La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MILANO LISTA RETE CIVICA. Vogliamo entrare nelle istituzioni o portare le istituzioni sul territorio? Vogliamo entrare nelle istituzioni o farvi entrare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MILANO LISTA RETE CIVICA. Vogliamo entrare nelle istituzioni o portare le istituzioni sul territorio? Vogliamo entrare nelle istituzioni o farvi entrare."— Transcript della presentazione:

1 MILANO LISTA RETE CIVICA

2 Vogliamo entrare nelle istituzioni o portare le istituzioni sul territorio? Vogliamo entrare nelle istituzioni o farvi entrare i cittadini? originale nuovo Dobbiamo proporre qualcosa di originale e veramente nuovo, che ci distingua dai partiti e dalla politica.

3 flussi comunicativi relazioni informazioniconoscenzacontrollo Ragioniamo in termini di flussi comunicativi e relazioni (informazioni, conoscenza, controllo) Non è tanto importante promuovere (o propinare) le idee quanto piuttosto mettere i cittadini nelle condizioni di avere un flusso di comunicazione e delle relazioni ampie. È lapertura del flusso di informazioni e comunicazione (rete) che ci ha portato al MoVimento e alle sue idee o viceversa? diffusione delle idee Dare importanza alle idee prima ancora che alla diffusione delle idee, lavorare dentro una modalità standard – stretta – di veicolazione delle idee, è un atteggiamento ideologico e non ci farà mai cambiare nulla; soprattutto ci rende uguali ai partiti.

4 Livello 1 Organizzazione Livello 1 (comitato elettorale) efficiente inclusiva (iscritti? cittadini? associazioni?) flessibile reale e virtuale

5 Livello 1 Organizzazione Livello 1 (comitato elettorale) Tesoreria (donazioni, bilancio, …) Segreteria ( redazione sito, logistica, Burocrazia, occupazione suolo, materiale ) gruppi tematici (conferenze, informazione, proposte, etc.) gruppi di quartiere/zona (distribuzione (schede) sul territorio, relazione col territorio, info, proposte, etc) Comunicazi one (video, grafica, marketing, …) stanze stanze necessarie da arredare, pronte per alloccorrenza, dove far accomodare le nuove forze che entrano! P.R. ( relazione con lesterno, associazioni, etc. ) competenza

6 Livello 1 Organizzazione Livello 1 (comitato elettorale) Gruppi referenti operativi: servizio Gruppi e referenti hanno compiti meramente operativi: non pontificano ma agiscono: fanno esclusivamente un servizio principalmente organizzativo. autonomidecisioni coordinate Sono tutti autonomi ma vincolati a decisioni coordinate*. (*fermo restando la trasparenza di azione, essi valutano autonomamente – ed il coordinamento in seconda battuta – il grado di coinvolgimento dal basso, sulla base dellurgenza e della complessità della decisione. gruppi tematici gruppi territoriali gruppi tecnici dimenticatevi il tutti decidono tutto: divisione dei compiti – autoregolamentazione – coordinamento divisione dei compiti – autoregolamentazione – coordinamento coordinamento

7 Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? ) flussi comunicativi relazioni informazioniconoscenzacompetenza efficienzacoordinamentocontrollo flussi comunicativi e relazioni (informazioni – conoscenza – competenza) efficienza – coordinamento – controllo

8 gruppi di quartiere Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? )

9 gruppo comunicazione Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? )

10 gruppo antimafia Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? )

11 gruppo ambiente Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? )

12 gruppo sanità Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? )

13 distribuzione territoriale competenze Se le associazioni deficitano di una distribuzione territoriale, i gruppi territoriali (GdQ, comitati) possono deficitare di competenze. coordinamentotemi territori) Creare un coordinamento permette di mettere in relazione entrambe le dimensioni (temi e territori) e sanare le lacune delluno e dellaltro. Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? ) mappaiscritti relazioniappartenenze Una mappa virtuale con tutti gli iscritti (nick), le loro relazioni ed appartenenze (territoriali/tecniche/tematiche) ci permette di relazionarci al meglio riducendo la necessità (ed i limiti) di un coordinamento fisico.

