La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MAROCCO & TUNISIA: IL CONTESTO OPERATIVO E IL SUPPORTO DI UNICREDIT ALLE IMPRESE Nigel Marco Zanenga Delegate for France, Morocco & Tunisia Group Client.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MAROCCO & TUNISIA: IL CONTESTO OPERATIVO E IL SUPPORTO DI UNICREDIT ALLE IMPRESE Nigel Marco Zanenga Delegate for France, Morocco & Tunisia Group Client."— Transcript della presentazione:

1 MAROCCO & TUNISIA: IL CONTESTO OPERATIVO E IL SUPPORTO DI UNICREDIT ALLE IMPRESE Nigel Marco Zanenga Delegate for France, Morocco & Tunisia Group Client Internationalization Aprile 2015

2 AGENDA AREA MENA DEFINIZIONE GEOGRAFICA
INVESTIMENTI DIRETTI NELL'AREA MENA PRESENZE IMPRESE ITALIANE NELL'AREA BUSINESS EMERGENTI IN CUI INVESTIRE SCHEDA MAROCCO SCHEDA TUNISIA STRUMENTI DI SOSTEGNO FARE IL PRIMO PASSO: TROVARE UN PAESE 2 2 2 2 2 2 2

3 MENA – MEDIO ORIENTE E NORD AFRICA
Il termine MENA, per "Medio Oriente e Nord Africa", è un acronimo spesso usato da accademici, pianificatori militari ed economisti Il termine copre un'ampia regione, estesa dal Marocco all'Iran, che include la maggior parte sia degli Stati mediorientali che del Maghreb. Il termine è sinonimo di Grande Medio Oriente (quest'ultimo, però, ricomprende a volte Pakistan e/o Afghanistan) La popolazione della regione MENA, secondo la sua estensione minima, è di circa 381 milioni di persone, circa il 6% della popolazione totale del Mondo.* Per la sua estensione massima, la popolazione è di circa 523 milioni * Algeria – 35,423,000, Bahrain – 1,235,000, Egitto – 79,090,000, Iran – 76,923,000, Iraq – 31,234,000, Israele – 7,654,000, Giordania – 6,407,000, Kuwait – 3,566,000, Libano – 4,224,000, Libia – 6,420,000, Marocco – 32,200,000, Oman – 2,845,000, Striscia di Gaza – 1,657,000, West Bank – 2,515,000, Qatar – 1,697,000, Arabia Saudita – 27,137,000, Siria – 22,505,000, Tunisia – 10,433,000, UAE – 4,976,000, Yemen – 23,580,000

4 ALGERIA, MOROCCO, TUNISIA, EGYPT & LIBIA
1 1 2 3 Source 1: Unicredit Political & Country Analysis Source 2 & 3: EY’s attractiveness survey Africa 2014

5 OLTRE 1300 IMPRESE ITALIANE OPERANTI NELL'AREA MENA
105 3 1 Fonte: MAE – MISE ICE – SACE

6 1 2 3 4

7 1 2 3 4 ANCE: RAPPORTO 2014 MENA = 53,6% 7 7 7 7 7 7 7 MENA 53,6%
ANCE - ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all’Estero e Relazioni Internazionali Via Guattani, Roma - Tel /7 - Fax ANCE: RAPPORTO 2014 1 2 MENA = 53,6% MENA 53,6% 3 4 Source: ANCE RAPPORTO 2014 7 7 7 7 7 7 7

8 NORD AFRICA: BUSINESS EMERGENTI IN CUI INVESTIRE (1/2)
SOURCE:: ANIMA INVESTMENT NETWORK

9 NORD AFRICA: BUSINESS EMERGENTI IN CUI INVESTIRE (2/2)
SOURCE:: ANIMA INVESTMENT NETWORK

10 MAROC

11 MAROCCO SNAPSHOT MENA REGION

12 MAROCCO: SCHEDA PAESE Source: UniCredit Political risk 12 12 12 12 12 12 12

13 MAROCCO: CONTESTO ECONOMICO
Source: UniCredit Political risk 13 13 13 13 13 13 13

14 UNIONE EUROPEA MAGGIORE “TRADING PARTNER” DEL MAROCCO
EU EXPORT VERSO IL MAROCCO € 17 BIO 17,347 QUOTA ITALIA = € 1,3 BIO Interscambio Maggiori Partner: Francia % ca Spagna 18 % ca Italia % ca EU IMPORT DAL MAROCCO € 9 BIO 8,744 QUOTA ITALIA = € 537 M Fonte: EUROSTAT 2012

