La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3-1 User Datagram Protocol: UDP Crediti Parte delle slide seguenti sono adattate dalla versione originale di J.F Kurose and K.W. Ross (© 1996-2003 All.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3-1 User Datagram Protocol: UDP Crediti Parte delle slide seguenti sono adattate dalla versione originale di J.F Kurose and K.W. Ross (© 1996-2003 All."— Transcript della presentazione:

1 3-1 User Datagram Protocol: UDP Crediti Parte delle slide seguenti sono adattate dalla versione originale di J.F Kurose and K.W. Ross (© All Rights Reserved)

2 3-2 UDP: User Datagram Protocol [RFC 768] r funzioni minimali del protocollo di trasporto, aggiunge poco all IP m multiplexing/demultiplexing m verifica errori r servizio best effort, i segmenti UDP possono essere: m persi m consegnati non in ordine r servizio connectionless: m non cè handshaking tra sender e receiver UDP m ogni segmento UDP è gestito indipendentemente dagli altri Vantaggi dellUDP? r non viene creata alcuna connessione (che può aggiungere ritardo) r semplice: nessuno stato della connessione lato sender e lato receiver r piccolo header (8 byte): poco sovraccarico r nessun controllo della congestione: UDP può sparare segmenti quanto più velocemente possibile

3 3-3 UDP (cont.) r spesso usato per lo streaming delle applicazioni multimediali e per le applicazioni real-time m loss tolerant m rate sensitive m controindicazioni? r altri utilizzi dellUDP m DNS m SNMP m RIP r trasferimento affidabile sopra UDP: m affidabilità aggiunta a livello applicativo m recupero degli errori gestito dallapplicazione source port #dest port # 32 bits Application data (message) UDP segment format length checksum Lunghezza, in byte del segmento UDP incluso lheader

4 3-4 UDP checksum [RFC 1071] Sender: r tratta il contenuto del segmento come sequenze di interi a 16-bit r checksum: somma di tutte le parole a 16 bit del segmento (scartando ogni trabocco) e complemento a 1 del risultato r il sender pone il valore del checksum nel campo checksum dellUDP Receiver: r calcola il checksum del segmento ricevuto r controlla se il checksum calcolato è uguale a quello del campo checksum ( …): m NO – trovato errore m SI – nessun errore trovato (di solito) Obiettivo: scoprire gli errori (es., valore bit alterato) nel segmento trasmesso


Scaricare ppt "3-1 User Datagram Protocol: UDP Crediti Parte delle slide seguenti sono adattate dalla versione originale di J.F Kurose and K.W. Ross (© 1996-2003 All."

Presentazioni simili


Annunci Google