La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Caratteristiche e strumenti di analisi del bilancio pubblico Sergio Zucchetti Anno Accademico 2011 - 2012 Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Caratteristiche e strumenti di analisi del bilancio pubblico Sergio Zucchetti Anno Accademico 2011 - 2012 Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici."— Transcript della presentazione:

1 1 Caratteristiche e strumenti di analisi del bilancio pubblico Sergio Zucchetti Anno Accademico Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici

2 Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici Caratteristiche e strumenti di analisi del bilancio pubblico Sergio Zucchetti Anno Accademico 2012 – 2013 Lezione 6- 7 novembre 2012 Laurea Magistrale in Economia Aziendale e Management

3 3 Ruoli, strumenti e legami dellarchitettura istituzionale Unione Europea: Bilancio di Programmazione 2007 – 2013, Fondi Strutturali, Politiche di Coesione, Politica Agricola Comune, Iniziative Comunitarie transregionali e transnazionali, ….; Unione Europea: Bilancio di Programmazione 2007 – 2013, Fondi Strutturali, Politiche di Coesione, Politica Agricola Comune, Iniziative Comunitarie transregionali e transnazionali, ….; Stato: Documento (EX-programmazione) economico finanziaria, Quadro Strategico Nazionale, Programmi Operativi Nazionali, Aree Obiettivo, Azioni Dicasteri, …; Stato: Documento (EX-programmazione) economico finanziaria, Quadro Strategico Nazionale, Programmi Operativi Nazionali, Aree Obiettivo, Azioni Dicasteri, …; Regioni: Programma di Governo, Documento di programmazione economico finanziaria regionale Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, Area obiettivo Competitività, Piano Regionale di Sviluppo, Piano Territoriale Regionale, Piano Sviluppo Rurale, Piano Paesistico, Piano Energetico, Piano assetto idrogeologico, piano Rifiuti, Piano Socio Sanitario, Piano Tutela delle Acque, Azioni Settoriali, …..; Regioni: Programma di Governo, Documento di programmazione economico finanziaria regionale Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, Area obiettivo Competitività, Piano Regionale di Sviluppo, Piano Territoriale Regionale, Piano Sviluppo Rurale, Piano Paesistico, Piano Energetico, Piano assetto idrogeologico, piano Rifiuti, Piano Socio Sanitario, Piano Tutela delle Acque, Azioni Settoriali, …..;

4 4 … segue Ruoli, strumenti e legami dellarchitettura istituzionale Province: Programma di mandato, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, Scuola, Occupazione, Sviluppo, …; Province: Programma di mandato, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, Scuola, Occupazione, Sviluppo, …; Città Metropolitane: Piano Area Metropolitana, dotazione finanziaria; Città Metropolitane: Piano Area Metropolitana, dotazione finanziaria; Enti Locali: Programma di mandato, Relazione previsionale programmatica, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, PGT- Documento di inquadramento - Piano delle Regole – Piano dei Servizi, Programma Opere Pubbliche, ….; Enti Locali: Programma di mandato, Relazione previsionale programmatica, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, PGT- Documento di inquadramento - Piano delle Regole – Piano dei Servizi, Programma Opere Pubbliche, ….; Comunità Montane: Piano di Sviluppo Socio Economico, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, …; Comunità Montane: Piano di Sviluppo Socio Economico, Bilancio Competenza Annuale, Bilancio Pluriennale, …; Unioni di Comuni: Unioni di Comuni: Consorzi Consorzi Enti Parco: Enti Parco: …… ……

5 5 Riforma del Tit. V parte seconda della Costituzione La ridefinizione delle funzioni dallo Stato alla nuova Architettura Istituzionale in competenze esclusive e competenze concorrenti implica sia il decentramento delle spese – funzioni, sia la definizione della dotazione finanziaria e delle fonti di entrata.

6 6 I principali numeri della finanza pubblica Debito pubblico complessivo agosto 2012: 1.975,631 miliardi di euro Rapporto Debito pubblico / PIL ottobre 2012: 126,1% Debito enti territoriali al 31 luglio 2011: 114 miliardi di euro di cui il debito swappato è 35,5 miliardi di euro

7 7 Fonte: Banca dItalia, 2010

8 8 8 Il debito degli enti territoriali - trend (valori in mld.) RegioniProvinceComuniAltri entiTotale Dic. '0219,42,016,75,643,7 Dic. '0324,94,833,35,768,7 Dic. '0427,85,735,35,674,4 Dic. '0531,57,340,87,887,4 Dic. '0642,68,645,214,4110,8 Dic. '0744,88,846,610,3110,5 Dic. '0841,49,147,68,9107,0 Dic. '0942,19,148,411,7111,3 Dic. '1041,79,048,911,2110,8 Lug. '1142,19,149,912,9114,0 FONTE: Elaborazione su dati Banca dItalia: Supplemento al Bollettino Statistico, Finanza pubblica, fabbisogno e debito (Tav.7. TCCE0250) - Anno XXI - 14 settembre 2011, n. 46

