La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Introduzione alla ricerca bibliografia: risorse, fonti e Pubmed

Copie: 1
LE BANCHE DATI ONLINE MATERIALE DIDATTICO A CURA DI: G. GRILLO Biblioteca A. Rosmini dei Corsi di Laurea Professioni Sanitarie Didattica Integrativa Canale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Introduzione alla ricerca bibliografia: risorse, fonti e Pubmed"— Transcript della presentazione:

1 Introduzione alla ricerca bibliografia: risorse, fonti e Pubmed
MATERIALE DIDATTICO A CURA DI: G. GRILLO Biblioteca “A. Rosmini” dei Corsi di Laurea Professioni Sanitarie Didattica Integrativa Corso di Laurea triennale in DIETISTICA Torino, 26 novembre 2012

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18 Banche dati

19 I database: definizione
La gestione dell’informazione è lo scopo principale di un database: è un insieme di descrizioni standard, strutturate e organizzate, accessibile all'utenza attraverso interfacce che ne permettano l'interrogazione e il recupero di dati

20 Una tabella di database
Sono visibili i campi (colonne) in verticale e i record (righe) in orizzontale

21 Relazione tra tabelle Esempio di database relazionale, in cui le tabelle sono collegate tra loro

22 2 tipi principali di DB Bibliografici (METADATI)
Fattuali o full text (DATI) …ma: occhio all’integrazione!!

23 Ricercare in un database bibliografico
Vanno distinti: la struttura del database il software di IR (= information retrieval, recupero dell’informazione)

24 Cosa sono i database bibliografici?
In un database bibliografico i dati sono divisi in campi e record I record rappresentano le citazioni bibliografiche che derivano dallo spoglio di articoli di riviste prese in considerazione dal database Per ogni articolo viene prodotta una citazione bibliografica che comprende una serie di elementi (metadati). Questi riferimenti bibliografici sono relativi alla letteratura biomedica (prevalentemente periodici) Le singole citazioni bibliografiche sono organizzate in campi (Autore, titolo, rivista …)

25 Caratteristiche della banca dati:
CINAHL : Cumulative Index to Nursing & Allied Health Caratteristiche della banca dati: Prodotto dall’American Nurses Association e dalla National League for Nursing E’ la principale banca dati per le scienze infermieristiche ed affini Parte dal 1981 Indicizza non solo riviste (quasi 3.000), ma anche libri, materiale audiovisivo, tesi, atti di convegni... Ha un proprio tesauro (Il 70% del CINAHL subject headings (12,414 ) corrisponde ai MeSH del MEDLINE; gli altri termini sono specifici per l’infermieristica e le scienze alleate) Dal 1 gennaio 2009 è accessibile tramite la piattaforma EBSCOhost

26 CINAHL : Cumulative Index to Nursing & Allied Health
Le varie specialità dell’infermieristica: Chirurgia Chirurgia plastica Fisioterapia e riabilitazione Gastroenterologia Ginecologia Nutrizione e dietetica Oncologia Discipline collaterali: Assistenza medica Optometria Pediatria Pronto soccorso Servizio sociale nella cura della salute Tecnica radiologica Terapia occupazionale Tecnica chirurgica

27 LA RICERCA BIBLIOGRAFICA IN DUE PASSAGGI
PROGETTAZIONE quesito  scomposizione parole chiave  PICO operatori booleani  concatenazione delle parole STRATEGIA database quale utilizzare? i tesauri  il MESH e non solo la ricerca  per voce di tesauro /termine libero i sottodescrittori  da quale punto di vista affrontare l’argomento cercato Focus/explode  le voci di soggetto principali, l’inclusione delle diramazioni secondarie di un soggetto i limiti e tipi di pubblicazione

28 quesito  scomposizione
LA PROGETTAZIONE quesito  scomposizione fase preliminare Focalizzare il problema Scomporlo in termini essenziali Tradurre i termini in inglese esecuzione Cercare i termini MESH che rappresentano i concetti e i subheading relativi ad ogni termine Combinare i termini scegliendo gli operatori booleani adeguati