14 distribuzione territoriale competenze Se le associazioni deficitano di una distribuzione territoriale, i gruppi territoriali (GdQ, comitati) possono deficitare di competenze. coordinamentotemi territori) Creare un coordinamento permette di mettere in relazione entrambe le dimensioni (temi e territori) e sanare le lacune delluno e dellaltro. Livello 1 perché? Organizzazione Livello 1 ( perché? ) mappaiscritti relazioniappartenenze Una mappa virtuale con tutti gli iscritti (nick), le loro relazioni ed appartenenze (territoriali/tecniche/tematiche) ci permette di relazionarci al meglio riducendo la necessità (ed i limiti) di un coordinamento fisico.

15 partecipazione come i GAS: pratica quotidiana campagna elettorale come risultato, non inizio campagna elettorale su programma candidati «50 siamo e in 50 decidiamo» senza partecipazione partecipazione altrui Il Livello 1 non ha poteri decisionali in termini di programma e di candidati, ma operativi: rendono possibile la partecipazione altrui. Livello 1 per cosa? Organizzazione Livello 1 ( per cosa? ) campagna elettorale su metodo (programma e candidati) «50 siamo e in 500 decidiamo» con partecipazione «chiediamo il voto per fare in futuro questo» «vi facciamo vedere già le cose per cui chiediamo il voto» PARTECIPAZIONEPARTECIPAZIONEPARTECIPAZIONEPARTECIPAZIONE A B Il Livello 1 decide al più presto programma e candidati per cominciare quanto prima la campagna elettorale È lapertura del flusso di informazioni e comunicazione (rete) che ci ha portato al MoVimento e alle sue idee o viceversa?

16 Che piano? ( dipende da… ) AB Tempo Persone Denaro Beppe A Candidati interni o eccellenti Partecipazione (semmai, ma come?) post-voto Rete della società civile Partecipazione pre-voto

17 Lista CiVica processo di coinvolgimento dal basso La proposta è quella di far ruotare lorganizzazione della Lista CiVica attorno ad un processo di coinvolgimento dal basso mediante luso di schede-proposta schede-proposta distribuite sul territorio (partecipazione fisica) sito 2.0 sito 2.0 (partecipazione virtuale) assemblee attraverso i quali i cittadini possono così partecipare alla programma definizione del programma, alla priorità individuazione delle priorità (cittadine e di zona)e alla candidati scelta dei candidati. proposta A

18 Coinvolgiamo i cittadini? Come? Coinvolgiamo le associazioni esistenti? NOSI NOSI originaliinnovativi dobbiamo essere originali e innovativi e distinguerci dalle modalità tradizionali di co-optazione dei partiti!

19 I cittadini si coinvolgono (e votano) se - oltre ad una spinta motivazionale alta (ma rara) - si sentono realmente parte della Lista CiVica e cioè se decidono e contano realmente. È fondamentale che essi siano messi nelle condizioni di stabilire: Come coinvolgiamo i cittadini? La lista CiVica 5S è una rete di cittadini, che si muove solo ed esclusivamente per conto dei cittadini che vi aderiscono. prioritàproposte priorità e proposte del programma candidati candidati alla rappresentanza virtuale partecipazione virtuale reale partecipazione reale

20 cittadini che si uniscono per perseguire obiettivi specifici soluzioni Le associazioni (che a noi interessano) sono dei cittadini che si uniscono per perseguire obiettivi specifici. Sono la fonte di attivismo civico, producono informazioni, cultura e soluzioni. proprie forme aggregative tipiche Se vogliamo coinvolgere i cittadini dobbiamo farlo anche attraverso le proprie forme aggregative tipiche: difficilmente lascerebbero la loro identità ed attività per trasferirsi in unaltra organizzazione (partecipare ad un nuovo forum, fare altre riunioni), soprattutto politica … partecipare come tali, cioè secondo la loro identità salvo che non siano messi in grado di partecipare come tali, cioè secondo la loro identità. Come Come coinvolgiamo le associazioni? (Come farle lavorare assieme? )

