La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF. CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF. CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici."— Transcript della presentazione:

1 Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF. CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici La presentazione (Come comunicare le proprie idee)

2 J. Di Cocco La presentazione2 Gli argomenti da esaminare Una presentazione per spiegare e convincere Il disegno: utenti, tipi e modalità di presentazione Loutput: aspetti e supporti (lucidi o diapositive) Tra evento ed opuscolo: tempi e diffusione Comporre una presentazione Inserire oggetti prodotti da altri programmi Animazioni, effetti speciali, suoni, link

3 J. Di Cocco La presentazione3 Spiegare e convincere Aiutare visivamente le spiegazioni verbali di concetti (funzione di lavagna) seguendo lo sviluppo del pensiero e lillustrazione di formule, dati, diagrammi, immagini. Mostrare una traccia ordinata (scaletta) delle fasi di una presentazione di fatti, teorie, modelli e del proprio pensiero da sottoporsi allintelligenza degli uditori Sottoporre, anche automaticamente, una serie di diapositive, anche multimediali, che convincano lutente ad aderire alla posizione od allofferta suggerita dal proponente (presente o meno)

4 J. Di Cocco La presentazione4 Gli utenti: oratore e ascoltatori Il disegno duna presentazione deve rispondere alle specifiche esigenze, competenze, ruolo e lingue degli oratori e degli ascoltatori che le utilizzeranno durante un evento o come opuscolo su video Rispondere alle esigenze cognitive delluditorio Spesso autore ed oratore coincidono, ma si possono avere istruttori che si avvalgono di presentazioni predisposte da esperti, in questo caso lautore deve tener presente anche delle competenze dei somministratori Ascoltare gli ascoltatori delle presentazioni per catturare meglio lattenzione delluditorio negli incontri successivi

5 J. Di Cocco La presentazione5 Il disegno: i tipi e la grafica Una presentazione può alternativamente: essere estemporanea e quindi riportare solo alcuni appunti senza un disegno preciso (come termini o formule scritte alla lavagna) seguire schemi predefiniti: dallautore stesso o suggeriti da esperti (alcuni tipi già nel SW) Si deve anche adottare una grafica congrua con gli utenti e il tipo: efficace, efficiente, ergonomica, distribuibile; dalla semplice scrittura su fondo bianco, a sfondi, marchi ed effetti particolari

6 J. Di Cocco La presentazione6 I modelli di presentazione offerti da M. PowerPoint Alcuni interessanti modelli di presentazione sono offerti come composizione guidata essi si articolano in gruppi per contenuti: generali e vari (didattici, corsi, riunioni,...) aziendali per illustrare progetti commerciali (vendite e marketing) Prima di disegnare modelli propri è opportuno esaminare, usare e trasformare quelli di esperti

7 J. Di Cocco La presentazione7 Loutput: aspetti e supporti (lucidi o diapositive) La presentazione è una serie di pagine destinate ad essere viste su video/i o proiettate con: proiettore, lucidi, diapositive bisogna tener conto delle dimensioni e del mezzo di proiezione in modo che restino facilmente leggibili e utilizzabili Per le singole slide allatto della creazione vuota, viene offerta e scelta unimpaginazione tipo (layout), secondo le informazioni da inserire: titolo e corpo: copertina, punti da esaminare, immagini, tabelle, grafici diagrammi, foto, … Inseribili: numeri, date ed intestazioni a margine

8 J. Di Cocco La presentazione8 Tra evento ed opuscolo: tempi e diffusione La presentazione può essere destinata ad un singolo evento (corso, riunione, dimostrazione) con lautore od un istruttore presente che parla e le usa come supporto Può essere un opuscolo digitale visto dagli utenti senza lintervento di oratori La successione delle slide può essere automatica a intervalli predefiniti od a richiesta dellutente La eventuale diffusione può essere a stampa o su schermo, come file originale o come pagine web

9 J. Di Cocco La presentazione9 Prove di link Vedere lIstatIstat Per volare cedi Aereoporto MarconiMarconi

10 J. Di Cocco La presentazione10 Comporre una presentazione La composizione si avvale di: tutti gli strumenti essenziali della videoscrittura editor per formule, tabelle, grafici, diagrammi, disegni, ecc. come in word Inserire commenti verbali dellautore e del pubblico riorganizzazione della successione delle diapositive E possibile scrivere note alla slide visibili al solo autore

11 J. Di Cocco La presentazione11 Inserire oggetti esterni: tabelle, grafici, foto, suoni, link … Con le tecniche del taglia incolla o con il menù Inserisci è possibile inserire svariati oggetti, anche multimediali prodotti con altri applicativi anche non Microsoft Linserzione consente di avvalersi di potenzialità e materiali offerti da ambienti molteplici ed usare lavori già fatti e di aggiornare più rapidamente la presentazione I link ipertestuali consentono dinserire pagine web, documenti, indirizzi , applicativi

12 J. Di Cocco La presentazione12 Effetti speciali: animazioni, suoni Per attrarre lattenzione su specifici punti della presentazione si possono inserire animazioni e segnali sonori Di particolare interesse le animazioni che consentono di visualizzare i singoli punti in successione automatica o a richiesta via via che vengono trattati

13 J. Di Cocco La presentazione13 La presentazione al pubblico La somministrazione a video pieno della presentazione pronta viene attivata con il menù presentazione o con il tasto F5 Il menù consente anche di personalizzare la presentazione, di selezionare le diapositive da mostrare, di scegliere il canale distributivo (ad es. proiettore o rete) E possibile automatizzare o meno la successione delle slide


Scaricare ppt "Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF. CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici."

Presentazioni simili


Annunci Google