La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CIRC. 27/12/2012 “STRUMENTI D’INTERVENTO PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CIRC. 27/12/2012 “STRUMENTI D’INTERVENTO PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA”"— Transcript della presentazione:

1 CIRC. 27/12/2012 “STRUMENTI D’INTERVENTO PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA”

2 PREMESSA: L’AREA dello SVANTAGGIO SCOLASTICO è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit

3 DEFINIZIONE dei BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Alunni con DISABILITA’ Certificazione Legge 104/92 Intervento di sostegno Programmazione, metodi, strumenti..

4 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Alunni con DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Segnalazione Legge 170/ 2010 DM 12/7/2011 con Linee Guida PDP, STRUMENTI COMPENSATIVI E DISPENSATIVI, DIDATTICA ….

5 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Alunni con ALTRI DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI: deficit del linguaggio, delle abilità non verbali, della coordinazione motoria, dell’attenzione e dell’iperattività

6 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Alunni con FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE 70 < QI < 85 troppo alto per rientrare nell’ambito del Ritardo mentale e della L.104, troppo basso per rientrare tra i DSA e nella L.170

7 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Alunni in situazione di SVANTAGGIO SOCIALE o CULTURALE  alunni appartenenti ad altre culture, con difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana

8 INDICAZIONI: necessità di estendere a tutti gli alunni con BES le misure previste dalla Legge 170  PDP (individuale o “di classe”, con la funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento)  STRUMENTI COMPENSATIVI  MISURE DISPENSATIVE

9 “ADOTTARE UNA DIDATTICA che sia ‘denominatore comune’ per tutti gli alunni e che non lasci indietro nessuno: una DIDATTICA INCLUSIVA più che una didattica speciale.”


Scaricare ppt "CIRC. 27/12/2012 “STRUMENTI D’INTERVENTO PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA”"

Presentazioni simili


Annunci Google