15 MAROCCO: ACCESSO A PIU' DI 1 MILIARDO DI CONSUMATORI
Source: Agenzia Marocchina per lo Sviluppo degli investimenti –

16 PERCHE’ INVESTIRE IN MAROCCO
Investimenti esteri: Gli investimenti esteri, in linea di principio, possono essere effettuati liberamente (fino al 100% di proprietà straniera) con l’eccezione degli investimenti nel settore minerario e della difesa Imposizione Fiscale: Vi sono accordi in essere conto la doppia imposizione fiscale e la protezione degli investimenti con Italia, Germania ed Austria Free Trade zones: Esistenza di numerose zone industriali, ed è stato creato la FTZ di Tangeri, Kenitra ed in preparazione El Jadida (Jorf Asfar) Rimpatrio dei Capitali: Trasferimento libero dei profitti e dei capitali Costituzione Societaria: Procedure semplici per la costituzione di una nuova società. Vi sono 16 Centri Regionali di investimento che forniscono consigli agli investitori esteri sui requisiti da rispettare per la registrazione di una società e questo permette agli investitori di costituire la stessa entro 48 ore. Costi di start-up: Sono significantemente inferiori rispetto a quelli in Europa. I costi per la registrazione della proprietà ed anche per il “trading Cross Border” sono più economici che in Europa Costo del Lavoro: Lo stipendio medio in Marocco è intorno ai $ US 350 per mese Forza Lavoro: La forza lavoro marocchina è multilingua, parla francese, marocchino ed anche l’inglese particolarmente per il business. La forza lavoro è ben istruita, e vi è un pool di competenze variegate da cui scegliere

17 MAROCCO: UN MERCATO APERTO AGLI INVESTIMENTI
Source: Agenzia Marocchina per lo Sviluppo degli investimenti –

18 MAROCCO: SETTORI ECONOMICI
Principali attività economiche Agricoltura Industria elettrica Industria elettronica Industria Chimica Industria tessile Principali merci d’esportazione Tessuti Prodotti Chimici Attrezzature meccaniche ed elettriche Prodotti Agricoli Principali merci d’importazione Prodotti petroliferi Prodotti tessili Attrezzature per le comunicazioni Autoveicoli Prodotti chimici Hardware e software

19 MAROCCO : OPPORTUNITA‘ DI INVESTIMENTO
INDUSTRIA – PATTO EMERGENZA 6 comparti strategici: Offshoring, Automobilistico, Aeronautico e spaziale, Elettronico Tessile e cuoio, Agroalimentare. Scopo, Creazione posti di lavoro ed aumento PIL di ca € 4,5 miliardi ENERGIA: Piano solare ed eolico Budget di € 14,6 mldi. al fine di ottenere almeno il 42% della produzione nazionale da fonti rinnovabili nel TURISMO “Visione 2020” Forecast per il 2020: 20 milioni di turisti, costruzione di posti letto e 8 nuove destinazioni PESCA “Halieutus” Obiettivo di creare € 1,9 miliardi di PIL e creare nuovi posti di lavoro entro il 2020 AGRICOLTURA “Piano Marocco Verde” Obiettivo di modernizzare il settore agricolo. Previsti investimenti per € 13,5 miliardi entro il 2020 LOGISTICA Creazione di una rete nazionale integrata di 70 piattaforme logistiche multi flusso EDILIZIA Lanciato nel 2009 con l’obbiettivo di sviluppare l’edilizia popolare e costruire alloggi l’anno FINANZA: Casablanca Finance City Obiettivo: fare di Casablanca un Hub Regionale verso il Maghreb e l’Africa occidentale PIANO MAROCCO DIGITALE 2013 Garantire ai cittadini l'accesso a Internet ad alta velocità, digitalizzazione dei servizi pubblici Fonte: invest in Marocco Fonte: Invest Marocco

