La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Flipped classroom e nuove metodologie didattiche Modulo 2 – prima lezione Antonio Todaro “ Strumenti di condivisione on-line ”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Flipped classroom e nuove metodologie didattiche Modulo 2 – prima lezione Antonio Todaro “ Strumenti di condivisione on-line ”"— Transcript della presentazione:

1 Flipped classroom e nuove metodologie didattiche Modulo 2 – prima lezione Antonio Todaro “ Strumenti di condivisione on-line ”

2 Benvenuti

3 I primi strumenti per la condivisione online Google Drive per la didattica. Dalla creazione di un account Google alla creazione di cartelle e documenti condivisi; I software on line di Google e altri strumenti per la creazione di presentazioni; l’utilizzo di “Moduli Google” per la creazione di questionari online e la loro condivisione. : creare test e verifiche online. Compito d’aula: creazione di un modulo google composito con template personalizzato. Compito assegnato: creazione di cartelle e documenti condivisi con il formatore, costruzione di una breve presentazione in “Presentazioni Google”, realizzazione di un semplice test con “Questbase”

4 Inteso genericamente come software e spazio di archiviazione presenti su un “disco virtuale” Concetto di CLOUD Cloud Computing

5 Il National Institute of Standards and Technology (NIST) americano ha elaborato in un documento ufficiale la definizione di «Cloud computing» universalmente accettata dall’industria e dai professionisti del settore. Concetto di CLOUD Cloud Computing

6 Le cinque caratteristiche essenziali del Cloud computing : Self-Service: l’utente deve poter richiedere i servizi (banda, potenza computazionale, applicazioni) autonomamente, senza l’intervento dei gestori dell’infrastruttura o dei service provider. Accessibilità globale: i servizi devono essere accessibili da più dispositivi, da più luoghi e in ogni momento. Il Cloud computing deve garantire l’accesso eterogeneo: mobile, tablet, piccoli desktop casalinghi o grandi server. Raggruppamento delle risorse : le risorse IT (storage, processori, macchine virtuali ecc.) devono essere organizzate in gruppi e non isolate così da poter servire dinamicamente un numero variabile di utenti a seconda delle loro richieste. Elasticità immediata: le risorse devono poter scalare (verso l’alto e verso il basso) velocemente e, in alcuni casi, automaticamente. Misurabilità dei servizi: ogni servizio deve essere controllato e monitorato in modo trasparente così da poter essere misurato in termini di consumo di risorse e così da potervi applicare modelli di pay per use. Fonte: Concetto di CLOUD Cloud Computing

7 Google Drive Lo spazio di archiviazione gratuito a disposizione: 15 GB, da suddividere tra Google Drive, Gmail e Foto Google+. Come posso utilizzarlo? Creazione di documenti Archiviazione di files Condivisione di files

8 Google Drive I file nei formati di Documenti, Fogli e Presentazioni Google non occupano spazio di archiviazione. Solo i file archiviati come PDF, le immagini e i video consumano spazio di archiviazione. Ciascuno dei file archiviati può avere una dimensione massima di 5 TB. Lo spazio di archiviazione gratuito a tua disposizione ammonta a 15 GB, da suddividere tra Google Drive, Gmail e Foto Google+.

9 Google Drive Breve guida a Google Drive Info disponibili su: https://goo.gl/2D0WaLhttps://goo.gl/2D0WaL

10 Google Drive Operazioni preliminari CREARE UN ACCOUNT

11

12

13

14 Accesso a Google Drive Creato l’account, effettuo l’accesso dalla pagina di Google e l’immagine del profilo indica che siamo connessi al «nostro» spazio web… Cliccando sull’icona delle app ho a disposizione i principali servizi collegati al mio account

15 Accesso a Google Drive Aprendo Drive ho accesso ai miei file, ai file condivisi con me e alle cartelle La visualizzazione delle cartelle può essere modificata dall’utente

16 Lavoriamo con Google Drive Primo esercizio : creazione di un account Google per chi non lo possiede Secondo esercizio : creazione di un documento di testo condiviso con il formatore per comunicare il proprio indirizzo utilizzato per i servizi di Google COME FARE? Prova, sperimenta e chiedi… Per condividere il file inserisci il mio indirizzo

17 ? Piccole magie del digitale… QR Code e comunicazione SMART

18 Parlo… Applicazioni didattiche possibili? Un solo Limite: la scarsa fantasia! la macchina scrive! Mi connetto

19 Ricetta QR Code e comunicazione SMART Ingredie nti

20 Smartphone Personal computer App Ios o Android Account Google Connessione internet https://play.google.com/store/apps/details?id=me.scan.android.client&hl=it https://itunes.apple.com/it/app/qr-code-reader-and-scanner/id ?mt=8 Ricetta QR Code e comunicazione SMART

21 1. Creare una sottocartella condivisa all’interno della cartella "FORMAZIONE FLIPPED CTI VERDELLINO" 2. Rinominare la sottocartella con «Cognome Nome» 3. Creare un modulo Google Form all’interno della propria cartella 4. Modificare il tema e gli stili 5. Condividere con il formatore, verificando i permessi 6. Ottenere il link per la pubblicazione Compiti in classe

22 Alla scoperta di Seconda parte Piattaforma on line per la creazione di quiz, verifiche e test

23 Alla scoperta di Seconda parte Questbase nel 2015 è stato acquisito da un“social learning” con molteplici funzioni per l'e-learning e la condivisione di documenti Manuale disponibile sul sito

24 Alla scoperta di Seconda parte Creare account e accedere alla piattaforma Avviare QuestBase…e iniziare a creare il primo questionario…

25 L’inserimento di nuovi questionari Sulla colonna di sinistra cliccare su aggiungi. È possibile aggiungere un nuovo questionario o nuove cartelle per un’organizzazione razionale degli elaborati

26 La classe virtuale con E' possibile importare un elenco già esistente di studenti da un qualsiasi file Excel (o CSV), a condizione che rispetti le seguenti regole: Le colonne devono essere, nell'ordine: Utente, Password, Nome, Cognome, , Note. L’unica colonna che deve essere obbligatoriamente presente è Utente, mentre tutte le altre sono facoltative. La prima riga nel file viene considerata come intestazioni di colonna, quindi non viene importata.

27 Compiti a casa Tutoring online: in modalità asincrona, tramite ; in modalità sincrona tramite hangout di Google su appuntamento. Compito assegnato: creazione di cartelle e documenti condivisi con il formatore, costruzione di una breve presentazione in “Presentazioni Google”, realizzazione di un semplice test con “Questbase”.

28 GRAZIE Informazioni di contatto: Antonio Todaro Sito web: Tel. Uff.: Prossimo incontro: Venerdì 22 maggio Prossimo incontro: Venerdì 22 maggio


Scaricare ppt "Flipped classroom e nuove metodologie didattiche Modulo 2 – prima lezione Antonio Todaro “ Strumenti di condivisione on-line ”"

Presentazioni simili


Annunci Google