21 rete di organizzazioni specificità identitàappartenenza primaria La Lista CiVica non deve essere unorganizzazione che chiede lappoggio ad altre organizzazioni, ma una rete di organizzazioni aperta ma democratica dove chiunque possa contribuire secondo la propria specificità e senza perdere la propria identità ed appartenenza primaria. Come Come coinvolgere le associazioni? diversitàunità mantenere le diversità nellunità

22 monotematiche partecipare candidarsidecidere su tutti i temi Siccome le associazioni sono generalmente monotematiche (perché le persone hanno generalmente specifiche passioni, competenze e priorità), esse fanno inevitabilmente fatica ad entrare in unorganizzazione – la Lista CiVica – dove si è chiamati a partecipare (e candidarsi) per decidere su tutti i temi di interesse pubblico. Per questo la società civile si definisce spesso apartitica se non apolitica! partecipazione concentrata sul loro specifico tema dimensione tematica comunità definite da temi Per poterle coinvolgere, deve essere concessa loro una partecipazione concentrata sul loro specifico tema sempre secondo dei principi democratici: se i cittadini valgono uno nelle loro aggregazioni territoriali (le zone e la città), non lo valgono specificamente alla loro dimensione tematica, cioè come membri di comunità definite da temi piuttosto che da confini geografici. E questo incide molto sulla forma di democrazia e di partecipazione! Come Come coinvolgere le associazioni?

23 monotematicità In un contesto elettorale territoriale (una testa un voto), le associazioni non hanno spazio politico perché la loro monotematicità non riesce a coprire e soddisfare lintero arco di interessi che il cittadino esprime con il solo voto a disposizione. onnicompetente Così, se ad esempio un referente di unassociazione vuole candidarsi, si scontrerà con la sua tematicità: godrà di meno consensi rispetto ad un politico onnicompetente non perché sia meno gradito (figuriamoci!), ma semplicemente perché non fornisce risposte su tutto il resto dei temi di interesse pubblico. Con un solo voto di preferenza, il cittadino tenderà a votare chi copre più temi nella maniera più aderente (o meno lontana!!) alle proprie convinzioni. Per questo motivo succede che gli appartenenti ad unassociazione votano spesso per due schieramenti diversi!! Per questo motivo avviene la divisione politica della società civile in destra e sinistra. Come Come coinvolgere le associazioni? (mantenere le diversità nellunità)

24 uno vale uno uno vale uno: sono i singoli cittadini che partecipano, ma attraverso un voto multiplo candidati multipli voto multiplo candidati multipli legate alla priorità preferenze scelta di priorità e preferenze un voto una persona un voto una persona (ed il suo programma) più voti idee più voti idee (e le persone che le hanno promosse) Come Come coinvolgere le associazioni? (mantenere le diversità nellunità)

25 più voti più candidati specifici temi Se la partecipazione la configuriamo come molteplice – tante volte quante le proprie appartenenze ed interessi – prefigurare più voti (una testa più voti) permetterebbe al cittadino di poter scegliere più candidati, ciascuno legato ad uno specifico tema dinteresse (e dunque ad una priorità ed una parte del programma), dando finalmente spazio anche ai rappresentanti delle associazioni (e non solo di partiti) legittimati ad agire, però, solo su specifici temi. La suddivisione della rappresentanza sarebbe la morte del politico che invece è per definizione onnicompetente (competente su – e deputato a – tutto) e che in questo modo diventerebbe un semplice amministratore e tecnico di proposte ed idee nate altrove e non più da lui. Oltre a permettere una partecipazione attiva delle associazioni, la scelta di proposte specifiche – contestuale a quella del candidato tematico – aumenta il vincolo di mandato delleletto che si fa maggiormente portavoce di specifiche istanze ed è dunque sottoposto ad un controllo maggiore rispetto al politico che basa la sua elezione sulla responsabilità di portare avanti tutto un programma (un cittadino eletto per portare avanti unidea di sanità non sarà deputato a pontificare sui trasporti, riducendo il suo margine di discrezionalità su tutto il resto), migliorando così la rappresentanza (degli interessi) dei cittadini. Come Come coinvolgere le associazioni?

