La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE 1 -percorso globalmente corrispondente alle prove della classe – con prove ministeriali -Percorso equipollente – con prove equipollenti e prove.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE 1 -percorso globalmente corrispondente alle prove della classe – con prove ministeriali -Percorso equipollente – con prove equipollenti e prove."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE 1 -percorso globalmente corrispondente alle prove della classe – con prove ministeriali -Percorso equipollente – con prove equipollenti e prove ministeriali - -Percorso differenziato – con prove differenziate N.B. per tutto litinerario formativo PROGETTO DIDATTICO - EDUCATIVO COMPETENZA DEL CONSIGLIO DI CLASSE

2 PERCORSO 1 Alunni in situazione di Handicap Obiettivi previsti per la classe Prove uguali Prove equipollenti Diploma esame di qualifica Diploma esame di stato 2

3 - Alunni in situazione di Handicap -Non raggiungimento obiettivi previsti per la classe - Prove differenziate -Certificato credito formativo (3°anno) - Attestazione credito formativo (5°anno) PERCORSO 2 3

4 Alunni in sit.di Handicap che raggiungono gli obiettivi previsti per la classe Alunni in sit. di Handicap che non raggiungono gli obiettivi previsti per la classe (obiettivi differenziati) Prove uguali alla classe Prove equipollenti Prove differenziate Diploma esame di Stato Attestazione Credito Formativo Diploma esame di QualificaCertificato di Credito Formativo 4

5 Anche per alunni valutati in modo differenziato (in relazione al P.E.I.) Esame per certificazione di conoscenze,competenze e abilità acquisite ESAMI DI QUALIFICA DI ISTRUZIONE PROFESSIONALE O ARTE 5

6 EQUIPOLLENZA - per il TITOLO DI STUDIO sono importanti: Conoscenze Competenze Capacità 104/92 ART.16 COMPITO PROVA EQUIPOLLENTE Deve valutare che il candidato abbia raggiunto la preparazione culturale e professionale idonea per il rilascio del diploma attestante il superamento dellesame PREPARAZIONE IDONEA CULTURALE E PROFESSIONALE IDONEA PER IL DIPLOMA NON INTERESSA IL PERCORSO FATTO PER CONSEGUIRLO 6

7 TIPI DI PROVE EQUIPOLLENTI -MEZZI DIVERSI (pc, dettatura,etc….) - MODALITA DIVERSE (es. traduzione in quesiti con risposte chiuse, in griglie…) - CONTENUTI DIVERSI culturali e/o tecnici e/o professionali (differenti dal M.I.U.R.) SEMPRE TALE DA VERIFICARE LA PREPARAZIONE DEL CANDIDATO E IDONEA AL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA Il c.d.c. deve fornire alla commissione le informazioni, anche dando prove svolte durante lanno Identificare eventuale postazione fuori aula e garantire poi la necessaria sorveglianza 7

8 PERCORSO DIDATTICO DIFFERENZIATO La commissione predispone: -Prove differenziate Omogenee e coerenti al percorso svolto [attinenza tematiche] Per attestare conoscenze, competenze e capacità acquisite 8

9 PRIMA DELLESAME:DOCUMENTAZIONE PER LESAME - C.D-C- Modalità di integrazione nella classe Percorsi comuni alla classe Ricadute delle scelte sull attività didattica In relazione con 9

10 IL CONSIGLIO DI CLASSE PREDISPONE Il C.d.C. fornisce informazioni utili alla Commissione per valutare appropriatamente conoscenze, competenze e capacità Documentazione per i singoli alunni in situazione di handicap richieste motivate prove equipollenti [per candidati non vedenti richiesta prova braille] richieste motivate di assistenza richieste motivate per tempi più lunghi per prove scritte e/o orali richiesta di prove coerenti se il percorso didattico è differenziato (per conseguimento attestato) 10

11 PROPOSTA STRUTTURA RELAZIONE CONSIGLIO DI CLASSE Descrizione deficit alunno Descrizione percorso alunno 11

12 Modalità prova contenuti assistenz a tecnologie strumenti modalità Da concordare con lo studente in situazione di handicap Eventuale richiesta prove equipollenti Durata prove Quale tipo di assistenza Quale tipo di prova N.B. se il Presidente della Commissione decide in senso contrario al C.d.Classe deve motivare la propria decisione 12

13 PERSONALE:INSEGNANTE DI SOSTEGNO [contitolare ] Partecipazione a programmazione, elaborazione e verifica attività L.104/92 - art. 13 T.U. D.L. 297/94 - art. 315 O.M. 330/ 27/05/97 - art. 4 O.M. 90 – 21/05/2001 – art 15 O.M. 22 – 20/02/2006 - art 17 13

14 PERSONALE: INSEGNANTE DI SOSTEGNO [Esami di Stato] Nominato dal Presidente sulla base della documentazione del C.d.Classe – documento 15 maggio - Presenza riunione preliminare Assistenza scritti Assistenza orali 14

15 PERSONALE: ASSISTENTI AUTONOMIACOMUNICAZIONE Alla persona o aiuto personale Aiuto per svolgere le prove In senso generale La persona che svolge assistenza va indicata dal C.d. C. ed è identificabile in colui che lha sempre fatta durante lanno/ gli anni di studio Anche più di 1 e diversa da prova a prova 15

16 TEMPI 104/92 ART.16 PREFERIBILMENTE STESSO NUMERO DI GIORNI ECCEZIONALMENTE PIU GIORNI O MENO GIORNI ECCEZIONALMENTE AUMENTO DI TEMPO PER LA/LE PROVA/E 16

17 DOCUMENTAZIONE AL TERMINE DELLESAME DI STATO [a cura del Presidente della Commissione] Relazione del Presidente (su tutto lesame) a I.N.V.A.L.S.I. e U.S.R. Scheda regionale (proposta della Commissione di revisione) – per gli alunni in situazione di handicap - Scheda regionale (proposta della Commissione di revisione) – per gli alunni in situazione di handicap - 17

18 ATTESTATO CREDITO FORMATIVO CONTIENE: Ore relative a indirizzo, durata e corsi di studio votazione complessiva ottenuta Materiali di insegnamento del curricolo di studio e indicazione durata oraria complessiva per ciascuno descrizione delle conoscenze, competenze e capacità acquisite dallalunno e descrizione del contesto in cui tali capacità si realizzano fornire alleventuale datore di lavoro competenze chiare e univoche sulle capacità dellalunno fornire ai S.I.L. e ai centri per limpiego competenze chiare e univoche sulle capacità dellalunno compilata per tutti (anchegravi) per favorire la scelta e linserimento in situazione protetta Circolare M.I.U.R. 125/07/01 Modelli per credito Formativo per i candidati con Handicap che non conseguono titolo di studio con valore legale 18

19 DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO C.M. 5/10/04 n.4099/A4 - Strumenti dispensativi - Strumenti compensativi C.M. 05/01/05 n. 26/AC - Diagnosi specialistica - Uso strumenti per tutte le fasi anche per valutazione finale C.M. 1787 del 1/3/05 Tempi più lunghi Specifiche considerazioni per tutte e 3 le prove Sensibilizzazione commissione per attuare ogni opportuna iniziative per ridurre difficoltà dello studente 19

20 DOPO LA SCUOLA N.B. riferimenti direttive europee PROGETTO DI VITA 20


Scaricare ppt "VALUTAZIONE 1 -percorso globalmente corrispondente alle prove della classe – con prove ministeriali -Percorso equipollente – con prove equipollenti e prove."

Presentazioni simili


Annunci Google