marco Olivetti Università di Roma LUMSA 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le forme di governo: il regime presidenziale Prof. Marco Olivetti Università di Roma LUMSA 2014."— Transcript della presentazione:

1 Le forme di governo: il regime presidenziale Prof. Marco Olivetti Università di Roma LUMSA 2014

2 La forma di governo presidenziale 1) Elezione a suffragio universale e diretto di un Parlamento 2) Elezione a suffragio universale e diretto di un Presidente, cui è attribuito il potere esecutivo 3) Separazione “rigida” dei poteri fra Legislativo ed Esecutivo: né sfiducia, né scioglimento 4) Il Presidente è capo dello Stato e del Governo

3 Casi di forma di governo presidenziale  Stati Uniti  Stati dell’America Latina (Brasile, Messico, Argentina, Uruguay, Colombia, Cile, ecc.)  Filippine  In Europa: II repubblica francese ( )

4 Separazione rigida dei poteri  Presidente: potere esecutivo  Congresso: potere legislativo  Corte suprema e altri giudici federali: potere giudiziario  Il sistema è federale: esiste un livello statale di governo (negli Stati c’è un potere esecutivo, legislativo e giudiziario)

5 Il Presidente  Il Presidente è eletto da un collegio di “grandi elettori” scelti il primo martedì di novembre ogni 4 anni  I grandi elettori hanno un unico compito: eleggono il Presidente e il Vicepresidente degli Stati Uniti  Assieme al Presidente è eletto un Vicepresidente, che presiede il Senato  Il Vicepresidente succede al Presidente in caso di dimissioni o morte e dura in carica per il resto del mandato

6 Il Presidente  E’ titolare del potere esecutivo  Nomina i ministri (segretari di Stato)  Da lui dipende l’amministrazione  E’ comandante in capo dell’esercito  Dirige la politica estera, conclude i trattati

7 Il Congresso a) Un Parlamento bicamerale (Congresso): b) Camera dei Rappresentanti (435 membri): eletta per due anni c) Senato (100 membri, 2 per Stato): i singoli senatori sono eletti per sei anni. Il Senato è rinnovato per un terzo ogni due anni d) Sistema elettorale: collegi uninominali maggioritari a turno unico e) Senato e Camera hanno pari poteri

8 La Corte suprema  E’ il vertice del potere giudiziario federale  Garantisce la supremazia della Costituzione su ogni altra legge ed atto normativo, federale e statale  Decide in ultima istanza sulla legittimità costituzionale delle leggi statali e federali

9 Rapporti Presidente- Congresso  Separazione nell’origine e nella sopravvivenza (Shugart-Carey)  Non è possibile un voto di sfiducia al Presidente  L’impeachment: la Camera può mettere in stato d’accusa il Presidente, che in tal caso è giudicato dal Senato (presieduto dal Chief Justice)  Se il Senato condanna il Presidente, questi viene rimosso

10 Rapporti Congresso- Presidente  Il Presidente non può sciogliere il Congresso  Il Presidente può non avere la maggioranza del Congresso  Il Presidente può apporre il veto alle leggi approvate dalle due Camere, ma se questi le riapprovano esse entrano in vigore nonostante l’opposizione del Presidente  Il Senato deve ratificare i Trattati conclusi dal Presidente  Il “governo diviso”

11 I partiti politici americani  All’origine: repubblicani e federalisti ( )  : egemonia dei “federalisti”  1828: successo del Partito democratico (Andrew Jackson)  1860: ascesa del Partito repubblicano (Abraham Lincoln)  Dal 1860 due partiti: Democratici e Repubblicani

12 I partiti politici americani  Si tratta di partiti organizzati prevalentemente su base locale  Organizzazione nazionale debole  Esistenza di una componente centrista dei due partiti, disponibile al compromesso  Il Presidente non è il capo del suo partito  Le elezioni primarie


Scaricare ppt "Le forme di governo: il regime presidenziale Prof. Marco Olivetti Università di Roma LUMSA 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google