26 Poter : Poter scegliere: prioritàproposte priorità e proposte del programma candidati candidati alla rappresentanza idee permette di legare la delega a specifiche idee. lidea di uno diventa idea di tutti e quelluno viene incaricato di portarla avanti

27 più voti aree tematichezone Il singolo cittadino ha diritto a più voti (priorità, proposte e candidati), frammentando la rappresentanza in aree tematiche e in zone per ciascuna delle quali vengono espresse specifiche proposte e precisi candidati. insieme di cittadini Si coinvolgono le associazioni ma in quanto insieme di cittadini permettendo loro di portare in programma le loro specifiche istanze Il voto multiplo permette di esercitare il principio uno-vale-uno considerando il cittadino nelle sue molteplici appartenenze ed interessi. Il programma lo fanno i cittadini e non i presidenti (spesso coloro che si candidano) seduti a tavolino. Questi ultimi potranno essere dei candidati, ma solo se i cittadini li sceglieranno, non per il loro status! Come Come coinvolgere le associazioni? (mantenere le diversità nellunità) È il coinvolgimento che fa il programma, non è il programma che coinvolge!

28 Accettazione di –carta di firenze –non-statuto (!) –Costituzione –carta dai valori (?) uno-vale-uno –principio uno-vale-uno No partiti politici (e movimenti collegati?) Liste Civiche (?) Selezione iniziale da parte del livello 1. Quali associazioni?

29 informazioni (volantino) contatti iscrizione (para-iscrizione) scelte prioritàproposte (priorità e proposte) ISCRIVITI! POTRAI SCEGLIERE IL TUO CANDIDATO! scheda-priorità/proposta prioritàproposte indicazione delle priorità e proposte del programma Come Come coinvolgere i cittadini? da rifare!

30 sito web proposte candidati/aree di intervento associazioni (network) quartiere/zonacittà proposta 1 proposta 2 proposta 3 priorità candidati (competenze, idee, attività, forum) associazioni (idee, attività, iniziative) proposte (inserimento libero per quartiere/zona/tema; forum)priorità (per temi e per quartieri/zone ) Piattaforma nazionale (??)

31 prioritàproposte indicazione delle priorità e proposte del programma Come Come coinvolgere i cittadini? proposte quartiere/zona/città proposta 1 proposta 2 proposta 3 priorità livello 1 CARTA DI FIRENZEPROGRAMMA 2.0 assembleaiscritti Il comitato elettorale (livello 1) valuterà lattinenza delle proposte alla CARTA DI FIRENZE e al PROGRAMMA 2.0. Le proposte più indicate sulla scheda e votate online saranno oggetto di votazione in assemblea da parte degli iscritti e diverranno parte integrante del programma. trasparenza! dovrebbero aumentare!

32 primarie primarie: scelta dei candidati multivoto idee area di rappresentanza Con le primarie multivoto potremmo avere dei candidati legati a specifiche idee – di cui essi (ed eventuali associazioni) potrebbero esserne stati i promotori – e deputati esclusivamente ad esse ed al tema di riferimento (area di rappresentanza: salute, quartiere, mobilità, connettività, …). portavocelink Essi saranno semplici portavoce dei propri elettori – i link tra questi e gli auspicati consiglieri eletti – per quanto riguarda le idee e le aree tematiche specifiche. Non 1 programma per 30 candidati, ma 30 candidati ciascuno responsabile di una parte del programma. Come Come coinvolgere i cittadini?