29 Il modello PICO : Patient group(s) Intervention treatment
LA PROGETTAZIONE Parole chiavePICO In EBM viene richiesta la capacità di trasformare lo scenario o caso clinico in domande (quesiti clinici) correttamente formulate. Saranno caratterizzate dalla peculiarità di: Essere centrate sul paziente Generare risposte appropriate e precise I quesiti clinici dovrebbero contenere 4 elementi: Il modello PICO : Patient group(s) Intervention treatment Comparison Outcome

30 “TRADURRE” il PICO Patient and Problem Intervention Comparison Outcome
Come descriveresti un gruppo di pazienti simili a colui che stai trattando? Quali sono le principali caratteristiche del paziente? Considera il problema primario, ma anche condizioni correlate: età, sesso, talvolta il gruppo sociale o etnico a cui appartiene, la sua storia personale. (es: è un fumatore? è stato esposto a sostanze tossiche? etc.) Intervention Quale intervento fondamentale stai per prendere in considerazione? Prescrizione di un farmaco? di un test diagnostico? di un intervento chirurgico? Quali altri fattori possono influenzare la prognosi del paziente (vedi sopra)? Comparison Quali sono le alternative prinicipali all’intervento preso in esame? Stai per scegliere tra due farmaci, un farmaco ed un placebo, due test diagnostici? Non sempre è presente un paragone specifico Outcome Che cosa vuoi ottenere, misurare, migliorare o modificare? Cosa stai cercando di fare per il tuo paziente? Ridurre il numero di eventi avversi? Migliorare i risultati funzionali?

31 databasequale utilizzare
LA STRATEGIA databasequale utilizzare MEDLINE Caratteristiche della banca dati: Parte dal 1950, prodotto dalla National Library of Medicine Indicizza solo articoli di riviste ( riviste biomediche internazionali, 80% del contenuto in lingua inglese) Settori: Medicine, Biology,Environmental science, Marine biology, Plant and animal, science, Biophysics, Chemistry, Nursing, Dentistry, Veterinary medicine, Allied health, Pre-clinical sciences Thesaurus: MESH (Medical Subject Headings della NLM)

32 LA STRATEGIA I tesauri  il MeSH e non solo
Le pubblicazioni specifiche di una disciplina vengono recensite o indicizzate e successivamente raccolte in un repertorio bibliografico (cartaceo: soggetti-autore; elettronico: database) che ne agevola il ritrovamento. Il metodo più efficace per interrogare un repertorio bibliografico è l’utilizzo di parole chiave (o termini di soggetto) che formano un tesauro (o soggettario): vocabolario controllato con l’abolizione dei sinonimi in cui le varie voci sono strutturate tra loro in una rete di relazioni gerarchiche: “struttura ad albero” Nell’ambito delle scienze mediche ed infermieristiche il repertorio principale è: MEDLINE (due versioni: Pubmed gratuito Ovid a pagamento) N.B. Per l’accesso al testo pieno, al catalogo e ad altri servizi ricordarsi l’integrazione con

33 LA STRATEGIA La ricerca  per voce di tesauro e/o termine libero
Ricerca libera sconsigliabile in genere poiché riduce il controllo Implica una ricerca in tutti i campi[Tag] (TIAB, Text Word, MeSH Terms, etc.) Thesaurus livello ottimale di controllo, consente univocità nei termini di ricerca IMPORTANTE! La ricerca può anche essere effettuata tramite parole troncate, in questo caso il sistema ricerca tutti i termini che iniziano con la stringa data, es.: inserendo: bacter* il sistema ritrova bacteria, bacterium, bacterophage etc…

34 LA STRATEGIA I sottodescrittorida quale punto di vista affrontare l’argomento cercato Gli indicizzatori possono anche assegnare un ulteriore elemento descrittivo ad un termine MeSH: i subheadings o sottodescrittori. La loro funzione è di dettagliare ulteriormente un aspetto specifico di un termine MeSH. Es.: Diagnosis Surgery Metabolism Pathology

35 LA STRATEGIA i filtri o limiti
Età Specifici sottoinsiemi (subsets: systematic reviews…) Tipo di pubblicazione Lingua Data Altro…

