La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le leggi trascendentali dellessere Considerazioni preliminari I principi dichiarativi dellessere I principi esplicativi dellessere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le leggi trascendentali dellessere Considerazioni preliminari I principi dichiarativi dellessere I principi esplicativi dellessere."— Transcript della presentazione:

1 Le leggi trascendentali dellessere Considerazioni preliminari I principi dichiarativi dellessere I principi esplicativi dellessere

2 Considerazioni preliminari Principi primi e leggi trascendentali Leggi fondamentali dellessere principi dichiarativi principio di identità principio di non contraddizione principio del terzo escluso principi esplicativi: principio di ragion sufficiente principio di causalità principio di finalità principio di esemplarità Rapporto tra principi dichiarativi ed esplicativi

3 Principi dichiarativi dellessere Formulazione dei principi dichiarativi Critiche ai principi dichiarativi principio di identità visione monista e statica del reale? formulazione tautologica? principio di non contraddizione critiche in nome dellistanza divenirista critiche in nome dellistanza cartesiana critiche in nome dellistanza empirista critiche in nome dellistanza kantiana principio del terzo escluso formulazione fantasiosa formulazione errata

4 Valore ontologico dei principi dichiarativi Correttezza delle formulazioni classiche principio di identità principio di non contraddizione principio del terzo escluso Argomentazione a favore valore ontologico linsegnamento dellesperienza ontologica insostenibilità teoretica della negazione valore universale ed analogico Inconsistenza delle critiche

5 Il principio di ragion dessere I principi esplicativi dellessere ricerca dellintelligibilità delle cose formulazioni indirette nella filosofia antica e medievale dirette a partire da Leibniz Critiche contro il valore del principio di ragion dessere critiche indirette ed implicite critiche dirette ed esplicite Schopenhauer Sartre, Camus

6 Valore ontologico del principio di ragion dessere Argomentazione valore ontologico motivazione diretta motivazione indiretta valore trascendentale valore analogico nellambito degli esistenti finiti nellambito dellAssoluto Articolazione del principio principio di causalità principio di finalità principio di esemplarità

7 Principio di causalità Considerazioni preliminari la ricerca dei principi intrinseci dellintelligibilità degli enti la ricerca della causa efficiente Formulazioni del principio di causalità formulazione comune formulazione aristotelica formulazioni tomiste

8 Critiche contro il valore del principio di causalità Cenni di contestazione nellantichità e nel medioevo Critiche classiche moderne la critica di Hume negazione del valore ontologico, necessario ed universale «hoc post hoc», non «hoc propter hoc» il ruolo dellabitudine la critica di Kant riconoscimento del valore universale e necessario, ma non ontologico giudizio sintetico a priori lapporto dellesperienza fenomenica lapporto della categoria a priori Nella scia di Hume e Kant

9 Valore ontologico del principio di causalità Precisazioni iniziali esigenza di trascendere il piano fisico esigenza di maturare unintuizione fondata del reale A favore del valore del principio di causalità valore ontologico argomentazione relativa alla contingenza argomentazione relativa al divenire valore universale e necessario Riflessioni finali circa il pensiero aristotelico circa la prospettiva humana circa la prospettiva razionalistica

10 Considerazioni finali circa la causa efficiente Concetto di causa efficiente e sue suddivisioni principio produttivo di novità dessere forme di causalità efficiente «secundum fieri» e «secundum esse» causa prima e cause seconde causa principale e causa strumentale Corollari concernenti il principio di causalità ogni agente agisce in quanto è in atto ogni agente, in quanto agisce, per sé non cambia ogni agente produce effetti simili a sé

11 Principio di finalità Considerazioni iniziali testimonianza dellesperienza interrogativi teoretici emergenti Posizioni storiche fautori del finalismo fautori del finalismo riduttivo riduzionismo volontarista riduzionismo trascendentale riduzionismo progressivo negatori del finalismo meccanicisti antichi e moderni Spinoza

12 Precisazioni sul principio di finalità Tre tipi di finalità finis operis finis operantis finis operationis Due formulazioni del principio di finalità ogni ente ha un fine ogni agente agisce per un fine Per una retta comprensione del principio di finalità esigenza di trascendere il livello fisico esigenza relativa di consapevolezza

13 Valore ontologico del principio di finalità Argomentazione a favore del principio di finalità valore ontologico valore universale e necessario trova applicazione in ogni ambito dellesistenza relativamente agli enti finiti relativamente allessere divino non esclude la possibilità di eventi casuali Riflessioni finali la finalità in senso metafisico «finis in ordine intentionis» non «finis in ordine executionis» la finalità esercita un vero influsso causativo


Scaricare ppt "Le leggi trascendentali dellessere Considerazioni preliminari I principi dichiarativi dellessere I principi esplicativi dellessere."

Presentazioni simili


Annunci Google