20 MAROCCO: INCENTIVI E FONDI ALL'INVESTIMENTO
Source: Agenzia Marocchina per lo Sviluppo degli investimenti –

21 UNICREDIT: AFRICA SERVICE MODEL
UCG ENTRY POINT EXIT TOWARDS AFRICA UNICREDIT INTERNATIONAL DELEGATE FOR AFRICA UNICREDIT INTERNATIONAL CENTRES ATTIVITA’ DEL DELEGATO Coordina e promuove le attività di “set-up” e sviluppo del business in Africa Garantisce un supporto costante ed efficace alla clientela di UCG intenzionata ad intraprendere un business nel continente africano Fornisce advisory ed assistenza alla clientela in concerto con UCG al fine di: Agevolare l’introduzione del cliente presso il partner bancario locale Facilitare le ricerche tramite partner locali di potenziali controparti commerciali Fornire supporto nell’ottenimento di linee creditizie ed emissione di garanzie Facilitare operazioni di “Greenfield” tramite organismi istituzionali specifici locali Supportare operativamente tramite partner locali la costituzione di “Joint Venture” Individuare studi di settore specifici Procurare informazioni riguardanti i bandi di concorso per tender internazionali Svolgere funzioni di Problem solving sia sul business sia sull’operatività locale CONTATTI Nigel Marco Zanenga Delegato Francia, Marocco & Tunisia Group Client Internationalization Cell

22 UIC AFRICA COUNTRIES NETWORK
UCG CORE MARKETS AFRICA North West Central East South

23 TUNISIA

24 TUNISIA SNAPSHOT MENA REGION

25 TUNISIA: SCHEDA PAESE 25 Source: UniCredit Political risk 25 25 25 25 25 25 25

26 TUNISIA: CONTESTO ECONOMICO
Source: UniCredit Political risk

27 UNIONE EUROPEA “IL TRADE” CON LA TUNISIA
EU EXPORT VERSO LA TUNISIA € 11,1 BIO (2013) QUOTA ITALIA = € 3,1 BIO (2013) Interscambio Maggiori Partner: FRANCIA (1) € 3,58 B ITALIA (2) € 2,51 B GERMANIA (3) € 1,09 B EU IMPORT DALLA TUNISIA € 9,3 BIO (2013) QUOTA ITALIA = € 2,2 BIO (2012) Fonte: EUROSTAT / 2013 / 2014

28 1 2 3 4 …ALCUNI INDICATORI www.investintunisia.tn
Source: Foreign Investment Promotion Agency

29 PERCHE‘ INVESTIRE IN TUNISIA
Investimenti esteri possono essere effettuate liberamente fino al possesso dell‘100% della società locale, per particolari settori ritenuti strategici (ie Trasporti, comunicazioni, editoria) è necessaria una autorizzazione preventiva Vi sono in essere accordi contro la doppia imposizione fiscale, e la protezione degli investimenti In Tunisia vi sono numerose “zone industriali” e due “Free economic zones” - Bizerte (60 km from Tunis Airport) Zarzis-Jerba (close to Jerba Airport) libero trasferimento all’estero di utili e capitali Procedure semplificate per la costituzione di nuove società tramite l’utilizzo della “one stop shop” della Agence de Promotion de l’industrie – API – formalità eseguite entro 24 ore Costo della produzione e del lavoro estremamente competitivi Disponibilità di Forza lavoro professionalmente qualificata

30 TUNISIA: OPPORTUNITA‘ DI INVESTIMENTO
Industrie Meccaniche, elettriche, elettroniche, edilizia Componenti Auto, Aeronautica, Settore della plasturgia Pezzi tecnici per automobili, elettrici, elettronici, aeronautici , per la medicina, Imballaggi (mono\multi) Tessile ed abbigliamento Jeans, Biancheria intima, camiceria, tessuti tecnici, tessitura e filatura Industrie Agro-Alimentari Trattamento frutta, trattamento del olio di oliva, surgelamento frutta e verdura, industrie delle conserve di pesce blu (sardine, acciughe) , Piatti pronti, prodotti a base di latte fresco, vino d’uva Ingegneria e near- shoring Sviluppo software, Ingegneria Industriale, servizi di supporto, call centers Fonte: investintunisia.tn