36 LA STRATEGIA tipi di pubblicazione
Tra i vari generi di pubblicazioni utilizzati dalla National Library of Medicine per la recensione del materiale bibliografico (e utilizzabili come limiti nella ricerca) , ricordo i principali: Clinical Trial rapporto di uno studio clinico pre-organizzato sulla sicurezza, efficacia o dosaggio ottimale di uno o più farmaci, dispositivi o tecniche diagnostiche terapeutiche o profilattiche in esseri umani selezionati in base a criteri predeterminati di idoneità e osservati per verificare l’evidenza di effetti favorevoli o sfavorevoli. Controlled Clinical Trial lavoro che consiste in un esperimento clinico che implica uno o più trattamenti di prova, almeno un trattamento di controllo, misure specifiche dei risultati per valutare l’intervento e una metodologia priva di pregiudizi finalizzata ad assegnare i pazienti al trattamento. Meta-Analysis lavoro che consiste in studi che utilizzano un’analisi quantitativa per combinare i risultati di studi indipendenti e riassunti e conclusioni che possono essere usati per valutare l’efficacia terapeutica. Practice Guideline lavoro che consiste in un insieme di direttive o principi per indirizzare il personale medico in decisioni sanitarie circa le procedure diagnostiche, terapeutiche o cliniche da adottare in specifiche circostanze cliniche. Possono essere sviluppate da agenzie governative a qualunque livello, istituzioni quali società professionali o comitati governativi. Randomized Controlled Trial lavoro che consiste in un esperimento clinico che include fasi specifiche e preordinate di gestione dello stesso. Revisione sistematica differiscono dalle revisioni tradizionali della letteratura in quanto riuniscono risultati di tutti gli studi clinici condotti su un determinato argomento, ottenendo una stima basata su un numero maggiore di soggetti, quindi statisticamente più stabile e clinicamente più affidabile.

37

38 Banche dati

39 RISORSE A PAGAMENTO ACCESSO DA CASA

40 TROVA@UNITO E PUBMED Come posso accedere ai servizi di trova@unito ?
Collegarsi a Pubmed da link presenti su pc universitari oppure da casa tramite proxy inserendo le proprie credenziali SCU:

41 Banche dati

42 MEDLINE IN PUBMED tutorial e FAQ Strumenti risorse utili

43 La ricerca per parole “libere”
inserendo le parole della ricerca, Pubmed procede con la funzione di completamento automatico, suggerendo i termini

44 gli esiti della ricerca:

45 Aprendo la finestra potrò selezionare i diversi formati di presentazione delle citazioni, il loro numero, e ordinarli per anno, autore, titolo e rivista

46 Selezionando gli articoli, posso gestirli in vario modo (cliccando su Send to posso):
mandare le citazioni in un file; mandarle in una “collection” virtuale all’interno di MY NCBI; inviarle ad un “management software” esterno; mandarle nel “clipboard” = parcheggio temporaneo (max 8 ore) di citazioni; inviarle via mail; inviarle nella mia personale bibliografia all’interno di MY NCBI

47 Sulla destra della schermata trovo:
La possibilità di gestire i risultati e di filtrarli Sulla destra della schermata trovo: La possibilità di capire come il sistema ha interpretato la mia ricerca La possibilità di visualizzare le ultime ricerche effettuate

48 Come Pubmed ha interpretato la ricerca – tramite parole libere - di
hospital infections: "cross infection"[MeSH Terms] OR ("cross"[All Fields] AND "infection"[All Fields]) OR "cross infection"[All Fields] OR ("hospital"[All Fields] AND "infections"[All Fields]) OR "hospital infections"[All Fields]

49 La chiave per accedere: a. all’eventuale full-text
b. al catalogo d’Ateneo Questa citazione era stata selezionata per l’invio in clipboard, resta segnalato anche nel corso di ulteriori ricerche

50 Fornisce informazioni importanti per l’articolo:
Tipo di disegno di studio Termini MeSH correlati Sostanze correlate

51 In Advanced Search trovo: la “search history”
cliccando sul numero progressivo di ogni ricerca, posso: cliccando sui numero di esiti di ogni ricerca, ritorno all’elenco complessivo combinare le ricerche con gli operatori, cancellarle, rilanciarle, vedere come il sistema ha interpretato la ricerca, salvarla in MY NCBI

52 In Advanced Search posso limitare una ricerca per autore,
rivista, data di pubblicazione o altri campi a scelta

53 Un recente aggiornamento ha eliminato la pagina dei “limiti” e inserito i “filtri” di ricerca (a sinistra dell’elenco) che posso essere aggiunti o tolti dall’utente rispetto ai risultati ottenuti.

