La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 1 – tipologie e specifiche costruttivetipologie e specifiche costruttive 2 – sovracorrentisovracorrenti Bozza – 7 Marzo 04 Costruzioni elettromeccaniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 1 – tipologie e specifiche costruttivetipologie e specifiche costruttive 2 – sovracorrentisovracorrenti Bozza – 7 Marzo 04 Costruzioni elettromeccaniche."— Transcript della presentazione:

1 1 1 – tipologie e specifiche costruttivetipologie e specifiche costruttive 2 – sovracorrentisovracorrenti Bozza – 7 Marzo 04 Costruzioni elettromeccaniche a.a Trasformatori

2 2 I trasformatori costituiscono la categoria di macchine elettriche con il maggior numero di unità in servizio e globalmente con la maggiore potenza installata. Non impregnati Impregnati con vernici isolanti (a secco) Inglobati in resina (cast resin) Olio a circolazione naturale Olio a circolazione forzata Trasformatori in aria Trasformatori in olio Fluido di raffreddamentoTipologia Tipologie costruttive

3 3 Autotrasformatore di interconnessione 400/130 – 150 kV 250 – 400 MVA Trasformatore distribuzione primaria 130 – 150/10–15–20 kV 10 – 63 MVA Trasformatore distribuzione secondaria 10–15–20/0,400 kV 25 – 630 kVA Trasformatore elevatore di centrale 15 – 30/400 kV ; 100 – 750 MVA G 3 ~ Applicazioni tipiche dei trasformatori Nelle applicazioni industriali possiamo distinguere: trasformatori di distribuzione inseriti nelle reti trasformatori per lalimentazione di utilizzazioni particolari (forni di fusione, impianti di raddrizzamento, ecc.)

4 4 TipoTensionePotenza Non impregnati 1 kV 1 – 2 kVA A secco 15 – 20 kV 2 – 3 MVA Inglobati in resina 20 – 30 kV 15 – 20 MVA In olio a circ. naturale 150 – 200 kV 30 MVA In olio a circ. forzata fino ad oltre 750 kV > 20 MVA Per i trasformatori di impiego più comune (es. MT/BT in olio per reti di distribuzione) esistono tabelle di unificazione CEI-UNEL che definiscono le principali caratteristiche di macchine con potenza nominale individuata dalla serie di Renard: 63 – 100 – 160 – 250 – 400 – 630 kVA Campi di impiego per le diverse tipologie di trasformatori

5 5 Collegamento di trasformatori in parallelo V 21 ba cncban V 11 trasformatore 1trasformatore 2 I a12 V a12 collegamento corretto b a c b a c trasf. 1 trasf. 2 V 11 V 21 V 12 V 13 V 22 V 23 Per poter funzionare in parallelo due trasformatori debbono: avere lo stesso rapporto con qualunque condizione di carico nel caso di trasformatori trifasi, essere collegati in modo da dare sul secondario sistemi di tensione in fase fra loro

6 6 cban V 11 trasformatore 1 V 22 ba cn trasformatore 2 b a c trasf. 1 V 11 V 12 V 13 b ac trasf. 2 V 21 V 22 V 23 I a12 V a12 ! collegamento non corretto V 11 V 22 V a12 Collegamento di trasformatori in parallelo

7 7 A C B = 330° c b a C B A c b a AB C cba Denominazione dei morsetti (visti dal lato AT, da sinistra. A destra): Alta Tensione: A B C Bassa Tensione: a b c 1 a lettera2 a lettera3 a lettera Collegamento fasi AT Collegamento fasi BT / 30 Triangolo: D (alta tensione) ; d (bassa tensione) Stella: Y (alta tensione) ; y (bassa tensione) Zig-Zag: Z (alta tensione) ; z (bassa tensione) = ritardo della tensione di fase BT rispetto alla tensione di fase AT Gruppi angolari Dy11

8 8 Esempi di gruppi angolari A CB 330° c b a AB C cba Dy11 A B C a c b 330° Yd11 AB C cba A B C a c b 150° AB C cba Yd5

9 9 VP1VP1 V P2 V P3 Vm1Vm1 V n3 VcVc V m2 V n1 VaVa V m3 V n2 VbVb a A BC b c 150° gruppo Yz5 A B C VP1VP1 V P2 V P3 c b a Vn1Vn1 V n2 V n3 V m3 V m2 V m1 VAVA VaVa Collegamenti a zig-zag

10 10 Laccoppiamento in parallelo di trasformatori trifasi che appartengono allo stesso gruppo angolare (o indice orario) è sempre possibile. E spesso possibile il parallelo di trasformatori che appartengano a gruppi angolari diversi; a questo proposito i trasformatori sono stati raggruppati in quattro categorie: categoria I : formata dai gruppi angolari 0, 4, 8 categoria II : formata dai gruppi angolari 2, 6, 10 categoria III : formata dai gruppi angolari 3, 7, 11 categoria IV : formata dai gruppi angolari 1, 5, 9 il parallelo tra trasformatori appartenenti alla medesima categoria è sempre possibile per semplice spostamento ciclico delle connessioni fra i morsetti del trasformatore e le linee esterne è ancora possibile, con opportune cautele, il collegamento in parallelo dei trasformatori della categoria III con quelli della categoria IV ogni altro collegamento fra trasformatori di categorie diverse è impossibile Collegamento in parallelo: categorie di appartenenza

11 11 A CB 180° c b a A CB 60° c b a A CB 300° c b a Dy6 Dy2 Dy10 trasformatore pilota AB C cba AB C cba AB C cba Collegamento in parallelo di trasformatori della II categoria: permutazione sul lato BT

12 12 A BC 180° c b a 60° c b a A C B 300° c b a Dy6 Dy2 Dy10 A B C AB C cba AB C cba AB C cba trasformatore pilota Collegamento in parallelo di trasformatori della II categoria: permutazione sul lato AT

13 13 È sempre necessario partire dai dati di specifica che costituiscono elemento vincolante, anche da un punto di vista contrattuale, nei rapporti fra fornitore e cliente. I dati che vengono di seguito elencati sono da considerarsi essenziali per la definizione della macchina, anche se costituiscono un piccolo sottoinsieme degli elementi che costituiscono il testo di un capitolato e quindi di una conferma dordine Potenza apparente nominale P. Frequenza di funzionamento f. Tensione nominale V n e massima tensione degli avvolgimenti. Corrente nominale I n. Rendimento (perdite a vuoto a V n, perdite in corto circuito a I n ). Numero di fasi e tipo di collegamento (gruppo di appartenenza). Livello disolamento. Tipo di raffreddamento – temperatura massime ammissibili – temperatura minime e massime Tipo di istallazione (interno, esterno, celle blindate ecc.) Specifiche costruttive

14 14

15 15


Scaricare ppt "1 1 – tipologie e specifiche costruttivetipologie e specifiche costruttive 2 – sovracorrentisovracorrenti Bozza – 7 Marzo 04 Costruzioni elettromeccaniche."

Presentazioni simili


Annunci Google