La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPUNTI DI RELIGIONE Dal libro TUTTI I COLORI DELLA VITA Volume Unico Anno 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPUNTI DI RELIGIONE Dal libro TUTTI I COLORI DELLA VITA Volume Unico Anno 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1 APPUNTI DI RELIGIONE Dal libro TUTTI I COLORI DELLA VITA Volume Unico Anno 2012/2013

2 Appunti Irc / 1 Morfologia della religione La religione nelloccidente moderno si presenta composta da diversi elementi LE CREDENZE RELIGIOSE Luomo religioso CREDE in qualcosa (FEDE) distinto dalla sfera umana I COMPORTAMENTI RELIGIOSI le credenze si traducono in ATTEGGIAMENTI E COMPORTAMENTI particolari LE ORGANIZZAZIONI RELIGIOSE presenti in ogni religione (riferimenti sul testo: pag. 23)

3 a cura della prof.ssa Lia Verdoliva LE CREDENZE RELIGIOSE COSA SIGNIFICA CREDERE?

4 Appunti Irc / 2 Cosa vuol dire credere? Credere deriva da una espressione medioevale: COR DARE che significa DARE IL CUORE, consegnare il proprio cuore a Dio, lasciarsi fare prigionieri, accettare che la nostra vita sia gestita da Dio, sia fatta la tua volontà.

5 Appunti Irc / 3 Cosa vuol dire credere? La credenza religiosa, diversamente da quella profana (politica, ideologica, sportiva) è ciò che viene definita da articoli di fede, ha per oggetto le VERITA RIVELATE da Dio. Chi crede a queste verità ha fede, aderisce ad esse, ha fiducia in esse.

6 Appunti Irc / 4 Cosa vuol dire FEDE? dal latino fides è linclinazione dellintelligenza e dello spirito alle realtà trascendentali. Nelle religioni rivelate è la risposta delluomo, è il SI delluomo alla rivelazione di Dio e alle sue verità.

7 a cura della prof.ssa Lia Verdoliva LE CREDENZE RELIGIOSE UNA REALTA OLTRE QUESTO MONDO

8 Appunti Irc / 5 credere nella LA REALTA SACRA O TRASCENDENTE (che è al di fuori del mondo naturale e non può essere percepito attraverso i sensi) PUO VARIAMENTE INTESA COME: ESSERE SUPERIORE o SUPREMO DIVINITA nei politeismi DIO nei monoteismi

9 Appunti Irc /6 credere nella LESSERE SUPREMO o REALTA SUPERIORE E INTESA DIVERSAMENTE DALLE DIVERSE RELIGIONI DESTINO (greci e romani) FORZA (religioni tribali) ENERGIA LEGGE IMPERSONALE (Rel/i dellOriente) È comunque qualcosa di impersonale, cioè priva di caratteri personali quali, intelletto, pensiero, volontà, capacità dialogica

10 Appunti Irc /7 ESSERE SUPREMO Nelle religioni primitive: prevede lesistenza di altri esseri (antenati, spiriti,animali) Creatore ed elargitore della nascita, morte, pioggia, sole. controllore del comportamento degli uomini, deus otiosus: inattivo dopo la creazione, non oggetto di culto perché a volte cattivo trascendenza ambigua.

11 Appunti Irc /8 ESEMPI DI ESSERE SUPREMO Nelle religioni primitive: il signore (la signora) degli animali il cui culto prevede lofferta primaziale la Terra madre garante della fertilità della terra; talvolta fa coppia con lEssere supremo celeste, in modo che un Cielo-padre (fecondatore, per via della pioggia) corrisponde ad una Terra-madre che da la vita. Gli spiriti del bosco,del mare, del cielo, dei morti.