54 La ricerca per termini MeSH
Opzione di ricerca tramite termini MeSH

55 Inserimento termine “libero”
Il sistema “interpreta” le parole inserite, suggerendo il MeShH semanticamente più vicino al termine di partenza Sottodescrittori (Subheadings): essenziali per capire da quale punto di vista ci interessa l’argomento cercato

56 Nella parte sottostante della schermata, trovo:
a. Tutti i termini che, inseriti, avrebbero portato a quel termine MeSH, utili (correlandoli con OR) per ricerche per parole libere in database o altri sistemi non provvisti di tesauro b. La ramificazione del MeSH all’interno della quale si trova il termine cercato, utile per sapere se ci interessa anche il termine “figlio” nella funzione Explode “figlio” di “cross infection”

57 Si aggiunge alla finestra di composizione della stringa di ricerca
2 funzioni importanti: Restringere la ricerca ai soli articoli aventi questo soggetto come argomento PRINCIPALE Non esplodere: non includere nella ricerca gli articoli soggettati con le diramazioni “figlie” di questo termine

58 N.B. Qualora non si selezioni alcun sottoscrittore verranno tenuti in considerazione tutti i subheadings Invio della ricerca (dopo aver selezionato le opzioni dei subheadings desiderate) nel box di composizione della stringa di ricerca con gli operatori più opportuni

59 La ricerca è ora impostata all’interno del box, possibilità di verificarla ed eventualmente modificarla, poi invio cliccando su

60 Stringa di ricerca lanciata e relativi risultati

61 La “carta d’identità” di un articolo
Dati bibliografici Mesh attribuiti

62 Non utilizzare i MeSH per:
Argomenti recenti Argomenti poco studiati o poco consueti Articoli inseriti nel database nel corso delle ultime settimane

63 Registrazione per apertura account in Pubmed, che consente di:
Salvare le ricerche (anche in modalità alert = con avviso automatico di ulteriori pubblicazioni inerenti la ricerca salvata) Salvare collezioni di citazioni bibliografiche Salvare la propria bibliografia, anche di altra letteratura non indicizzata in Pubmed Visionare le ricerche svolte negli ultimi 6 mesi (solo se collegati nel corso di sessioni in My NCBI) Personalizzare i filtri di ricerca

64 La registrazione è semplice e ti permette di avere un tuo spazio personale per gestire i risultati della ricerca.

65 Ricerche salvate Bibliografia salvata Collezioni salvate Attività recente (ultimi 6 mesi)

66 Da qui posso salvare la ricerca in My NCBI

67 Da qui, dopo averli selezionati, invio gli articoli nelle “Collections” o
In “My Bibliography”

68 Esempio di comunicazione dell’avvenuto inserimento di nuova citazione
all’interno di una ricerca salvata in Pubmed con funzione di “alert”

69 Le collections possono essere rese “pubbliche”, in questo modo posso comunicare il link a dei colleghi o inserire l’URL all’interno di blog, pagine web…

70 Banche dati

71 LA COCHRANE COLLABORATION
La Cochrane Collaboration è una iniziativa internazionale no-profit nata con lo scopo di raccogliere, valutare criticamente e diffondere le informazioni relative alla efficacia degli interventi sanitari. Produce - utilizzando una metodologia scientifica comune - sintesi (revisioni sistematiche) sulla efficacia e sicurezza degli interventi sanitari di tipo preventivo, terapeutico e riabilitativo. Questi rapporti vengono diffusi attraverso un database elettronico denominato "Cochrane Library“. (Da Centro Cochrane Italiano L’Università di Torino offre il database elettronico della Cochrane all’interno della piattaforma Wiley

72 Banche dati di studi secondari:
Cochrane Library Da novembre 2009 accessibile da: La Cochrane Library è un insieme di database all’interno dei quali è reperibile letteratura indipendente e di qualità elevata creata per migliorare l’assistenza e fornire prove sulle quali basare le scelte in ambito clinico e sanitario.