31 TUNISIA “ONE STOP SHOP” PER GLI INVESTIMENTI
Per facilitare investimenti esteri ed operazioni di “startup nel paese” è stato creato “ L’Agenzia per la promozione dell’industria e dell’Innovazione. Le prestazione dell’API si dividono in sei rubriche principali: Costituzione della Società e gestione dei vantaggi Formazione dei creatori di Impresa e gestione degli incubatori Task force “ Mise à niveau” Studi di settore Informazioni Industriali Package API Lo Sportello Unico dell’API è presente nelle città di Tunisi, Sousse e Sfax. la stessa è composta dai seguenti uffici Ufficio per la promozione degli Investimenti Ufficio per la registrazione degli atti Societari Ufficio del controllore delle imposte Cancelleria del tribunale di prima istanza Ufficio della Tipografia Ufficiale della Republica Tunisina Uffico delle Dogane Ufficio del Ministero degli Interni Sito in Italiano: F o n t e : E I U

32 TUNISIA “INCENTIVI FISCALI
Il Codice degli investimenti ha previsto riduzioni e sgravi in funzione del settore e/o della tipologia d’attività dell’impresa quali sconti accordati sugli utili e sui profitti reinvestiti. Tali sconti vanno dal 30% (norma generale) sino al 100%, con riserva di pagamento di un minimo imponibile del 15% sui guadagni totali per le società e del 45% delle imposte sugli utili per le persone fisiche. Il tasso imponibile sul reddito delle società è: Del 30% sugli utili societari per le imprese operanti sul mercato interno (di diritto Tunisino) Del 10% per imprese del settore agricolo e della pesca Incentivi fiscali: Esenzione totale per i primi 10 anni per: (scaduto al 31/12/12 in attesa proroga) Redditi da esportazione Progetti di sviluppo agricoli Progetti di sviluppo regionale Riduzione del 50% della base imponibile per redditi da esportazione a partire dell’undicesimo anno e per un periodo illimitato progetti di sviluppo regionale per ulteriori dieci anni Riduzione del 10% della base imponibile per: progetti nei settori dell’educazione, insegnamento e formazione professionale progetti nell’ambito della protezione ambientale F o n t e : E I U Fonte: ICE 2012

33 UCG AFRICA COUNTRIES NETWORK
UIC Africa UCG CORE MARKETS AFRICA North West Central East South

34 UNICREDIT: AFRICA SERVICE MODEL
UCG ENTRY POINT EXIT TOWARDS AFRICA UNICREDIT INTERNATIONAL DELEGATE FOR AFRICA UNICREDIT INTERNATIONAL CENTRES ATTIVITA’ DEL DELEGATO Coordina e promuove le attività di “set-up” e sviluppo del business in Africa Garantisce un supporto costante ed efficace alla clientela di UCG intenzionata ad intraprendere un business nel continente africano Fornisce advisory ed assistenza alla clientela in concerto con UCG al fine di: Agevolare l’introduzione del cliente presso il partner bancario locale Facilitare le ricerche tramite partner locali di potenziali controparti commerciali Fornire supporto nell’ottenimento di linee creditizie ed emissione di garanzie Facilitare operazioni di “Greenfield” tramite organismi istituzionali specifici locali Supportare operativamente tramite partner locali la costituzione di “Joint Venture” Individuare studi di settore specifici Procurare informazioni riguardanti i bandi di concorso per tender internazionali Svolgere funzioni di Problem solving sia sul business sia sull’operatività locale CONTATTI Nigel Marco Zanenga Delegato Francia, Marocco & Tunisia Group Client Internationalization Cell