12 Appunti Irc /9 ESEMPI DI ESSERE SUPREMO Nelle religioni primitive: GLI ANTENATI: Sono i morti della famiglia, ma si distinguono dagli spiriti dei morti (ad es. con il rito della doppia sepoltura). Non sono pericolosi, ma anzi sono i protettori della famiglia, cui si chiedono tutte le cose necessarie. - nel caso di un re, i suoi antenati possono avere un culto pubblico prevede lesistenza di altri esseri (antenati, spiriti, animali).

13 Appunti Irc /9 ESEMPI DI ESSERE SUPREMO Nelle religioni primitive: i feticci oggetti che luomo stesso fabbrica per adorarli: amuleti troni di antenati tamburi di spiriti immagini sacre

14 Appunti Irc /10 LA DIVINITA (rif. p. 23) DIO: da deus o div = LUCE Nelle religioni politeistiche sono: entità superiori alluomo in potenza, sapienza e moralità immortali intervengono nelle vicende delluomo hanno personalità complesse vivono in un mondo divino (pantheon) Nelle religioni monoteistiche unico creatore, onnipotente, onnisciente, eterno, infinito trascendente.

15 Sacro che si manifesta agli uomini Nel linguaggio comune, SACRO e DIVINO sono termini usati solitamente come sinonimi. Si intende per SACRO (da Sacer = Separato) la Realtà Separata, connessa all'esperienza di una realtà che è SUPERIORE alla realtà materiale delluomo e che gli uomini avvertono come Totalmente Altro dallUomo, come Trascendente. Una realtà non legata allo spazio e non definita dal tempo rispetto alla quale, gli uomini si sentono subordinati e nello stesso tempo spaventati e affascinati.

16 Appunti Irc / 12 credere nella Ierofania: da hieros = sacro e dal verbo phainomai = mi mostro. E una manifestazione del sacro, di una forza impersonale. Le Ierofanie naturali: nei fulmini, tuoni, astri celesti… Ierofania è una Rivelazione (pag 24) quando si parla di Divinità o di Dio personale. Tecniche ascetiche: esperienze di singoli individui che stabiliscono contatti con la divinità.

17 Appunti Irc / 13 credere nella RIVELAZIONE: dal latino re-velare=togliere il velo, ciò che è nascosto viene reso noto. Secondo i musulmani, gli ebrei e i cristiani Dio si è rivelato ai suoi fedeli. ASCESI: dal greco ektasis, «luscire fuori»: è lo stato in cui si esce dalla condizione umana e ci si unisce alla divinità

18

19 PER LINDUISMO 1) BRAMA: il creatore 2) VISNU: il conservatore 3) SHIVA: il distruttore

20 PER IL BUDDISMO Non è una Religione, è piuttosto una filosofia di vita Non si pone quindi il problema di Dio

21 PER LISLAM Crede in un solo Dio, Allah; la relazione tra Allah e gli uomini è di sottomissione I 99 nomi di Dio indicano la sua grandezza, che non può essere del tutto compresa dagli uomini Dio, a differenza del Cristianesimo, è una realtà totalmente trascendente.

22 PER lEBRAISMO JHWH=tetragramma (di 4 parole) sacro; è il nome di Dio, mai pronunciato dagli Ebrei, i quali utilizzano Elohim oppure Adonai JHWH entra in relazione con il suo popolo JHWH è il Dio Giusto, Fedele, Buono e Misericordioso JHWH è il Primo e lUltimo, non ha origine né divenire né fine; il mondo e lintera creazione è opera sua.

23 PER IL CRISTIANESIMO Qual è il volto del Dio dei cristiani? (Vedi la parabola del figliol prodigo Lc 15, 1 detta anche parabola del padre misericordioso. Il volto di un PADRE Misericordioso. Di un Dio BUONO che rispetta le nostre decisioni e la nostra libertà. E lEMMANUEL perché prende sembianze umane e viene ad abitare in mezzo a noi


Scaricare ppt "APPUNTI DI RELIGIONE Dal libro TUTTI I COLORI DELLA VITA Volume Unico Anno 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google