La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMITATO TECNICO EDUCATION Gianfelice Rocca Vicepresidente Education Roma, 15 dicembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMITATO TECNICO EDUCATION Gianfelice Rocca Vicepresidente Education Roma, 15 dicembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 COMITATO TECNICO EDUCATION Gianfelice Rocca Vicepresidente Education Roma, 15 dicembre 2008

2 LO SCENARIO

3 2008 e 2009 stime CSC Fonte: elaborazioni CSC su dati ISTAT. ITALIA: PER LA PRIMA VOLTA DAL 1970 UN BIENNIO DI RECESSIONE… Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education (PIL, var. %)

4 …MA SUI MERCATI ESTERI LITALIA E COMPETITIVA: LE ESPORTAZIONI ITALIANE CRESCONO DI PIU DEI SUOI PARTNER COMMERCIALI EUROPEI Fonte: elaborazioni Confindustria su dati Eurostat Comitato Tecnico Education Roma, 15 dicembre 2008

5 I DATI 2008 CONFERMANO LA TENUTA DELLEXPORT ITALIANO (IN PARTICOLARE VERSO I PAESI EXTRA UE) Fonte: elaborazioni Confindustria Comitato Tecnico Education Roma, 15 dicembre 2008 (8% nel 2007) UE =2.9% gen-settembre I trimestre 1.6 % II trimestre 7.0 % III trimestre % verso questa area è destinato il 60.4% dellexport (6.1 % nel 2007) Extra UE =8.3% gen-settembre (gen-ott. 7.7%) I trimestre 11.4% II trimestre 5.4 % III trimestre 8.4% verso questa area è destinato il 39.6% dellexport (11..1 % nel 2007) export totale = 5.0 gen-settembre I trimestre 5.4 % II trimestre 6.3 % III trimestre 3.3%

6 LA MEDIA IMPRESA E LA FORZA TRAINANTE DEL PAESE: PERFORMANCE E INNOVAZIONE IN CRESCITA E SUPERIORI ALLE GRANDI IMPRESE Fonte: elaborazioni Confindustria su dati Istat Comitato Tecnico Education Roma, 15 dicembre 2008 Totalefatturato in Italiafatturato export valore aggiunto Medie imprese+ 58,0+ 50,4+ 74,4+ 41,6 Grandi imprese+ 37,3+ 31,5+ 47,2+ 17,3 Fatturato Fonte: elaborazioni Confindustria su dati Mediobanca AUMENTANO LE MEDIE IMPRESE INNOVATRICI

7 Comitato Tecnico Education AUMENTA LINVESTIMENTO DI RISORSE IN RICERCA E SVILUPPO MA… Roma, 15 dicembre 2008 Fonte: elaborazioni Confindustria su dati Istat (1999 – 2006 valori a prezzi correnti)

8 …LE IMPRESE NON TROVANO I TECNICI: AUMENTA IL GAP TRA DOMANDA E OFFERTA NEL MERCATO DEL LAVORO Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

9 I RISULTATI Le performance degli studenti italiani

10 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education LINCIDENZA DEI DIPLOMATI STA AUMENTANDO: DAL 1970 LA % DI DIPLOMATI SUI 19ENNI E QUASI TRIPLICATA (valori %, n° diplomati/popolazione 19 anni) Fonte: elaborazioni Confindustria su dati MIUR

11 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education PISA: PEGGIORANO LE PERFORMANCE DEGLI STUDENTI 15ENNI ITALIANI MENTRE SONO STABILI QUELLE DEGLI STUDENTI DELLA MEDIA DEI PAESI OCSE (Valori dei punteggi medi raggiunti – 2006) Fonte: elaborazioni Confindustria su dati PISA - OCSE

12 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education PEGGIORA IN TUTTE LE DISCIPLINE LA POSIZIONE DELLITALIA NELLA GRADUATORIA PISA 2006 Nota: la direzione delle frecce indica l'ascesa e la discesa in graduatoria; le posizioni in graduatoria sono calcolate tenendo costante il set di paesi nei tre anni esaminati: i 30 paesi comuni alle tre rilevazioni Fonte: elaborazioni Confindustria su dati PISA – OCSE