35 STRUMENTI DI SOSTEGNO

36 OPERAZIONI ASSISTITE DA GARANZIA SACE ACCORDO UNICREDIT – SACE
Le Garanzie Sace sono rilasciate a favore delle Banche che emettono garanzie contrattuali in favore di committenti / fornitori esteri, su richiesta di aziende italiane o proprie controllate/ collegate estere Si tratta di una controgaranzia a prima richiesta (secondo quanto previsto da BASILEA II) che copre fino al 70% dell'ammontare delle garanzie bancarie emesse Operazioni assicurabili: contratti per la fornitura di beni e/o prestazione di servizi, esecuzione di lavori all'estero stipulati tra aziende Italiane e committenti esteri l'accordo prevede un plafond di € 650 M articolati come di seguito riportato: un plafond da € 300 milioni per finanziamenti a medio-lungo termine erogati da UniCredit garantiti da SACE, a sostegno di progetti di sviluppo estero di Pmi italiane (dall'acquisto di nuovi macchinari all'apertura di punti vendita all'estero, da investimenti in ricerca e sviluppo alla partecipazione a fiere internazionali) un plafond da € 100 milioni per anticipi  o finanziamenti estero  a breve termine (fino a 18 mesi), erogati da UniCredit e garantiti da SACE nell'ambito di attività di internazionalizzazione delle Pmi italiane un plafond di almeno € 250 milioni di garanzie internazionali emesse da UniCredit e contro garantite da SACE, in favore di attività di esportazione o realizzazione di lavori all'estero ad opera di aziende italiane

37 OPERAZIONI ASSISTITE DA GARANZIA SACE € 250 M PER GARANZIE INTERNAZIONALI
Il plafond di € 250 milioni di garanzie internazionali emesse da UniCredit e contro garantite da SACE, assicura contratti per la fornitura di beni e/o prestazione di servizi, esecuzione di lavori all'estero stipulati tra aziende Italiane e committenti esteri La Polizza Fideiussioni SACE contro garantisce le tipiche garanzie specifiche del mondo "contracting" Bid Bond (garanzia per il mantenimento delle offerte in sede di appalti / concorsi) Performance Bond (garanzia di buona esecuzione delle commesse) Advance payment Bond (garanzia per il reintegro degli anticipi) Maintenance Bond (garanzie tecniche / di buon funzionamento / di qualità del prodotto) Retention Money Bond (garanzia per lo svincolo di ritenute) Vantaggi: Maggiore capacità di credito per il fornitore, la quota garantita alleggerisce il fido consentendo di liberare risorse per altre operazioni. Maggiore sicurezza in quanto le coperture SACE sono assistite da garanzia Sovrana Assicurabile fino al 70% dell'operazione

38 FONDI BEI "BANCA EUROPEA DEGLI INVESTIMENTI"

39 TUNISIA “LINEA DI CREDITO A FAVORE DELLE PMI TUNISINE”
l'Italia ha accordato alla Tunisia una linea di credito dell'ammontare di 73 milioni di euro a favore della PMI Tunisine

40 FARE IL PRIMO PASSO: TROVARE UN PAESE https://www.unicredit.it

41 Portale UniCredit International: trova il mercato
1.200 categorie di prodotto Ricercare il mercato più promettente 1 150 guide Paese

42 BEVANDE - VINO HS 2204

43 MACCHINE PER LAVORAZIONE DEL LATTE HS 8434

44 PRODOTTI IN CARTA C 32S2112 CARTA E CARTONE HS 4805

45 ORTAGGI CONGELATI HS 0710

46 AGRICOLTURA – ORTAGGI E FIORI – FUNGHI E TARTUFFI HS 0709

47 ALIMENTARE – CARNI BOVINE FRESCHE O REFRIGERATE HS 0201

48 PRODOTTI IN LEGNO C31S3610

49 UNICREDIT INTERNATIONAL
E' il nuovo marchio di gamma creato per l'offerta di prodotti e servizi dedicati all'internazionalizzazione delle imprese. Rappresenta il nuovo modello di servizio che UniCredit mette a disposizione dei propri clienti che lavorano con l'estero, un modello distintivo che fa leva sull' unicità della rete UniCredit in Italia e nel mondo. Si fonda su quattro pilastri: CONOSCENZA MERCATI: East Gate, Destinazione Cina, Export Business School RICERCA CONTROPARTI: Portale UniCredit International, Incontri B2B PRODOTTI: Gestire e Proteggere incassi e pagamenti, Finanziare Import-Export, Aprire Conti all'Estero CONSULENZA: Specialisti e referenti Imprese, Rete Internazionale

