La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vincoli sulle basi di dati Presentazione 11.1 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vincoli sulle basi di dati Presentazione 11.1 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico)"— Transcript della presentazione:

1 Vincoli sulle basi di dati Presentazione 11.1 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico)

2 Presentazione 11.1 Informazione incompleta e valori nulli ll modello relazionale impone ai dati una struttura rigida: –le informazioni sono rappresentate per mezzo di n-uple –le n-uple ammesse sono dettate dagli schemi di relazione Nella pratica, però, i dati disponibili possono non corrispondere esattamente al formato previsto, per varie ragioni. Non è corretto (e talvolta nemmeno possibile) usare un valore del dominio per indicare lassenza di un valore significativo.

3 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1 Il valore nullo NULL E valore aggiuntivo rispetto a quelli del dominio. Denota lassenza di informazione nella base di dati. Uso per scopi diversi: 1.Per sostituire valore appartenente al dominio ma non noto 2.Inapplicabilità dellattributo 3.Inesistenza del valore 4.Non si dispone di informazione: il valore può esistere o meno, e se esiste non lo conosciamo In alcuni casi, il valore NULL è inammissibile

4 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1 Esempio CittàPrefettura RomaVia Quattro Novembre FirenzeNULL TivoliNULL PratoNULL Esiste ma non è noto Non esiste Non sappiamo se esista, nel caso non è noto

5 Vincoli di integrità Non è vero che qualsiasi insieme di n-uple sullo schema rappresenti informazioni corrette per lapplicazione. Non solo per quanto riguarda i valori nulli. Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1 StudenteVotoLodeCorso lode lode

6 Vincoli di integrità Un vincolo è un predicato che associa a ogni istanza un valore di verità: vero o falso. Serve ad evitare loccorrenza di situazioni indesiderate. Se il predicato assume il valore vero, allora listanza soddisfa il vincolo. Ad uno schema di base di dati si associa un insieme di vincoli e si considerano corrette (o lecite, o ammissibili) le istanze che soddisfano tutti i vincoli. Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

7 Classificazione dei vincoli A seconda degli elementi della base di dati coinvolti: Vincolo intrarelazionale: il suo soddisfacimento è definito rispetto a singole relazioni della base di dati –Vincolo di tupla: viene valutato su ciascuna tupla indipendentemente dalle altre –Vincolo su valori o di dominio: è un caso ancora più specifico che viene valutato sui singoli valori Vincolo interrelazionale: coinvolge più relazioni Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

8 Vincoli di tupla Esprimono condizioni sui valori di ciascuna tupla, indipendentemente dalle altre. Possibile sintassi: basata su espressioni booleane con operatori AND, OR e NOT Esempi: –Vincolo di dominio (Voto >= 18) AND (Voto <= 30) –Vincolo di tupla (Voto = 30) OR (NOT (Lode = lode)) Verifica: 21 è ok, 30 è ok, 30 e lode è ok, 28 e lode no. Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

9 Chiavi Una chiave è un insieme di attributi utilizzato per identificare univocamente ogni n-upla in una relazione. Definizione formale: –Un insieme K di attributi è superchiave per la relazione R se R non contiene due tuple distinte t 1 e t 2 con t 1 [K] = t 2 [K] –K è chiave di R se è una superchiave minimale di R (ossia non esiste unaltra superchiave K di R contenuta in K come sottoinsieme proprio) Valori nulli e chiave primaria (in inglese primary key). Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

10 Esistenza delle chiavi Poiché le relazioni sono insiemi, una relazione non può contenere n-uple uguali fra loro. Ogni relazione ha come superchiave linsieme degli attributi su cui è definita. Poiché linsieme di tutti gli attributi è una superchiave per ogni relazione, ogni schema di relazione ha almeno una superchiave. Ne segue che ogni schema di relazione ha (almeno) una chiave. Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

11 Come individuare le chiavi Considerare le proprietà che i dati soddisfano nellapplicazione (il frammento di mondo reale di interesse) Notare quali insiemi di attributi permettono di identificare univocamente le n-uple Individuare i sottoinsiemi minimali di tali insiemi che conservano la capacità di identificare le n-uple Valutare se i valori presenti nella base di dati non soddisfino tale vincolo in modo casuale (cioè dipendente dallistanza) Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

12 Importanza delle chiavi Lesistenza delle chiavi garantisce laccessibilità a ciascun dato della base di dati Ogni singolo valore è univocamente accessibile tramite: –nome della relazione –nome dellattributo –valore della chiave Le chiavi sono lo strumento principale attraverso il quale vengono correlati i dati in relazioni diverse (il modello relazionale è basato su valori) Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

13 Vincoli di integrità referenziale (chiave esterna) Sono la più importante classe di vincoli interrelazionali. In inglese: foreign key o referential integrity constraint. Un vincolo di integrità referenziale fra un insieme di attributi X tra una relazione R 1 e unaltra relazione R 2 è soddisfatto se i valori su X di ciascuna tupla dellistanza di R 1 compaiono come valori della chiave primaria dellistanza di R 2. Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

14 Valori nulli e azioni compensative I vincoli di integrità referenziale possono essere resi meno restrittivi ammettendo valori nulli. Sono possibili meccanismi per il supporto alla gestione dei vincoli di integrità ("azioni" compensative a seguito di violazioni) Ad esempio, se viene eliminata una n-upla causando una violazione: –comportamento standard: rifiuto dell'operazione –azioni compensative: eliminazione in cascata oppure introduzione di valori nulli Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1

15 Vincoli, schemi e istanze I vincoli corrispondono a proprietà del mondo reale modellato dalla base di dati Interessano a livello di schema (con riferimento cioè a tutte le istanze): ad uno schema associamo un insieme di vincoli che vogliamo siano soddisfatti da tutte le sue istanze corrette Si considerano quindi corrette (valide, ammissibili) le istanze che soddisfano tutti i vincoli Attenzione: un'istanza può soddisfare altri vincoli (per caso?) Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 11.1


Scaricare ppt "Vincoli sulle basi di dati Presentazione 11.1 Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico)"

Presentazioni simili


Annunci Google