33 criteri di candidatura CANDIDATI non iscritto a partiti o movimenti politici non aver effettuato più di due mandati elettorali …

34 quartiere/zona pari opportunità (donne) immigrazione (stranieri) sanità (pazienti e personale) educazione/scuola 2 politiche giovanili 2 trasporti 1 e mobilità 1 ambiente 3 ed inquinamento 1 pianificazione territoriale e aree verdi 3 connettività e tecnologie beni comuni (Acqua e Energia 1 ) turismo, cultura e sport 2 (associazioni) disagio sociale aree di rappresentanza/questioni pubbliche candidati prioritàarea associazioniesperti interland I candidati potranno scegliere larea dentro cui si candidano. La scelta (multipla) dei candidati da parte del cittadino permette anche di valutare le priorità tra le aree. La possibilità di candidarsi per una sola area favorisce la partecipazione di associazioni, la candidatura di esperti (non politici) e di persone dellinterland liste di zona di zona tematiche tematiche Non 1 programma per 30 candidati, ma 30 candidati ciascuno responsabile di una parte del programma.

35 Realtà stabile e organizzata sul territorio (perché tutta sta menata?) Come portare le istituzioni sul territorio? Come far entrare i cittadini nelle istituzioni?

36 associazioni culturale associazioni di assistenza sociale associazioni antimafia comitati/gruppi di quartiere Partito Partito = organizzazione sociale caratterizzata dalla territorialità e orientata ad affrontare ogni aspetto della vita pubblica (onnicompetenza). Per questo motivo è politico nel senso che nasce con la sola finalità di governare un territorio. Visione dinsieme (ideologia e/o programma) e dunque di governo. Associazione Associazione = organizzazione sociale caratterizzata dalla tematicità e settorialità e per tale ragione tendenzialmente orientata ad un pubblico interessato e non necessariamente situato in un territorio definito (extra-territorialità). Per questo motivo può essere politica ma è apartitica, nel senso che cura un aspetto della vita pubblica ma non tutti e pertanto non è deputato al governo di un territorio. associazioni ambientalista

37 associazioni di assistenza sociale associazioni antimafia associazioni culturale associazioni ambientalista comitati/gruppi di quartiere

38 voti Grazie al voto multiplo, ciascun candidato sarà scelto anche sulla base di una specifica priorità e proposta per la propria zona/quartiere e per il proprio ambito di interesse/attività. Una volta eletti i consiglieri che fine fanno i candidiati che hanno contribuito alla elezione con i propri voti? associazioni espertiinterland La possibilità di candidarsi per una sola area tematica favorisce la partecipazione di associazioni, la candidatura di esperti (non politici) e di persone dellinterland

39 voti

40 consiglieri terminali I consiglieri eletti non saranno altro che i terminali di: rete rappresentantilinkuna rete fatta dai cittadini e dai singoli candidati precedentemente votati nelle primarie e durante le elezioni e che continueranno ad essere i realirappresentanti" ed il link tra consiglieri e cittadini (e le istanze) basso un processo decisionale e programmatico dal basso, favorito dalla Lista CiVica. Essi, cioè dovranno presentare mozioni, proposte di legge, istanze che proverranno dal basso periodicamente, così come ogni loro iniziativa dovrà essere confrontata previamente dal basso. I candidati (se non ri-votati ogni anno) se ne faranno portavoce nei loro confronti. supportocontrollo Questo patto civico permette un supporto e al tempo stesso un controllo forte dei consiglieri. Patto Civico

41 Attraverso: sito processo partecipativo (scelte e candidati) consigliere/i eletti portalecivile il M5S diventa il portale della società civile milanese (e delle sue idee) facilitando il flusso di informazioni, il coordinamento delle iniziative ed una reale democrazia partecipativa (o civile)