50 Prodotti dedicati al business estero
Abbiamo introdotto prodotti innovativi per semplificare l’operatività con l’estero: Conti correnti e linee di credito Cross-border Piattaforme UniWeb 2.0 ed Export Manager Nuova lettera di credito Easy CredOK Nuovi finanziamenti con garanzia SACE Nuovi conti Imprendo PMI Europa e Imprendo PMI International

51 Consulenza specializzata
Diamo consulenza specializzata per tutte le esigenze in Italia e all’estero: Rete di 200 “Specialisti UniCredit International” in 50 Centri Estero Desk Italia in 20 + paesi, basi operative direttamente sul posto, dove si parla Italiano Rete di banche, filiali e uffici in 50 paesi Operatività in 150 paesi con oltre banche corrispondenti.

52 INFO: GCI@unicredit.eu
GROUP CLIENT INTERNATIONALIZATION INFO: Nigel Marco Zanenga Delegato Francia, Marocco & Tunisia Group Client Internationalization Cell 52 52 52 52 52 52 52

53 AD USO ESCLUSIVO PERSONALE DEI PARTECIPANTI ALL' EVENTO INTERNATIONAL FORUM: FOCUS NORD AFRICA ED EMIRATI ARABI DA PUBBLICARE ESCLUSIVAMENTE NEL PORTALE AD ACCESSO PROTETTO DELL'ENTE CHE OSPITA IL FORUM E DOVE GLI ASSOCIATI HANNO ACCESSO TRAMITE PASSWORD VIETATO LA PUBBLICAZIONE DIRETTA NELLA RETE INTERNET IN MODALITA' ACCESSO LIBERO 53 53 53 53 53 53 53