13 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education PISA: BENCHMARK ITALIA – GERMANIA Fonte: elaborazioni Confindustria su dati PISA - OCSE

14 ITALIAGERMANIA ALUNNI (2006) Scuola primaria e secondaria INSEGNANTI (2006) Scuola primaria e secondaria ALTRO PERSONALE (2006) Scuola infanzia, primaria e secondaria ORE DI LEZIONE ANNUALI (2006) Scuola primaria Scuola secondaria I NUMERI DELLA SCUOLA PUBBLICA: CONFRONTO ITALIA - GERMANIA Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education Fonte: elaborazioni Confindustria su dati MPI, Statistiche Aemter des Bundes und der Laender e Ocse Nota: gli insegnanti sono calcolati in termini di teste, non considerando lintensità di lavoro (full time – part time); includendo anche i supplenti annuali il n. degli insegnanti supera 800mila; la voce altro personale comprende il personale ausiliario

15 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education AUMENTANO GLI IMMATRICOLATI ITALIANI NEI CORSI SCIENTIFICI Fonte : elaborazioni Confindustria su dati Miur 1,575 4,218 1,454 3,439 1,151 3, ,000 1,500 2,000 2,500 3,000 3,500 4,000 4,500 5, scienze matematichescienze fisichescienze chimiche 3,639 2,709 2,461 minimo storico

16 Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education Irlanda Italia Svezia Norvegia Paesi Bassi Danimarca Polonia Finlandia N. Zelanda Australia Islanda DAL 2000 RADDOPPIA LA QUOTA % DI LAUREATI ITALIANI SULLA POPOLAZIONE IN ETA TIPICA DA LAUREA – TRA LE PIU ALTE DEI PAESI OCSE Fonte: elaborazioni Confindustria su dati Ocse, Education at a Glance

17 PROGRAMMA EDUCATION

18 I modelli educativi e i modelli di sviluppo economico e industriale devono interconnettersi per generare risorse umane per la competitività Il sistema scolastico e universitario italiano necessita di interventi immediati: la situazione è a macchia di leopardo e il deterioramento è rapido La carenza dei profili tecnici rappresenta già ora un limite allo sviluppo delle imprese Il sistema universitario è in stretta correlazione con il sistema della ricerca: la ricerca universitaria è il motore dellinnovazione LEducation è la condizione fondamentale per la competitività delle imprese e per il futuro del Paese LEducation è la condizione fondamentale per la competitività delle imprese e per il futuro del Paese Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

19 AGENDAEDUCATION ACTION PLAN SCUOLA ACTION PLAN UNIVERSITA POTENZIAMENTONETWORKINGEDUCATION ORIENTAMENTO ALLA CULTURA DIMPRESA INNALZAMENTO SCIENTIFICITA AMBIENTALE ACTION PLAN ISTRUZIONE TECNICA Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

20 Attenzione alla Scuola Pubblica (93% - 7% scuola privata) Attenzione allorganizzazione: autonomia responsabile e valutazione Ripartire dai presidi e dagli insegnanti: dirigenti scolastici manager, docenti professionisti e motivati (reclutamento, formazione continua, livelli e retribuzioni, valutazione e incentivi) Recuperare risorse: adeguando agli standard europei il rapporto insegnanti/alunni (in Italia 1 insegnante ogni 9 alunni, in Europa 1 ogni 14) Contenuti (meno e meglio): più ore di scienza e tecnologia, più laboratori, più cultura dimpresa, più inglese, standard minimi nazionali di apprendimento e test centralizzati SCUOLA Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

