La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modelli di scelta del piano telefonico Rosangelo Giampaolo Elena Pallini Alessandro Raspanti Marco Stella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modelli di scelta del piano telefonico Rosangelo Giampaolo Elena Pallini Alessandro Raspanti Marco Stella."— Transcript della presentazione:

1 Modelli di scelta del piano telefonico Rosangelo Giampaolo Elena Pallini Alessandro Raspanti Marco Stella

2 Obiettivo Stimare, partendo da un campione di famiglie statunitensi, la probabilità di scelta tra i differenti piani di telefonia fissa sulla base del costo

3 Struttura del Data Set VARIABILE DIPENDENTE: Scelta tra 5 differenti servizi telefonici 1. A misura fissa (BM) 2. A misura variabile (SM) 3. Tariffa locale (LF) 4. Tariffa estesa (EF) 5. Tariffa metropolitana (MF) VARIABILE ESPLICATIVA: Costo mensile del piano telefonico in $ per l’uso osservato sotto ogni alternativa

4 Struttura del Data Set 434 famiglie (Indagine sulle famiglie Pennsylvania, USA, 1984) Le famiglie risiedono in 5 AREE : 1. Metropolitana 2. Suburbana 3. Perimetrale con servizio esteso 4. Perimetrale senza servizio esteso 5. Non metropolitana

5 Struttura del Data Set

6 Modello Multinomial Logit V BM =  BM +  C ln (costo BM ) V SM =  SM +  C ln (costo SM ) V LF =  LF +  C ln (costo LF ) V EF =  EF +  C ln (costo EF ) V MF =  C ln (costo MF ) e Vi P ( i | C) =   j  C e Vj

7 Modello Multinomial Logit Misura della bontà di adattamento Parametro non significativo

8 MNL: probabilità di scelta La tariffa con la più alta probabilità di essere scelta è LF

9 Struttura del modello Nested Logit SCELTA DEL PIANO SCELTA DELLA TARIFFA EFLF BMSM MF 1°livello 2°livello a minuto a tariffa P ( i | C) = P ( i | M) * P (M ) P ( i | C) = P ( i | F) * P (F)

10 Modello Nested Logit: secondo livello Modello per le alternative a MINUTO  Modello per le alternative a MINUTO e Vi P ( i | M) =   j  M e Vj  Modello per le alternative a TARIFFA e Vi P ( i | F) =   j  F e Vj Probabilità di scegliere la tariffa i-esima condizionatamente alla scelta del piano a minuto o a tariffa

11 Modello Nested Logit: primo livello  Modello per l’alternativa TIPO di PIANO inclusive value  Variabile esplicativa: inclusive value (valore complessivo delle alternative annidate), calcolato utilizzando i coefficienti stimati nel secondo livello. I F = ln (e VLF + e VEF + e VMF ) I M = ln (e VBM + e VSM )

12 Modello Nested Logit: primo livello dove V M =  M +  I M e VM P (M) =  e VM + e VF dove V F =  I F e VF P (F) =  e VM + e VF Probabilità di scegliere il piano a tariffa (FLAT) Probabilità di scegliere il piano a minuto (MINUTE)

13 Modello per le alternative a MINUTO Misura della bontà di adattamento

14 Modello per le alternative a TARIFFA Misura della bontà di adattamento Parametro non significativo

15 Modello per l’alternativa TIPO di PIANO Misura della bontà di adattamento

16 Modello Nested Logit: probabilità di scelta

17 Confronto probabilità di scelta del piano tariffario

18 Tariffe scelte dalle famiglie Le frequenze osservate sono uguali a quelle stimate dal modello Multinomial Logit


Scaricare ppt "Modelli di scelta del piano telefonico Rosangelo Giampaolo Elena Pallini Alessandro Raspanti Marco Stella."

Presentazioni simili


Annunci Google