73 I DATABASE Il principale database Cochrane:
contiene le revisioni sistematiche Cochrane Database of Systematic Reviews (CDSR; Cochrane Reviews) Database of Abstracts of Reviews of Effects (DARE; Other Reviews) Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL; Clinical Trials) Cochrane Methodology Register (CMR; Methods Studies) Health Technology Assessment Database (HTA; Technology Assessments) NHS Economic Evaluation Database (NHSEED; Economic Evaluations) Contiene abstract di revisioni sistematiche validate qualitativamente. Ogni abstact contiene un riassunto e un commento critico sulla qualità complessiva. Include dettagli di articoli (trial controllati) pubblicati ricavati dalle principali BD bibliografiche e da altre fonti altre pubblicate e non E’ una bibliografia di pubblicazioni che dettagliano i metodi utilizzati nella conduzione di trial controllati Raccoglie studi (completati e in corso) di valutazioni (mediche,sociali, etiche, economiche) in ambito sanitario Contiene abstract di valutazioni economiche basate su criteri di qualità, evidenziandone i punti di forza e di debolezza

74 Gli Archivi della Cochrane Library

75 LE LINEE GUIDA Sono raccomandazioni di comportamento clinico, elaborate mediante un processo di revisione sistematica della letteratura, con lo scopo di aiutare i medici e i pazienti a decidere le modalità assistenziali più appropriate in specifiche situazioni cliniche1 1Field MJ, Lohr KN eds (1992). Guidelines for Clinical Practice: From Development to Use, Washington, DC: National Academy Press.

76 CHI REALIZZA LE LINEE GUIDA?
Agenzie internazionali e nazionali Agenzie governative Agenzie regionali Aziende sanitarie

77 Dove reperire le LG? In Medline o altro DB bibliografico, se pubblicate su riviste censite limitazione applicata alla stringa di ricerca: Publication Types [Practice Guideline] Su risorse specifiche liberamente accessibili in rete. DATABASE DI LG Es. NGC o NHS EVIDENCE SITI DI AGENZIE PRODUTTRICI DI LG Es. NICE o SIGN

78 Altri siti su cui reperire LG
ANAES - - Agence Nationale d’Accréditation et d’Evaluation en Santé – Francia CDC - Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta (USA) CMA Infobase - Clinical Practice Guidelines - - Canada CPO - - Centro di riferimento regionale per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica - ASO S. Giovanni Battista Torino MJA - - Clinical Guidelines - Australia New Zeland Guidelines Group - - Nuova Zelanda PRODIGY - - NHS Dept of Health – Inghilterra ICSI - - Institute for Clinical Systems Improvement – USA SNLG - - Sistema Nazionale Linee Guida– Isituto Superiore di Sanità - Italia

79 P Paziente adulto ansioso ricoverato in ospedale I musicoterapia
Un paziente adulto viene ricoverato d’urgenza in ospedale per essere operato di appendicite. La sera prima dell’operazione, il paziente vi esprime le sue ansie e le sue preoccupazioni e vi chiede cosa ne pensate dell’utilizzo della musica per superare queste paure. Cosa rispondereste al paziente? P Paziente adulto ansioso ricoverato in ospedale per essere sottoposto ad intervento chirurgico di appendicectomia I musicoterapia C nessun intervento o altri tipi di intervento O verificare l’efficacia della musica per controllare l’ansia

80 P Paziente oncologici con fatigue = Tumore
Un infermiere che assiste i pazienti oncologici ha sentito parlare dell’esercizio fisico che potrebbe aiutare i suoi pazienti ad affrontare la fatigue (l'insieme di sintomi fisici e psichici tra i più debilitanti e meno trattati nei malati di cancro). Si pone quindi la domanda se l’esercizio fisico è consigliabile o no per le persone malate di tumore che presentano fatigue ovvero se un programma di esercizi fisici è efficace nel diminuire la fatigue correlata al cancro? P Paziente oncologici con fatigue = Tumore I programma di esercizi fisici = programma di esercizi fisici C nessun esercizio fisico / riposo, sonno O Effetto sulla fatigue: riduzione della fatigue = Fatigue


Scaricare ppt "Introduzione alla ricerca bibliografia: risorse, fonti e Pubmed"

Presentazioni simili


Annunci Google