9 9

10 10 Le fonti di finanziamento – art. 199 Tuel a) entrate correnti destinate per legge agli investimenti; b) avanzi di bilancio, costituiti da eccedenze di entrate correnti rispetto alle spese correnti aumentate delle quote capitali di ammortamento dei prestiti; c) entrate derivanti dall'alienazione di beni e diritti patrimoniali, riscossioni di crediti, proventi da concessioni edilizie e relative sanzioni; d) entrate derivanti da trasferimenti in conto capitale dello Stato, delle regioni, da altri interventi pubblici e privati finalizzati agli investimenti, da interventi finalizzati da parte di organismi comunitari e internazionali; e) avanzo di amministrazione, nelle forme disciplinate dall'articolo 187; f) mutui passivi; g) altre forme di ricorso al mercato finanziario consentite dalla legge. Proventi derivanti dalle sanzioni al Codice della Strada Efcx Sfcx+K Dismissione di beni (cartolarizzazione; art.84 Finanziaria 2003) Riscossione di crediti Oneri di urbanizzazione Contributo di Stato, regioni e Unione Europea per spese di investimento programmate Fondo di cassa aumentato dei residui attivi e diminuito dei residui passivi Credito ordinario e BEI Cassa depositi e prestiti Prestiti obbligazionari Leasing finanziario Aperture di credito e BEI

11 11 Lart. 119 della Costituzione e il bilancio di parte corrente degli enti locali

12 12 Lart. 119 della Costituzione e il bilancio in conto capitale degli enti locali

13 13 Attuazione del Federalismo fiscale: raccordo tra obiettivi - entrate - spese OGGIDOMANI Entrate proprie Trasferimenti Debito Alienazione patrimonio Alienazione patrimonio Partite di giro Imposte sul Reddito Patrimonio Consumi

14 14 Le regole della finanza pubblica locale Entrate (competenza e cassa) Spese (competenza e cassa) Entrate OrdinarieSpese correnti Trasferimenti Correnti e Capitali Trasferimenti Correnti e Capitali Entrate StraordinarieSpese per investimenti Rimborso Interessi

15 15 Struttura del Bilancio Pubblico

16 16 Composizione delle entrate correnti

17 17 Composizione delle spese correnti

18 18 Correlazione entrate - spese

19 19 Analisi di Bilancio Analisi per indici, titoli, categorie e funzioni Entrate – Accertamenti Spese – Impegni Analisi e comparazione degli strumenti di debito Mutui Emissioni di prestiti obbligazionari (collocamento a fermi vs mercato) Leasing finanziario Strumenti derivati SWAP Lanalisi prevede la comparazione degli ultimi tre certificati consuntivi con il bilancio pluriennale

20 20 Analisi per indici Autonomia Finanziaria (T I + T III)/ (T I + T II + T III) Dipendenza Finanziaria (TII)/ (T I + T II + T III) ) Rigidità Strutturale (S. personale + S. rimb. prestiti) / (T I + T II + T III) Pressione fiscale locale (Cat.1, 2, 3 (TI))/ Popolazione (Cat.1, 2, 3 (TI))/ Contribuenti Spese correnti procapite T I (spese) / Popolazione Spese per investimenti procapite T II (spese) / Popolazione Trasferimenti correnti procapite T I / Popolazione Trasferimenti Capitale procapite T IV/ Popolazione

21 21 … segue Analisi per indici Entrate: TI/EC TIII/EC Categoria 1 / T III Categoria 2 / T III Categoria 3 / T III Categoria 4 / T III Trasferimenti Correnti Regione/T2 Trasferimenti Correnti Stato/T2 Spese T1 / Totale spesa pubblica T2 / Totale spesa pubblica Spese personale / T1 Spese per rimborso Interessi passivi / totale spese rimborso prestiti

22 22 Analisi della struttura del Debito Lanalisi prevede la ricostruzione dello stock di debito complessivo contratto con tutti gli istituti di credito e riclassificato in funzione: data assunzione; data scadenza; importo residuo; tipologia di ammortamento (italiano - quota K costante, francese – rata costante, bullet rimborso k in una unica soluzione alla scadenza del debito); Tipologia di tasso (fisso IRS, variabile Euribor) e struttura di ammortamento; Spread. Questa riclassificazione consente di determinare nel tempo limpatto del rimborso del debito residuo in termini di Qk e Qi.

23 23 Strumenti Finanziari Debito Gestione Attiva del Debito, Strumenti Derivati - SWAP Leasing Pubblico, Leasing Immobiliare pubblico Appalto Pubblico – Realizzazione Gestione – Finanza di Progetto Valorizzazione del Patrimonio Pubblico

24 24 Il debito pubblico Il finanziamento pubblico attraverso il debito Nozione di debito pubblico Inquadramento giuridico e classificazioni del debito pubblico locale e delle spese di investimento La Finanziaria 2004 e il debito La Finanziaria 2004 e gli investimenti Le altre definizioni di spesa di investimento Le condizioni per lindebitamento degli enti locali

25 25 Il limite per il ricorso al debito %, 2012 – 6%, % ENTRATE CORRENTI Previsionale dicembre 2010 Interessi passivi sullo stock di debito Cons Anno 2010 Interessi passivi sul nuovo debito da assumere Tit. V Bil. 2011


Scaricare ppt "1 Caratteristiche e strumenti di analisi del bilancio pubblico Sergio Zucchetti Anno Accademico 2011 - 2012 Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici."

Presentazioni simili


Annunci Google