La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educare alla lingua e alla cittadinanza Parliamo Italiano Socialmente Uniti Antonella Talenti I.C Bovio-Cavour di Alessandria Monica Mosca & Giacomo Ferrari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educare alla lingua e alla cittadinanza Parliamo Italiano Socialmente Uniti Antonella Talenti I.C Bovio-Cavour di Alessandria Monica Mosca & Giacomo Ferrari."— Transcript della presentazione:

1 Educare alla lingua e alla cittadinanza Parliamo Italiano Socialmente Uniti Antonella Talenti I.C Bovio-Cavour di Alessandria Monica Mosca & Giacomo Ferrari Università del Piemonte Orientale

2 Il nostro Progetto Che cos’è ? Quale processo ha attivato? Circolo virtuoso tra scuola, università e società Macro Obiettivo: 1) fase operativa e prassi per un progetto linguistico inclusivo, integrato e di qualità (cfr. 10 attenzioni) 2) follow-up e fruibilità dei materiali nel futuro sia per la didattica in presenza che per quella a distanza 3

3 Quadro di riferimento Rapporto nazionale annuale ISMU  “ricostruire le più ampie traiettorie formative …partendo dalle Scuole di Infanzia” Nuovo capitolo per la “Buona scuola”  concetti di “con-cittadinanza e i nuovi italiani come risorsa” Framework Europeo 4

4 Protocollo d’accoglienza alunni stranieri Azioni per attuare l’inserimento scolastico Soggetti coinvolti: dirigente scolastico, ufficio segreteria, funzione strumentale e il coordinatore di sede, gli insegnanti, la famiglia Fasi: iscrizione, prima conoscenza, assegnazione e inserimento in classe, valutazione, linee gida per la valutazione dell’esame di stato 5

5 Dati di contesto della scuola 6 Totale alunni 1106, di cui il 30% di stranieri PRIMA GENERAZIONE (rispetto al totale): 79 ALUNNI SU 1100 TOTALI: PERCENTUALE 7,18 % SECONDA GENERAZIONE (rispetto al totale) 233 ALUNNI SU 1100 TOTALI: PERCENTUALE 21,18 %

6 Provenienza 7 1°: MAROCCO N. 94 ALUNNI 2°: ALBANIA N. 82 ALUNNI 3°: ROMANIA N. 58 ALUNNI Algeria, Argentina, Cina, Colombia, Dominica, Ecuador, Egitto, Filippine, India, Iraq, Costa D’Avorio, Jugoslavia, Kosovo, Nigeria, Pakistan, Perù, Polonia, Rep. Dominicana, Russia, Somalia, Stati Uniti D’America, Ucraina, Ungheria, Uzbekistan, Venezuela.

7 Macro Obiettivi: un progetto linguistico inclusivo e di qualità – Osservazione e proposte operative – Questionario socio-linguistico come strategia finalizzata alla messa a punto di opportune e mirate tattiche – Attuazione di corsi mirati per adulti e studenti arrivati in corso d’anno scolastico – Realizzazione di materiale multimediale per la biblioteca digitale per riutilizzo per insegnamento/autoapprendimento 8 Parliamo Italiano Socialmente Uniti

8 – Questionario con 20 domande sociolinguistiche somministrato ai genitori di alunni stranieri che frequentano I.C. Bovio-Cavour – Questionario ai corsisti – Corsi per genitori: 2 livelli, base (0  A2) e avanzato (A  B1) 9 Destinatari Docenti – Docenti con formazione specifica (con dottorato in linguistica e con formazione in didattica dell’italiano L2) Stefano Molina “credere di risolvere il problema degli studenti stranieri pescando dalle graduatorie svilisce il ruolo di docenti esperti di italiano per stranieri”

9  Prospettiva interculturale e sociolinguistica  Competenza comunicativa: lingua legata alle situazioni sociali  L’analisi dei bisogni linguistici tiene conto di: bisogni pragmatici futuri bisogni di autonomia nell’apprendere una lingua bisogni presenti nell’apprendente 10 Quadro IT.L2

10 11  Educare alla cittadinanza attraverso il Content and Language Integrated Learning (CLIL).  Il CLIL sostiene lo sviluppo di intercultura e plurilinguismo, confronta le fonti provenienti da diverse e, al contempo, riconosce il plurilinguismo come convivenza, comprensione profonda delle culture altrui  Riflessione metalinguistica Didattica attiva/cognitiva

11 – Peer-education – Comprensione: cloze facilitato; accoppiamento lingua- immagine – Acquisizione del lessico – Abilità di interazione: copioni situazionali, saper definire il proprio ruolo all’interno della situazione sociale; saper comunicare le proprie intenzioni - Dialogo aperto, role-making e role-play Inoltre pillole su: – reti semantiche e nozioni grammaticali 12 Prospettive e tecniche utilizzate

12 13 Lim e corsiste in aula informatica

13 14 Gruppo: adulti A2  B1 Il lessico e il concetto di diritti e doveri legati al mondo del lavoro e del reddito; i livelli di istruzione della scuola italiana … quali differenze rispetto alla propria cultura? “Chi ha più bisogno di democrazia spesso non usa lo strumento democratico” Zagrebelsky

14 Vediamo alcune domande e risposte   15 Un nuovo strumento: questionario socio- linguistico 20 domande strutturate in 3 macro sezioni: 1) dati personali e motivazioni 2) percezione dello spazio linguistico e sociale 3) uso della lingua

15 16

16 17 LA LORO PERCEZIONE LINGUSTICA…

17 18

18 19

19 20

20 21 Graziella Favaro: Componenti: generi discorsivi, per funzioni diverse, inventario/ competenza lingua parlata Fondi pon


Scaricare ppt "Educare alla lingua e alla cittadinanza Parliamo Italiano Socialmente Uniti Antonella Talenti I.C Bovio-Cavour di Alessandria Monica Mosca & Giacomo Ferrari."

Presentazioni simili


Annunci Google