42 Campagna elettorale valori metodo Più che sul programma, va fatta sui nostri valori e sul nostro metodo - la trasparenza - la partecipazione - la rete dimostrare … che dobbiamo dimostrare: - mettere tutto online (cv, forums) - ampia partecipazione alla formazione del programma e alla scelta dei candidati - ampio network scimmiottiamo Non scimmiottiamo i partiti, facendo vedere che siamo in grado di portare avanti dei programmi. Salvo un coinvolgimento largo di associazioni e cittadini competenti, siamo piccoli e probabilmente esprimeremo dei candidati che non saranno in grado di affrontare un dibattito pubblico e con le competenze sui temi cruciali. Proprio perché crediamo nei cittadini (onesti ed informati) – e non solo in noi 50 – vogliamo coinvolgerli. siamo Non siamo come i partiti che hanno loro un programma da portare avanti nei confronti della società. Noi siamo la società, civile, ed il programma è il risultato delle nostre relazioni quotidiane. (Perché ci devono votare?) originale nuovo Dobbiamo proporre qualcosa di originale e veramente nuovo, che ci distingua dai partiti e dalla politica.

43 Steps (draft) t0) individuazione dei gruppi e referenti territoriali (zone/quartieri), tecnici e tematici: numeri di telefono, , skype. realizzazione di una mappa interattiva con i contatti realizzazione della scheda-voto/proposta creazione del sito "partecipativo" organizzazione eventi formativi (individuazione di esperti e calendario per ogni quartiere/zona) preparazione della campagna di comunicazione (lista civica ed il suo carattere "partecipativo") individuazione dei tempi/calendario (raccolta firme, presentazione candidature, assemblee decisionali e primarie) t1) distribuzione delle schede campagna di comunicazione raccolta costante delle schede raccolta candidature aggiornamento del sito (candidati e proposte/priorità) t2) schede candidature – primarie (schede priorità/proposte) assemblee di votazione (priorità, progetti e candidati) campagna elettorale vera e propria (candidati e programma) campagna elettorale vera e propria (candidati e programma)

44 Alle associazioni le si presenterà il processo e le si prospetterà i vantaggi, cioè la possibilità di priorità poter avere nel programma le priorie priorità candidato avere un candidato che, se non eletto, autonomiatematici avere degli spazi privilegiati di autonomia deliberativa tematici network entrare in un network che si basa su principi democratici partecipativi nodo Ogni associazione è un nodo in grado di avvicinare persone. La LC farà da incentivo a mobilitare anche i propri iscritti. patto civico Non si tratta di alleanze (brutto termine!!), ma di un patto civico verso un comune rimpicciolimento alla dimensione di cittadini (uno-vale-uno). gli ultimi degli ultimi Non sono le associazioni che partecipano, ma i cittadini. Questa organizzazione e questo processo favorisce la partecipazione in associazione ma secondo principi democratici, cioè fa valere le associazioni per il numero di iscritti e non per il prestigio del suo presidente, del suo nome o del rapporto con i politici o altri presidenti. Queste realtà si autoescluderanno, preferendo sicuramente i loro rapporti clientelari consolidati e così potremo avere con certezza – e con orgoglio – solo gli ultimi degli ultimi. Cioè i molti. innovatività valori democratici autorevolicambiamento di prospettiva Chi entra per partecipare lo deve fare per linnovatività e per i valori democratici che tale patto rappresenta. Dobbiamo diventare autorevoli in questo cambiamento di prospettiva (partecipare assieme, invece di bussare alla porta dellassessore) e far venire agli altri la voglia – anche agli orgogliosi – di entrare e cambiarli secondo le queste idee. Relazione Relazione con le associazioni (Come convincerle?)


Scaricare ppt "MILANO LISTA RETE CIVICA. Vogliamo entrare nelle istituzioni o portare le istituzioni sul territorio? Vogliamo entrare nelle istituzioni o farvi entrare."

Presentazioni simili


Annunci Google