54 Disclaimer 54 This publication is presented to you by:
Corporate & Investment Banking UniCredit S.p.A. Milan - Italy The information in this publication is based on carefully selected sources believed to be reliable. However we do not make any representation as to its accuracy or completeness. Any opinions herein reflect our judgement at the date hereof and are subject to change without notice. Any investments presented in this report may be unsuitable for the investor depending on his or her specific investment objectives and financial position. Any reports provided herein are provided for general information purposes only and cannot substitute the obtaining of independent financial advice. Private investors should obtain the advice of their banker/broker about any investments concerned prior to making them. Nothing in this publication is intended to create contractual obligations. Corporate & Investment Banking of UniCredit Group consists of UniCredit S.p.A., Rome, UniCredit Bank AG, Munich, UniCredit Bank Austria AG, Vienna and other members of the UniCredit Group. UniCredit S.p.A. is regulated by both the Banca d'Italia and the Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB), UniCredit Bank AG Milan Branch is regulated by the Banca d'Italia and the Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) and BaFin, UniCredit Bank AG is regulated by the German Financial Supervisory Authority (BaFin) and UniCredit Bank Austria AG is regulated by the Austrian Financial Market Authority (FMA). Note to UK Residents: In the United Kingdom, this publication is being communicated on a confidential basis only to clients of Corporate & Investment Banking of UniCredit Goup (acting through UniCredit Bank AG, London Branch who (i) have professional experience in matters relating to investments being investment professionals as defined in Article 19(5) of the Financial Services and Markets Act 2000 (Financial Promotion) Order 2005 (“FPO”); and/or (ii) are falling within Article 49(2) (a) – (d) (“high net worth companies, unincorporated associations etc.”) of the FPO (or, to the extent that this publication relates to an unregulated collective scheme, to professional investors as defined in Article 14(5) of the Financial Services and Markets Act 2000 (Promotion of Collective Investment Schemes) (Exemptions) Order 2001 and/or (iii) to whom it may be lawful to communicate it, other than private investors (all such persons being referred to as “Relevant Persons”). This publication is only directed at Relevant Persons and any investment or investment activity to which this publication relates is only available to Relevant Persons or will be engaged in only with Relevant Persons. Solicitations resulting from this publication will only be responded to if the person concerned is a Relevant Person. Other persons should not rely or act upon this publication or any of its contents. The information provided herein (including any report set out herein) does not constitute a solicitation to buy or an offer to sell any securities. The information in this publication is based on carefully selected sources believed to be reliable but we do not make any representation as to its accuracy or completeness. Any opinions herein reflect our judgement at the date hereof and are subject to change without notice. We and/or any other entity of Corporate & Investment Banking of UniCredit Group may from time to time with respect to securities mentioned in this publication (i) take a long or short position and buy or sell such securities; (ii) act as investment bankers and/or commercial bankers for issuers of such securities; (iii) be represented on the board of any issuers of such securities; (iv) engage in “market making” of such securities; (v) have a consulting relationship with any issuer. Any investments discussed or recommended in any report provided herein may be unsuitable for investors depending on their specific investment objectives and financial position. Any information provided herein is provided for general information purposes only and cannot substitute the obtaining of independent financial advice. UniCredit Bank AG, London Branch is regulated by the Financial Services Authority for the conduct of business in the UK as well as by BaFIN, Germany. Notwithstanding the above, if this publication relates to securities subject to the Prospectus Directive (2005) it is sent to you on the basis that you are a Qualified Investor for the purposes of the directive or any relevant implementing legislation of a European Economic Area (“EEA”) Member State which has implemented the Prospectus Directive and it must not be given to any person who is not a Qualified Investor. By being in receipt of this publication you undertake that you will only offer or sell the securities described in this publication in circumstances which do not require the production of a prospectus under Article 3 of the Prospectus Directive or any relevant implementing legislation of an EEA Member State which has implemented the Prospectus Directive. Note to US Residents: The information provided herein or contained in any report provided herein is intended solely for institutional clients of Corporate & Investment Banking of UniCredit Group acting through UniCredit Bank AG, New York Branch and UniCredit Capital Markets, Inc. (together “UniCredit”) in the United States, and may not be used or relied upon by any other person for any purpose. It does not constitute a solicitation to buy or an offer to sell any securities under the Securities Act of 1933, as amended, or under any other US federal or state securities laws, rules or regulations. Investments in securities discussed herein may be unsuitable for investors, depending on their specific investment objectives, risk tolerance and financial position. In jurisdictions where UniCredit is not registered or licensed to trade in securities, commodities or other financial products, any transaction may be effected only in accordance with applicable laws and legislation, which may vary from jurisdiction to jurisdiction and may require that a transaction be made in accordance with applicable exemptions from registration or licensing requirements. All information contained herein is based on carefully selected sources believed to be reliable, but UniCredit makes no representations as to its accuracy or completeness. Any opinions contained herein reflect UniCredit's judgement as of the original date of publication, without regard to the date on which you may receive such information, and are subject to change without notice. UniCredit may have issued other reports that are inconsistent with, and reach different conclusions from, the information presented in any report provided herein. Those reports reflect the different assumptions, views and analytical methods of the analysts who prepared them. Past performance should not be taken as an indication or guarantee of further performance, and no representation or warranty, express or implied, is made regarding future performance. UniCredit and/or any other entity of Corporate & Investment Banking of UniCredit Group may from time to time, with respect to any securities discussed herein: (i) take a long or short position and buy or sell such securities; (ii) act as investment and/or commercial bankers for issuers of such securities; (iii) be represented on the board of such issuers; (iv) engage in “market-making” of such securities; and (v) act as a paid consultant or adviser to any issuer. The information contained in any report provided herein may include forward-looking statements within the meaning of US federal securities laws that are subject to risks and uncertainties. Factors that could cause a company's actual results and financial condition to differ from its expectations include, without limitation: Political uncertainty, changes in economic conditions that adversely affect the level of demand for the company‘s products or services, changes in foreign exchange markets, changes in international and domestic financial markets, competitive environments and other factors relating to the foregoing. All forward-looking statements contained in this report are qualified in their entirety by this cautionary statement. This product is offered by UniCredit S.p.A. who is solely responsible for the Product and its performance and/or effectiveness. UEFA and its affiliates, member associations and sponsors (excluding UniCredit S.p.A.) do not endorse, approve or recommend the Product and accept no liability or responsibility whatsoever in relation thereto. Corporate & Investment Banking UniCredit S.p.A., Milan as of April 15, 2017 54


Scaricare ppt "MAROCCO & TUNISIA: IL CONTESTO OPERATIVO E IL SUPPORTO DI UNICREDIT ALLE IMPRESE Nigel Marco Zanenga Delegate for France, Morocco & Tunisia Group Client."

Presentazioni simili


Annunci Google