21 Diplomati tecnici e Tecnici superiori per la nuova competitività industriale Promozione del pragmatismo tecnologico Superare la crisi reputazionale e affrontare le sfide dellimmigrazione Aggiornamento di programmi e metodologie didattiche e definizione degli standard di apprendimento con il coinvolgimento delle categorie produttive Nuovi organi di governo delle scuole: CdA con la presenza di rappresentanti delle imprese e del territorio Reclutamento e remunerazione di insegnanti tecnici Sviluppo dei Poli Formativi Tecnologici per rispondere alle esigenze delle imprese ISTRUZIONE TECNICA Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

22 Regolamento (di prossima approvazione) che rafforza: Identità Istruzione Tecnica (distinta sia dai licei che dalla istruzione professionale) Inglese Discipline Scientifiche e Tecnologiche Laboratorio Stage e Alternanza Raccordo con le imprese (attraverso un Comitato Tecnico Scientifico) I Profili in uscita rispondono alle richieste delle categorie industriali I nuovi Quadri orari riprendono quelli concordati con il Ministro Moratti riducendo da 36 a 32 le ore settimanali, introducendo le scienze integrate e non riducendo le discipline di indirizzo RIORDINO ISTITUTI TECNICI: PRIMI RISULTATI Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

23 Finanziamento: ridurre gli sprechi e portare al 20% la percentuale dei fondi pubblici attribuiti in forma premiale Modificare la Governance di sistema: autonomia rafforzata in linea con i competitor internazionali per gli atenei sani e commissariamento degli atenei insolventi Risorse Umane: libertà delle università di scegliere i docenti migliori negli ambiti degli idonei nazionali e internazionali - Tenure track e riforma stato giuridico Studenti: consentire alle università di determinare liberamente le tasse universitarie portando le borse di studio dallattuale 0,12% del PIL alla media OCSE (0,25%) Bachelor, Master, PhD: avvicinarsi allEuropa nei contenuti e nella mobilità studentesca Incentivazione fiscale per le imprese: credito dimposta pari al 50% delle commesse di ricerca private e per il finanziamento dei dottorati di ricerca Accreditamento: sostituire il valore legale dei titoli con un sistema di accreditamento ispirato a modelli europei ed internazionali UNIVERSITA Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

24 Assegnazione delle risorse agli Atenei sulla base delle performance didattiche e della ricerca scientifica (7% FFO=550milioni ) Chiamata diretta di docenti stabilmente impegnati allestero o di chiara fama Progressione di carriera e scatti stipendiali dei docenti legati al merito Blocco dei concorsi per gli Atenei con i conti in rosso Riduzione del blocco del turn over per le Università sottofinanziate (dall80% al 50%) Esclusione docenti e ricercatori dal blocco del turn over con alcuni vincoli Aumento dei fondi destinati al diritto allo studio (+ 135milioni ) UNIVERSITA: PRIMI RISULTATI APPROVATO IN SENATO (28 NOVEMBRE 2008) DECRETO URGENTE SULLUNIVERSITA LEGGE DI CONVERSIONE N Roma, 15 dicembre 2008Comitato Tecnico Education

25 ALTERNANZA 19 Regioni Scuole Studenti 15/17anni coinvolti percorsi attivati POLI IFTS 115 Poli avviati + 11 in via di costituzione Studenti coinvolti corsi attivati APPRENDISTATO apprendisti nellindustria QUALITA Scuole + 40 Associazioni coinvolte POTENZIAMENTO NETWORKING EDUCATION LE RETI SCUOLA-UNIVERSITA-IMPRESA SUL TERRITORIO POLI FORMATIVI TECNOLOGICI 30 Poli avviati 14 Regioni coinvolte Roma, 15 dicembre 2008 Comitato Tecnico Education

26 Progetto Più Education nelle PMI Progetto Club dei 15 Limpresa adotta un istituto tecnico Progetto in collaborazione con Confindustria Veneto Valorizzazione degli Istituti Tecnici Orientagiovani Progetto Lauree Scientifiche – PLS PROGETTI SPECIALI Comitato Tecnico Education Roma, 15 dicembre 2008


Scaricare ppt "COMITATO TECNICO EDUCATION Gianfelice Rocca Vicepresidente Education Roma, 15 dicembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google