La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 10 (12 novembre 2008) Programmazione in Java: espressioni booleane e controllo del flusso (selezione)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 10 (12 novembre 2008) Programmazione in Java: espressioni booleane e controllo del flusso (selezione)"— Transcript della presentazione:

1 1 Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 10 (12 novembre 2008) Programmazione in Java: espressioni booleane e controllo del flusso (selezione)

2 2 Il tipo boolean Il tipo boolean è in Java un tipo primitivo che che può assumere esclusivamente due valori: true e false Esempio: boolean b; b=true; System.out.println(b); b=false; System.out.println(b);

3 3 Espressione booleana Unespressione booleana è una combinazione di operandi (variabili e valori), operatori aritmetici, operatori relazionali, operatori logici e parentesi tonde. Unespressione booleana restituisce in Java un valore di tipo boolean e può essere pertanto assegnata ad una variabile di tipo boolean Esempio: boolean b; int x=10; b=(x > 5); // b contiene il valore true

4 4 Operatori relazionali Gli operatori relazionali confrontano due operandi numerici e ne determinano la relazione restituendo un valore di tipo boolean OperatoreDescrizioneUsoRestituisce true se… ==Uguale aop1 == op2 op1 è uguale a op2 !=Diverso daop1 != op2 op1 è diverso da op2 Maggiore diop1 > op2 op1 è maggiore di op2 <= Minore o uguale a op1 <= op2 op1 è minore o uguale a di op2 >= Maggiore o uguale a op1 >= op2 op1 è maggiore o uguale a di op2

5 5 Operatori relazionali (esempi) Esempio 1: int x=3; int y=4; boolean b; b=(x<=y); System.out.println(b); La stampa è true

6 6 Operatori relazionali (esempi) Esempio 2: int x=3; int y=4; boolean b; b=(x==y); System.out.println(b); La stampa è false

7 7 Operatori relazionali (esempi) Esempio 3: int x=3; int y=4; boolean b; b=(x!=y); System.out.println(b); La stampa è true

8 8 Operatori logici Gli operatori logici operano su operandi booleani (espressione booleana, variabile booleana o valore booleano esplicito) OperatoreDescrizioneUsoRestituisce true se… && AND abbreviato op1 && op2 op1 e op2 valgono entrambi true &ANDop1 & op2 op1 e op2 valgono entrambi true ||OR abbreviatoop1 || op2 almeno uno tra op1 e op2 è true |ORop1 | op2 almeno uno tra op1 e op2 è true !NOT!op1 op1 è false

9 9 Operatori logici (esempio) Esempio: int x=3; int y=4; boolean b; b=(x!=0 && x>y); System.out.println(b); La stampa è false

10 10 Operatori logici La forma abbreviata degli operatori di AND e OR differisce dalla forma normale per il fatto che se una valutazione fallisce, le successive valutazioni non vengono eseguite. Ad esempio: int x=3; int y=0; boolean b; b=(y!=0 && x>y); Lespressione x>y non viene valutata in quanto y!=0 è false e basta già per dire che lintera espressione assegnata a b è false.

11 11 Operatori logici...oppure: int x=3; int y=0; boolean b; b=(y==0 || x>y); Lespressione x>y non viene valutata in quanto y==0 è true e basta già per dire che lintera espressione assegnata a b è true. Attenzione! Non è detto che lordine di valutazione sia quello di codifica dellespressione… Quindi bisogna andare cauti con istruzioni che potrebbero generare errori in runtime

12 12 Precedenza degli operatori Operatori elencati per precedenza decrescente: pre-incremento ++, pre-decremento --, negazione aritmetica - post-incremento ++ e post-decremento -- e negazione logica ! moltiplicazione *, divisione / e modulo % somma + e sottrazione – minore, minore o uguale =

13 13 Precedenza degli operatori... uguale a ==, diverso da != AND & OR | AND && OR || assegnamenti: =, +=, -=, *=, /=, %=

14 14 Controllo del flusso Il controllo del flusso è lesecuzione ordinata di una sequenza di istruzioni. Il controllo del flusso (che vediamo…) può essere: sequenziale esegue le istruzioni una alla volta nellordine in cui sono state scritte selezione esegue le istruzioni scelte tra almeno due possibilità iterazione esegue ripetutamente delle istruzioni finchè si verifica una certa condizione

15 15 Selezione I costrutti di selezione (che vediamo…) sono: if (selezione a una via) if-else (selezione a due vie) Nel costrutto di selezione viene effettuato un test (definito da unespressione booleana che restituisce true o false). Se il test è positivo (true) si fa qualcosa altrimenti non si fa nulla nella selezione a una via, o si fa qualcosa daltro nella selezione a due vie.

16 16 Selezione a una via La selezione a una via permette di eseguire un blocco di istruzioni oppure di saltarlo if( ){ ; } ;... dove è lespressione booleana che valutata decide se eseguire o meno il blocco di istruzioni definito da. Se restituisce true, viene eseguito, il controllo diventa in seguito sequenziale e viene eseguita listruzione successiva. Se restituisce false, viene saltato e viene subito eseguita listruzione successiva.

17 17 Selezione a una via (esempi) Esempio 1: int x=3; if(x > 2){ x++; } System.out.println(x=+x); La stampa è x=4

18 18 Selezione a una via (esempi) Esempio 2: int x=3; if(x < 3){ x++; } System.out.println(x=+x); La stampa è x=3

19 19 Selezione a due vie La selezione a due vie permette di effettuare una scelta tra due blocchi di istruzioni if( ){ ; } else{ } ;... dove è lespressione booleana che valutata decide se eseguire oppure. Se restituisce true, viene eseguito,...

20 20 Selezione a due vie... il controllo diventa in seguito sequenziale e viene eseguita listruzione successiva. Se invece restituisce false, viene eseguito, il controllo diventa in seguito sequenziale e viene sempre eseguita listruzione.

21 21 Selezione a due vie (esempio) Esempio: int x=3, y=4, min; if(x < y){ min=x; } else{ min=y; } System.out.println(Minimo=+min); La stampa è Minimo=3

22 22 Selezione Nel caso in cui i blocchi di istruzioni dei costrutti di selezione (a una e a due vie) siano composti da una sola istruzione, le parentesi graffe di delimitazione non sono necessarie. Ad esempio il codice della slide precedente può essere riscritto nel modo seguente: int x=3, y=4, min; if(x < y) min=x; else min=y; System.out.println(Minimo=+min);

23 23 Selezione annidata I blocchi di istruzioni di un costrutto di selezione (a una o a due vie) possono essere a loro volta costrutti di selezione (a una o a due vie). Ad esempio: if( ){... } else{... } else{ if( ){... } else{... }

24 24 Selezione annidata (esempio) Esempio: int x=3, y=4, z; if(x != y){ if(x < y) z=x; else z=y; } else{ z=0; } System.out.println(Z=+z); La stampa è Z=3

25 25 Scope di una variabile Una variabile è visibile solo allinterno del blocco di codice in cui viene diachiarata! Ad esempio nel codice seguente: int x=10; if(x < 20){ int y=30; System.out.println(x+y); } System.out.println(y);//ISTRUZIONE ERRATA! La variabile y NON ESISTE al di fuori del blocco di codice relativo al costrutto di selezione


Scaricare ppt "1 Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 10 (12 novembre 2008) Programmazione in Java: espressioni booleane e controllo del flusso (selezione)"

Presentazioni simili


Annunci Google