La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea PAAS Prof. Massimo Lazzari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea PAAS Prof. Massimo Lazzari."— Transcript della presentazione:

1 1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea PAAS Prof. Massimo Lazzari

2 2 Strutture per i vitelli Gabbiette individuali (3-4 settimane) Recinti in gruppo su lettiera permanente Critiche le condizioni igienico-sanitarie

3 3 BENESSERE VITELLI D.LGS. N. 331/ N essun vitello di età superiore alle otto settimane deve essere rinchiuso in un recinto individuale, a meno che non debba essere sottoposto a qualche trattamento diagnostico o terapeutico. La larghezza del recinto individuale deve essere almeno pari allaltezza al garrese del vitello, e la lunghezza deve essere almeno pari alla lunghezza del vitello moltiplicata per 1,1. Ogni recinto individuale per i vitelli, salvo quelli destinati ad isolare gli animali malati, non devono avere muri compatti, ma pareti divisorie traforate che consentano un contatto diretto, visivo e tattile tra i vitelli.

4 4 per i vitelli allevati in gruppo lo spazio libero disponibile per ciascun vitello deve essere pari ad almeno 1,5 m 2 per ogni vitello di peso vivo inferiore a 150 kg, ad almeno 1,7 m 2 per ogni vitello di peso vivo compreso tra 150 e 220 kg e ad almeno 1,8 m 2 per ogni vitello di peso vivo superiore a 220 kg. Queste disposizioni non si applicano alle aziende con meno di sei vitelli e ai vitelli mantenuti presso la madre ai fini dellallattamento. A decorrere dal 31 dicembre 2006 le prescrizioni di cui sopra si applicano a tutte le aziende.

5 5 Deve essere presente unilluminazione adeguata naturale o artificiale e in questultimo caso dovrà essere almeno equivalente alla durata di illuminazione naturale normalmente disponibile tra le ore 9.00 e le Deve essere disponibile unilluminazione adeguata (fissa o mobile) di intensità sufficiente per consentire di controllare i vitelli in qualunque momento. I vitelli allevati in locali di stabulazione devono essere controllati dal proprietario o dalla persona responsabile almeno due volte al giorno e quelli allevati allesterno almeno una volta al giorno I locali di stabulazione devono essere costruiti in modo da consentire ad ogni vitello di coricarsi, giacere ed alzarsi ed accudire a se stesso senza difficoltà.

6 6 I pavimenti non devono essere sdrucciolevoli e non devono presentare asperità per evitare lesioni ai vitelli; devono essere costruiti in modo da non causare lesioni o sofferenza ai vitelli in piedi o coricati; la zona in cui si coricano i vitelli deve essere confortevole, pulita, adeguatamente prosciugata; per tutti i vitelli di età inferiore a due settimane deve essere prevista una lettiera adeguata. Ogni vitello deve ricevere colostro bovino quanto prima possibile dopo la nascita e comunque entro le prime sei ore di vita.

7 7 Sala parto

8 8 BOX SINGOLO

9 9

10 10

11 11

12 12

13 13 allattatrice

14 14

15 15

16 16 BOX MULTIPLO

17 17

18 18

19 19 ALIMENTAZIONE CON LATTE RIGENERATO

20 20 AL PASCOLO

21 21 Allevamento da carne - linea vacca- vitello

22 22 Unico prodotto il vitello

23 23

24 24

25 25 Allevamento da carne - linea vacca- vitello

26 26 Recinto elettrico

27 27 Allevamento da carne - linea vacca- vitello

28 28 Allevamento da carne - linea vacca- vitello: questi sono i competitori

29 29 Strutture molto semplificate e poco costose per il solo ricovero invernale, alimentazione con sottoprodotti

30 30

31 31

32 32 Cattura animali e gestione sanitaria

33 33 Vista azienda con corral

34 34 Cattura animali e gestione sanitaria

35 35 Allevamento di bovini allingrasso

36 36 Pavimento fessurato

37 37

38 38

39 39

40 40

41 41 Stalle per tori

42 42 Rastrelliera autocatturante

43 43 Prelievo seme

44 44 Infermeria – Inseminazione artificiale


Scaricare ppt "1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea PAAS Prof. Massimo Lazzari."

Presentazioni simili


Annunci Google